Scrittori di aforismi su Twitter, Vertingetorige

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @Vertingetorige (Verty). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Ho iniziato a scrivere all’età di sei anni, a sette ho imparato a scrivere il mio nome e a trenta mi sono iscritto a Twitter”.

@Vertingetorige si è iscritto a Twitter nell’aprile 2013. “Perché nei bagni delle stazioni non c’era più spazio e perché su Twitter ci sono tanti bravi autori che leggevo sempre nei bagni delle stazioni”. E a proposito della scelta del suo nome commenta: “Ho scelto Vergingetorige perché pensavo facesse figo, invece fa solo ‘perché ti chiami Vertingetorige?’”.

@Vertingetorige appartiene a quella schiera di talentuoso umoristi e comici di Twitter che scrivono battute in 140 caratteri che contengono non soltanto un sorriso, ma anche una scintilla di significato che ci fa riflettere sul senso delle cose. Come molti altri autori di Twitter, in @Vertingetorige l’umorismo mostra l’andamento divergente dei nostri pensieri, le traiettorie laterali e molteplici delle emozioni, dei pensieri, delle relazioni sociali. Si tratta di un percorso del tutto contrario al nostro pensare comune e che parte da alcuni fatti, da alcune semplici descrizioni di accadimenti (talora da alcuni luoghi comuni o frasi fatte) per capovolgerli e creare – tramite il sorriso – il cortocircuito di un senso nuovo. Ed è quello che fa molto bene @Vertingetorige nei suoi tweet. Dalla logora e abusata frase “oggi fanno x anni che mio nonno” nasce questa splendida battuta “Oggi fanno sei anni che mio nonno gira con la freccia della macchina accesa” che non è solo una battuta ma anche una fotografia “sociale” del modo di essere di molti anziani. Dalla tipica espressione “-Ciao, usciamo? Stasera ho il tavolo” nasce questo tweet “-Ciao, usciamo? Stasera ho il tavolo!;) -Ciao sto a casa che ho pure il divano” che di nuovo è una fotografia “sociale”, ma stavolta di un modo di essere di tutta una generazione di giovani. La tipica immagine della conchiglia accostata all’orecchio per sentire il rumore del mare” viene ribaltata nella metafora della crisi economica “Se avvicino il mio portafoglio all’orecchio sento la Grecia”, le donne che preparano la valigia si trasformano in “Le donne non preparano la valigia preparano il ‘Non si sa mai” e così via, in un gioco infinito di capovolgimenti, spiazzamenti, cortocircuiti che mirano a farci vedere la realtà da un punto di vista diverso, umoristico e talora assurdo.

@Vertingetorige ci fa percepire un mondo incompleto e fragile ciò che fino a un momento prima si credeva perfetto e rispettabile e monolitico. Il tweet diventa un meccanismo a orologeria che, nello scoppio della battuta, ci mostra all’improvviso tutta l’inconsistenza della realtà che ci circonda. E il sorriso è l’ancora di salvataggio su cui allora ci gettiamo per cercare di superare il vuoto e l’angoscia dell’assurdo.

Presento una raccolta dei migliori tweet di @Vertingetorige

**

@Vertingetorige, Tweet scelti

Vertingetorige

Prendi una donna trattala male.
Fatto✔
Lascia che ti aspetti per ore.
Fatto✔
Non farti vivo
Fatto✔
Bene, ora lei sta con un certo Mario.

Se avvicino il mio portafoglio all’orecchio sento la Grecia.

Oggi fanno sei anni che mio nonno gira con la freccia della macchina accesa.

– Amore fammi sentire la tua troia!
– Aspetta un attimo ora la chiamo.

Te l’ho già detto che sei unico?
Si
Bellissimo?
Si
La cosa più bella al mondo?
Si
Intelligentissimo?
Si
Come te nessuno mai?
Si mamma, si.

Capisci che l’estate è finita quando i ragazzi con le sopracciglia ad ali di gabbiano migrano verso i paesi caldi.

Ogni volta che entro in un negozio e mi chiedono “Ha bisogno di aiuto?” dentro di me penso se sia così evidente.

Nella vita esistono due persone:
1) Quelli che cadono e si rialzano.
2) Quelli che ridono e non li aiutano.

Esco meno di Mina.

Vai avanti
Ci pensi
Ci ripensi
Ti tormenti
Elabori
Capisci
Ti fermi
Torni indietro
E niente, la macchina l’avevi chiusa.

– Quante vasche riesci a fare senza respirare?
– Di tiramisù anche quattro.

La scienza ci insegna che più sei distante da casa più tua madre urlerà al telefono.

Si supera tutto, vecchietto con panda a parte.

Nel 2015
-Smetto di..
-Vado in..
-Mi impegno a..
01.01.2015 ore 00.01
-Chi sono?
-Dove sono?
-MARACAIBO MARE FORZA 9?

Per fare un albero
Ci vuole il seme
Per fare i regali
Ci vuole un rene.

Sono due anni che giochiamo a “Non ti chiamo per vedere chi cede prima”, Lei è bravissima, tipo oggi ha postato un finto album “Oggi sposi!”

Mai fumato una canna?
-No.
-Ubriacato?
-No.
-Fatto pazzie per amore?
-No.
-Mai pensato al suicidio?
– No
– Dovresti.

Una confezione di tortelli può essere per due se uno dei due non mangia.

-Ciao, usciamo? Stasera ho il tavolo!;)
-Ciao sto a casa che ho pure il divano.

Hai due occhi bellissimi cosa sono verde quarta?

È pazzesco che nel 2015 esistano ancora persone che appena si svegliano iniziano a parlare.

Il mio sogno è andare a vivere a Londra per imparare bene a lavare i piatti in Inglese.

– Come lo vedi questo Natale?
– Maloox

Comunque è normale che un piccione caghi sulla macchina appena lavata, anche io preferirei farla in un cesso pulito.

È brutto quando ti affezioni ad una persona e ti accorgi che in realtà è un divano.

– Ci scambiamo i numeri?
– No dai, che se ti chiama mia madre ti tiene due ore al telefono.

Intitoliamo una via ai caduti dal seggiolone.

Di mia madre conosco vita morte e miraccomando.

È vero amore se mentre fai la doccia lei apre il rubinetto della cucina e tu non gli tiri dietro lo scaldabagno.

Dietro un grande uomo ci sono quelli che salutano le telecamere.

La tristezza dei nani che entrano in bagno e la fotocellula non li vede e pisciano al buio.

Le donne non preparano la valigia preparano il “Non si sa mai”.

Vorrei che tu mi stringessi come una vecchietta stringe la borsetta appena ritirata la pensione.

Quello che ha inventato i braccioli al cinema aveva solo un braccio.

Sulla confezione del Super Attack dovrebbero scriverci “Studiato per attaccare le dita, poi se ci riesci puoi incollare anche altro”

-Mai una volta che tu prenda seriamente le cose e invece mai mai mai!
– Sharona?

Beati gli ultimi perché ora sono in ferie.

Ho un calzino che è single da sei lavatrici, deve essere quello che chiede sempre “E di che ascendente sei?”

Azzeccare la password del wi-fi al primo colpo fa curriculum.

E se l’attesa del piacere fosse essa stessa il divano?

-Amore ma tu ripeteresti tutto con me?
-Certo!
-Tutto tutto?
-Tutto tutto
-Fammi un esempio
-Fammi un esempio.

Rifare il letto non ha senso, io non ho mai visto nessuno entrare in casa e dire: ” Bella casa ma fammi vedere se hai rifatto bene il letto”

Mi sono messo il casco e corro per casa sperando che le zanzare si schiantino sulla visiera.
Per ora niente.

Se non risponde più alle telefonate e se non risponde più ai messaggi è chiaro che vuole che le citofoni.

Ho un calzino blu e uno nero e non ho ancora capito chi fa finta di essere l’altro.

Se ti perdi una volta sei innamorato
Se ti perdi due volte è amore
Se ti perdi tre volte sei un mazzo di chiavi.

– Secondo te per dimagrire dovrei bere tanta acqua?
– Un Po.

Un giorno racconterò a mio figlio che quando il primo del mese arrivavano i Giga, in casa era una gran festa.

Mio nonno è avantissimo, sta tutto il giorno su internet a vedere i siti in costruzione.

Pazzesco si avvicina uno e mi chiede:
“Ma tu sei?”
“Si quello di Twitter”
“No il coglione con la macchina in doppia fila”
“Ok scusa”

Alcuni twit vanno letti con la stessa espressione di quando si guida contro sole.

-AMORE!
-Dimmi
-ASPETTO UN BAMBINO!
-Cazzo urli che se arriva lo spaventi.

Mi hanno chiuso talmente tante porte in faccia che potrei diventare testimone di Geova.

– Livello d’inglese?
– Ottimo
– Mi traduca “Ho provato a chiamarti più volte ma non mi hai risposto”
– Stalking.

-Facciamo sesso?
-Si ma solo sesso sicuro
-Tranquilla ho chiuso a chiave

Per mio padre, se una notizia non esce sul televideo, non è successo niente.

Quello che ha inventato i poggiatesta sui treni dormiva con il casco.

– Livello di cinese?
– Ottimo
– Mi traduca “ciao come stai?”
– Mi traduca “ciao come stai?”

Gli ostacoli sono fatti per essere super tennent’s grazie.

L’ultima volta che il salumiere mi ha detto “altro?” mi son messo sul lettino e gli ho raccontato tutto.

-Ieri ho fatto il test del Q.I
-E come sei andata?
-In macchina.

– Sono felice che tu abbia chiuso con le droghe e ti sia rimesso in riga:)
– HAI DETTO RIGA? DOVE? DOVE? DOVE?

– Che belle le tue nuove calze con gli orsi!
– Sono dei coniglietti.
– Ah.

Il venerdì sera è bello perché ci sono un sacco di posti dove puoi andare come il divano, il letto o il divano/letto.

– È KE TVB XD
– Ok la targa è giusta.

In treno ci sono due tipi di persone:
1)Quelli che urlano mentre parlano al cellulare.
2)Io seduto vicino.

A chi non credeva in me vorrei ricordare che se googlate il mio nome e cognome sono a pagina 9 in una foto di gruppo (ultimo a destra)

Non dico che sei invadente ma se tu andassi in Polonia la conquisteresti in mezz’ora.

-Ti devo dire una cosa bella ed una brutta.
+Prima la bella.
-Leggings
+La seconda?
-Tu con i leggings.

Mettere sul Curriculum “sognatore” nella speranza che mi assumano per testare materassi.

È assurdo che alle olimpiadi il Ping pong non venga giocato in infradito costume e bottiglia di birra sotto il tavolo.

Ho detto a mio nonno che la mia vita è un cantiere a cielo aperto e adesso non mi toglie più gli occhi di dosso.

Amore per favore mi passi gli alimenti, grazie.

Noi siamo quelli che se finissimo su un’isola deserta prima del cibo e dell’acqua cercheremmo una presa per ricaricare il cellulare.

Care donne, se spogliando un uomo vi accorgete che ha la maglia della salute in coordinato ai calzini, niente: probabilmente è sposato.

Mia nonna continua a contare in lire anche le dosi della pasta.

Mia madre crede che S-C-A-N-D-E-N-D-O le parole ad alta voce, l’italiano diventi automaticamente una lingua internazionale.

Qual è la tua posizione preferita a letto?
Io sopra lei “ho sonno”

Tu ami
Egli ama
Noi amiamo
Voi amate
Essi amano.
Io amatriciana

Ehi ma tuo padre per farti quegli occhi ha rubato due fari a una Multipla?

-Quando rientri dalle vacanze?
-Tra 5 chili
– Guarda, se ti va grande al massimo lo cambi
– Perché dovrebbe andarmi grande una tovaglia?
– Veramente è un maglione
– Ah

Scoperto il pianeta gemello della terra ma lui ci vede più come un amico.

È quando mi fermo a riflettere seriamente che capisco perché non lo faccio mai.