Frasi, citazioni e aforismi sull’estasi

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’estasi. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla meditazione, Frasi, citazioni e aforismi su Dio, Frasi, citazioni e aforismi sugli angeli e Frasi, citazioni e aforismi sull’arte.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’estasi

Estasi

L’anima si nutre d’estasi come la cicala di rugiada.
(Anatole France)

Toglietemi tutto, ma lasciatemi l’Estasi
Ed io sarò più ricca allora, di tutti i miei Simili.
(Emily Dickinson)

Durante le estasi ci si denuda per vedere l’assoluto.
(Alda Merini)

L’estasi fa naufragare il tempo: apre un varco dove si introduce l’eternità.
(Fabrizio Caramagna)

C’è una gioia nei boschi inesplorati,
C’è un’estasi sulla spiaggia solitaria,
C’è vita dove nessuno arriva vicino al mare profondo,
e c’è musica nel suo boato. Io non amo l’uomo di meno, ma la Natura di più.
(George Byron)

Fiori di pruno:
è un’estasi
la mia primavera
(Kobayashi Issa)

L’estasi è un linguaggio che l’uomo ha completamente dimenticato. È stato costretto a dimenticarlo, è stato spinto a dimenticarlo. La società è contro l’estasi e così la civiltà.
(Osho)

Ogni bambino nasce nell’estasi, l’estasi è la sua natura, non è qualcosa che accade solo ai grandi saggi. E’ qualcosa che ognuno porta con sé quando viene al mondo; è l’essenza di tutti, è l’intima essenza della vita; è parte dell’essere vivi. La vita è estasi.
(Osho)

La bellezza è estasi; è semplice come il desiderio del cibo. Non si può dire altro sostanzialmente, è come il profumo di una rosa: lo puoi solo odorare.
(William Somerset Maugham)

Ancora bambino, io ho sentito nel mio cuore due sentimenti contraddittori: l’orrore della vita e l’estasi della vita.
(Charles Baudelaire)

La realtà non mi impressiona. Io credo solo nell’ebrezza, nell’estasi, e quando la vita ordinaria mi incatena, scappo, in un modo o nell’altro. Nessun muro mi può bloccare.
(Anaïs Nin)

Desideriamo tutti quel brivido travolgente fatta di labbra, mani e pelle. Quel senso di estasi che vale la pena provare.
(Fabrizio Caramagna)

La grande arte è fatta per suscitare, creare l’estasi. Più fine la qualità di questa estasi, più fine l’arte. Solo l’arte minore si contenta del piacevole.
(Ezra Pound)

Temporale estivo, profumo di terra, vento che accarezza i capelli, pioggia che bacia le labbra. Estasi o estate dei sensi.
(alemarsia, Twitter)

Sorgi, o giorno! Danzano gli atomi di polvere
e le anime, liete, in estasi sante danzano.
(Rumi)

Che sinfonie, che estasi in potenza per un artista davanti alla gamma meravigliosa dei nostri sensi.
(Eugène Cloutier)

Non c’è niente di più toccante che lo sguardo estasiato di un bambino davanti a un fiore salvo, forse, il vedere un adulto fare altrettanto.
(Yvon Deveault)

Chi di notte, dormendo, sogna, conosce un genere di felicità ignota al mondo della veglia: una placida estasi e un riposo del cuore che sono come il miele sulla lingua.
(Karen Blixen)

C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. E il paradosso di vivere è tale che questa estasi arriva quando si è sommamente vivi e viene come un totale oblio dell’essere vivi. Questa estasi, questo dimenticarsi di vivere, viene all’artista fuori di sé colto da una vampata di passione; viene durante la battaglia campale al soldato pazzo di guerra quando rifiuta la tregua.
(Jack London)

In un’estasi mi apparve un angelo tangibile nella sua costituzione carnale e era bellissimo; io vedevo nella mano di questo angelo un dardo lungo; esso era d’oro e portava all’estremità una punta di fuoco. L’angelo mi penetrò con il dardo fino alle viscere e quando lo ritirò mi lasciò tutta bruciata d’amore per Dio. […] Nostro Signore, il mio sposo, mi procurava tali eccessi di piacere da impormi di non aggiungere altro oltre che a dire che i miei sensi ne erano rapiti.
(Santa Teresa d’Avila)

L’occhio nel quale io vedo Dio è lo stesso occhio in cui Dio mi vede.
(Meister Eckart, riferendosi alle sue estasi)

Rapito in estasi, nel giorno del Signore, udii dietro di me una voce potente, come di tromba, che diceva: Quello che vedi scrivilo in un libro e mandalo alle sette Chiese.
(Apocalisse di Giovanni)

Per lo spirito, essere al lavoro, significa essere in estasi.
(Victor Hugo)

E per un istante raggiunsi l’estasi che avevo sempre desiderato conoscere: consisteva nell’entrare di netto nelle ombre eterne superando il tempo cronologico e nell’osservare stupefatto da lontano lo squallore del regno mortale, nella sensazione della morte che mi incalzava spingendomi ad andare avanti, con un fantasma alle spalle che la incalzava a sua volta, e correvo verso un trampolino dal quale si tuffavano gli angeli per lo volare nello spazio sacro del vuoto della non-creazione, nel potente e inconcepibile fulgore che si sprigionava dalla luminosa Essenza della Mente, con gli innumerevoli regni dell’oblio che si aprivano nel magico firmamento del paradiso.
(Jack Kerouac)

Sono il vuoto, non sono diverso dal vuoto, né il vuoto è diverso da me; in realtà il vuoto sono io.
(Jack Kerouac)

L’arte e la religione sono, dopo tutto, due strade attraverso le quali gli uomini fuggono dalla realtà concreta nel desiderio dell’estasi.
(Clive Bell)

Ti sento nei miei sensi e sento che i miei sensi non sanno che obbedire alla tua chiamata.Ora, vedi, ho l’estasi del tuo possesso vero e solitario come volevo e insieme ho l’angoscia di aver perduto una parte di me.
(Gabriele D’annunzio)

Solo il battito all’unisono del sesso e del cuore può creare l’estasi.
(Anaïs Nin)

Per un istante d’estasi
noi paghiamo in angoscia
una misura esatta e trepidante
proporzionata all’estasi.
Per un’ora diletta
compensi amari d’anni,
centesimi strappati con dolore,
scrigni pieni di lacrime.
(Emily Dickinson)

Il sesso non significa nulla – solo un momento di estasi, che si infiamma e muore in pochi minuti.
(Philip Larkin)

L’uomo desidera l’eternità ma può averne soltanto il surrogato: l’attimo dell’estasi.
(Milan Kundera)

Fra la Noia e l’Estasi si svolge tutta la nostra esperienza del tempo.
(EM Cioran)

Scrivimi quante sono le note
nell’estasi del nuovo pettirosso
tra i rami stupefatti
quanti passetti
fa la tartaruga
Quante coppe di rugiada beve
l’ape
(Emily Dickinson)

Il Sole, focolare di tenerezza e vita,
Versa amore bruciante alla terra estatica.
(Arthur Rimbaud)

Chi ha delle estasi, delle visioni, chi scambia i sogni per la realtà è un entusiasta. Chi sostiene la propria follia con l’omicidio è un fanatico.
(Voltaire)

La gioia ineffabile di perdonare e di essere perdonati costituisce un’estasi che potrebbe suscitare l’invidia degli dei.
(Elbert Hubbard)

La comprensione è una specie di estasi.
(Carl Sagan)

E’ una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all’estasi
O alla disperazione.
(Emily Dickinson)

La musica mi porta in luoghi di illimitata sensualità e gioia insensata, mi permette di accedere a momenti di estasi che nessun amante angelica potrebbe mai darmi.
(Stephen Fry)

Mi chiedo se uno Stradivari provi la stessa estasi del violinista, quando questi gli carpisce dal cuore una singola nota perfetta.
(Dal film Don Juan De Marco, maestro d’amore)

La musica esiste solo fintantoché dura l’ascolto, come Dio finché dura l’estasi. L’arte suprema e l’essere supremo hanno questo in comune: dipendono interamente da noi.
(E.M. Cioran)

La musica di Bach è un’estasi che crea e rende credibili gli Dei e l’Infinito.
(Francisco Rodriguez Barrientos)

La fantasia è una forza della natura. Non basta questo a riempire un uomo di estasi? Fantasia, fantasia, fantasia.
(Saul Bellow)

Quasi tutte le opere sono fatte con sprazzi di imitazione, brividi appresi ed estasi plagiate.
(E.M. Cioran)

Niente legami, neppure con noi stessi! Liberi da noi stessi e dagli altri, contemplativi privi di estasi, pensatori privi di conclusioni, vivremo, liberi da Dio, il piccolo intervallo che le distrazioni dei carnefici concedono alla nostra estasi da cortile.
(Fernando Pessoa)

Nessun piacere, nessun peccato, nessuna estasi è più intensa dell’aria condizionata.
(Dal film Dogma)

Chi muore d’estasi si guarda bene dal resuscitare.
(Stanislaw Jerzy Lec)

La velocità è la forma di estasi che la rivoluzione tecnologica ha regalato all’uomo.
(Milan Kundera)

Non siamo più nel dramma dell’alienazione, ma siamo nell’estasi della comunicazione.
(Jean Baudrillard)

Posso dire di avere conosciuto giorni d’estasi tra gli anni 15 e 20 della mia vita, per virtù delle matematiche, e quando mi capita di poter ricordare quei giorni, quelle semplici immagini, quelle costruzioni di modelli impenetrabili alla malinconia, alle lacrime, alle debolezze del sesso e del cuore, un incanto inesprimibile, una pena soave, una musica accorata mi quieta tutte le voglie.
(Leonardo Sinisgalli)

Non mi sentivo chiamato a lasciare il mondo e a ritirarmi in un convento, ma a vivere nel mondo ed amare le cose del mondo, non per esse stesse, per l’Infinito che è in loro. Se in quei momenti di estasi fossi realmente stato tutt’uno con l’Assoluto e se ciò che dicevano era vero, niente poteva toccarmi, e, uscito dal karma della mia vita presente, non sarei più tornato in questo mondo. Quel pensiero mi sconcertò. Desideravo vivere di nuovo e poi di nuovo ancora. Ero pronto ad accettare qualunque genere di vita, anche se piena di dolori e sofferenze; sentivo che solo una serie infinita di vite poteva soddisfare la mia avidità, il mio vigore e la mia curiosità.
(William Somerset Maugham)

Annunci