Frasi, citazioni e aforismi sulla superbia

La superbia è una esagerata stima di sé e dei propri meriti (reali o presunti), che viene dalla consapevolezza (o illusione) della propria grandezza interiore. La superbia spesso si accompagna alla vanità e all’arroganza. Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla superbia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla presunzione e i presuntuosi, Frasi, citazioni e aforismi sull’orgoglio, Frasi, citazioni e aforismi su egocentrismo, narcisismo e vanità, Frasi, citazioni e aforismi sull’arroganza e Frasi, citazioni e aforismi sull’umiltà.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla superbia

Superbia

Un giorno Dio inventò la superbia. Ma chi c’è più superbo di lui che si è fatto chiamare Dio? Metti caso che si fosse chiamato Guido, insomma, fosse stato un po’ più umile, sarebbe andata diversamente.
(Roberto Benigni)

Essere per qualcuno ragione di sofferenza e di gioia, non avendone alcun diritto reale, non è il più dolce alimento della nostra superbia?
(Mikhail Lermontov)

La superbia e la presunzione sono i sentimenti dominanti in questo mondo di falsità. La superbia è un vento malvagio che si manifesta con la compiacenza di sé, la prepotenza, la boria. Come se non bastasse, le persone investite da questo vortice tendono all’onore e alla gloria, alla ricerca frivola della stima, alla voglia di mettersi in mostra a tutti i costi. La superbia conosce solo l’amor proprio, calpesta i diritti del prossimo, regna nelle piccole anime e non nelle grandi. (Romano Battaglia)

Io, abbreviazione di Dio.
(Alessandro Morandotti)

Non guardare mai in basso verso qualcuno a meno che tu non lo stia aiutando.
(Jesse Louis Jackson Jr.)

La superbia è figlia dell’ignoranza e madre dell’arroganza
(Proverbio)

L’orgoglio è fratello della superbia
(Proverbio)

Ogni volta che iniziamo a pensare di essere il centro dell’universo, l’universo si gira e dice con un’aria leggermente distratta: “Mi dispiace. Può ripetermi di nuovo il suo nome?”
(Margaret Maron)

La superbia si preoccupa di chi abbia ragione. L’umiltà si preoccupa di che cosa sia giusto.
(Ezra Taft Benson)

Devi scegliere di essere felice, e non di avere ragione.
(Marcia Grad Powers)

Troppe persone sopravvalutano ciò che non sono e sottovalutano ciò che sono.
(Malcolm Forbes)

– Non sono narcisista né egoista; se fossi vissuto nell’antica Grecia non sarei stato Narciso.
– E chi saresti stato?
– Giove.
(Woody Allen)

– Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un dio
– Beh, dovrò pur prendere qualcuno a modello, no?
(Woody Allen)

Al momento di riempire il modulo del censimento ho dichiarato: età diciannove anni, professione genio, segni particolari il mio talento.
(Oscar Wilde)

Mi piace sentirmi parlare. E’ una delle cose che mi divertono di più. Spesso sostengo lunghe conversazioni con me stesso e sono così intelligente che a volte non capisco nemmeno una parola di quello che dico.
(Oscar Wilde)

La sola cosa che sostiene una persona nella sua vita è la consapevolezza dell’immensa inferiorità di chiunque altro, e questo è un sentimento che ho sempre coltivato.
(Oscar Wilde)

Dove è bellezza è superbia.
(Proverbio)

Sono così bravo che neppure io riuscirei a fare meglio di me.
(Fulvio Fiori)

Era come un gallo che pensava che il sole sorgesse per ascoltarlo cantare.
(George Eliot)

Un uomo pieno di superbia è solitamente fiero della cosa sbagliata.
(Henry Ford)

Ogni essere umano vuole vedere riconosciuta davanti agli altri la propria superiorità e poiché tutti vogliamo la stessa cosa il conflitto è inevitabile.
(Georg Wilhelm Friedrich Hegel)

Molta gente non ha ancora scelto in quale cimitero vuole morire. Però ha già pensato a una piazza in cui vorrebbe la propria statua
(Fabrizio Caramagna)

La superbia è una grande stima di se stessi che procede dal proprio interno, ed è quindi diretta, mentre la vanità è un’aspirazione a ottenerla dal di fuori, cioè indirettamente. In conformità con ciò, la vanità rende loquaci, e la superbia rende taciturni.
(Arthur Schopenhauer)

La differenza tra il vanitoso e il superbo è che il primo ha bisogno più degli altri che di se stesso.
(Roberto Gervaso)

La superbia non è altro che non istimar altrui.
(Giovanni Della Casa)

Non essere mai superbo con l’umile. Non essere mai umile con il superbo.
(Jefferson Davis)

Come cercare di camminare, senza cadere o fermarsi, attraversi la lama sottile che separa la sobrietà dall’ebrezza, l’orgoglio dalla superbia, l’audacia dalla temerarietà
(Juan Varo Zafra)

Ci sono persone che, invece che ascoltare ciò che viene detto loro, stanno già ascoltando ciò che stanno per dire a se stessi.
(Albert Guinon)

Rimproveriamo alla gente di parlare di sé; ma è l’argomento che sa trattare meglio.
(Anatole France)

Nessuno è più superbo di colui che si crede immune dai pericoli del mondo.
(Dan Brown)

I superbi e gli arrampicatori imparino dagli alberi chiamati “Huon Pine”. Che ogni cento anni crescono di soli dieci centimetri.
(Fabrizio Caramagna)

A doppia superbia, doppia caduta.
(Star Wars)

La superbia crede che il suo fumo sia più risplendente del fuoco altrui.
(Proverbio)

Se non conosci i tuoi limiti te li presento.
(Anonimo)

La superbia è come il cantare canzoni mentre le si ascolta in cuffia. Ti credi intonato, ma quelli che ti sentono lo sanno che fai cagare.
(Dlavolo, Twitter)

«Ciao, sei la superbia?»
– «No, ma non accetto domande da esseri inferiori»
(Nel nome del clown, Twitter)

La superbia non ama nessuno e non è amata da nessuno.
(Proverbio)

Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto;
io sono orgoglioso di quelle che ho letto.
(Jorge Louis Borges)

Dio è il più grande atto di superbia dell’uomo; e quando egli l’avrà espiato non ne troverà mai uno più grande.
(Elias Canetti)

Più d’uno agitando la frusta pensa di essere un direttore d’orchestra.
(Stanislaw Jerzy Lec)

La gente ama mostrarsi grande, soprattutto quella piccola.
(Mirko Badiale)

La superbia è il più frequentemente punito e il più difficilmente sanabile di tutti i vizi.
(Niccolò Tommaseo)

Credo nel punto e virgola ed in tutto ciò che non abbia la superbia di sentirsi definitivo.
(ida_bauer, Twitter)

Tra invidia e superbia c’è una sottile parentela dovuta al fatto che il superbo, se da un lato tende a superare gli altri, quando a sua volta viene superato non si rassegna, e l’effetto di questa non rassegnazione è l’invidia.
(Umberto Galimberti)

È difficile essere poveri e non avere risentimenti, così come è facile essere ricchi e non essere superbi.
(Confucio)

La natura degli uomini superbi e vili è, nelle prosperità esser insolenti e nelle avversità abietti e umili.
(Niccolò Machiavelli)

Nella nostra cultura c’è poco orgoglio e molta superbia, poca dignità e molta apparenza
(Umberto Galimberti)

Sfiderà il destino, disprezzerà la morte e spingerà le sue speranze oltre la grazia, la saggezza e la peritanza. Voi lo sapete, esser troppo sicuri è il nemico peggiore degli uomini.
(William Shakespeare)

È stolto essere troppo sicuri della propria saggezza. È salutare che ci ricordino che il più forte può indebolirsi e il più saggio può errare.
(Mahatma Gandhi)

Superbia? Perché?… Fra poco, anni, giorni, sarai un mucchio di putridume fetido: vermi, umori nauseanti, brandelli sudici del sudario…, e nessuno, sulla terra, si ricorderà di te.
(San Josemaria Escrivà de Balaguer)

La verità è che non vi è nulla di nobile nell’essere superiori a qualcun altro. La sola vera superiorità sta nell’essere superiori al proprio precedente se stesso.
(Whitney Moore Young Jr.)

Il solo frutto che gli uomini cavano dalla ignoranza è che possono essere superbi.
(Francesco Algarotti)

La superbia prospera sulla pianta della stupidità.
(John Milton)

Per scrivere un libro nel terzo millennio ci vuole una smisurata superbia. Basta entrare in una biblioteca comunale e guardare le vetrine di un cartolaio per capire che il mondo non ha bisogno di un volume in più.
(Luigi Pintor)

Ognuno vorrebbe esser il più grande, ma Dio non può accordare quest’onore a tutti.
(Rudolf Nureyev)

Questi ragionamenti sono scollegati: “Io sono più ricco di te, quindi sono migliore”, “Io sono più eloquente di te, quindi sono migliore”. Il collegamento è piuttosto questo: “Io sono più ricco di te, quindi la mia proprietà è più grande della tua”, “Io sono più eloquente di te, quindi il mio stile è migliore del tuo”. Ma tu, dopo tutto, non sei né proprietà, né stile.
(Epitteto)

Quanti si tengono or lassù gran regi, che qui staranno come porci in brago, di sé lasciando orribili dispregi!
(Dante Alighieri)

Sei come un ragazzo, un ragazzo superbo. Di quei ragazzi che gli tocca una disgrazia, gli manca qualcosa, ma loro non vogliono che sia detta, che si sappia che soffrono. Per questo fai pena. Quando parli con gli altri sei sempre cattivo, maligno.
(Cesare Pavese)

Nessuno sa essere tanto modesto da non considerarsi migliore di quanto effettivamente sia.
(Franz Joseph Emil Fischer)

Sii modesto! E’ il tipo di superbia meno facile da offendere.
(Jules Renard)

L’eccesso di modestia e umiltà sono atti di superbia.
(Alessandro Morandotti)

La malinconia ha questo di diabolico, che non solo ti fa ammalare, ma ti monta la testa e ti rende miope o addirittura superbo.
(Hermann Hesse)

L’ingratitudine è figlia della superbia.
(Miguel de Cervantes)

Tutti e’ vizi sonno conditi dalla superbia, sì come le virtù sonno condite e ricevono vita dalla carità.
(Santa Caterina da Siena)

E non per altra cagione sono odiose e riputate contrarie alla buona creanza le lodi di se medesimo, se non perché offendono l’amor proprio di chi le ascolta. E perciò la superbia è vizio nella società, e perciò l’umiltà è cara, e stimata virtù.
(Giacomo Leopardi)

Quando la superbia sale, l’amicizia scende.
(Proverbio)

Quando spunta la superbia, tramonta la felicità.
(Proverbio)

Quanto più la cosa da un uom posseduta suscita nelli altri l’invidia e la brama, tanto più l’uomo ne gode e n’è superbo.
(Gabriele D’Annunzio)

Una stima non eccessiva delle proprie capacità è una sorgente di felicità. L’uomo che si sottovaluta resta sempre sorpreso di fronte ai suoi successi, mentre l’uomo che ha un eccessivo concetto di sé resta altrettanto spesso sorpreso di fronte ai suoi insuccessi. La prima forma di sorpresa è piacevole, la seconda spiacevole. È quindi saggio non essere eccessivamente pieni di sé, sebbene sia saggio anche non essere modesti al punto di rinunciare all’intraprendenza.
(Bertrand Russell)

In generale gli scrittori sono convinti di essere letti da Dio.
(Giorgio Manganelli)

L’amor proprio, figlio primogenito della superbia, è più ambizioso e malizioso della stessa madre.
(Padre Pio)

Più uno è un cretino psicopatico, più sente che il suo Dio collabora.
(Aldo Busi)

Superbia e pazzia sono sempre in compagnia.
(Proverbio)

La superbia andò a cavallo e tornò a piedi.
(Proverbio)

La superbia andò a cavallo e tornò in yacht.
(Marcello Marchesi)

Quando la superbia galoppa, la vergogna siede in groppa.
(Proverbio)

Anche sul trono più elevato del mondo si è pur sempre seduti sul proprio sedere.
(Michel de Montaigne)

Ogni tanto fatelo un passo indietro che di umiltà non è mai morto nessuno.
(Anonimo)

Quando la scienza scoprirà il centro dell’universo, un sacco di gente sarà dispiaciuta nello scoprire che non sono loro.
(Bernard Baily)

Commenti:

  • Anonimo

    Si perdona la superbia che appare se grande è l’umiltà che si nasconde.
    Gaetano.

    gennaio 13, 2017
  • Emanuele Guazzo

    La superbia è il misto,tra dire ” IO ” e dire ” POI ” ….
    Inutile parlare,son solo parole vane,di chi in superbia le dice.

    agosto 29, 2017

Sorry, the comment form is closed at this time.