Scrittori di aforismi su Twitter, LuTerronPower

Nella sezione Scrittori di aforismi su Twitter l’articolo di oggi è dedicato a @LuTerronPower (Paolo Terron Power). Nella breve nota biografica che mi ha inviato, l’autore scrive di sé: “Salentino doc a 18 anni mi trasferisco a Torino per studiare astrofisica. Figlio di ingegnere, condannato a lavorare in mezzo agli ingegneri, sposato con una cantante e padre di due figli che spero vivamente non si iscrivano a ingegneria. Io e Romina Power non siamo parenti”.

@LuTerronPower si è iscritto a Twitter nel novembre 2011: “Scrivo su Twitter perché non ho più l’età per andare a imbrattare i treni in stazione” afferma ironicamente l’autore, che a proposito del suo account aggiunge: “Il nick Terron Power nasce nel 1999 e non ha a che fare con i super poteri, anzi. Il ‘Lu’ sta per l’articolo ‘il’ in salentino. Il mio posto nel mondo si inserisce tra l’essere il sale della terra e il sale dei terroni. Ogni meridionale ha un pezzetto di Terron Power: è come una vocazione. Oddio, forse sto scrivendo una nuova canzone di Jovanotti”.

Nei suoi giochi di parole e nei suoi paradossi, @LuTerronPower ha questa invidiabile capacità di uscire dagli schemi verbali, ma soprattutto mentali, che troppo spesso imprigionano noi tutti tra le maglie dell’ovvio e del conformismo.

Scrivere tweet diventa per @LuTerronPower un gioco (umoristico ma anche raffinato) di imprevedibili scomposizioni e ricomposizioni, un ripetersi di accostamenti e cortocircuiti insoliti dove i termini (parole e immagini), così ordinati, acquistano un senso “altro”, ma ugualmente logico e forse anche più decifrabile. Così “scaricare la colpa” diventa “il download preferito”, “nei tempi morti” si fanno “le condoglianze”, sugli “Sms” si scrive “Guarda WhatsApp”, “di sensibili” ci sono rimasti “i denti, e così via, in un continuo gioco pirotecnico fatto con una tale naturalezza e spontaneità da farci credere che ogni suo tweet sia facilmente realizzabile. Quando invece è proprio il contrario.

In un mondo in cui tutto è relativo (“Il tempo è relativo ma lo è anche un etto di pasta”), @LuTerronPower ci insegna a fare il cambio dell’ovvio (“Ogni tanto fate il cambio dell’ovvio”) e a guardare il mondo con più leggerezza e ironia, dandoci una mano a scendere dal piedistallo (“Vieni che ti do una mano a scendere dal piedistallo”) e a smontare le nostre granitiche (ma illusorie) convinzioni, (“Poi con calma mi spiegate come mai siete diventati tutti esperti di filologia romanza” o anche “Com’era bello il mondo prima dell’avvento delle soluzioni a problemi che non esistono”).

Presento una raccolta dei migliori tweet di @LuTerronPower

**

@LuTerronPower, Tweet scelti

Scaricare la colpa resta il download preferito.

Si fanno le unghie da Velociraptor e poi non riescono a darti il resto alla cassa.

Se volevo proteggerti nascevo crema solare.

Ecco il testo contenuto nel 97% degli SMS in Italia: “Guarda WhatsApp”

Anno 2036
– e la figa ti piace ancora?
– si ma senza glutine, da coltivazione biologica, con sale iodato, senza caffeina e senza zucchero

– siamo una coppia aperta
– anche di domenica?

Qualche cazzo di scienza dovrà spiegare perché sul divano sei in coma e poi una volta a letto
diventi Di Caprio in the wolf of Wall Street

– cosa fai nei tempi morti?
– le condoglianze.

La donna sarà pure complicata ma comunque meno delle impostazioni sulla privacy di Facebook.

Togliersi dai coglioni è un gesto di sublime sensibilità umana.

Secondo me Gesù è un meridionale.
Come tutti i meridionali, comunque vada, a Natale scende.

Avete detto di no all’olio di palma nei cibi ma nei vostri capelli lo vedo ancora

La NASA compie 60 anni. E sti razzi.

I risvoltini, il borsello e i sandali sono peggio all’inizio, poi la donna si calma.

– scopiamo?
– lo farei con te solo da coniugati
– scopo scopi scopa scopiamo scopate scopano

Di sensibili ci son rimasti i denti.

Quanti “ci sentiamo domani” non avranno un domani.

Non potete darla a bere a chi non ha sete.

Per i testimoni di Geova l’inferno è pieno di citofoni senza tasti.

Vieni che ti do una mano a scendere dal piedistallo.

Ho detto a mia moglie che forse sarebbe il caso di smontare il Presepe. Gesù praticamente gattona già.

Invece di litigare su Twitter andate a bussare sulle angurie per capire quale prendere.

Uomini. “Ho l’umore grigio”.
Donne. “Ho l’umore tra il grigio tortora e il grigio topo”.

2018 e ci sta ancora gente che cambia di continuo la suoneria del cellulare

Salvini si schiera contro il campo Roaming.

Vi dispiace andare a correre anche per me?

Che figo quando dici a due che stanno discutendo: “guardate che state dicendo la stessa cosa”. In realtà non è vero ma lo dici solo perché entrambi hanno rotto i coglioni.

Leggo le frasi sulle confezioni dei biscotti, almeno lì non si parla di politica.

Ti amo + spese di spedizione

Abbiamo attraversato tutti la tentazione di usare le capsule per il caffè.
Ma la Moka è come la mamma

Tieni, ti è caduta la voglia di vivere

Di politica c’è rimasta la Geografia.

Quelli che sono stati in Islanda li riconosci subito. Sono bianchi come un nuovo documento di testo.

Al Rap italiano preferisco il rumore di quando scende la tapparella.

Voglio una vita spericolata e poi metti il cellulare in modalità silenzioso.

Nei barattoli ci vanno pomodori secchi o melanzane sott’olio, non sta moda di merda di metterci il Mojito o lo Spritz.

Siamo del sud, adoriamo la neve perché non la vediamo spesso. Un po’ come quelli del nord con il mare.

Voglio sempre distinguermi dalla massa per accelerazione.

Ho talmente sonno arretrato che potrei convertirlo in minuti illimitati verso fissi e mobili.

Che belle le donne quando si mettono la crema per le mani e hanno quello sguardo perso nel nulla.

Fa talmente freddo che i piedi delle donne sono tiepidi.

Un minuto di silenzio per tutti i caffè morti sul nascere con la risposta: “Se devi farlo solo per me allora non farlo”.

Abbiamo tutti almeno un parente che dice ancora Reclame.

Secondo me la notte non porta più i consigli di una volta

Di umili ci son rimaste le origini.

Nei selfie Belen dal vivo Marine Le Pen.

Che voglia di disegnare un piano perpendicolare a Renzo Piano

C’è sempre una via d’uscita anche senza uscita anche senza via, anche senza sempre, ma c’è.

Nel mio intimo c’è sonno.

Il divano vuole l’aumento.

– mamma sai che sono diventato un Influencer?
– ecco vedi, te l’avevo detto di non uscire senza giacca

Dopo quanti follower non si ritwitta più?

– cosa ti ha insegnato Facebook?
– a scrivere correttamente Zuckerberg

Abbiamo tutti un parente che dice ancora Omnitel.

Trasformo in sonno tutto ciò che tocco.

Belen si è separata, quindi ora è Bel En.

Alle donne non sfugge nulla, revisione dell’auto a parte.

Gli anniversari di amicizia su Facebook sono le penitenze del XXI secolo.

Ho il meridione dentro.

Ho visto donne aprire ed annusare 12 bagnoschiuma diversi e poi scegliere il tredicesimo.

– ti va di uscire?
– ho già fatto Logout

– ti sento lontano
– riavvia Skype

Ti scivola il cellulare dalle mani mentre sei a letto e:
– acquistata app da 7,99
– aperte 3 finestre a tendina
– ayupklbèïø
– tachicardia

Tutti terroni con l’accento degli altri

Troppi smartphone in mani sbagliate

Ma la torcia dello smartphone la utilizzate solo per controllare se avete placche in gola o anche per altro?

Pochi sanno che nell’antichità si usava dire Panta Rei come sinonimo di “staminchia”

Faccio un presepe alternativo. I pastori portano il CV.

Ricordatevi che dietro ogni account c’è una persona che avrebbe dormito almeno 17 ore di seguito

Oggi ho una marcia funebre in più.

– cosa fai a Natale?
– il bue.

I soldi non sono tutto nella vita degli altri.

Entrare in macchina parcheggiata al sole ed è subito apparizione di Paolo Brosio

Comincio a capire i pistacchi chiusi.

Ho smesso di farmi film mentali. Preferisco le serie TV.

Fighi gli anni ’90, non c’erano ancora il Sushi e le fashion blogger

Ho bisogno di un interior design perché devo sistemare il mare dentro

Il tempo è relativo ma lo è anche un etto di pasta

Poi con calma mi spiegate come mai siete diventati tutti esperti di filologia romanza

Agosto è il mese delle chiamate perse

Vedo certi selfie che tornerei volentieri al Nokia 3310

Dopo quante informativa per la privacy si muore?

In Inghilterra hanno la Regina Elisabetta. In Italia abbiamo la Parmigiana di Melanzane sovrana del cielo del mare e della terra

Basta con gli stereotipi sugli uomini meridionali.
Sono le tette che guardano noi.

– su dai, non te ne andare.
– su dai stay o su dai go?

Ogni tanto fate il cambio dell’ovvio

La sera leoni la mattina camioncino dei meloni.

– che palle, è fissato con il calcio.
– ma si, non tifare problemi.

Dopo quanti “basta mangiare” si smette di mangiare?

Invece di fare le Stories su Instagram andate ad imparare le tabelline

La vita va affrontata con filosofia, non con la canotta sotto la camicia

Noi pugliesi siamo ovunque.
Ci sono pugliesi anche nella Galassia di Andromeda che si trova a 2,5 milioni di anni luce.
Fatevene una ragione.

Scusate ma quanto è bello essere meridionali il giorno dell’onomastico?

Per noi meridionali il tempo di natale comincia da quando arriva il pacco da giù

C’è sempre bisogno di qualcuno che mandi avanti la baldracca.

Com’era bello il mondo prima dell’avvento delle soluzioni a problemi che non esistono

Le zanzare schiacciate ad agosto si reincarnano nelle cimici a ottobre

Instagram ha appena firmato le ferie a Fedez e Chiara Ferragni

Comunque il problema non sono le persone, sono i problemi inesistenti delle persone.

Sai, tra i concorrenti del grande fratello potrebbe esserci il futuro premier del quinquennio 2039-2044

Guarda che non sei grassa. Da dopo il Big Bang tutto l’Universo è in continua espansione.

La domenica mattina il bicchiere non può essere né mezzo pieno né mezzo vuoto. I bicchieri sono tutti da lavare.

Come sarebbe a dire che “Parmigiana di Melanzane” non si può usare come secondo nome

Chiedo scusa ma oggi mi infastidiscono anche i neutrini che attraversano il mio corpo

Secondo me anche quelli che parlano di Industria 4.0 non sanno cosa significhi

Tutto come da coglione.

Vi fate più soluzioni che problemi.

Ho talmente sonno arretrato che potrei convertirlo in 67 giorni di ferie

Abbiamo tutti qualcuno che ci mostra le cose come stanno

Ci sono mattine in cui verso le 17.30 puoi dire di esserti veramente svegliato

Non fanno più donne con:
– bionde trecce
– occhi azzurri
– calzette rosse
– gote innocenti come arance rosse
– cantina buia annessa