Frasi, detti e proverbi greci antichi

Qui di seguito una raccolta di frasi, detti e proverbi greci dell’antichità. Questi detti e proverbi greci (si veda ad esempio il famoso “Conosci te stesso” o anche “Tutto scorre”) portano con sé ancora tanta saggezza e un significato che non si è fatto scalfire dal tempo.

Tra i temi correlati si veda Frasi, detti e proverbi latini e Le 90 più belle frasi in latino sull’amore.

**

Frasi, detti e proverbi greci antichi

Conosci te stesso – γνῶθι σεαυτόν, gnōthi seautón
(Sul Tempio di Apollo a Delfi)

Tutto scorre – πάντα ῥεῖ, pánta rheî
(Eraclito)

Vivi nascosto – λάθε βιώσας, láthe biósas)
(Epicuro)

So di non sapere – Έτσι, δεν γνωρίζω, estì den gnōthizo.
(Socrate)

Come volevasi dimostrare – ὅπερ ἔδει δεῖξαι, hóper édei déixai, Quod erat demonstrandum.
(Euclide , a chiosa della dimostrazione dei suoi teoremi)

La vita è breve, l’arte è lunga, l’occasione fuggevole, l’esperimento pericoloso – Ὁ βίος βραχύς, ἡ δὲ τέχνη μακρή, ὁ δὲ καιρὸς ὀξύς, ἡ δὲ πεῖρα σφαλερή, ἡ δὲ κρίσις χαλεπή
(Ippocrate)

L’uomo è la misura di tutte le cose – ἄνθρωπος μέτρον, Ánthrōpos métron.
(Protagora)

L’uomo è per sua natura un animale politico – ζῷον πολιτικόν, Zôion politikòn
(Aristotele)

Si impara soffrendo – πάθει μάθος, páthei máthos
(Eschilo)

La persona analfabeta è come un pezzo di legno non scolpito.

Gli uomini fanno progetti e gli Dei sorridono.

Chi non sopporta la sfortuna è davvero sfortunato.

I secoli si copiano l’un l’altro.

Il potere mostra l’uomo.

L’uomo saggio impara molte cose dai suoi nemici.

Spesso per l’uomo il tacere è il più saggio dei pensieri.

Fai attenzione ai tuoi nemici, perché sono i primi a scoprire i tuoi errori.

L’uomo è un mondo in miniatura.

Molte sono le cose straordinarie, ma non vi è nulla di più straordinario dell’uomo.

Il giorno vede le azioni della notte e ride.

Ascolta le parole che provengono dal cuore.

I fatti sono frutti, le parole sono foglie.

Aspetta il più saggio di tutti i consiglieri, il tempo.

Dove semina la rabbia, miete il pentimento.

Molte astuzie conosce la volpe, una sola, ma grande, il porcospino.

La chiacchiera, che molta gente propaga, non perisce mai completamente.

La pigrizia è la madre di tutti i mali.

La curiosità è l’inizio della sapienza.

Commettere lo stesso peccato due volte non è segno di saggezza.

Se dici ciò che vuoi, devi ascoltare in risposta ciò che non vuoi.

Chi smette di essere amico non lo è mai stato.

Un cuore che ama è sempre giovane.

La verità la puoi conoscere da un bambino o da un pazzo.

Quando il vino è dentro, le parole escono.

Tutte le cose importanti da sapere sono difficili da imparare.

Il tempo è un dottore che guarisce tutti i mali.

Acqua e fuoco non possono mai mescolarsi (a proposito dell’inconciliabilità di alcune cose o persone)

Favore ricevuto, gratitudine finita.

Il discorso è seducente, ma chi parla è inattendibile.

Se la pelle di leone non basta, mettiti quella di volpe (cioè, se non basta la forza, usa l’astuzia)

Meglio imparare tardi, che non farlo affatto.

Le piccole opportunità sono spesso l’inizio di grandi imprese.

Un oratore senza giudizio è un cavallo senza briglie.

Una persona fortunata è una persona che pianta ciottoli e raccoglie patate.

L’uomo che sta annegando si aggrappa ai suoi stessi capelli.

In un attimo, possiamo passare dal sublime al ridicolo.

Quando il fuoco si appiccica alla casa del tuo vicino, la tua è in pericolo.

È la mente che vede e che ode; ogni altra cosa è sorda e cieca.

I retti ragionamenti fanno più presa delle robuste mani.

La lingua per un uomo è un’arma più tagliente della spada.

Gli occhi sono la dimora della vergogna.

Un gregge senza pastore rischia di diventar cibo per i lupi.

Un pesce inizia a puzzare dalla testa.

Un amore inopportuno non è diverso dall’odio.

Meglio ascoltare che parlare molto.

I vasi vuoti fanno molto rumore.

Un lupo potrebbe sposare una pecora prima che succedano talune cose.

Non è possibile frenare un grande sasso quando lo si è lasciato andare dalla mano, né un discorso quando è uscito dalla lingua.

Chiedevano secchi e rifiutavano vasche.

Lo stupido si capisce dalle parole, il vaso dal suono.

Con l’abitudine si crea quasi una seconda natura.

Anche la formica ha la sua collera.

Un uomo cattivo vive a lungo.

Ascolta chi ha quattro orecchie (cioè, ascolta chi ha visto e ascoltato molte cose)

Ma non bisogna che tu decida sull’altare (cioè, non bisogna che tu prenda decisioni quando gli eventi sono in corso)

È buono anche il pane dopo il pane (vale a dire, è buona anche una seconda porzione dopo la prima)

Un rovo secco non si può piegare.
(Non si può far cambiare idea a chi è duro di carattere)