Frasi, citazioni e aforismi sull’inconscio

Presento una raccolta di Frasi, citazioni e aforismi sull’inconscio. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla psicoanalisi, Frasi, citazioni e aforismi sulla mente e il cervello, Frasi, citazioni e aforismi di Sigmund Freud e Frasi, citazioni e aforismi di Carl Gustav Jung.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’inconscio

Inconscio

Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino.
(Carl Gustav Jung)

L’inconscio è un particolare regno della psiche con impulsi di desiderio propri, con una propria forma espressiva e con propri caratteristici meccanismi psichici che non vigono altrove.
(Sigmund Freud)

Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di ciò che siamo a nostra insaputa.
(Luigi Pirandello)

L’analisi, rendendo cosciente l’inconscio personale, rivela all’individuo cose che egli di regola già conosceva negli altri, ma non in sé stesso.
(Carl Gustav Jung)

In misura considerevole la gente fallisce perché vuole fallire. Vuole punire se stessa per una ragione o per l’altra. Nel subconscio, ci sono persone che non vogliono vincere.
(Alpesh B. Patel)

Anche se hai represso qualcosa, dall’inconscio continuerà a muovere i tuoi fili; ti manterrà in un perenne stato conflittuale, vivrai in un perenne subbuglio interiore; dentro di te continuerà una guerra civile. Rimarrai teso, ansioso, preoccupato, e avrai sempre paura.
(Osho)

Se non capiamo le immagini dell’inconscio, o rifiutiamo la responsabilità morale che abbiamo nei loro confronti, vivremo una vita dolorosa.
(Carl Gustav Jung)

L’inconscio è un particolare regno della psiche con impulsi di desiderio propri, con una propria forma espressiva e con propri caratteristici meccanismi psichici che non vigono altrove.
(Sigmund Freud)

In generale, i comportamenti umani sono motivati da forze inconsce, qualunque siano le spiegazioni razionali che attribuiamo loro in seguito. (Alejandro Jodorowsky)

L’inconscio si vendica di notte.
(Louis Scutenaire)

È incredibile come l’inconscio lavori separato dalla ragione, sa già tutto prima.
(Antonio Amurri)

Finché il tuo inconscio non sarà convinto che le conseguenze dell’azione saranno dannose in misura tale da non giustificare un piacere immediato, ci sarà ben poco da fare per vincere il conflitto.
(Matteo Mainetti)

Quando la mente conscia e la mente inconscia sono in conflitto, l’inconscio vince sempre, senza eccezione.
(Matteo Mainetti)

L’inconscio non è soltanto male, ma è anche la sorgente del bene più alto; non è solo buio ma anche luce, non solo bestiale, semi-umano, demoniaco, ma sovrumano, spirituale e, nel senso classico del termine, “divino”.
(Carl Gustav Jung)

Le emozioni umane nascono dalle stesse acque abissali, anche se in superficie si manifestano a volte con cavalloni selvaggi, a volte con lievi increspature.
(Sándor Márai)

La nostra vita è composta in gran parte dai sogni, dall’inconscio. E bisogna metterli in collegamento con il nostro agire.
(Anais Nin)

Com’è debole e misera l’anima nostra, senza difesa contro i risvegli e gli assalti di quanto men nobile e men puro dorme nella oscurità della nostra vita inconsciente, nell’abisso inesplorato ove i ciechi sogni nascono dalle cieche sensazioni! Un sogno può avvelenare un’anima; un sol pensiero involontario può corrompere una volontà.
(Gabriele D’Annunzio)

L’inconscio è il mare del non dicibile, dell’espulso fuori dai confini del linguaggio, del rimosso in seguito ad antiche proibizioni.
(Italo Calvino)

L’interpretazione del sogno è la via regia che porta alla conoscenza dell’inconscio nella vita psichica.
(Sigmund Freud)

Colui che soffre di coazioni e proibizioni si comporta come se soggiacesse a una coscienza di colpa di cui tuttavia non sa nulla, a una coscienza di colpa, dunque, che dobbiamo definire inconscia, nonostante l’apparente contraddizione di termini.
(Sigmund Freud)

La nostra terapia opera trasformando in conscio ciò che è inconscio, e sortisce qualche effetto solo nella misura in cui è in condizioni di effettuare questa trasformazione.
(Sigmund Freud)

Di regola, le grandi decisioni della vita umana hanno a che fare più con gli istinti e altri misteriosi fattori inconsci che con la volontà cosciente, le buone intenzioni, la ragionevolezza.
(Carl Gustav Jung)

Quello che cerco non è né la realtà né l’irrealtà, ma l’inconscio, il mistero dell’istinto nella razza umana.
(Amedeo Modigliani)

L’inconscio è un elemento molto importante dell’arte moderna e penso che le pulsioni dell’inconscio abbiano grande significato per chi guarda un quadro.
(Jackson Pollock)

L’arte è un matrimonio del conscio e dell’inconscio.
(Jean Cocteau)

Stiamo parlando della lotta per trascinare un pensiero fuori dalla poltiglia dell’inconscio in una sorta di grammatica e sintassi del senso umano; ogni tentativo significa ricominciare con il linguaggio. ricominciare con la precisione.
(Anne Carson)

Ciò che è caduto una volta nell’inconscio vi viene trattenuto, ne soffra o non ne soffra la coscienza.
(Carl Gustav Jung)

L’inconscio è la coscienza del caos.
(Roberto Gervaso)

Come oltre l’individuo esiste una società, così oltre la nostra psiche personale esiste una psiche collettiva, l’inconscio collettivo, che cela parimenti in sé grandi attrattive.
(Carl Gustav Jung)

Hanno la stampa, hanno la Borsa, ora hanno anche il subconscio!
(Karl Kraus)

Non credo che i nostri successi terapeutici possano competere con quelli di Lourdes; le persone che credono ai miracoli della Santa Vergine sono molto più numerose di quelle che credono all’esistenza dell’inconscio.
(Sigmund Freud)

Anche con molti uomini colti non si può parlare di Inconscio senza venir tacciati di misticismo. L’angoscia è giustificata perché la nostra visione razionale del mondo, con le sue certezze scientifiche e morali ardentemente credute (perché dubbiose), è scossa dai dati dell’altra parte.
(Carl Gustav Jung)

L’inconscio è quel capitolo della mia storia che è segnato da un vuoto o occupato da una menzogna: è il capitolo censurato.
(Jacques Lacan)

L’inconscio è il discorso dell’altro.
(Jacques Lacan)

Il subconscio è controllato dall’istinto di sopravvivenza e perciò spesso è piú razionale del pensiero cosciente.
(Jo Nesbø)

La scuola psicoanalitica ha potuto anche affermare che non c’è nessuno che in fondo creda alla propria morte, o, ciò che equivale, che nel suo inconscio ognuno di noi è convinto della propria immortalità.
(Sigmund Freud)

Spiegare l’inconscio è un bel compito per la coscienza. L’inconscio non fa sforzi e al massimo riesce a confondere la coscienza.
(Karl Kraus)

Il mio inconscio mi tradisce: esce con la coscienza di un altro.
(Mauro Parrini)

Tutto ciò che nell’uomo è originario, e perciò genuino, agisce, come le forze della natura, in modo inconscio. Ciò che è passato attraverso la coscienza è, appunto perciò, diventato una rappresentazione.
(Arthur Schopenhauer)

Ogni sera, scrivi le sei cose più importanti che devi fare il giorno successivo. Poi mentre dormi il tuo subconscio lavorerà sul modo migliore per realizzarle. Il giorno dopo andrà tutto molto più liscio.
(Tom Hopkins)

La mia vita è la storia di un’autorealizzazione dell’inconscio.
(Carl Gustav Jung)