Frasi, citazioni e aforismi sull’incomunicabilità

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’incomunicabilità. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla comunicazione e il comunicare, Frasi, citazioni e aforismi sulla solitudine e Frasi, citazioni e aforismi sull’incomprensione.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’incomunicabilità

Tutto il problema della vita è questo: come rompere la propria solitudine, come comunicare con gli altri.
(Cesare Pavese)

L’incomunicabilità è la più terribile delle solitudini.
(Friedrich Nietzsche)

È così difficile capirsi, angelo mio caro,
e il pensiero è così incomunicabile,
anche tra persone che si amano.
(Charles Baudelaire)

Raccontami ancora una volta di quella storia, quella in cui il mondo finisce così come è iniziato, con un ragazzo che ama una ragazza e una ragazza che ama un ragazzo. E lei è sorda e lui è cieco, e lui le dice all’infinito che la ama e lei gli scrive ogni giorno, senza mai sentire la sua risposta.
(Lang Leav)

Abbiamo tutti dentro un mondo di cose: ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch’io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sé, del mondo com’egli l’ha dentro? Crediamo di intenderci; non c’intendiamo mai!
(Luigi Pirandello, Sei personaggi in cerca d’autore)

Ciò che non puoi comunicare rovina la tua anima.
(Robert Anthony)

Follia è l’incapacità di comunicare le tue idee.
(Paulo Coelho)

Perché non si discute? Non ci si parla? Uno dei mali di questo mondo è l’incomunicabilità.
(Anonimo)

La morte non è nel
non poter comunicare,
ma nel non poter più essere compresi.
(Pier Paolo Pasolini)

Che ciascuno parli di sé meglio che può, con questa avvertenza al suo prossimo: se per caso lei capisce qualcosa di quello che dico, può star certo che io l’intendo in un altro modo.
(Antonio Machado)

Nessuno, mai, riesce a dare l’esatta misura di ciò che pensa, di ciò che soffre, della necessità che lo incalza, e la parola umana è spesso come un pentolino di latta su cui andiamo battendo melodie da far ballare gli orsi mentre vorremmo intenerire le stelle.
(Gustave Flaubert, Madame Bovary)

Le persone già è difficile capirle guardandole negli occhi, figuriamoci attraverso un display.
(LedyStefy, Twitter)

La felicità è qualcosa di molto intimo e incomunicabile.
(Gajto Gazdanov)

La meraviglia è incomunicabile: la luna del Bengala non è uguale alla luna dello Yemen, ma si lascia descrivere con le stesse parole.
(Jorge Luis Borges)

La sua bellezza era inesprimibile e, come altre volte, Aschenbach sentí con dolore che la parola può, sí, celebrare la bellezza, ma non è capace di esprimerla.
(Thomas Mann, La morte a Venezia)

L’enigma celato infondo agli occhi infantili di una donna tahitiana è e rimane incomunicabile
(Paul Gauguin)

Trovarsi all’improvviso nel bel mezzo dell’Incomunicabile, sentirsi addosso il peso del vago che non può essere espresso.
(EM Cioran)

Dio è solo un nome per comunicare l’incomunicabile.
(Fabrizio Caramagna)

Il fallimento di una relazione è quasi sempre un fallimento di comunicazione.
(Zygmunt Bauman)

Diffido dell’incomunicabile: è la radice di ogni violenza.
(Jean Paul Sartre)

Chiediamoglielo: «Tu perché vivi? Che cosa ti dà gioia di vivere?». Parlarne! È fondamentale che i genitori facciano sentire i giovani indispensabili, vivi, parte di un progetto. Se ci sono genitori assenti o se l’incomunicabilità è la regola, i ragazzi si sentono inutili.
(Raffaele Morelli)

È impossibile comunicare la sensazione della vita di un qualsiasi momento della propria esistenza, ciò che rende la sua verità, il suo significato, la sua essenza sottile e penetrante. È impossibile.
(Joseph Conrad)

Nulla esiste. Se esiste è inconoscibile. Se è conoscibile è incomunicabile.
(Gorgia)

Tra un fiore colto e l’altro donato
l’inesprimibile nulla.
(Giuseppe Ungaretti)

L’incomunicabilità non parte da un diverso uso delle parole, ma da una diversa concezione delle sfumature.
(ChiaraBottini, Twitter)

Ciò che è sottile è incomunicabile.
O tu intuisci la mia essenza o tutto è vano.
(Sibilla Aleramo)

Siamo fatti per il 70% di acqua, il restante 30% di incomunicabilità.
(iparchia, Twitter)

Comunicare senza avere nulla da dire: ecco spiegato l’odierno dramma dell’incomunicabilità.
(Mauro Parrini)

Metà della popolazione mondiale è composta da persone che hanno qualcosa da dire ma non possono.
L’altra metà da persone che non hanno niente da dire e continuano a parlare.
(Robert Frost)

Io cerco sempre di comunicare qualcosa di non comunicabile, di spiegare qualcosa di inspiegabile, di parlare di ciò che ho nelle ossa e che soltanto in queste ossa può essere vissuto.
(Franz Kafka, Lettere a Milena)

Due persone dicono reciprocamente “ti amo”, o lo pensano, e ciascuno vuol dire una cosa diversa, una vita diversa, perfino forse un colore diverso o un aroma diverso, nella somma astratta di impressioni che costituisce l’attività dell’anima.
(Fernando Pessoa)

Il problema è capirsi. Oppure nessuno può capire nessuno: ogni merlo crede d’aver messo nel fischio un significato fondamentale per lui, ma che solo lui intende; l’altro gli ribatte qualcosa che non ha relazione con quello che lui ha detto; è un dialogo tra sordi, una conversazione senza né capo né coda. Ma i dialoghi umani sono forse qualcosa di diverso?
(Italo Calvino)

Non si può esprimere ciò che si è proprio perché lo si è; non si può comunicare se non ciò che non siamo, la menzogna.
(Franz Kafka)

L’incontro tra due corpi come momento fondante la vita umana. Come tentativo di superare ogni incomunicabilità.
(ChiaraBottini, Twitter)

Mi piace quell’amore prorompente, incomunicabile; che quando glielo scrivi, il foglio si buca. Che se glielo dici, le parole, non ci sono
(ReGiaProrsum, Twitter)

Io ero intero e non capivo, e mi muovevo sordo e incomunicabile tra i dolori e le ferite seminati dovunque.
(Italo Calvino)

La saggezza non è comunicabile. La scienza si può comunicare, ma la saggezza no. Si può trovarla, viverla, si possono fare miracoli con essa, ma spiegarla e insegnarla non si può.
(Hermann Hesse)

Più elaborati sono i nostri mezzi di comunicazione, meno comunichiamo.
(Joseph Priestley)

Comunicare? Comunicare? Solo i vasi comunicano.
(Jean Baudrillard)

Sensazioni, sentimenti, intuiti, fantasie, tutte queste cose sono personali e, se non per simboli e di seconda mano, incomunicabili.
(Aldous Huxley)

Basta con le chat.
Io vorrei tornare a quando ci si scriveva le frasi col dito sulla finestra, e l’altro doveva indovinare.
(Fabrizio Caramagna)

Tra ciò che penso, ciò che voglio dire, ciò che penso sia, ciò che dico, ciò che voi desiderate capire, ciò che intendete, ciò che comprendete… ci sono dieci possibilità che ci siano difficoltà di comunicazione. Ma proviamo comunque…
(Bernard Werber)

– Perché c’è così tanta incomunicabilità tra noi? Cosa ci è successo?
– Non so, forse il quotidiano ci sta travolgendo, o forse l’amore non è eterno, dopotutto.
– Scusa dicevi? Mi era arrivata una notifica.
(MaxMangione, Twitter)

Moderna incomunicabilità: avere il cellulare scarico.
(Liomax D’Arrigo)

Chi siete voi?
-DONNE
-E cosa volete?
-NIENTE
-Come niente?
-LASCIA STARE
-Cosa?
-NON TI PREOCCUPARE
-Che?
-TU NON CI CAPISCI
(Totonno1980, Twitter)

Ti va di dare una veste ufficiale alla nostra incomunicabilità?
[Proposta di matrimonio]
(IdeeXscrittori, Twitter)

Parole, frasi, idee, non importa quanto sottili o ingegnose, i voli più folli della poesia, i sogni più profondi, le visioni più allucinanti, non sono altro che rozzi geroglifici cesellati nella sofferenza e nel dolore per commemorare un evento non comunicabile.
(Henry Miller)

Per mostrare l’incomunicabile, la poesia rifiuta, disperatamente, ogni traduzione.
(Francois Vaucluse)

L’arte non può mai dissolversi nella comunicazione, perché contiene un nucleo incomunicabile che è la sorgente di un’infinità di interpretazioni.
(Mario Perniola)

L’arte deve essere incomunicabile, l’arte deve solamente superare se stessa.
(Carmelo Bene)

Ho scritto un pezzo sull’incomunicabilità. Ma nessuno l’ha capito.
(purtroppo, Twitter)