Scrittori di aforismi su Twitter, GAlessandrino

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @GAlessandrino (SuperGiangiSkan). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Torinese fuori – terrone dentro con sfumature in bianconero, ma adoro gli arcobaleni. Se vuoi farmi felice portami i pistacchi, in carcere, perché nel coltivare un sogno al momento del raccolto è arrivata la polizia. Acquario instabile con giardino, tendo a pensare troppo o troppo poco. L’unica norma che rispetto è quella con ricotta e melanzane”.

@GAlessandrino si è iscritto a Twitter nel aprile 2013. “Su Twitter mi affido alla fantasia per cercare di descrivere la gioia che si nasconde nella realtà e all’ironia per i momenti più bui. D’altronde ‘La fortuna di essere intelligenti è che ci permette di essere cretini ad un livello che gli scemi neanche si sognano'”, scrive l’autore, che a proposito della scelta del suo nickname commenta: “Giangiskan è un misto tra il mio nome di battesimo, l’imperatore mongolo e una nota varietà di cannabis. Mescolate bene e avrete un supereroe privo di alcun potere se non quello di far arrivare in ritardo i pochi treni puntuali”.

Alcuni dei tweet più belli di @GAlessandrino sono diventati storici. A distanza di tanti anni, li troviamo ancora nelle bacheche e nelle cartoline dei social (spesso, ahimè, senza il nome dell’autore), nelle magliette e persino in alcune agende di scuola.

Come molti altri autori, GAlessandrino coltiva un umorismo particolare dove le cazzate (“Scrivo poco perché non mi piace diluire troppo le cazzate”) si alternano a dei ritratti devastanti – concentrati in poche parole – di alcune debolezze, ossessioni e contraddizioni tipiche del nostro tempo. Dai palestrati che si fanno aprire i pistacchi dai nonni (“Tutti palestrati e poi vi fate aprire i pistacchi dai nonni”) a quelli che vagano per casa con la bilancia in mano, ” in cerca della piastrella che segna 1/2 kg in meno”, da quelli che conducono una vita tranquilla e pacata, “una vita Xanax” a quelli che nel curriculum, per mettere la foto adatta, hanno girato “non so quanti bagni prima di trovare quelli giusto”, nessuno sfugge all’analisi e all’umorismo di @GAlessandrino. E ovviamente lo stesso autore non manca di mettersi sullo stesso livello delle debolezze degli altri, fustigandosi con sapiente e consapevole autoironia, perché in fondo nessuno può pensare di mettersi su un piedistallo a giudicare gli altri: “Sono venuti i ladri a casa mia. Dalla pena mi hanno buttato l’immondizia e bagnato le piante”.

“Vengono spesi milioni di dollari in effetti speciali, quando a noi qui bastano solo 140 caratteri per farci dei film straordinari” scrive @GALessandrino. Ed è proprio così. Il tweet diventa una specie di cinepresa che, attraverso la folgorazione della battuta, ci mostra all’improvviso la realtà che ci circonda, mettendone a nudo i personaggi e i loro stereotipi, difetti e debolezze. Invitandoci anche a non prenderci troppo sul serio, perché alla fine – come scrive in suo tweet – “- Ho un sacco di problemi. – Posalo nell’angolo che ci facciamo una birra”.

Presento una raccolta dei tweet più belli di @GAlessandrino

**

@GAlessandrino, Tweet scelti

Il problema nella vita non è rialzarsi,
è alzarsi proprio.

Tutti palestrati e poi vi fate aprire i pistacchi dai nonni.

Il disagio si scusa per Trenitalia.

Sono venuti i ladri a casa mia.
Dalla pena mi hanno buttato l’immondizia e bagnato le piante.

Io credevo di averne viste di tutti i colori.
Ma tu sei un arcobaleno.

– Ho un sacco di problemi.
Posalo nell’angolo che ci facciamo una birra.

Mia moglie dice vuole il divorzio perchè sta storia di twitter sta degenerando.
Io non credo.
Cmq,
col cazzo che le do la metà dei follower!

Tutti palestrati e poi non sapete reggere il peso di uno sguardo.

Twitter è come il barattolo della Nutella:
Lo apri giusto un attimo,
poi è la fine.

Nell’ultimo periodo devo aver bevuto un po’ troppo.
Sono andato a ritirare le analisi del sangue e ad attendermi c’era un sommelier.

Tutti palestrati e poi spingete i carrelli come ballerini di flamenco.

Mai contraddire una donna in quei giorni.
..e per “quei giorni” intendo quelli che vanno dal lunedì alla domenica.

Il terrore nell’osservare la forza bruta che imprime una donna sul tubetto di dentifricio che noi uomini consideriamo finito da settimane.

Solitamente, in quanto tempo raggiungi l’orgasmo?
– Ma…in 3G o in Wi-Fi ?

Vedi,
alcuni hanno la bellezza,
altri la ricchezza.
Ed io?
Io..
un altro,
senza ghiaccio
grazie.

– Amore guarda questa doppia linea blu.
– Anche tu con la storia di WhatsApp, poi sono io che penso alle cazzate!
– Cretino, sono incinta.

Quale attività fisica abbina alla sua dieta?
Vagare per la casa con la bilancia in cerca della piastrella che segna 1/2 kg in meno, vale?

-Amore cosa facciamo questo weekend?
-Io un’ ikea ce l’avrei.

Mia figlia è una maga:
Dategli 50grammi di pane e lei li trasformerà in 100 grammi di briciole!

Il cervello è furbo,
dà la colpa al cuore
che la dà allo stomaco
che la dà al fegato
che la dà all’alcol
che la dammene un altro,
doppio.

Non è un buon momento,
ma può senz’altro peggiorare.

Sono una persona molta tranquilla e pacata.
Qual é il mio segreto?
Conduco una vita xanax.

La fortuna di essere intelligenti è che ci permette di essere cretini ad un livello che gli scemi neanche si sognano.

Dove sei stato in vacanze?
In Sicilia, due settimane, a tavola.

3
2
1
Capodanno:

1995
Brindisi
Abbracci
Trenini
Balli
Foto di gruppo
Gioia

2015
#Buon2015
Auguri in DM
RT
Gruppo whatsapp
Selfie
Disagio

Gli amici veri non ti abbandonano mai, ma anche i coriandoli non scherzano.

Con questo caldo è impossibile cenare,
e poi:
– Mozzarella in carrozza
– Caponata
– Parmigiana
– Meringata
– Zampirone
– Idraulico liquido

Comunque Piccinini tra
sciabolate classiche
grandi ammucchiate
mucchi selvaggi
e flipper impazziti
deve aver avuto un’infanzia difficile.

Criteri per la scelta dei locali:
1994
C’è figa?
C’è selezione?
Ci sono consumazioni gratis?
C’è parcheggio?
2014
C’è wi-fi?

Quest’estate sono abbronzato di 5 chili.

Tutti palestrati e poi dopo un cunnilingus avete il torcicollo per un mese.

Papà giochiamo a Memory?
– Scusa, ma tu chi sei?

Dimagrisco e ingrasso alla stessa velocità con cui una donna passa da “che uomo fantastico” a “gran pezzo di merda sparisci dalla mia vita”.

Il primo “sta scrivendo…”
non si scorda mai.

La luce viaggia ad una velocità maggiore del suono.
Questo spiega perché certe persone appaiono brillanti finché non le senti parlare.

– Amore che ne dici se ci sposassimo?
+ Sì magari, ma due persone come noi chi se le prende?

Sii sempre diretto e sincero,
perché quelli che si offendono non contano e quelli che contano non si offenderanno.

Adoro quei momenti di quiete prima del disagio.

Vengono spesi milioni di dollari in effetti speciali, quando a noi qui bastano solo 140 caratteri per farci dei film straordinari.

Il suo curriculum è interessante ma la foto allegata non ci convince.
Dice? Non sa quanti bagni ho girato prima di trovare quello giusto!

Mostrare i propri lati e scoprirsi cerchio.

– Amore dimmi qualcosa che mi faccia sentire donna!
– …Mi hai scassato tre volte la macchina!

Se vi rovina la piega,
sta prendendo la piega giusta.

Se l’ultima cena l’avessero fatta in Sicilia morivano tutti e tredici.

Ho incontrato persone
che sarebbero l’anello debole anche della catenella del cesso.

– Buon lunedì!
Pensa al tuo.

Al mio compleanno niente palloncini.
L’ultima volta che ne ho scoppiato uno, mi hanno ritirato la patente.

Ho lasciato tutta la notte il cell attaccato ad un carica batterie staccato dalla presa.
Bene bene.
Buon 6% e felice giornata.

Ma se il gatto delle nevi si rompe una zampa gli fanno le lastre di ghiaccio?

Grida dal tuo balcone
su una strada vuota,
nessuno ti ascolterà.
Sussurra da un palco
e tutti staranno lì ad ascoltarti.
Questo è twitter.

Ricordati di postare le feste.

Quando di colpo fa un freddo cane ti salva lei, quella maglia orrenda abbandonata in fondo all’armadio nell’ultimo cambio di stagione.

Litigare è un po’ come fare sesso e c’è chi sa litigare benissimo.

Dio, ci ho ripensato:
la forza tienitela pure.
Dammi una salsiccia e friarielli rinforzata e una media rossa.
Ghiacciata.
Grazie.

Quando ti viene un brivido e pensi che non ci sarebbero state parole migliori per descriverlo, quello è il retweet perfetto.

Per combattere la tensione nervosa si consiglia di assumere una buona dose di dolci.
Il noto effetto palindromo:
stressed<<->>desserts

Vuoi salire da me a vedere la mia colazione di refusi?

Tutti palestrati e poi vi dimenticate che il muscolo più attraente è il cuore.

La situazione mi è scappata di mano perché sapevo che tu l’avresti raccolta in modo perfetto.

Vado in cerca della retta via
ma all’incrocio svolto sempre in
Via del tutto eccezionale.

Raddoppiano i caratteri, si dimezza la voglia di leggerli.

Scrivere un best tweet ed accorgersi che è pieno di refusi lascia un po l’amoro in boccia.

Saper controllare le proprie emozioni è una dote che io, che mi scolerei pure la vaschetta del cesso del locale, non credo di avere.

“Sono una donna che ha bisogno di spazio”, solo se sei #SamanthaCristoforetti.

Lei vide il regalo e capì che la loro vita era ad una svolta.
Gli giurò amore eterno e fu una notte di sesso selvaggio.
Grazie asciugatrice

Se ti fai il bidè con il balsamo, è quella giusta.

Collezionismo di moda:
1994
– Dylan Dog
– Tessere telefoniche
– Swatch
– Videocassette
– Poster
– Sabbia
– Puffi
2014
– Followers

Le prescrivo questa medicina omeopatica, la prenda e starà subito meglio.
7 farmacie, non ce l’ha nessuno.
Nel frattempo sto meglio.

Complimenti nella vita ce l’avete fatta.
A fette.

– Amore, stringimi più forte che puoi e sussurrami all’orecchio cosa provi
ma ti prego, sii sincero.
– Ho mangiato fagioli.

Scrivo Tette con la maiuscola solo dalla quarta in su.

Ho tirato le somme.
Che botta!

Ho detto a mia suocera che il giorno che festeggerò la liberazione lei non ci sarà.
#25aprile

La telefonata “mentre sei lì che fai la spesa prendi anche..” arriverà sempre nel monento in cui avete appena pagato alla cassa.

Scusi non capisco bene, mi fa lo spelling:
O di Otel.
Ok perfetto così, grazie.

Il refuso è invisibile agli occhi.

Sei ubriaco?
Mavvaaa!
buon Hanno a zufffiiii !
e che il 2017 vi asporti tutte le pizze che vogliatevi bene!!

– Ma Lei segue una dieta sana?
+ Credo di sì:
Non twitto mai lontano dai pasti
Ho meno dell’1% di fake
Defollo con regolarità ogni mattina.

Cerco un centro di granita permanente.

Quest’estate l’ho vissuta tutta d’un fiato.
Gonfiando braccioli.

Puoi essere convinto quanto vuoi,
ma quando dal distributore uscirà il pacchetto giusto, anche tu tirerai un lungo sospiro di sollievo.

Per la donna il
“allora vaffanculo vuol dire che a me non ci tieni” fa pendant un po’ con tutto.

Ogni anno spero nel naturale evolversi della specie italica.
E invece no,
anche quest’anno all’atterraggio fischi ed applausi al pilota…

Tutti palestrati e poi non riuscite nemmeno a finire 4 serie di costolette di agnello da un kilo.

Il coraggio usatelo per conoscere voi stessi.

Quando di colpo il cuore inizia a battere a mille, goditelo

Dura la vita, ma non mi vedrei a fare altro.

Senti, facciamo così:
la mortadella senza pistacchi te la mangi tu,
con una bella birra analcolica e un gelato alla soia.

Sei uno spasso avanti

Non lasciamo le cose al caso, teniamole per noi.

Volevi condizionarmi la vita?
E’ il momento giusto 21 gradi, grazie.

L’intimità e la confidenza non dipendono da quanto tempo ti conosci ma da quanto ti sei fatto conoscere.

Riuscire a descrivere la gioia che si nasconde nella realtà. Questa per me è la fantasia.

Commenti:

  • Elisabetta

    Favoloso, non lo conoscevo, ma è un ragazzo stupefacente!

    marzo 25, 2018

Sorry, the comment form is closed at this time.