Le più belle frasi di Bob Dylan

Bob Dylan, (vero nome Robert Allen Zimmerman) è nato a Duluth il 24 maggio 1941 ed è un cantautore e compositore statunitense. Nel 2016 ha vinto il Premio Nobel per le letteratura per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”

Presento una raccolte delle più belle frasi di Bob Dylan, tratte dalle sue canzoni e dalle sue interviste. Tra i temi correlati si veda Le più belle frasi di John Lennon, Le più belle frasi di Jim Morrison e Le più belle frasi di Bob Marley.

**

Le più belle frasi di Bob Dylan

Bob Dylan

Io accetto il caos, ma non son sicuro che lui accetti me. – I accept chaos, I am not sure whether it accepts me
(dalle note di copertina di Bringing It All Back Home)

Quante strade deve percorrere un uomo
prima di essere chiamato uomo?
E quanti mari deve superare una colomba bianca
prima che si addormenti sulla spiaggia?
E per quanto tempo dovranno volare le palle di cannone
prima che vengano bandite per sempre?
la risposta, amico mio, se ne va nel vento,
la risposta se ne va nel vento.
(da Blowin’ in the Wind)

Per quanti anni una montagna può esistere
prima che venga spazzata via dal mare?
E per quanti anni alcuni possono vivere
prima che sia concesso loro di essere liberi
E per quanto tempo può un uomo girare la sua testa
fingendo di non vedere
la risposta, amico mio, se ne va nel vento,
la risposta se ne va nel vento.
(da Blowin’ in the Wind)

Beh, faccio del mio meglio
per essere come sono
ma tutti vogliono
che sia come loro.
(da Maggie’s farm)

Sa che non c’è successo come il fallimento,
ed il fallimento non è per nulla un successo.
(da Love Minus Zero/No Limit)

La gente porta rose
e fa promesse che durano un istante
(da Love Minus Zero/No Limit)

Il vento ulula come un martello
La notte soffia piovosa
Il mio amore è come un corvo
alla finestra con un’ala spezzata.
(da Love Minus Zero/No Limit)

Non chiedetemi nulla a proposito di niente,
potrei solo dirvi la verità.
(da Outlaw Blues)

Come ci si sente
Come ci si sente
Senza una casa?
Come una completa sconosciuta,
Come una pietra che rotola?
(da Like a rolling stone)

Dove sei stato, figlio mio dagli occhi azzurri?
Dove sei stato, ragazzo mio caro?
Sono inciampato sul fianco di dodici nebbiose montagne,
ho percorso e ho strisciato per sei tortuose autostrade ,
ho camminato nel mezzo di sette tristi foreste,
son stato di fronte ad una dozzina di oceani morti,
son stato per diecimila miglia nella bocca di un cimitero,
e una forte,e una forte,e una forte,e una forte,
e una forte pioggia cadrà.
(Da A Hard Rain’s A-Gonna Fall)

L’unica cosa che sapevo come fare
Era di continuare ad andare avanti come un uccello che volasse
In preda alla tristezza.
(Da Tangled Up in Blue)

Ah tu fai finta proprio come una donna
e fai l’amore proprio come una donna
e poi soffri proprio come una donna
ma scoppi a piangere proprio come una bambina.
(Da Just Like a Woman)

Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte tira il vento.
(da Subterranean Homesick Blues)

Le divinità si nascondono dietro i loro cancelli
ma persino il presidente degli Stati Uniti
a volte deve presentarsi nudo.
(da It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding)

Cartelloni pubblicitari ti inducono
a pensare che tu sei quello
che può fare ciò che non è mai stato fatto
che può vincere ciò che non è mai stato vinto
e intanto la vita fuori va avanti senza di te.
(da It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding)

Una domanda si illumina nei tuoi nervi
anche se sai che non c’è alcuna risposta appropriata
per soddisfarti, assicurarti e non abbandonarti
per trattenere nella tua mente e non dimenticare
che non è a lui o a lei o a loro o ad esso
che tu appartieni.
(da It’s Alright, Ma (I’m Only Bleeding)

Per vivere al di fuori della legge, devi essere onesto.
(da Absolutely Sweet Marie)

La mia stanchezza mi stupisce, sono fisso sui miei piedi
non ho nessuno da incontrare
e la vecchia strada vuota è troppo morta per sognare
Hey! Signor Tamburino, suonami una canzone
Non ho sonno e non c’è nessun posto dove andare
Hey! Signor Tamburino, suonami una canzone
Nel mattino tintinnante ti seguirò
(Mr. Tambourine Man)

Essere giovani vuol dire tenere aperto l’oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro.

Mi piacerebbe fare qualcosa di cui valesse la pena, come forse piantare un albero nell’oceano.
Ma sono solo un chitarrista.

Provo ancora delle attrazioni, certo, ma mi sento anche autonomo e emancipato. Avverto ancora il forte fascino della bellezza fisica, ma sento di non volerla più possedere. Ho capito che l’uomo e la donna ideale non esistono. Quando cerchi qualcuno di cui innamorarti, in realtà non stai cercando una donna o un uomo, ma stai cercando qualcuno che sia in grado di risvegliare qualcosa che è sepolto dentro di te, e quando c’è chi riesce a farlo tu cominci a lasciarti andare e vorresti stare per sempre con quella determinata persona.

La gente oggi non fa che procedere mascherata di fronte agli sguardi del prossimo, indossando maschere che non permettano di capire a cosa si sta pensando. E quando racconti a qualcuno dei tuoi sogni e le tue speranze, farai meglio ad accertarti che quel qualcuno ti ami davvero come un fratello, altrimenti con tutta probabilità i tuoi sogni e le tue speranze non si avvereranno mai… in un certo senso, per sopravvivere occorre essere superstiziosi.

Se non fossi Bob Dylan anch’io penserei che Bob Dylan è un artista in grado di dare molte risposte.

I critici musicali sono solo degli stupidi idioti i quali non fanno altro che rinchiuderti nei limiti della loro angusta fantasia.

Si dà troppa importanza alle statistiche. Le statistiche misurano solo la quantità, non la qualità.
Infatti la gente che si occupa di statistiche è gente molto annoiata.

Parlo per me stesso, non posso parlare per tutti gli artisti, ma sicuramente quello che dico è vero per molti di loro.
Tu non sei mai soddisfatto di quello che hai fatto. C’è sempre qualcosa davanti a te che è dove tu stai andando, non è dove tu sei stato. È dove stai andando che importa e resti sempre da solo dopo che qualunque cosa che tu abbia creato è reso pubblico. Sai, è bello ma non puoi vivere sulle tue credenziali passate.

Credo che negli anni sessanta ci fosse “l’idea” che si poteva cambiare il mondo.
Questa idea era più importante dell’azione concreta. La sensazione di poter agire era più importante che agire veramente. Oggi è essenzialmente questa idea che manca. Le idee sono una cosa molto potente. Le idee non possono essere uccise.

C’era un tempo in cui le canzoni mi venivano 3 o 4 contemporaneamente, ma quei giorni sono proprio finiti.
Una volta ogni tanto, le canzoni mi arrivano come un cane da guardia al cancello e chiedono di essere scritte. Ma la maggior parte delle volte la mia mente le getta via. Sei bloccato a domandarti se qualcuno le vuole ascoltare veramente.

Le persone raramente fanno quello in cui credono. Fanno ciò che conviene, e poi se ne pentono.

L’amore è tutto, non importa cosa ne pensiate, non potrete mai farne a meno!

Credo che le donne reggano il mondo, e non credo ci sia un uomo che abbia mai fatto qualcosa senza che una donna lo abbia incoraggiato a farlo.

Il mondo non ha bisogno di me. Cristo, sono alto soltanto un metro e cinquantacinque.

Possa tu costruire la scala che porta alle stelle e percorrerne ogni gradino.

Attenzione ai muri del bagno che non hanno scritte.

Per essere un poeta non è necessario scrivere. Ci sono poeti che lavorano nelle stazioni di servizio. Non mi definisco un poeta perché non amo quella parola. Sono un artista del trapezio.

Chiunque, è vero, può essere uguale a me (ovviamente), ma è anche vero che non tutti possono essere uguali a te (fortunatamente)

Che cos’è il denaro? Un uomo è un successo se si alza al mattino e va a dormire la notte e nel mezzo fa quel che vuole.

Chi non è impegnato a nascere è impegnato a morire.

I libri erano qualcosa di speciale, qualcosa di davvero speciale. Leggevo molte pagine ad alta voce e mi piaceva il suono delle parole, il loro linguaggio

Non criticare ciò che non puoi capire.

Credo che un eroe sia quello che comprende la responsabilità che comporta la sua libertà.”

Occorrerà un giorno smettere di confondere ciò che si vende e ciò che è bene.

La gente raramente fa quello in cui crede. Fa quello che è conveniente, poi si pente.”

Tutto questo parlare di uguaglianza. La sola cosa che le persone hanno davvero in comune è che dovranno tutti morire.

Non ho mai scritto una canzone politica. Le canzoni non possono cambiare il mondo, ormai ho smesso di pensarlo.

La musica tradizionale è basata su esagrammi. Proviene dalle bibbie, da epidemie e carestie, e gira intorno alla morte.

Dopo che hai realizzato così tanti dischi, e gli anni continuano a passare, è come se a volte… proprio non capisci più se… beh, sto facendo ancora tutto questo perché voglio farlo, oppure perché è quello che ci si aspetta da me?

La gente vive ancor oggi con le briciole degli anni sessanta. Sono ancora in circolazione la musica e le idee.

Non sono stato io ad autodefinirmi “leggendario”. È stato un appellativo che mi è stato buttato addosso da cronisti che volevano prendersi gioco di me, oppure che volevano avere qualcosa di nuovo da dire ai loro lettori. Ma è una definizione che mi è rimasta incollata addosso. Per me è stato importante arrivare al punto più basso di questa “leggenda” e scoprire che non ha la benché minima base realistica. Quello che conta davvero non è la leggenda, ma l’arte, l’opera. Un individuo ha il dovere di fare quello che è destinato a fare… Se si cerca di inscenare la propria leggenda, non si fa altro che creare dell’artificioso clamore

Avevo subito bisogno di un nome e ho scelto Dylan. Mi è venuto in mente così senza pensarci su troppo… Dylan Thomas non c’entrava affatto, è stata la prima cosa che mi è venuta in mente. Ovviamente sapevo chi fosse Dylan Thomas ma non ho affatto scelto deliberatamente di riprendere il suo nome. Ho fatto più io per Dylan Thomas di quanto lui abbia mai fatto per me”

“Sono Bob Dylan soltanto quando devo esserlo”, il resto del tempo sono me stesso.