Frasi, citazioni e aforismi sul soggettivo e l’oggettivo

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul soggettivo e l’oggettivo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’apparenza e l’apparire, Frasi, citazioni e aforismi sul reale e la realtà e Frasi, citazioni e aforismi sull’illusione.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul soggettivo e l’oggettivo

Soggettivo

Tutto è soggettivo. Le scelte, le risposte, il bene e il male. Einstein aveva ragione. Il tempo è relativo agli occhi dello spettatore. Quando guardi dentro la canna di una pistola, il tempo rallenta e la vita ti passa davanti in un baleno, con tutte le sue ferite e le cicatrici. Puoi vivere una vita intera in una frazione di secondo.
(Dal videogioco Max Payne 2)

La gente arriva a credere non sulla base di prove, ma in base a quello che trova attraente.
(Blaise Pascal)

Noi non vediamo le cose come sono, ma solo come crediamo che siano.
(Anonimo)

Il gusto è soggettivo: io preferisco le mele, tu le arance; non c’è modo per decidere chi ha ragione.
(Ervin Lazslo)

È condiviso e stabilito ciò che è reato e ciò che no.
Il concetto di peccato è invece soggettivo
(anna_salvaje, Twitter)

Il concetto di felicità è soggettivo ed empirico, incapace di fornire una legge morale: ognuno si rappresenta la felicità a modo suo e diventa impossibile formulare al riguardo delle leggi universali.
(Jean-Louis Bruguès)

I cinque minuti di una donna e i venti centimetri di un uomo ci dimostrano che le misure sono qualcosa di soggettivo.
(AlbertHofman72, Twitter)

Il trauma è altrettanto soggettivo che il desiderio
(Anne Safer)

L’intelligenza è totalmente soggettiva; come la sensualità.
(David Fincher)

Chi decide chi è normale. La normalità è un’invenzione di chi è privo di fantasia.
(Alda Merini)

La ‘prima volta’ è un concetto molto soggettivo. La mia prima volta è stata quando l’ho vista. E lei mi ha parlato. E io c’ero. Già.
(albertosorge, Twitter)

Tutto è relativo.
Tutto è soggettivo.
Tranne il suono di una sveglia, quello fa girare le scatole a tutti.
(masse78, Twitter)

Tutto è soggettivo, siamo noi che diamo valore alle cose. Ovviamente ci sono cose che è più facile che abbiano un valore riconosciuto.
(Anonimo)

Soggettivo è quel che un solo soggetto percepisce, oggettivo quel che tutti i soggetti percepiscono: perciò sia l’oggettività che la soggettività possono essere tanto reali quanto fittizie.
(Nicolas Gomez Davila)

Osservare noi stessi da lontano, rendere il soggettivo all’improvviso oggettivo.
(Julian Barnes)

La linea che divide la realtà dall’immaginazione è un filo molto sottile e alla mia età ciò non riveste più molta importanza, poiché tutto è soggettivo.
(Isabel Allende)

Vi dono un lavoro soggettivo, ma che nosostante tutto è un lavoro che tende con tutte le forze verso l’oggettivitá.
(Eugéne Minkowski)

Il comico è oggettivo, l’umorismo è soggettivo.
(Achille Campanile)

La corrispondenza al reale è il principio ineludibile per analizzare ogni tematica in termini di rigore oggettivo.
(Karl Popper)

Non dire mai: “L’obiettività non esiste”. È l’alibi di chi vuole raccontare palle.
(Piero Ottone)

L’oggettività non significa imparzialità, ma universalità.
(Raymond Aron)

L’eterna fallibilità del soggettivo e l’eterno inganno dell’oggettivo.
(serafinobandini, Twitter)

L’uomo giusto non è chi non ha neppure un filo d’erba cattiva dentro di sé, bensì chi esercita con obiettività il giudizio su se stesso, e chiama grano il suo grano ed erba cattiva la sua erba cattiva, con la buona volontà ovviamente di far prevalere il grano e il lavoro conseguente in tal senso.
(Corrado Augias)

Odio la soggettività, un castellucolo dove si rintanano re e regine in fuga dall’assedio della ragione.
(wzgore, Twitter)

La più recente tradizione fisica ci ha ormai abituati a dover considerare anche gli esperimenti più “oggettivi” come osservazioni introspettive.
(Piergiorgio Odifreddi)

L’oggettività è un’utopia, l’obiettività un dovere.
(ChiaraBottini, Twitter)

Se la bellezza è soggettiva, com’è che io faccio schifo a tutti?
(Franco Merafino)

Il gusto è soggettivo. La qualità no.
(carlottup, Twitter)

Mi piace raccontare il passato, mi sento più tranquilla, più sicura. Il presente mi fa più paura, è troppo soggettivo, chiunque ti può dire: “non è così, le cose stanno diversamente”.
(Tracy Chevalier)

La paura è spesso un fatto soggettivo e personale su cui influiscono naturalmente diverse variabili come l’umore, il buio, la notte, l’ignoto e altri ancora. Ma ciò che veramente scatena la paura in modo spesso incontrollabile è la paura stessa, che si autoalimenta in un circolo vizioso che quasi sempre si trova ai confini della realtà
(dalla serie tv Ai confini della realtò)

Pare che l’ovvio sia più soggettivo di quel che si credesse.
(m4gny, Twitter)

Rendere eterno con uno sguardo colmo qualcosa che nell’eterno sarà un puntino del nulla. Il nostro soggettivo amplifica l’universo.
(Esercizinvolo, Twitter)

Il dato oggettivo è che non esiste dato oggettivo. Il che fa di questa affermazione un dato soggettivo che avvalla il suo stesso contenuto.
(Serafinobandini, Twitter)

Dipingere non è copiare servilmente il dato oggettivo, è cogliere un’ armonia fra rapporti molteplici e trasporli in una propria gamma, sviluppandoli secondo una logica nuova e originale.
(Paul Cezanne)

L’empatia facilita la comprensione del significato personale, soggettivo delle parole dell’altro, più che il loro contenuto logico- formale.
(Michele Capurso)

Ciò che i discepoli hanno constatato riguardo alla risurrezione contiene quindi, in ogni caso, un elemento oggettivo , visibile all’esterno, osservabile, perfettamente dimostrabile e controllabile: il fatto del sepolcro vuoto.
(Karl Adam)

Non importa quanto tu sia oggettivo di fronte alla società, la sua opinione su di te sarà sempre molto soggettiva.
(Tudor Vasiliu)

Obiettività: camuffamento della soggettività.
(Georges Elgozy)

Una dimostrazione grandiosa delle miserabile soggettività dell’uomo che riduce tutto a se stesso è data dall’astrologia che mette in relazione le traiettorie dei grandi corpi celesti e il miserevole io.
(Arthur Schopenhauer)

Qualsiasi passione si spegne quando si vede l’oggetto esattamente com’è.
(Madame de Staël)

Il mondo è una sintesi delle nostre sensazioni, delle nostre percezioni e dei nostri ricordi. È comodo pensare che esista obiettivamente, di per sé. Ma la sua semplice esistenza non basterebbe, comunque, a spiegare il fatto che esso ci appare.
(Erwin Schrödinger)

Il mondo è inseparabile dal soggetto, ma da un soggetto che non è altro che progetto del mondo; il soggetto è inseparabile dal mondo, ma da un mondo che egli stesso progetta. Il soggetto è essere-al-mondo e il mondo è soggettivo.
(Maurice Merleau-Ponty)

Nessun artista crede alla verità oggettiva, cioè reale in sé, del mondo che rappresenta. Ma si potrebbe dire che questa verità oggettiva, non solo per l’artista, non esiste per nessuno.
(Luigi Pirandello)

Oggettività: soggetti che van d’accordo.
(Italo Tavolato)

Se la giustizia obiettiva esistesse davvero, allora non ci sarebbe bisogno di processi e gli stessi condannati esigerebbero la condanna; in realtà non vi sarebbero delitti.
(Javier Marías)

È soltanto nelle relazioni che l’obiettività dev’essere cercata: sarebbe vano cercarla negli enti considerati isolatamente gli uni dagli altri. Dire che la scienza non può aver valore obbiettivo perché essa ci fa conoscere solo rapporti, è ragionare alla rovescia, perché precisamente solo i rapporti possono essere considerati obiettivi.
(Henri Poincaré)

Niente è più fuorviante che assegnare alle cartine geografiche un attributo di oggettività.
(Luca Rastello)

Un uomo che vuole la verità diventa scienziato; un uomo che vuole dare libero sfogo alla sua soggettività diventa magari scrittore; ma che cosa deve fare un uomo che vuole qualcosa d’intermedio?
(Robert Musil)

L’unico modo per esprimere emozioni nella forma d’arte è per mezzo di un correlativo oggettivo; in altre parole, una serie di oggetti, una situazione, che potrebbero essere la formula di quella particolare emozione.
(Thomas Stearns Eliot)

Cessavo di credere che potessero essere condivisi da altre persone, che potessero essere veri fuori di me i desideri che formulavo durante quelle passeggiate, e che non si realizzavano. Non mi apparivano più se non come creazioni puramente soggettive, impotenti, illusorie del mio temperamento. Non avevano più alcun legame con la natura, con la realtà, che subito perdeva ogni incanto e significato, e non era più rispetto alla mia vita che una cornice convenzionale
(Marcel Proust)