Frasi, citazioni e aforismi sulla conoscenza e il sapere

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla conoscenza e il sapere. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla mente e il cervello, Frasi, citazioni e aforismi sulla cultura, Frasi, citazioni e aforismi sulla verità, Frasi, citazioni e aforismi sulla curiosità, Frasi, citazioni e aforismi sull’ignoranza e Frasi, citazioni e aforismi sulla conoscenza di sé.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla conoscenza e il sapere

Sapere

Da qualche parte, qualcosa di incredibile attende di essere conosciuto.
(Carl Sagan)

In milioni hanno visto la mela cadere, ma Newton è stato quello che si è chiesto perché.
(Bernard Baruch)

L’uomo che a cinquanta anni conosce se stesso come a venti ha sprecato trent’anni della sua vita.
(Anonimo)

La strada che porta alla conoscenza è una strada che passa per dei buoni incontri.
(Baruch Spinoza)

Tutte le cose sono belle in sé, e più belle ancora diventano quando l’uomo le apprende. La conoscenza è vita con le ali.
(Khalil Gibran)

Un amico è uno che sa tutto di te e nonostante questo gli piaci.
(Elbert Hubbard)

Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza.
(Daniel J. Boorstin)

Chi conosce gli altri è sapiente. Chi conosce se stesso è illuminato.
(Lao Tzu)

La conoscenza è imparare qualcosa ogni giorno.
La saggezza è lasciar andare qualcosa ogni giorno.
(Proverbio zen)

La conoscenza rende le persone umili. L’ignoranza rende le persone arroganti.
(Anonimo)

Colui che conosce solo il suo proprio lato della questione, ne conosce ben poco.
(John Stuart Mill)

Ci sono uomini che sanno tutto, peccato che questo è tutto quello che sanno.
(Oscar Wilde)

Io considero ogni giorno nel quale non ho fatto una nuova conoscenza come un giorno perso.
(Samuel Johnson)

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza
(Dante Alighieri, Inferno XXVI)

Di regola, l’uomo che ha più successo nella vita è colui che ha più informazioni.
(Benjamin Disraeli)

L’informazione non è conoscenza.
(Albert Einstein)

Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a veder voi stessi. Coraggio! E’ proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva.
(Dal film L’attimo fuggente)

Nessuna epoca ha mai saputo tanto e tante diverse cose dell’uomo come la nostra. Però in verità nessuna ha mai saputo meno della nostra che cos’è l’uomo.
(Martin Heidegger)

Soffrire è produrre conoscenza.
(EM Cioran)

Non giudicare sbagliato ciò che non conosci, prendi l’occasione per comprendere.
(Pablo Picasso)

Esiste un solo bene, la conoscenza, ed un solo male, l’ignoranza.
(Socrate)

Non è la più vituperevole ignoranza quella che consiste nel credere di sapere ciò che non si sa?
(Socrate)

La conoscenza reale è conoscere l’estensione della propria ignoranza.
(Confucio)

Il Maestro disse a un suo allievo: Yu, vuoi che ti dica in che cosa consiste la conoscenza? Consiste nell’essere consapevoli sia di sapere una cosa che di non saperla. Questa è la conoscenza.
(Confucio)

Se la conoscenza può creare dei problemi, non è tramite l’ignoranza che possiamo risolverli.
(Isaac Asimov)

Tre passioni, semplici ma preponderanti, hanno governato la mia vita: il desiderio di amore, la ricerca della conoscenza, e la insopportabile pena per le sofferenze dell’umanità.
(Bertrand Russell)

La ricerca della verità e della conoscenza è una delle più alte attività umane anche se spesso ne menano più vanto quelli che meno vi partecipano.
(Albert Einstein)

Una piccola conoscenza che agisce vale infinitamente di più di una grande conoscenza che è oziosa.
(Khalil Gibran)

La conoscenza è un tesoro, ma la pratica è la sua chiave.
(Lao Tzu)

Per raggiungere la conoscenza aggiungi qualcosa ogni giorno. Per conquistare la saggezza togli qualcosa ogni giorno.
(Lao Tzu)

Il coraggio di conoscere se stessi è un coraggio raro; e sono molti quelli che che preferiscono incontrare il loro acerrimo nemico in campo aperto, piuttosto che il proprio cuore nell’armadio.
(Anonimo)

Una vita senza conoscenza è una vita a metà. Se non sai, non puoi capire, e se non capisci, che scopo ha vivere?
(Licia Troisi)

Il miglior carburante per alimentare il progresso mondiale è la nostra scorta di conoscenze, e il freno è la nostra mancanza di immaginazione.
(Julian Simon)

Il pubblico ha un’insaziabile curiosità di conoscere tutto, tranne ciò che vale la pena conoscere.
(Oscar Wilde)

Mi è sembrata una cosa straordinaria: conoscere la spiegazione di ogni cosa, sapere perché ha inizio, perché finisce, perché è.
(Socrate)

Dì ciò che sai, fai ciò che devi, segui quel che puoi.
(Sofia Kovalevskaya)

Non diventare mai troppo grande per non fare domande. Non diventare mai troppo sapiente per non conoscere qualcosa di nuovo.
(Og Mandino)

Il comportamento umano scaturisce da tre fonti principali: desiderio, emozione, e conoscenza.
(Platone)

Solo i barbari non sono curiosi di sapere da dove vengono, come giunsero ad arrivare dove sono ora, dove sembrano andare, se ci vogliono andare, e, se così, perché, e se no, perché no.
(Isaiah Berlin)

Il dubbio è l’inizio della conoscenza.
(Cartesio)

Lo stupore, piuttosto che il dubbio, è la fonte della conoscenza.
(Franklin Pierce Adams)

Il possesso della conoscenza non uccide il senso di meraviglia e mistero. C’è sempre più mistero.
(Anaïs Nin)

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario.
(Primo Levi)

Chi non conosce la storia è condannato a ripeterla.
(George Santayana)

Un popolo senza la conoscenza della sua storia passata, origine e cultura è come un albero senza radici.
(Marcus Garvey)

Vi vedo così affannati a cercar di sapere chi sono gli altri e le cose come sono, quasi che gli altri e le cose per se stessi fossero così o così.
(Luigi Pirandello)

Quello che io sono è incommensurabile rispetto a quello che io so.
(Paul Ricoeur)

Le persone sono formate da diversi strati di segreti, simili alle trame misteriose di un bosco. Con delicatezza o forza sollevi le foglie, sposti i rami, apri i sentieri e credi di conoscere e capire, ma le vere motivazioni delle persone ti saranno sempre nascoste, sepolte sotto qualche foglia o ramo che ti è sfuggito. E non le conoscerai mai, anche se a volte girerai in quel bosco per anni e anni.
(Fabrizio Caramagna)

Posso calcolare il moto dei corpi celesti, ma non la follia della gente.
(Isaac Newton)

Siamo ben lontani dal sapere tutto ciò che vogliamo.
(François de La Rochefoucauld)

Non diciamo mai la verità perché in fondo non la conosciamo.
(Roberto Gervaso)

Nulla si sa, tutto si immagina.
(Federico Fellini)

Crediamo di sapere cosa scriveremo sulle pagine dei giorni futuri, oppure crediamo addirittura di essere già alla fine del libro… ma c’è sempre una pagina che ci sorprende.
(Stefano Benni)

L’unica cosa che rende la vita sopportabile è una permanente ed intollerabile incertezza; il non sapere cosa verrà dopo.
(Ursula Kroeber Le Guin)

Amore? Mah… forse col tempo, conoscendoci peggio.
(Ennio Flaiano)

Sapere che sappiamo quel che sappiamo, e sapere che non sappiamo quel che non sappiamo, questa è la vera conoscenza.
(Niccolò Copernico)

C’è stato un aumento allarmante nel numero di cose delle quali non conosco nulla.
(Ashleigh Brilliant)

Eh sì, caro professore, il sapere e la comprensione sono due cose completamente differenti. Soltanto la comprensione può portare all’essere. Il sapere di per sé stesso non ha che una presenza passeggera: un nuovo sapere caccia via il precedente, e, in fin dei conti, non è altro che del nulla versato nel vuoto.
(George Ivanovitch Gurdjieff)

Che cosa può soltanto essere la conoscenza? “Interpretazione”, non “spiegazione”.
(Friedrich Nietzsche)

Qualunque sciocco può sapere. Il punto è capire.
(Albert Einstein)

Il cervello di un uomo si presenta inizialmente come una soffitta: occorre scegliere i mobili con cui riempirla. È sciocco colui che ci mette dentro qualsiasi oggetto.
(Arthur Conan Doyle)

Ogni uomo ha un campo di conoscenza sempre più ristretto nel quale egli deve essere esperto per poter competere con le altre persone. Lo specialista conosce sempre più cose su sempre meno argomenti e alla fine conosce tutto di niente.
(Konrad Lorenz)

Quello che vogliamo è vedere il bambino alla ricerca della conoscenza e non la conoscenza alla ricerca del bambino.
(George Bernard Shaw)

La sapienza è il vero organo della vista, non gli occhi.
(Panchatantra)

Se facciamo nuove conoscenze dobbiamo aprirci a un intero mondo di nuove domande.
(Susanne K. Langer)

No, non mi occorre tempo per sapere come sei. Conoscersi è luce improvvisa.
(Pedro Salinas)

Uno si prende la pena di sapere com’è fatto il mondo, e non si preoccupa di sapere come è fatto egli stesso.
(Anonimo)

I bambini sanno qualcosa che la maggior parte della gente ha dimenticato.
(Keith Haring)

Gli antichi sapevano molte cose che noi abbiamo dimenticato.
(Federico García Lorca)

Coloro che sognano ad occhi aperti sanno molte cose che sfuggono a quelli che sognano solo di notte
(Edgar Allan Poe)

Chi insegna una certa cosa non la conosce a fondo, perché a chi la studia realmente a fondo non rimane il tempo per insegnare.
(Arthur Schopenhauer)

L’economia sa tutto di te e tu non sai niente dell’economia. La tua banca sa tutto di te, di quanti soldi hai, e quando li spendi; ma tu non sai niente di cosa fa la banca dei tuoi soldi e dove li mette, e se ce li ha!
(Beppe Grillo)

Oggi la conoscenza è potere. Ci permette l’accesso alle opportunità di progresso.
(Peter Drucker)

Chi non sa nulla deve credere tutto.
(Marie von Ebner-Eschenbach)

Il sapere e la ragione parlano, l’ignoranza e il torto urlano.
(Indro Montanelli)

In nulla crediamo così fermamente quanto in ciò che meno conosciamo.
(Michel de Montaigne)

Rem tene, verba sequantur – Conosci l’argomento, le parole seguiranno.
(Detto latino)

Non è saggio chi sa molte cose, ma chi sa cose utili.
(Eschilo)

L’uomo può salvarsi solo attraverso la conoscenza delle cose e non attribuendo ad interventi divini ciò che non riesce a capire.
(Lucrezio)

La natura ci ha dato i semi della conoscenza, non la conoscenza stessa.
(Lucio Anneo Seneca)

Il parere di 10.000 uomini non ha alcun valore se nessuno di loro sa niente sull’argomento.
(Marco Aurelio)

Donne: o amarle, o conoscerle. Non c’è via di mezzo.
(Nicolas Chamfort)

Il grosso scherzo che ti fa la biologia è che raggiungi l’intimità con una persona prima di sapere qualcosa di lei.
(Philip Roth)

Questa è la più amara sofferenza per un uomo: avere molta conoscenza ma nessun potere.
(Erodoto)

Il grande scopo nella vita non è la conoscenza ma l’azione.
(Thomas Henry Huxley)

Tu puoi conoscere il nome di un uccello in tutte le lingue del mondo, e quando avrai finito, non saprai assolutamente nulla per quanto riguarda quell’uccello… Allora guardiamo l’uccello e vediamo cosa sta facendo – questo è ciò che conta. Ho imparato molto presto la differenza tra il conoscere il nome di qualcosa e conoscere quel qualcosa.
(Richard Feynman)

La conoscenza è di due tipi: o conosciamo un soggetto per nostro conto, oppure conosciamo il posto dove poter trovare informazioni al riguardo.
(Samuel Johnson)

Chi legge sa molto, ma chi osserva sa molto di più.
(Alexandre Dumas figlio)

Come potete conoscere tutto dell’amore se prima non l’avete fatto con tutte le donne possibili?
(Aldous Huxley)

Cultura non vuol dire leggere molto, nemmeno sapere molto; vuol dire conoscere molto.
(Fernando Pessoa)

Stai attento a non farti inghiottire dai libri! Un’oncia di amore vale un chilo di conoscenza.
(John Wesley)

Ci sono solo due tipi di persone che sono davvero affascinanti: quelli che sanno assolutamente tutto e quelli che non sanno assolutamente nulla.
(Oscar Wilde)

L’inizio di una conoscenza, che sia di persone oppure di cose, consiste nell’ottenere un contorno definito della nostra ignoranza.
(George Eliot)

Alla domanda se io sia pessimista o ottimista, rispondo che la mia conoscenza è pessimista, ma la mia volontà e la mia speranza sono ottimiste.
(Albert Schweitzer)

Il segreto degli affari è sapere qualcosa che nessun altro sa.
(Aristotle Onassis)

La folla non ha bisogno di sapere, deve credere. Essa si presenta per essere plasmata.
(Emil Ludwig)

Una delle bizzarrie più divertenti nel mondo, è che gli uomini credono sempre di sapere ciò che è loro necessario sapere. Guardateli parlare di politica, questa scienza così complicata; guardateli parlare di matrimonio e di costumi.
(Stendhal)

Non esiste più grande impedimento per l’avanzare della conoscenza che l’ambiguità delle parole.
(Thomas Reid)

Meglio è non saper niente che saper molte cose a metà.
(Friedrich Nietzsche)

La conoscenza ha come limite il corpo dell’uomo.
(Paul Valéry)

Le persone che sanno poco sono solitamente dei grandi parlatori, mentre gli uomini che sanno molto dicono poco.
(Jean-Jacques Rousseau)

È compito della conoscenza parlare ed è privilegio della saggezza ascoltare.
(Oliver Wendell Holmes Sr.)

C’era una lumaca che, pur accettando una vita lenta, molto lenta, e tutta sussurri, voleva conoscere i motivi della lentezza.
(Luis Sepúlveda)

Chi acquista la scienza, acquista travaglio e tormento.
(Michel de Montaigne)

A forza di andare al fondo delle cose, ci si resta.
(Jean Cocteau)

Molti san tutto e di se stessi nulla.
(Anonimo)

La scienza sa, ma non sa il senso del suo sapere.
(Karl Jaspers)

Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei.
(Albert Einstein)

La differenza tra ciò che le persone più istruite e quelle meno istruite sanno è indicibilmente banale rispetto a ciò che è sconosciuto.
(Albert Einstein)

Il mondo della conoscenza è così vasto, e l’anima umana ha poteri così limitati! Noi ci spingiamo in avanti e tendiamo ogni nervo, ma afferriamo solo un brandello del velo che ci nasconde l’infinito.
(Maria Mitchell)

La nostra conoscenza può essere solo finita, mentre la nostra ignoranza deve essere necessariamente infinita.
(Karl Popper)

Sapere di non sapere è la cosa migliore. Fingere di sapere quando non si sa è una malattia.
(Lao Tzu)

Quanta verità può sopportare, quanta verità può osare un uomo? questa è diventata la mia vera unità di misura, sempre più. L’errore (la fede nell’ideale) non è cecità, l’errore è viltà… Ogni risultato, ogni passo avanti nella conoscenza è una conseguenza del coraggio, della durezza con sé stessi, della pulizia con sé stessi…
(Friedrich Nietzsche)

La sola conoscenza assoluta raggiungibile dall’uomo è che la vita non ha senso.
(Lev Tolstoj)

Nostra è la maledizione, e ancora siamo maledetti, come lo siamo sempre stati, e così saremo tutti spinti verso la morte, conoscendo poco o nulla, e quel poco, e quel nulla, conoscendolo male.
(Philip K. Dick)

L’uomo non sa di più degli altri animali; ne sa di meno. Loro sanno quel che devono sapere. Noi, no.
(Fernando Pessoa)

Tutte le nostre conoscenze ci aiutano solo a morire di una morte un po’ più dolorosa di quella degli animali che nulla sanno.
(Maurice Maeterlinck)

Il luogo della conoscenza è nella testa, della saggezza, è nel cuore.
(William Hazlitt)

Nulla esiste. Se esiste è inconoscibile. Se è inconoscibile è incomunicabile.
(Gorgia)

Il sapere è una sorgente, ma purtroppo l’ignoranza è un mare.
(Franco Zeffirelli)

Oltre la conoscenza razionale che prima era per me l’unica, io ero inevitabilmente condotto ad ammettere che ogni individuo vivente possiede anche un’altra conoscenza, irrazionale questa: la fede, che dà la possibilità di vivere. Tutta l’irrazionalità della fede rimaneva per me la stessa di prima, ma io non potevo non riconoscere che essa sola dà all’umanità delle risposte circa i problemi della vita e, in conseguenza di ciò, anche la possibilità di vivere.
(Lev Tolstoj)

Non si può sapere, si può solo credere – o non credere.
(CS Lewis)

La conoscenza senza coscienza è la più grande minaccia per l’uomo.
(Victor Weisskopf)

Se la conoscenza che tu possiedi non t’insegna nulla del valore delle cose, e non ti libera dalla schiavitù della materia, mai ti accosterai al trono della Verità.
(Khalil Gibran)

La scienza è conoscenza organizzata. La saggezza è vita organizzata.
(Immanuel Kant)

Lo studio è come la luce che illumina la tenebra dell’ignoranza, e la conoscenza che ne risulta è il supremo possesso, perché non potrà esserci tolto neanche dal più abile dei ladri.
(Dalai Lama)

Senza uscir di casa
Puoi conoscere il mondo intero;
senza affacciarti alla finestra
puoi vedere la via del paradiso.
(Lao Tzu)

Bellezza è verità, verità è bellezza.
Questo è tutto ciò che al mondo sapete,
e tutto ciò che occorre che sappiate.
(John Keats)

L’ultimo grado del sapere, consiste in conoscere che tutto quello che noi cercavamo era davanti a noi, ci stava tra’ piedi, l’avessimo saputo, e lo sapevamo già, senza studio: anzi lo studio solo e il voler sapere, ci ha impedito di saperlo e di vederlo; il cercarlo ci ha impedito di trovarlo.
(Giacomo Leopardi)

Una storia d’amore con la conoscenza non finirà mai di crepacuore.
(Michael Garrett Marino)

La sapienza si può comunicare, ma la saggezza no. Si può trovarla, viverla, si possono fare miracoli con essa, ma spiegarla e insegnarla non si può.
(Hermann Hesse)