Frasi sul Capodanno e l’Anno Nuovo scritte da autori famosi

Capodanno Autori Famosi - Aforisticamente
Capodanno Autori Famosi - Aforisticamente

Ogni anno arriva l’appuntamento con le frasi di “Buon Anno” da inviare a compagni, amici e parenti. Per non farti trovare impreparato scorri i migliori pensieri, aforismi e auguri di Buon Anno.

A volte bastano degli auguri semplici, come “Buon Anno” o “Ti auguro un anno speciale. Di felicità, gioia e desideri!“, altre volte invece si vorrebbe scrivere qualcosa di più originale e profondo, tratto dai libri di autori famosi.

Qui di seguito puoi trovare 50 pensieri e frasi sul Capodanno e l’Anno Nuovo di autori famosi e celebri. Tra i temi correlati si veda Auguri di Buon Anno, le frasi più belle, Frasi, aforismi e battute divertenti sul Capodanno e Le 25 poesie più belle sul Capodanno e l’Anno Nuovo.

**

Frasi sul Capodanno e l’Anno Nuovo scritte da autori famosi

La speranza sorride alla soglia dell’anno che viene e sussurra: “Sarà più felice”.
(Alfred Lord Tennyson)

Anche l’anno appena trascorso cade nel limbo silenzioso del passato. Lascialo perdere, perché era imperfetto, e grazie a Dio può svanire per sempre.
(Brooks Atkinson)

Voglio che ogni mattino sia per me un capodanno. Ogni giorno voglio fare i conti con me stesso, e rinnovarmi ogni giorno.
(Antonio Gramsci)

Le parole dell’anno trascorso
Appartengono al linguaggio dell’anno trascorso
E le parole dell’anno a venire attendono un’altra voce.
(Thomas Stearns Eliot)

E ora diamo il benvenuto al nuovo anno. Pieno di cose che non ci sono mai state.
(Rainer Maria Rilke)

È capodanno:
tra il cielo e la terra
inizia l’armonia.
(Masaoka Shiki)

Cosa posso dirvi per aiutarvi a vivere meglio
in questo nuovo anno?
Sorridetevi
gli uni gli altri;
sorridete a vostra moglie
a vostro marito
ai vostri figli
alle persone con le quali lavorate
a chi vi comanda;
sorridetevi a vicenda;
questo vi aiuterà a crescere nell’amore
perchè il sorriso è il frutto dell’amore.
(Madre Teresa di Calcutta)

Un ottimista sta in piedi fino a mezzanotte per vedere l’Anno Nuovo. Un pessimista sta in piedi fino a mezzanotte per essere sicuro che l’anno vecchio sia passato.
(Bill Vaughan)

– Lo sapevo che avevo ragione. Lo sapevo! C’è già stato un giorno come oggi nel 1935. Questo non è per niente un anno nuovo! E’ un anno usato! Scriverò una dura lettera di protesta…
– Chi è che si occupa degli anni?
(Peanuts, Charles M. Schulz)

E così eccoci all’ultimo dell’anno… Un altro anno se ne è andato e cosa ho realizzato quest’anno che non abbia realizzato gli anni passati? Nulla! Che coerenza, eh?
(Peanuts, Charles M. Schulz)

Indovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.
(Gianni Rodari)

Sii sempre in guerra con i tuoi vizi, in pace con i tuoi vicini, e lascia che ogni nuovo anno ti trovi un uomo migliore.
(Benjamin Franklin)

Scrivi sul tuo cuore che ogni giorno è il giorno più bello dell’anno.
(Ralph Waldo Emerson)

Capodanno è il momento in cui si guarda verso nuovi orizzonti, si pensa ai nuovi sogni da realizzare, a riscoprire la forza e la fede, a gioire dei piaceri semplici e attrezzarsi per tutte le nuove sfide.
(Stephen Littleword)

L’obiettivo del nuovo anno non dovrebbe essere quello di avere un nuovo anno. Piuttosto, dovremmo avere una nuova anima e un nuovo naso; piedi nuovi, una nuova spina dorsale, nuove orecchie e nuovi occhi.
(Gilbert Keith Chesterton)

Nessuno ha mai considerato il primo di gennaio con indifferenza. È ciò da cui ognuno data il proprio tempo, e su cui conta ciò che rimane.
(Charles Lamb)

Se mi si chiedesse il mio proposito per il nuovo anno, sarebbe scoprire chi sono.
(Cyril Cusack)

La televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando
sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno,
ogni Cristo scenderà dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno.
(Lucio Dalla, L’anno che verrà)

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità.
(Lucio Dalla, L’anno che verrà)

Passeggere: “Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?”
Venditore: “Speriamo.”
(Giacomo Leopardi, “Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere”)

L’amore è sempre
vigilia.
Ha in sé
l’Anno Nuovo
dell’anima.
(Andrej Voznesenskij)

Per il nuovo anno vi auguro ponti, vertigini e orizzonti.
(Fabrizio Caramagna)

Il capodanno è il compleanno di tutti.
(Charles Lamb)

La fine dell’anno non è né una fine, né un inizio, ma un corso, con tutta la saggezza che l’esperienza può infondere in noi.
(Hal Borland)

Domani è la prima pagina bianca di un libro di 365 pagine. Scrivi un capolavoro.
(Brad Paisley)

Il tempo non ha divisioni per segnare il suo passaggio, non c’è mai una tempesta di tuoni o squilli di trombe per annunciare l’inizio di un nuovo mese o anno. Anche quando inizia un nuovo secolo siamo solo noi mortali che suoniamo le campane e spariamo a salve.
(Thomas Mann)

Il primo giorno del Nuovo Anno: un fresco inizio. Un nuovo capitolo nella vita che attende di essere scritto. Nuovi quesiti da risolvere, da abbracciare e da amare, nuove risposte da scoprire e da vivere.
(Sarah Ban Breathnach)

Delusioni, cuori spezzati, sorrisi finti, abbracci non dati, occasioni perse, promesse non mantenute, mettete tutto da parte e lasciate spazio a questo nuovo anno…
(Fabrizio Caramagna)

Alla fine, ciò che conta non sono gli anni della tua vita, ma la vita che metti in quegli anni.
(Abraham Lincoln)

Comincia questo meraviglioso anno nuovo credendo. Credi in te stesso. E credi che ci sia una sorgente d’amore – un dispensatore di sogni – che aspetta solo che tu gli chieda di aiutarti al fine di realizzare tutto quello che desideri.
(Sarah Ban Breathnach)

La vita è una serie di cambiamenti naturali e spontanei. Non li resistere. Resisterli crea solo dolore. Che la realtà sia la realtà. Lasciate che le cose fluiscano spontaneamente in avanti nel modo che vogliono
(Lao Tzu)

Un altro anno è passato:
per ciò che abbiamo vissuto “grazie!”, al futuro “si!”
Malgrado tutto continuiamo a sognare!
(Enzo Bianchi)

Primo proposito, rinnovabile 365 giorni all’anno: commettere errori di felicità.
(Massimo Bisotti)

Buon anno a tutte le cose:
al mondo! al mare! alle foreste!
Buon anno a tutte le rose
che l’inverno prepara in segreto.
Buon anno a tutti coloro che mi amano
e stanno ad ascoltarmi…
E buon anno, nonostante tutto, anche a tutti coloro che non mi amano.
(Rosemonde Gérard)

“Con quale desiderio Lei entra nell’anno nuovo?”
“Con il desiderio di essere risparmiato da domande del genere”.
(Karl Kraus)

Augurarsi e augurare che l’anno nuovo risulti migliore del precedente è consuetudine antica. E significativa. Ci dice come in tutta la storia dell’umanità non ci sia mai stato un anno così ben riuscito da chiedergli il bis.
(Pino Caruso)

L’anno nuovo nasce sempre con un pericoloso precedente: l’anno vecchio.
(Pino Caruso)

Chi può determinare dove finisce il vecchio e comincia il nuovo? Non è un giorno di festa, non è un compleanno né un capodanno. È un evento grande o piccolo. Qualcosa che ci cambia e che idealmente ci dà speranza. Un nuovo modo di vivere e di vedere il mondo, liberarsi delle vecchie abitudini, dei vecchi ricordi. La cosa importante è non smettere mai di credere che si può sempre ricominciare. Ma c’è un’altra cosa importante da ricordare. In mezzo a tanto schifo ci sono alcune cose alle quali vale la pena di aggrapparsi.
(dalla serie tv Grey’s Anatomy)

Salutiamo insieme questo nuovo anno che invecchia la nostra amicizia senza invecchiare il nostro cuore.
(Victor Hugo)

Un anno è finito. Si è tagliata via una fetta al tempo, e il tempo resta intero.
(Jules Renard)

Il Capodanno è un’innocua istituzione annuale, utile solo come scusa per bevute promiscue, telefonate di amici e stupidi propositi.
(Mark Twain)

Anno. Una serie di trecentosessantacinque delusioni.
(Ambrose Bierce)

La gioventù è quando è permesso di restare alzati fino a tardi la vigilia di Capodanno. La mezza età è quando si è costretti.
(Bill Vaughan)

Filastrocca di Capodanno
fammi gli auguri per tutto l’anno:
voglio un gennaio col sole d’aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile;
voglio un giorno senza sera,
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore del pesco;
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.
(Gianni Rodari)

– Pretendi sempre che la gente faccia proponimenti per il nuovo anno! Perché dobbiamo fare proponimenti proprio il primo gennaio? Cosa c’è che non va nel sedici maggio o nel ventitré settembre? Perché il primo gennaio?
– Suona meglio!
(Charles M. Schulz, Peanuts)

Il mese di gennaio è quello in cui si fanno gli auguri ai propri amici. Gli altri mesi sono quelli in cui gli auguri non si realizzano.
(Georg Lichtenberg)

La folla che si prepara alla baldoria lo disorienta. Non sa più dove stare, si sente a disagio dappertutto, è di cattivo umore; brontola e beve dove gli capita, cercando un angolo non ancora invaso dagli altri. È il 31 dicembre.
(Georges Simenon)

Esplodeva il nuovo anno: un caos di fango e di neve attraversato da mille carrozze, scintillante di giocattoli e di dolci, brulicante di cupidigia e di disperazione, la grande città nel suo delirio ufficiale, fatto apposta per sconvolgere il cervello anche al più renitente dei solitari.
(Charles Baudelaire)

Scommetto che dal canto suo l’anno che viene spera che sia la gente a essere migliore.
(Quino, Mafalda)

Tutti gli anni sono stupidi. È una volta passati che diventano interessanti.
(Cesare Pavese)

La meraviglia dei colori di Natale e Capodanno.
Hai una folle nostalgia di qualcosa che poteva accadere.
Era così vicino.
Sbirciavi dalla finestra, in punta di piedi.
(Slavko Mihalić)

Il vecchio anno è passato. Lasciate che il passato morto seppellisca la propria morte. Il nuovo anno ha preso possesso dell’orologio del tempo. Tutti acclamano i compiti e le possibilità dei prossimi dodici mesi!
(Edward Payson Powell)

Quanto dura un amore non corrisposto? Mesi, anni, anche lustri… Il bello di un anno non corrisposto è che dura solo un anno.
(Fabrizio Caramagna)

Certi anni andrebbero accorciati.
Gennaio. Dicembre. E il niente in mezzo.
Per lasciarseli alle spalle
il più velocemente possibile.
(Fabrizio Caramagna)

Ok, l’anno sta finendo. Ma perché ce ne dev’essere subito un altro, senza nemmeno una pausa?
(Maurizio Manco)

Se, l’ultima volta, l’anno fosse riuscito bene, non ricomincerebbe.
(Jean Paulhan)