Le 50 migliori frasi d’amore tratte dai film

Quali sono le frasi d’amore più belle tratte dai film? Probabilmente non c’è una risposta, la percezione è talmente soggettiva che non può esserci una classifica oggettiva, neanche per ognuno di noi che cambiamo mille volte nell’arco della vita, modificando ogni volta i nostri gusti.

Qui di seguito la redazione di Aforisticamente presenta una raccolta delle 50 migliori frasi d’amore tratte dai film, da Via col vento (1939) a Storia d’inverno (2014). Frasi romantiche e sentimentali (ma a volte anche ironiche e disincantate), da dedicare alla vostra persona speciale. Tra i temi correlati si veda Le 100 migliori frasi e citazioni di film e la sezione Le più belle frasi d’amore.

**

Le 50 migliori frasi d’amore tratte dai film

Io ho paura di tutto, di quello che sono, di quello che faccio, di quello che dico e soprattutto ho paura che se me ne vado da questa stanza non proverò mai più quello che sto provando adesso… adesso che sono qui con te..
(Dirty Dancing, 1987)

dirty dancing

Quando hai parlato prima di come dopo qualche anno in una coppia cominciano a odiarsi l’un l’altro perché prevedono le loro reazioni o si stancano dei loro modi di fare… Credo che per me sarebbe l’opposto. Io credo di potermi innamorare veramente quando so tutto di una persona, come si farà la riga ai capelli, quale camicia metterà quel giorno, conoscere esattamente quale storia racconterà in quella data situazione. Allora saprò di essere veramente innamorata.
(Prima dell’alba, 1995)

Non sono sicuro di averti dentro di me, né di essere dentro di te, e neppure di possederti. E in ogni caso, non è al possesso che aspiro. Credo invece che siamo entrambi dentro un altro essere che abbiamo creato, e che si chiama ‘noi’.
(I ponti di Madison County, 1995)

La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare! L’amore è come l’ossigeno! L’amore è una cosa meravigliosa, ci innalza verso il cielo! Tutto quello che ci serve è amore!
(Moulin Rouge, 2001)

moulin_rouge

– L’amore?
– Eppure esiste.
– Che ne sapete?
– Ho amato anch’io.
– Siete stata, cioè, fisicamente attratta da un uomo.
– Era qualcosa di più.
– Già, per le donne è sempre qualcosa di più.
(Monsieur Verdoux, di Charles Chaplin, 1947)

– In definitiva, che cos’è l’amore? È una spasmodica smorfia che finisce in uno sbadiglio.
(Una lezione d’amore di Ingmar Bergman, 1954)

P.S. Ti amo, Holly, e so che anche tu mi ami. Non hai bisogno delle mie cose per ricordarti di me, non hai bisogno di conservarle come prova del fatto che sono esistito e che esisto ancora nella tua mente. Non hai bisogno di mettere i miei maglioni per sentire il mio abbraccio. Io sono già lì… e ti tengo sempre abbracciata
(P.s. I love you, 2007)

– L’amore fa male, forse?
– Sì, l’amore fa male. Come un grande avvoltoio piana sopra di noi, si immobilizza e ci minaccia. Ma la minaccia può essere anche promessa di gioia. Sei bella, Hélèna, così bella che guardarti è una sofferenza.
– Ieri dicevate che era una gioia.
– È una gioia e una sofferenza.
(L’ultimo metrò, di François Truffaut, 1980)

Adoro il fatto che tu abbia freddo quando fuori ci sono 25 gradi. Adoro il fatto che ci metti un’ora e mezzo per ordinare un panino. Adoro la piccola ruga che ti si forma sul naso quando mi guardi come se fossi matto. Adoro il fatto che dopo aver passato una giornata con te, possa ancora sentire il tuo profumo sui miei vestiti. E adoro il fatto che tu sia l’ultima persona con la quale voglio parlare prima di addormentarmi la notte. Non è che mi senta solo, e non c’entra il fatto che sia Capodanno. Sono venuto qui stasera perché quando ti rendi conto che vuoi passare il resto della tua vita con una persona, vuoi che il resto della tua vita inizi il prima possibile.
(Harry ti presento Sally, 1989)

Mi ha portato da te. E gli sono grato per questo, Rose. Gliene sono grato. Devi.. devi farmi quest’onore. Devi promettermi che sopravviverai, che non ti arrenderai, qualunque cosa accada, per quanto disperata sia la situazione. Promettimelo adesso, Rose. E non dimenticare mai questa promessa. Rose: Lo prometto. Jack: Non la dimenticare mai. Rose: Non la dimenticherò, Jack. Non la dimenticherò mai
(Titanic, 1997)

Titanic

Sono nato quando mi hai baciato. Sono morto quando mi hai lasciato. Ho vissuto per qualche settimana mentre mi hai amato.
(Il diritto di uccidere, 1950)

È soltanto nelle misteriose equazioni dell’amore che si può trovare ogni ragione logica. Io sono qui grazie a te. Tu sei la ragione per cui io esisto. Tu sei tutte le mie ragioni.
(A Beautiful Mind, 2001)

L’amore non è fatto di paroline ridicole. L’amore è fatto di gesti eclatanti, l’amore è fatto di aeroplani che tirano striscioni sugli stadi, di proposte esplosive, di parole giganti scritte in cielo…
L’amore sta nel saper rischiare, anche a costo di soffrire… L’amore sta nel tirar fuori quel coraggio che non sapevi neanche di avere!
(Innamorarsi a Manhattan, 2005)

Uno va dallo psichiatra e dice: “Dottore mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina”, e il dottore gli dice: “perché non lo interna?”, e quello risponde: “e poi a me le uova chi me le fa?”. Be’, credo che corrisponda molto a quello che penso io dei rapporti uomo-donna. E cioè che sono assolutamente irrazionali, ehm… e pazzi. E assurdi, e… Ma credo che continuino perché la maggior parte di noi ha bisogno di uova
(Io e Annie, di Woody Allen, 1977)

Se le persone che amiamo ci vengono portate via, perché continuino a vivere non dobbiamo mai smettere di amarle. Le case bruciano e le persone muoiono, ma il vero amore è per sempre.
(Il corvo, 1994)

L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore. L’amore non prova soddisfazione per i peccati degli altri ma si delizia della verità. È sempre pronto a scusare, a dare fiducia, a sperare e a resistere a qualsiasi tempesta.
(I Passi dell’Amore, 2002)

Preferirei dividere una sola vita con te che affrontare tutte le ere di questo mondo da sola.
(Il signore degli anelli 2001-2003)

L’amore non potrà mai essere descritto alla maniera del cielo, o del mare o di un altro qualsiasi mistero. E’ l’occhio con il quale vediamo. E’ il trasgressore nel santo, è la luce all’interno del colore.
(The Million Dollar Hotel, di Wim Wenders, 200)

Cosa vuoi Vivian…?
Voglio la Favola!
(Pretty Woman, 1990)

Il solo momento in cui non ho freddo è quando penso a te.
(Pearl Harbor 2001)

– Posso restare un po’ di più?
– Resta per sempre.
(Notting Hill, 1999)

– Ah, senti, c’è un unico tipo di amore che regge: quello non corrisposto.
(Ombre e nebbia, 1992)

Tu… io forse sono l’unica persona sulla faccia della Terra che sa che sei la donna più in gamba della Terra. Io forse sono l’unico che capisce e apprezza quanto tu sei straordinaria per ogni singola cosa che fai… per quello che fai con Spencer… “Spence”! E per ogni singolo pensiero che hai e per come dici quello che hai in mente e perché quello che dici è quasi sempre legato profondamente con l’essere onesti e buoni. Io… io credo che a molte persone sfugga questo di te e io le osservo e mi chiedo come fanno a non guardarti mentre gli porti da mangiare e sparecchi i loro tavoli senza capire che hanno appena incontrato la donna più straordinaria che esista? E il fatto che io lo capisco, mi fa sentire bene… con me stesso!
(Qualcosa è cambiato, 1997)

Vuoi sapere qual è la verità sul tuo conto? Sei una fifona, non hai un briciolo di coraggio, neanche quello semplice e istintivo di riconoscere che a questo mondo ci si innamora, che si deve appartenere a qualcuno, perché questa è la sola maniera di poter essere felici. Tu ti consideri uno spirito libero, un essere selvaggio e temi che qualcuno voglia rinchiuderti in una gabbia. E sai che ti dico? Che la gabbia te la sei già costruita con le tue mani ed è una gabbia dalla quale non uscirai, in qualunque parte del mondo tu cerchi di fuggire, perché non importa dove tu corra, finirai sempre per imbatterti in te stessa.
(Colazione da Tiffany, 1961)

Rossella: So solo che ti amo.
Rhett: Questa è la tua disgrazia.
Rossella: Aspetta, Rhett… Rhett… Se te ne vai, che sarà di me, che farò?
Rhett: Francamente me ne infischio.
(Via col vento, 1939)

“Amore” significa non dover mai dire “mi dispiace”.
(Love Story, 1970)

Se i vostri sentimenti sono gli stessi dello scorso aprile, vi prego, ditelo ora. Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre. Se, invece, i vostri sentimenti fossero cambiati, devo dirvelo: mi avete stregato anima e corpo e vi amo… vi amo… vi amo. E d’ora in poi non voglio più separarmi da voi
(Orgoglio e Pregiudizio, 2005)

Non penso affatto che tu sia un’idiota. Oddio, è vero che c’è qualche cosa di ridicolo in te, nei tuoi modi. Tua madre è piuttosto imbarazzante. E devo ammettere che sei veramente pessima quando ti capita di parlare in pubblico, e tutto quello che ti passa per la testa lo fai uscire dalla bocca senza tener conto delle conseguenze. Certo mi rendo conto che quando ti ho conosciuta al buffet di tacchino al curry di Capodanno sono stato imperdonabilmente scortese: avevo addosso quel maglione con la renna sopra… che mi aveva regalato mia madre il giorno prima. Ma il punto è… quello che cerco di dirti… in modo molto confuso… è che, in effetti, probabilmente, malgrado le apparenze… tu mi piaci. Da morire.
(ll diario di Bridget Jones, 2001)

Io garantisco che ci saranno tempi duri. Garantisco che a un certo punto uno di noi,o tutti e due,vorremmo farla finita. Ma garantisco anche che se non ti chiedo di essere mio,lo rimpiangerò per tutta la mia vita. Perchè sento nel mio cuore che sei l’unico per me.
(Se scappi ti sposo, 1999)

Lo so che ti sembra smielato ma l’amore è passione, ossessione,
qualcuno senza cui non vivi. Io ti dico: Buttati a capofitto! Trovati qualcuno che ami alla follia e che ti ami alla stessa maniera!
Come trovarlo?
Beh, dimentica il cervello e ascolta il cuore.
Io non sento il tuo cuore perché la verità, tesoro, è che
non ha senso vivere se manca questo.
Fare il viaggio e non innamorarsi profondamente,
beh, equivale a non vivere.
Ma devi tentare perché se non hai tentato non hai mai vissuto.
(Vi Presento Joe Black, 1998)

Ho sempre sognato di incontrare una ragazza spigliata, gentile, dall’aspetto gradevole, che non mi trovasse repellente. Io le chiederei di sposarmi e vivremmo felici e contenti per tutta la vita. Tra i miei genitori è funzionato. Beh, a parte il divorzio e tutto il resto.
(Quattro matrimoni e un funerale, 1994)

L’amore non semplifica le cose, sai: quello che trova distrugge, ti spezza il cuore. Ma noi, noi non siamo qui per cercare la perfezione. I fiocchi di neve sono perfetti, le stelle sono perfette: non noi. Noi siamo qui per distruggere solo noi stessi, e per spezzare i nostri cuori, per innamorarci delle persone sbagliate e per morire. Dimentica i romanzi d’amore, sono tutte balle! Per favore, vieni di sopra da me, e entra nel mio letto!
(Stregata dalla luna, 1987)

Più dolce sarebbe la morte se il mio sguardo avesse come ultimo orizzonte il tuo volto, e se così fosse… mille volte vorrei nascere per mille volte ancor morire.
(Shakespeare in love, 1998)

A malapena ti conosco, non so come si chiama tuo padre, non so se hai portato l’apparecchio ai denti, o le lenti a contatto, o gli occhiali… e non ho idea di come sei arrivata ad organizzare matrimoni. Ma conosco le linee del tuo volto. Conosco le pagliuzze dorate dei tuoi occhi e so che quella sera al parco è stata la più bella della mia vita.
(Prima o poi mi sposo 2001)

Stasera, per il nostro progetto, per la nostra società è stata una serata molto importante. Una serata molto, molto importante. Ma non era completa. Non era neanche lontanamente avvicinabile a una qualsiasi possibile completezza. Perché non potevo condividerla con te. Non sentivo la tua voce e non potevo ridere insieme a te. Mi manca mia moglie. Viviamo in un mondo cinico. Un mondo, cinico. E lavoriamo in un ambiente di persone fortemente competitive. Io ti amo. Tu, tu mi completi.
(Jerry Maguire, 1996)

Le persone fanno così. Saltano, sperando che Dio li faccia volare. Perché altrimenti cadiamo giù come sassi, e mentre precipitiamo ci chiediamo: ma perché diavolo sono saltato giù? Ma eccomi qua, precipito, e c’è una sola persona che mi fa sentire in grado di volare: e sei tu.
(Hitch, 2005)

Odio il modo in cui mi parli. E il tuo taglio di capelli. Odio il modo in cui guidi la mia macchina. Odio quando mi fissi. Odio i tuoi stupidi anfibi. E il modo in cui leggi la mia mente. Ti odio talmente tanto che mi fa star male – E mi fa anche scrivere poesie. Odio il modo in cui hai sempre ragione. Odio quando menti. Odio quando mi fai ridere – ancora peggio quando mi fai piangere. Odio quando non ci sei. E il fatto che tu non abbia chiamato. Ma la cosa che odio di più è il fatto che io non riesca a odiarti – nemmeno lontanamente, nemmeno un po’, proprio per niente
(Le dieci cose che odio di te, 1999)

Cosa vuol dire amare, figlia mia? Tu lo sai?
Per me amare fu tenere il respiro di Italia nelle braccia e accorgermi che ogni altro rumore si era spento…
(Non ti muovere, 2004)

Tappati le orecchie, forte, più forte, sempre più forte…
lo senti quanto ti voglio bene?
(Amami se hai coraggio, 2003)

Le spalle di una donna sono gli avamposti della sua mistica e il suo collo, se è viva, ha tutto il mistero del confine, di una terra di nessuno nel conflitto fra la mente e il corpo.
(L’avvocato del diavolo, 1997)

Accendo il mio computer, aspetto con impazienza che si colleghi, vado online e trattengo il respiro finché non sento quelle paroline magiche, “C’è posta per te”. Non sento niente, non un suono per le strade di New York, tranne il battito del mio cuore, ho posta da te.
(C’è posta per te, 1998)

Tu sei il più forte perché tu sei dolce e non c’è niente al mondo più forte della dolcezza…
(L’amore è una cosa meravigliosa, 1955)

Alcune volte perdere il tuo equilibrio per amore è necessario per vivere una vita equilibrata.
(Mangia prega ama, 2010)

E quand’anche la mia fede fosse tale da smuovere le montagne,
se non avessi l’amore non sarei niente.
E quand’anche dessi via tutti i miei beni per sfamare i poveri,
e dessi il mio corpo perché lo bruciassero,
se non avessi l’amore non ne trarrei alcun beneficio.
L’amore sopporta tutto con allegria.
L’amore non prova invidia. L’amore non si vanta.
L’amore non conosce presunzioni.
Quando ero un bambino parlavo da bambino,
capivo da bambino e pensavo da bambino.
Una volta divenuto uomo misi via le cosa da bambino,
ma conservai la fede, la speranza e l’amore.
Ma è l’amore la più importante di tutte.
(Mission, 1986)

Ho bisogno di dirtelo,e tu mi devi ascoltare. Ti ho amata da quando ti ho conosciuta,ma non ho permesso a me stesso di sentirlo veramente, fino ad oggi. Guardavo sempre avanti,prendevo decisioni per paura. Oggi… oggi grazie a te,a quello che ho imparato da te… ogni scelta che ho compiuto è stata diversa,e la mia vita…la mia vita è completamente cambiata. Ho imparato…che facendo così si vive la vita pienamente. Non ha importanza se ti restano cinque minuti,o cinquant’anni. Samantha, se non fosse stato per oggi, se non fosse stato per te… io non avrei mai conosciuto l’Amore. Quindi grazie di esser stata la persona che mi ha insegnato ad Amare, e a essere Amato.
(if Only, 2004)

Hans: Posso dire una follia? Vuoi sposarmi?
Anna: Posso dire una follia ancora più folle? Sì!
(Frozen – il regno di ghiaccio, 2014)

Nessuna vita è più importante di un’altra e nulla accade senza uno scopo. Nulla. E se facessimo tutti parte di un grande disegno che solo in futuro saremo in grado di comprendere? E un giorno, quando il nostro destino sarà compiuto potremmo andare lassù e riunirci con coloro che più abbiamo amato al mondo e restare abbracciati per sempre. E se fossimo destinati a divenire stelle?
(Storia d’inverno, 2014)