Versetti e frasi della Bibbia per le condoglianze e la perdita di una persona cara

Annunci

I versetti e le frasi della Bibbia sono stati usati nel corso dei secoli per dare senso a una tragedia e per consolare chi ha perso una persona cara.

Presento una raccolta di versetti e frasi della Bibbia per le condoglianze e la perdita di una persona cara.

Tra i temi correlati si veda Frasi di condoglianze per il lutto, Frasi di condoglianze formali per scrivere un telegramma o un biglietto, Frasi di autori celebri per fare le condoglianze e Frasi di condoglianze per un amico.

**

Versetti e frasi della Bibbia per le condoglianze e la perdita di una persona cara

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli. Prendendo allora la parola, li ammaestrava dicendo:
“Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli”.
(Matteo 5: 1-3)

Gesù le disse: “Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me, non morirà mai. Credi tu questo”.
(Giovanni 11:25-26)

In verità, in verità Io vi dico: Chi ascolta la Mia parola e crede a Colui che Mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.
(Giovanni 5:24)

Se viviamo, viviamo per il Signore; e se moriamo, moriamo per il Signore. Sia dunque che viviamo o che moriamo, siamo del Signore.
(Romani 14:8)

I giusti gridano e l’Eterno li esaudisce e li libera da tutte le loro sofferenze. L’Eterno è vicino a quelli che hanno il cuor rotto, e salva quelli che hanno lo spirito contrito.
(Salmi 34:17-18)

Non vogliamo lasciarvi nell’ignoranza, fratelli, circa quelli che sono morti, perché non continuiate ad affliggervi come gli altri che non hanno speranza. Noi crediamo infatti che Gesù è morto e risuscitato.
(Tessalonicesi 4: 13-14)

E prima risorgeranno i morti in Cristo;quindi noi, i vivi, i superstiti, saremo rapiti insieme con loro tra le nuvole, per andare incontro al Signore nell’aria, e così saremo sempre con il Signore.
(Tessalonicesi 4: 17-18)

La mia carne e il mio cuore possono venir meno, ma Dio è la rocca del mio cuore e la mia parte di eredità, in eterno.
(Salmi 73:26)

Agli occhi degli stolti parve che morissero; la loro fine fu ritenuta una sciagura, la loro partenza da noi una rovina, ma essi sono nella pace.
(Sapienza 3:2-3)

Infatti, poiché per mezzo di un uomo è venuta la morte, così anche per mezzo di un uomo è venuta la resurrezione dei morti. Poiché, come tutti muoiono in Adamo, così anche in Cristo saranno tutti vivificati.
(Prima lettera ai Corinzi 15:21-22)

Così sarà della risurrezione dei morti. Il corpo è seminato corruttibile e risuscita incorruttibile; è seminato ignobile e risuscita glorioso; è seminato debole e risuscita potente; è seminato corpo naturale e risuscita corpo spirituale. Se c’è un corpo naturale, c’è anche un corpo spirituale.
(Prima Lettera ai Corinzi, 15:42-44)

Perché la nostra momentanea, leggera afflizione ci produce un sempre più grande, smisurato peso eterno di gloria, mentre abbiamo lo sguardo intento non alle cose che si vedono, ma a quelle che non si vedono; poiché le cose che si vedono sono per un tempo, ma quelle che non si vedono sono eterne.
(Seconda Lettera ai Corinzi, 4:17-18)

Neanche possono più morire perché sono simili agli angeli e son figli di Dio, essendo figli della risurrezione.
(Luca 20:36)

Non ti ho io comandato: Sii forte e coraggioso? Non temere dunque e non spaventarti, perché è con te il Signore tuo Dio, dovunque tu vada
(Giosuè 1: 9)

Annunci

Se cade, non è però atterrato, perché l’Eterno lo sostiene per la mano.
(Salmi 37:24)

Beati coloro che piangono, perché saranno consolati.
(Matteo 5:4)

Il vostro cuore non sia turbato; abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me!
(Giovanni 14:1)

Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore; se no, vi avrei detto forse che io vado a prepararvi un luogo? Quando sarò andato e vi avrò preparato un luogo, tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi
(Giovanni 14:2-3)

Carissimi, ora siamo figli di Dio, ma non è stato ancora manifestato ciò che saremo. Sappiamo che quand’egli sarà manifestato saremo simili a lui, perché lo vedremo com’egli è.
(Giovanni 3:2)

Il giusto muore, e nessuno vi bada; gli uomini buoni sono tolti di mezzo, e nessuno considera
che il giusto è tolto di mezzo per sottrarlo ai mali che sopraggiungono.
Egli entra nella pace; quelli che hanno camminato per la retta via riposano sui loro letti.
(Isaia 57: 1-2)

Non temere, poiché io sono con te; non scoraggiarti, perché io sono il tuo Dio; Ti rafforzerò, ti aiuterò, ti sosterrò con la mia giusta mano destra.
(Isaia 41:10)

Così anche voi siete ora nel dolore; ma io vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno vi toglierà la vostra gioia.
(Giovanni 16:22)

Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e la tua verga mi danno sicurezza.
(Salmi 23:4)

Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte,
io non temerei alcun male,
perché tu sei con me;
il tuo bastone e la tua verga mi danno sicurezza.
(Salmi 24:4)

Cristo Gesù è colui che è morto e, ancor più, è risuscitato, è alla destra di Dio e anche intercede per noi. Chi ci separerà dall’amore di Cristo?
(Romani 8:34-35)

Né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né altezza, né profondità, né alcun’altra creatura potranno separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.
(Romani 8:39)

Si asciugherà ogni lagrima dagli occhi loro e la morte non sarà più; né ci saran più cordoglio, né grido, né dolore, poiché le cose di prima sono passate.
(Apocalisse 21:4)

E quelli che conoscono il tuo nome confideranno in te, perché, o Eterno, tu non abbandoni quelli che ti cercano.
(Salmi 9:10)

Annunci