Le 90 più belle frasi in latino sull’amore (con traduzione)

Presento una raccolta delle 90 più belle frasi in latino sull’amore (con traduzione). Virgilio, Catullo, Ovidio sono solo alcuni degli autori di queste memorabili frasi che possono essere dedicate alla persona amata oppure scritte in un tatuaggio o incise in un anello.

Tra i temi correlati si veda Frasi, detti e proverbi latini, 60 frasi da incidere su un anello o una fede nuziale, 150 frasi in inglese brevi e corte (con traduzione) per tatuaggi e stati di WhatsApp e 400 frasi per i tatuaggi.

**

Le 90 più belle frasi in latino sull’amore (con traduzione)

Omnia vincit amor.
L’amore vince tutto.
(Virgilio)

Semper Amemus.
Amiamoci per sempre.
(Anonimo)

Semper fidelis.
Sempre fedele.
(Anonimo)

Totus Tuus.
Tutto tuo.
(Anonimo)

Deus nos iunxit.
Dio ci ha unito.
(Anonimo)

Ut tunc te amabam ita etiam nunc te amo.
Come allora ti amavo, così ora ti amo.
(Anonimo)

Semper et in aeternum.
Sempre e in eterno.
(Anonimo)

In perpetuam rei memoriam.
In perenne ricordo dell’avvenimento.
(Anonimo)

Si vis amari, ama.
Se vuoi essere amato, ama.
(Lucio Anneo Seneca)

Amor est vitae essentia.
L’amore è l’essenza della vita.
(Proverbio)

Sic itur ad astra.
Così si sale alle stelle.
(Virgilio)

Cras amet qui numquam amavit, quique amavit cras amet.
Domani ami chi mai ha amato, e chi ha amato domani ami ancora.
(Dal poemetto Pervigilum Veneris)

Tecum.
Con te.
(Anonimo)

Ab imo pectore.
Dal profondo del mio cuore.
(Anonimo)

Serva me, servabo te.
Salva me e io salverò te.
(Petronio)

Amor aeternus.
Amore eterno.
(Anonimo)

Nec sine te nec tecum vivere possum.
Non posso vivere con te, né senza di te.
(Marziale)

Quos amor verus tenuit, tenebit.
Il vero amore non smetterà mai di legare coloro che ha legato una volta.
(Lucio Anneo Seneca)

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile;
non so, ma è proprio così e mi tormento.
(Catullo)

Qui non zelat non amat.
Chi non è geloso non ama.
(Sant’Agostino)

Illi poena datur qui semper amat nec amatur.
Soffre le pene chi sempre ama e non è amato.
(Publilio Sirio)

Amans quid cupiat scit, quid sapiat non videt.
Chi ama conosce cosa desidera, non vede cosa è saggio.
(Publilio Sirio)

Quid me nutrit me destruit.
Ciò che mi nutre mi distrugge.
(Anonimo)

Amor caecus.
L’amore è cieco.
(Proverbio)

Amantium caeca iudicia sunt.
I giudizi degli amanti sono ciechi.
(Marco Tullio Cicerone)

Qui amant ipsi sibi somnia fingunt.
Gli innamorati si creano da sé i sogni.
(Virgilio)

Non bene, si tollas proelia, durat amor.
Se all’amore togli le piccole liti, non dura.
(Ovidio)

Amantium irae amoris integratio est.
Le ire degli amanti rinnovano l’amore.
(Terenzio)

Difficile est longum subito deponere amorem.
E’ difficile guarire di colpo d’un amore durato a lungo.
(Catullo)

Adgnosco veteris vestigia flammae.
Conosco i segni dell’antica fiamma.
(Virgilio)

Humanum amare est, humanum autem ignoscere est.
E’ umano amare, ed è ancor più umano il perdonare.
(Proverbio)

Nisi qui ipse amavit, aegre amantis ingenium inspicit.
Chi non ha mai amato comprende a stento l’animo di chi ama.
(Tito Maccio Plauto)

Amens nemo magis quam male sanus amans.
Nessuno è più folle di un innamorato folle.
(Detto medievale)

Sed mulier cupido quod dicit amanti,
in vento et rapida scribere oportet aqua.
Ma ciò che la donna dice all’amante bramoso,
bisogna scriverlo nel vento e nell’acqua che scorre.
(Catullo)

Odero, si potero; si non, invitus amabo.
Ti odierò, se potrò; altrimenti ti amerò mio malgrado.
(Ovidio)

Ubi tu Gaius ego Gaia.
Dove tu, Gaio sei, lì io, Gaia, sarò. In italiano si può rendere meglio con “Dovunque tu sia, lì io sarò”.
(Formula matrimoniale latina)

Nemo est amator, quisquis non semper amat.
Nessuno ama, se non ama sempre.
(Aristotele)

Nil difficile amanti puto.
Nulla è difficile a chi ama.
(Marco Tullio Cicerone)

Qui nolet fieri desidiosus, amet:
Chi non vuole diventare inerte, ami
(Ovidio)

Amoris vulnus idem sanat qui facit.
La ferita d’amore la sana chi la provoca.
(Publilio Siro)

Militat omnis amans, et habet sua castra Cupido.
Ogni amante è un guerriero, e Cupido ha il suo accampamento.
(Ovidio)

Oculi occulte amorem incipiunt, consuetudo perficit.
Gli occhi cominciano l’opera dell’amore, e la continua vicinanza la completa.
(Publilio Siro)

Qui pote transferre amorem, pote deponere.
Chi può passare da un amore all’altro, può facilmente abbandonarlo.
(Publilio Siro)

Simulatio amoris pejor odio est.
Fingere amore è peggio che odiare.
(Plinio il giovane)

Iuppiter ex alto periuria ridet amantum.
Giove dall’alto ride degli spergiuri degli amanti.
(Proverbio)

Litore quot conchae, tot sunt in amore dolores.
Quante sono le conchiglie del lido, altrettanto sono in amore i dolori.
(Ovidio)

Quis legem des amantibus? Maior lex amor est sibi.
Chi mai può dar leggi agli amanti? L’amore è al di sopra di tutte le leggi.
(Boezio)

Res est solliciti plena timoris amor.
L’amore è una cosa piena di ansioso timore.
(Ovidio)

Ut ameris, amabilis esto.
Chi vuole amore, deve rendersi amabile.
(Ovidio)

Amor et melle et felle est fecundissimus.
L’amore produce molto miele e fiele.
(Tito Maccio Plauto)

Amans iratus muta mentitur sibi.
Un amante irritato mente molto anche verso sé stesso.
(Publilio Siro)

Amans quid cupiat scit, quid sapiat non vidit.
Un amante conosce ciò che desidera, ma non vede ciò che è saggio.
(Publilio Siro)

Amoris vulnus idem sanat qui facit.
La ferita d’amore la sana chi la provoca.
(Publilio Siro)

Antiquus amor cancer est.
L’antico amore è come un cancro.
(Proverbio)

Fortis est ut mors dilectio, dura sicut infernus aemulatio.
L’amore è forte come la morte, la gelosia dura come l’inferno.
(Proverbio)

Improbe amor, quid non mortalia pectora cogis!
Crudele amore, a che non costringi i cuori dei mortali?
(Virgilio)

In amore haec omnia vitia insunt: iniuriae, suspiciones, inimicitiae, bellum, pax, rursum.
In amore dominano questi mali: le ingiurie, i sospetti, le inimicizie, le tregue, le guerre, le paci.
(Terenzio)

Amori finem tempus, non animus facit.
Il tempo e non la volontà pone fine all’amore.
(Publilio Siro)

Oculi sunt in amore duces.
Gli occhi sono guide in amore.
(Properzio)

Res est solliciti plena timoris amor.
L’amore è una cosa piena di ansioso timore.
(Ovidio)

Amor gignit amorem.
L’amore genera amore.
(Proverbio)

Amor tussique non celatur.
L’amore e la tosse non si possono nascondere.
(Proverbio)

Ama tanquam osurus.Oderis tamquam amaturus.
Ama come se più tardi dovessi odiare. Odia come se più tardi dovessi amare.
(Marco Tullio Cicerone)

Amore nihil mollius, nihil violentius
Niente è più dolce dell’amore, niente è più violento.
(Anonimo)

Semper amorem minui vel crescere constat.
E’ un dato di fatto che l’amore o cresce o diminuisce, mai rimane eguale.
(Proverbio

Amor arma ministrat.
L’amore fornisce le armi.
(Proverbio)

Amor omnibus idem.
L’amore è uguale per tutti.
(Virgilio)

Verus amor nullum novit habere modum.
Il vero amore non ha mai conosciuto alcuna misura.
(Properzio)

Vinculum amoris est idem velle.
Il vero vincolo d’amore sta nel volere le stesse cose.
(Seneca)

Amare nihil aliud est, nisi eum ipsum diligere quem ames, nulla indigentia, nulla utilitate quaesita.
Amare non è altro che scegliere quello cui ti senti voler bene, non per bisogno, né per utilità alcuna.
(Marco Tullio Cicerone)

Amantes amentes.
Gli amanti sono dei pazzi.
(Terenzio)

Amor magister est optimus.
L’amore è un ottimo maestro.
(Plinio il giovane)

Fortis est ut mors dilectio.
L’amore è forte come la morte.
(Cantico dei Cantici)

In Venere semper certat dolor et gaudium.
Nell’amore c’è sempre lotta tra dolore e piacere.
(Publilio Siro)

Quod oculus non videt, cor non desiderat.
Ciò che l’occhio non vede, il cuor non desidera
(Proverbio)

Oculi sunt in amore duces.
In amore siamo guidati dagli occhi.
(Properzio)

Amor, ut lacrima, ab oculo oritur, in pectus cadit.
L’amore, come la lacrima, nasce dagli occhi e cade nel petto (cuore).
(Publilio Siro)

Est in canitie ridicula Venus.
È ridicolo l’amore di un vecchio.
(Proverbio medievale)

Amantis ius iurandum poenam non habet.
Il giuramento dell’innamorato non si può punire.
(Publilio Siro)

Amare iuveni fructus est, crimen seni.
Amare è come un frutto per il giovane, un delitto per il vecchio.
(Publilio Siro)

Amor amara dat.
L’amore dà amarezze.
(Tito Maccio Plauto)

Amare et sapere vix deo conceditur.
Amare ed essere saggio è appena concesso a Giove.
(Publilio Siro)

Quantum oculis, tantum procul ibit amor.
Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.
(Properzio)

Credula res amor est.
L’amore crede a tutto.
(Ovidio)

Felix qui quod amat defendere fortiter audet.
Beato colui che ha l’ardire di difendere ciò che ama.
(Ovidio)

Amator, quasi piscis, nequam est, nisi recens.
L’amante è come il pesce: è cattivo se non è fresco.
(Plauto)

Amor odit inertes.
L’amore odia gli inerti.
(Ovidio)

Nunc te cognovi; quare etsi impensius uror, multo mi tamen es vilior et levior
Adesso so chi sei: e pure se la voglia aumenta, sempre di più mi diventi indifferente, flebile
(Catullo)