Frasi, citazioni e aforismi sulla dittatura

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla dittatura. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla democrazia e Frasi, citazioni e aforismi contro il fascismo.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla dittatura

dittatura

Alla più perfetta delle dittature preferirò sempre la più imperfetta delle democrazie.
(Sandro Pertini)

Fin quando ci saranno delle dittature, non avrò il coraggio di criticare una democrazia.
(Jean Rostand)

Chi evoca la dittatura in tempi di democrazia offende i martiri di tutti i totalitarismi.
(Antonino Zichichi)

Il buon cittadino è quello che non può tollerare nella sua patria un potere che pretende d’essere superiore alle leggi.
(Marco Tullio Cicerone)

Le dittature si presentano apparentemente più ordinate, nessun clamore si leva da esse. Ma è l’ordine delle galere e il silenzio dei cimiteri.
(Sandro Pertini)

Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l’individuo per il quale la distinzione tra realtà e finzione, tra vero e falso, non esiste più.
(Hannah Arendt)

È nel sonno della pubblica coscienza che maturano le dittature.
(Visconte Alexis de Tocqueville)

La forza e la debolezza dei dittatori è quella di aver fatto un patto con la disperazione della gente.
(Georges Bernanos)

Il principale problema di un dittatore è mantenere pieno lo stomaco dei suoi sudditi mantenendo vuota la testa.
(Evan Esar)

Di regola, la dittatura garantisce strade sicure e il terrore alla porta di casa. In democrazia le strade possono essere buie e insicure, ma chi bussa alla porta di casa nelle prime ore del mattino è molto probabilmente il lattaio.
(Adam Michnik)

Definizione di un governo dispotico: un ordine di cose in cui il superiore è vile e l’inferiore avvilito.
(Nicolas Chamfort)

La dittatura, qualsiasi nome abbia, si fonda sulla dottrina che il singolo non conta nulla; che lo Stato è l’unico che conta; e che gli uomini e le donne e i bambini sono venuti sulla terra al solo scopo di servire lo Stato.
(Harry S. Truman)

Abbiamo una democrazia politica che alberga una dittatura economica.
(Antonio Gamoneda)

In realtà, la vera essenza di una dittatura non sta nella regolarità, ma nell’imprevedibilità e nel capriccio; coloro che vivono sotto il suo tallone non debbono mai potersi rilassare, non debbono mai essere del tutto sicuri di aver rispettato correttamente, o meno, le regole (l’unica regola pratica era: tutto ciò che non è obbligatorio è proibito). Dunque i sudditi possono sempre essere scoperti in torto.
(Christopher Hitchens)

L’arma migliore di una dittatura è la segretezza, l’arma migliore di una democrazia è la trasparenza.
(Edward Teller)

La forza della dittatura è nei muscoli, non nel cuore.
(Ignazio Silone)

Annunci

Non sono d’accordo con te, ma siccome sono tollerante, ti lascio la possibilità di essere d’accordo con me.
(Aleksandar Baljak)

Appena stabilito chi ha vinto le elezioni, è stato sospeso il conteggio dei voti.
(Aleksandar Baliak)

Il dittatore ha semplificato l’apparato statale. Ha preso tutto nelle sue mani.
(Ratko Dangubic)

La commedia è quando un illusionista diverte il popolo, la tragedia quando diventa il suo capo.
(Milovan Vitezovic)

Il leader è affetto da mania di persecuzione. Ha sempre la sensazione che il popolo lo segua.
(Zoran T. Popovic)

Nella democrazia è possibile tutto, nella dittatura invece nulla è impossibile.
(Zarko Petan)

Si deve chiamare tirannide qualunque governo in cui chi è preposto all’esecuzione delle leggi può farle o infrangerle con sicurezza e impunità. Ogni popolo che lo sopporta è schiavo.
(Vittorio Alfieri)

Non c’è tirannia peggiore di quella esercitata all’ombra della legge e sotto il calore della giustizia.
(Montesquieu)

Talvolta penso che una parodia di democrazia potrebbe essere più pericolosa di una dittatura palese, perché darebbe alla gente l’opportunità di evitare di fare qualcosa al riguardo.
(Aung San Suu Kyi)

La grande levatrice delle dittature è l’anarchia.
(Roberto Gervaso)

Con quanta imprudenza molti cercano di levar di mezzo un tiranno senza essere in grado di eliminare le cause che fanno del principe un tiranno…
(Baruch Spinoza)

C’è una certa solidarietà e un’infamia condivisa tra il governo che fa il male e il popolo che lo lascia fare. Soffrire è una cosa venerabile, subire è una cosa disprezzabile.
(Victor Hugo)

Chi dice di combattere la dittatura dall’interno è già complice.
(Salvador Allende)

Non appena qualcuno si rende conto che obbedire a leggi ingiuste è contrario alla dignità dell’uomo, nessuna tirannia può dominarlo.
(Mahatma Gandhi)

Il semplice consenso non basta alle dittature: per vivere esse hanno bisogno altresì di incutere odio e, per conseguenza, di seminare il terrore.
(Ernst Jünger)

Dittatore. Capo di una nazione che preferisce la pestilenza del dispotismo alla peste dell’anarchia.
(Ambrose Bierce)

Combattevamo Mussolini come corruttore, prima che come come tiranno; il fascismo come tutela paterna prima che come dittatura; non insistevamo sui lamenti per mancanza della libertà e per la violenza, ma rivolgemmo la nostra polemica contro gli italiani che non resistevano, che si lasciavano addomesticare.
(Piero Gobetti)

In Italia a fare la dittatura non è tanto il dittatore, quanto la paura degli italiani e una certa smania di avere un padrone da servire. Lo diceva Mussolini: “Come si fa a non diventare padroni di un paese di servitori?”.
(Indro Montanelli)

Da Lenin a Castro, di dittatori ne sono stati giustificati parecchi. Siccome la dittatura del Duce non è evoluta al grado di totalitarismo di Hitler e Stalin, siccome era sanguinaria ma non tanto quanto qualla di Hitler e Stalin, viene naturale dire che Mussolini ha fatto anche cose buone. Il presupposto drammatico e definitivo – ha eliminato i partiti, la libertà di voto, di stampa, di associazione, ha mandato al confino e talvolta alla morte gli oppositori, cioè ha raso al suolo lo Stato Libero – passa in secondo piano. Così, in allegria: ha fatto anche cose buone. Gli italiani sono privi di una nozione di libertà, sono indifferenti al senso profondo dell’autonomia e delle responsabilità, esitano fra la rassegnazione dello schiavo e la rivolta anarchica – scriveva Carlo Rosselli nel 1930, e guarda se è cambiato qualcosa.
(Mattia Feltri, La Stampa, 2019)

Tre cose desidero vedere innanzi alla mia morte, ma dubito, ancora che io vivessi molto, non ne vedere alcuna: uno vivere di republica bene ordinato nella città nostra, Italia liberata da tutti e’ barbari e liberato el mondo dalla tirannide di questi scelerati preti.
(Francesco Guicciardini)

Soltanto sotto una dittatura riesco a credere nella democrazia.
(Leo Longanesi)

Per ogni Giovanna d’Arco c’è un Hitler appollaiato dall’altra estremità dell’altalena. La vecchia storia del bene e del male.
(Charles Bukowski)

Una società di pecore porterà inevitabilmente, col tempo, a un governo di lupi.
(Bertrand Jouvenal)

Con il potere assoluto anche a un asino risulta facile governare.
(Lord Acton)

L’accumulazione di tutti i poteri, legislativo, esecutivo e giudiziario, nelle stesse mani, di uno solo o di tanti soggetti, ereditari, autonominati o elettivi, si può considerare effettivamente la definizione stessa di tirannia.
(James Madison)

Le dittature non sono soltanto pericolose, sono esse stesse sempre in pericolo poiché l’uso brutale della forza suscita ovunque ostilità.
(Ernst Jünger)

Qualunque cosa soffochi l’individualità è dispotismo, con qualunque nome si chiami.
(John Stuart Mill)

Lo Stato totalitario fa di tutto per controllare i pensieri e le emozioni dei propri sudditi in modo persino più completo di come ne controlla le azioni.
(George Orwell)

Una multinazionale è più vicina al totalitarismo di qualunque altra istituzione umana.
(Noam Chomsky)

Di tutte le tirannie che affliggono l’umanità, quella religiosa è la peggiore. Tutte le altre forme di tirannia sono limitate al mondo in cui viviamo, mentre questa cerca di estendersi nell’oltretomba e cerca di perseguitarci per l’eternità.
(Thomas Paine)

L’immoralità è il fondamento del dispotismo così come la virtù è l’essenza della repubblica.
(Robespierre)

Totalitarismo e democrazia sono due parole senza qualità. Avrebbero bisogno di molti aggettivi per l’appunto qualificativi. Un dispotismo può essere illuminato e una democrazia putrefatta e non è semplice districarsi tra queste antinomie.
(Luigi Pintor)

Un animalista esperto, o anche Esopo, potrebbe dire che la differenza tra queste due forme del potere [totalitarismo e democrazia] sta nel fatto che la prima ti chiude in una gabbia con fitte sbarre come i felini allo zoo mentre la seconda ti confina in un recinto arioso dove puoi passeggiare come i cammelli e le giraffe. È anche questa una privazione della libertà ma è molto più intelligente e chi la subisce neppure se ne accorge.
(Luigi Pintor)

Ci sarà in una delle prossime generazioni un metodo farmacologico per far amare alle persone la loro condizione di servi e quindi produrre dittature, come dire, senza lacrime; una sorta di campo di concentramento indolore per intere società in cui le persone saranno private di fatto delle loro libertà, ma ne saranno piuttosto felici.
(Aldous Leonard Huxley)

Intere generazioni possono venire spazzate via dalla follia di un re nello spazio di una singola ora.
(Edward Gibbon)

I dittatori cavalcano avanti e indietro su tigri da cui non osano scendere. E le tigri diventano sempre più affamate.
(Wiston Churchill)

I popoli sotto dittatura anelano alla libertà; se manca tale anelito, cessa il senso della personalità, il desiderio del progresso, il valore dell’iniziativa. I popoli che tendono a progredire, si affermano nella libertà e per la libertà.
(Luigi Sturzo)

Ogni Stato è una dittatura.
(Antonio Gramsci)

Chi non è con me, ha detto Gesù, è contro di me! I dittatori non parlano diversamente!
(Charles Régismanset)

Se volete combattere i dittatori, cominciate col primo: Dio!
(Alberto Savinio)

Guardate questi dittatori sui loro piedistalli, circondati dalle baionette dei loro soldati e manganelli delle loro forze di polizia… nei loro cuori c’è la paura inespressa. Hanno paura delle parole e dei pensieri: parole pronunciate all’estero, pensieri espressi in casa – tutte cose potenti perché vietate che li terrorizzano. Un topolino di pensiero appare nella stanza, e anche i potentati più potenti sono gettati nel panico.
(Winston Churchill)

Annunci