Frasi, citazioni e aforismi sul passero

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul passero. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sugli uccelli, Frasi, citazioni e aforismi sul merloFrasi, citazioni, aforismi e poesie sul pettirosso e Frasi, citazioni e aforismi sulla rondine.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul passero

Raccogliere un passero caduto dal nido e salvarlo è la più piccola e grande preghiera del mondo.
(Romano Battaglia)

Dio è ciò che sanno i bambini, non gli adulti. Un adulto non ha tempo da perdere nel nutrire un passero.
(Christian Bobin)

Per quanto tempo il passerotto ha giocato sotto i miei occhi? Due secondi, forse tre, e ciò è bastato perché con il suo becco mi afferrasse una maglia del cuore e, volando via bruscamente, disfacesse tutto il gomitolo per portarlo in cielo dove mi scoprivo improvvisamente sognatore.
(Christian Bobin)

I passeri si dondolano sui rami davanti alla finestra della stanza, minuscoli trapezisti sotto un tendone di cielo bianco.
(Christian Bobin)

Non c’è nulla di nascosto, è tutto sotto i nostri occhi: talvolta le nostre debolezze e le nostre forze si scambiano delle confidenze come un passero e un leone in una giornata di sole
(Fabrizio Caramagna)

Ho letto la tua breve Lettera – è stata Beatitudine – quella minuscola lunghezza – Sarebbe stato meglio se tu l’avessi protratta, ma il Passero non deve esibire la sua Briciola
(Emily Dickinson)

Una poesia palpita tra le mie mani come un passero resuscitato.
(Christian Bobin)

Che tu sia un re o un primo ministro, che tu sia un falco predatore o un timido passero, che tu sia libero di amore mistico o un pio eremita, finché non avrai conosciuto te stesso sarai solo un presuntuoso.
(Proverbio cinese)

Mi si è posato una volta un passero sulla spalla mentre stavo zappando in un giardino del villaggio e ho sentito di essere più onorato in quella circostanza più di quanto lo potessi essere da qualsiasi mostrina avessi potuto indossare.
(Henry David Thoreau)

Più non mi temono i passeri. Vanno
vengono alla finestra indifferenti
al mio tranquillo muovermi nella stanza.
Trovano il miglio e la scagliuola: dono
spanto da un prodigo affine, accresciuto
dalla mia mano. Ed io li guardo muto
(per tema non si pentano) e mi pare
(vero o illusione non importa) leggere
nei neri occhietti, se coi miei s’incontrano,
quasi una gratitudine
(Umberto Saba)

I passeri pensano di noi: gli uomini costruiscono delle case perché noi possiamo fare dei nidi sotto i tetti.
(Jules Renard)

Allegro, Allegro Passero!
Tra verdi foglie un Fiore
di contentezza colmo
ti vede dritto dritto
sfrecciare a farti il nido
qui sopra il Petto mio.
(William Blake)

Quando i passeri becchettano le briciole che hai messo per loro sulla soglia di casa, sono felici. Un po’ di quella felicità torna anche a te.
(Romano Battaglia)

Gli emarginati, nel cavo delle loro mani aperte, tengono Dio come un passero pieno di sole, ma gli uomini sono troppo occupati nel loro egoismo per accorgersene.
(Fabrizio Caramagna)

Dio ha dato un Pane a ogni Uccello –
Ma solo una Briciola – a Me –
Non oso mangiarla – anche se affamata –
Mia intensa voluttà –
Possederla – toccarla –
Essa prova l’impresa – che fece mia la Pallina –
Troppo felice – nella mia sorte di Passero –
Per più Ampia Bramosia –
(Emily Dickinson)

Un poeta dice che un poeta è un passero
che ripete tutta la vita le stesse note.
Le tue sono le note di un passero che crede
che la sua vita sia tutta la vita.
Nessuno va a disilludere un passero, perché
un passero non può farsi disilludere:
la sua sicurezza è come la presenza –
sulla terra.
(Pier Paolo Pasolini)

Nulla esiste se non si misura col mistero:
che testimonianza avremmo degli “eventi”
se non cantasse prima e dopo di loro
un passero col suo canto lieve e severo?
(Pier Paolo Pasolini)

E’ più facile uccidere Dio che non un passero, ed è più facile lacerare il suo cuore che non un foglio di carta: lo sanno persino i bambini.
(Christian Bobin)

Passerotto non andare via
Nei tuoi occhi il sole muore già
Scusa se la colpa è un poco mia
Se non so tenerti ancora qua
Ma cosa è stato di un amore
Che asciugava il mare
Che voleva vivere
Volare
Che toglieva il fiato
Ed è ferito ormai
Non andar via
Ti prego
(Claudio Baglioni)

Dio osserva con lo stesso occhio perire l’eroe e il passero, un atomo o mille pianeti in rovina, una bolla di sapone o un mondo in formazione.
(Alexander Pope)

Un passero in una gabbia per aquile è libero.
(Stanisław Jerzy Lec)

La notorietà sta alla gloria come il passero di città sta all’uccello del paradiso.
(Edmond Jaloux)

Sono stanco capo. Stanco di andare sempre in giro solo come un passero nella pioggia. Stanco di non poter aver mai un amico con me che mi dica dove andiamo, da dove veniamo e perché. Sono stanco soprattutto del male che gli uomini fanno ad altri uomini. Sono stanco di tutto il dolore che io sento e ascolto nel mondo ogni giorno. Ce n’è troppo per me, è come avere pezzi di vetro conficcati in testa sempre, continuamente. Lo capisci questo?
(Dal film Il miglio verde)

Fra nuvole salate e raggi di sole
un gabbiano dal becco aguzzo
un passero dalle piume amare
erano le sole compagnie
di una coscienza addormentata
(Dacia Maraini)

D’in su la vetta della torre antica,
passero solitario, alla campagna
cantando vai finché non more il giorno;
ed erra l’armonia per questa valle.
(Giacomo Leopardi)

Se solo potessi sentire il canto dei passeri e sentire di nuovo l’infanzia trascinarmi indietro di nuovo e di nuovo sentirmi abbracciato dalla realtà io morirei felice.
(Jim Morrison)

Io non sono pagato per far niente di tutto questo. Cerco in tutte le canzoni e in un passero sul ramo uno spunto per la rivoluzione.
(Rino Gaetano)

Le rondini sono partite.
Sono rimasti il passero il fringuello
il pettirosso uccelli proletari.
Li sentirò in inverno gracidare
sotto il mio balconcino, nei nevati
silenti, saltellanti di tra i rami
stecchiti
(Ottaviano Giannangeli)

Tu nella torre avita,
passero solitario,
tenti la tua tastiera,
come nel santuario
monaca prigioniera,
l’organo, a fior di dita;
(Giovanni Pascoli)

Altri dicono che perfino i passeri non perdono una penna senza che il dito stesso di Dio si muova per farla cadere.
(Thornton Wilder)

O passero, gioia della mia ragazza,
col quale ella è solita giocare, che suole tenere tra le braccia,
a cui suole offrire la punta del dito quando chiede (il cibo)
e stuzzicare le beccate pungenti,
quando al mio splendido amore
piace scherzare non so che gioco caro
e trovare un minimo sollievo al suo dolore,
credo, per alleviare la passione molesta:
oh, potessi anch’io scherzare con te come fa lei
e alleviare le cupe angosce dell’animo!
(Catullo)

Il passero è incluso nella lista degli uccelli minacciati a livello internazionale. E ciò è allarmante, non solo per loro ma anche per noi, perché il loro declino è segno di grave degrado ambientale e perché i passeri fanno parte della nostra vita.
(Danilo Mainardi)