Frasi, citazioni e aforismi sulla civiltà

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla civiltà. Tra i temi correlati Frasi, citazioni e aforismi sul progresso, Frasi, citazioni e aforismi sul consumismo e Frasi, citazioni e aforismi sull’educazione.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla civiltà

civiltà_civilization

Chiunque può essere un barbaro; rimanere un uomo civilizzato richiede uno sforzo terribile.
(Leonard Woolf)

La civiltà è la gestione intelligente delle emozioni umane.
(Jim Rohn)

La vera civiltà è quando ciascun uomo dà a ciascun altro ogni diritto che pretende per se stesso.
(Robert Green Ingersoll)

Papà diceva: ‘perché no e basta’.
Ci sono cose ‘perché no e basta’. Perché è civiltà basilare non farle.
Non saltare la fila. Non sporcare per terra. Non umiliare, non offendere.
Non deve servire spiegazione. Certe cose non si fanno. Perché no e basta.
(Beatrix_bix, Twitter)

La civiltà è, più o meno, tutto quello che noi facciamo e le scimmie non fanno.
(Lord Raglan)

Il problema fondamentale è che la nostra civiltà, che è una civiltà della macchina, può insegnare all’uomo tutto ad eccezione di come essere uomo.
(André-Georges Malraux)

La civiltà non ha cancellato la barbarie, l’ha perfezionata e resa più crudele e barbara.
(Voltaire)

Parlando dello sviluppo della civiltà, Giambattista Vico spiegava come via via, nel corso dei secoli, si è passati dalla barbarie alla società della ragione, chiarendo che è la parte più umana – la ragione ma pure il rispetto degli affetti – che riesce a dominare gli istinti. Senza questi freni siamo barbari. Ecco, attualmente viviamo una fase di regressione verso la barbarie. Le sembra che oggi si applichi la ragione?
(Vittorino Andreoli)

La storia dell’uomo non presenta altro che un passaggio continuo da un grado di civiltà ad un altro, poi all’eccesso di civiltà e finalmente alla barbarie e poi da capo.
(Giacomo Leopardi, Zibaldone)

I delitti dell’estrema civiltà sono certamente più atroci che quelli dell’estrema barbarie.
(Jules-Amédée Barbey d’Aurevilly)

La civiltà ha prodotto dei bisogni, dei vizi, degli appetiti fittizi che talvolta soffocano i nostri buoni istinti e ci conducono al male.
(Alexandre Dumas padre)

La civiltà è una moltiplicazione senza fine di cose inutili ma necessarie.
(Mark Twain)

Il progresso è la capacità dell’uomo di complicare la semplicità.
(Thor Heyerdahl)

La civiltà è una corsa disperata per scoprire i rimedi per i mali che produce.
(Jean-Jacques Rousseau)

La civiltà è terribilmente fragile… non c’è molta distanza tra noi e gli orrori che stanno sotto, solo una mano di vernice.
(Cp Snow)

Non puoi dire che la civiltà non avanza, comunque, perché in ogni guerra ti uccidono in un modo nuovo.
(Will Rogers)

Ciò che sta minacciando tutti noi non è lo scontro di civiltà, bensì lo scontro di ignoranze e radicalismi. Conoscersi è riconoscersi.
(Cardinale Jean-Louis Tauran)

Cosa buffa, la civiltà. Promette tanto e ciò che offre è la produzione di massa di merci scadenti e di persone scadenti.
(Raymond Chandler)

– Ti dà i brividi, non è vero? Il pensiero di allevare i bambini in un luogo in cui il cortile termina su un precipizio di duecento metri? [Riferendosi alle abitazioni rupestri]
– No, è peggio allevare i bambini in un luogo in cui il cortile termina su una autostrada.
(Barbara Kingsolver)

Scopo della civiltà, non è il progresso della scienza e delle macchine, ma dell’uomo.
(Alexis Carrel)

La civiltà sta producendo macchine che si comportano come uomini e uomini che si comportano come macchine.
(Erich Fromm)

Civiltà significa leggi, ordinamenti politici, certezza del diritto. Significa professioni e mestieri, strade e comunicazioni, riti e solennità. Scienza, ma anche arte, soprattutto arte.
(Valerio Massimo Manfredi)

Definiamo civiltà greca l’organizzazione sociale nella quale l’omosessualità era un uso comune, la schiavitù una regola, l’esclusione della donna dai diritti civili una norma di legge, la patria un municipio rurale.
(Francesco Burdin)

La civiltà vuole che si auguri il buon giorno a uno che volentieri si manderebbe al diavolo; ed essere bene educati vuol dire appunto esser commedianti.
(Luigi Pirandello)

La civiltà è una cosa imposta a una maggioranza recalcitrante da una minoranza che ha saputo appropriarsi degli strumenti del potere e della coercizione.
(Sigmund Freud)

Perché civile, esser civile, vuol dire proprio questo: dentro, neri come corvi; fuori, bianchi come colombi; in corpo fiele; in bocca miele.
(Luigi Pirandello)

Il selvaggio che ha fame coglie il frutto dall’albero e mangia. Il cittadino che ha fame, nella società civile, compra della frutta da qualcuno che l’ha acquistata da qualcun altro che l’ha acquistata da colui che l’ha colta dall’albero.
(Khalil Gibran)

Per non essere più avvelenato dalla civiltà, lui fugge! Cammina solo sulla terra per persersi, nella natura selvaggia!
(Dal film Into the wild)

La civiltà è ciò che ti fa male.
(Paul Gauguin)

La barbarie è lo stato naturale dell’umanità. La civiltà è innaturale. È un capriccio delle circostanze. E la barbarie, alla fine, deve sempre trionfare.
(Robert Ervin Howard)

La civiltà dista solo ventiquattro ore e due pasti dalla barbarie
(Neil Gaiman)

La civiltà si trova nel bel mezzo di una gara fra l’educazione e il disastro e, sebbene l’educazione sia molto indietro, essa non è ancora fuori corsa
(HG Wells)

L’istruzione è la trasmissione della civiltà.
(Will Durant)

La civiltà è come un sottile strato di ghiaccio su un profondo oceano di caos e oscurità.
(Werner Herzog)

I cittadini di una società civilizzata, le persone cioè che si comportano civilmente, non sono il risultato del caso, ma sono il risultato di un processo educativo. E in che cosa consiste fondamentalmente un modo civilizzato di comportarsi? Consiste nel ridurre la violenza.
(Karl Popper)

La civiltà e la violenza sono concetti antitetici.
(Martin Luther King)

La nostra civiltà è ancora in una fase intermedia: non del tutto bestia, perché non è più interamente guidata dall’istinto; non del tutto umana, perché non è ancora interamente guidata dalla ragione.
(Theodore Dreiser)

L’aumento dei mezzi e quello del tempo libero sono i due fattori civilizzatori dell’uomo.
(Benjamin Disraeli)

La stessa civiltà che dovrebbe renderci più indipendenti e più liberi, ci costringe a una schiavitù di atti e di pensieri di cui non ci rendiamo mai conto.
(Luigi Capuana)

La libertà non è un beneficio della cultura: era più grande prima di qualsiasi cultura, e ha subito restrizioni con l’evolversi della civiltà.
(Sigmund Freud)

Il troglodita non era troglodita. Rispecchiava il livello della civiltà dell’epoca.
(Stanisław Jerzy Lec)

Il prezzo del progresso della civiltà si paga con la riduzione della felicità.
(Sigmund Freud)

La civiltà del benessere porta con sé proprio l’infelicità.
(Ennio Flaiano)

La civiltà è una malattia che è quasi sempre fatale.
(William Ralph Inge)

Il compito principale della civiltà, la sua propria ragion d’essere, è di difenderci contro la natura.
(Sigmund Freud)

Violenza alla natura è un forte ingrediente della nostra civiltà da cento anni a questa parte.
(Hugo Von Hofmannsthal)

Il progresso della civiltà si misura dalla vittoria del superfluo sul necessario.
(Alberto Savinio)

Esisterà una vera civiltà umana soltanto quando non solo non esisteranno più cannibali, ma ogni forma di consumo di carne verrà considerata cannibalismo.
(Wilhelm Busch)

Una buona cena è uno dei trionfi della civiltà sopra la barbarie.
(Robertson Davies)

La civiltà inizia con il sapone.
(Galveston Times)

Il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni.
(Fëdor Dostoevskij)

La civiltà è l’arte di vivere in città di tali dimensioni che nessuno conosce nessun altro.
(Julian Jaynes)

Per il solo fatto d’esser parte di una massa, l’uomo discende molti gradini nella scala della civilizzazione. Preso da solo, era forse un uomo civile; nella massa, è un istintivo, perciò un barbaro.
(Sigmund Freud)

La dipendenza delle persone dalla televisione è il fatto più distruttivo della civiltà attuale.
(Robert Spaemann)

Le tasse sono ciò che si paga per una società civilizzata.
(Oliver Wendell Holmes)

Senza libri lo sviluppo della civiltà sarebbe stato impossibile. Essi sono il motore del cambiamento, finestre sul mondo, “Fari, – come disse il poeta – eretti nel mare del tempo”. Essi sono compagni, insegnanti, maghi, banchieri dei tesori del mondo, i Libri sono l’umanità stampata.
(Arthur Schopenhauer)

Una definizione generale della civiltà: una società civile si adorna delle cinque qualità di verità, bellezza, avventura, arte, pace.
(Alfred North Whitehead)

La civiltà è la distanza che l’uomo ha posto tra sé e i suoi escrementi.
(Brian Aldiss)

L’estrema civiltà genera l’estrema barbarie.
(Pierre Drieu La Rochelle)

I coloni rovinavano la foresta costruendo il capolavoro dell’uomo civilizzato: il deserto.
(Luis Sepúlveda)

Le Foreste a precedere le civiltà, i Deserti a seguire.
(Chateaubriand)

Il contrario di un popolo civilizzato è un popolo creatore.
(Albert Camus)

Si distrugge una civiltà soltanto quando si distruggono i suoi dèi.
(EM Cioran)

Le civiltà muoiono per l’indifferenza verso i valori peculiari che le fondano.
(Nicolás Gómez Dávila)

Più che lontano dalla civiltà, io vorrei vivere lontano dall’inciviltà.
(schiva_questa, Twitter)

Una grande civiltà non viene conquistata dall’esterno finché non si è autodistrutta dall’interno.
(Will Durant)

Le civiltà muoiono di suicidio, non di assassinio.
(Arnold J. Toynbee)

La civiltà di un’epoca diventa il concime della successiva.
(Cyril Connolly)

La civiltà inizia con l’ordine, cresce con la libertà, e muore nel caos.
(Will Durant)

Mi è parso… che qualsiasi civiltà che abbia ad oggi perso la testa al punto da dover includere una serie di istruzioni dettagliati per l’uso di una scatola di stuzzicadenti, non sia più una civiltà nella quale io possa vivere e rimanere sano di mente.
(Douglas Adams)

Se la civiltà non è nel cuore dell’uomo, ebbene, essa non è da nessuna parte.
(Georges Duhamel)

Il numero degli uomini che accettano la civiltà da ipocriti è infinitamente superiore a quello degli uomini veramente civili.
(Sigmund Freud)

La civiltà è una terribile pianta che non vegeta e non fiorisce se non è innaffiata di lacrime e di sangue.
(Arturo Graf)

La nostra civiltà è un tempio di ciò che non sorvegliato sarebbe chiamato follia, ma è anche il luogo dov’è tenuto sotto sorveglianza.
(Robert Musil)

La società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia.
(Franco Basaglia)

La civiltà è un movimento, non una condizione; un viaggio, e non un porto
(Arnold J. Toynbee)

Il genio della civiltà si comporta come si comportò Cellini allorquando lavorava alla fusione del suo Perseo: la massa fluida minacciava di non bastare, ma essa doveva bastare: così egli vi gettò dentro piatti e stoviglie e quant’altro gli venne sottomano. E così anche quel genio getta dentro errori, vizi, speranze, chimere e altre cose di metallo tanto nobile che vile, perché la statua dell’umanità deve venir fuori ed essere finita; cosa importa dunque che qua e là si sia impiegato materiale più scadente?
(Friedrich Nietzsche)

Mi pare che la civiltà sia più occupata a raffinare i vizi che non a perfezionare la virtù.
(Edmond Thiaudière)

Senza civiltà, non ci trasformeremmo in animali, ma in vegetali.
(Mason Cooley)

Che cosa penso della civiltà occidentale? Penso che sarebbe una buona idea.
(Mahatma Gandhi)

Nessuna civiltà potrà essere considerata tale se cercherà di prevalere sulle altre.
(Mahatma Gandhi)

La barbarie è necessaria ogni quattro o cinquecento anni per riportare il mondo in vita. Altrimenti sarebbe già morto di civiltà.
(Edmond e Jules de Goncourt)

La fine della razza umana sarà che alla fine morirà di civiltà.
(Ralph Waldo Emerson)

Commenti:

  • Gioele Maniero

    Civiltà vuol dire rispetto.

    settembre 6, 2016

Sorry, the comment form is closed at this time.