Frasi, citazioni e aforismi sullo scoiattolo

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sullo scoiattolo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla natura, Frasi, citazioni e aforismi sugli animali e Frasi, citazioni e aforismi sul bosco.

**

Frasi, citazioni e aforismi sullo scoiattolo

Come si fa a non simpatizzare con animaletti graziosi come gli scoiattoli? Sono dei mattacchioni matricolati, allegri, divertenti, capaci di mille spericolate acrobazie.
(Isabella Lattes Coifmann)

E’ lo scoiattolo che porta la sua coda o è la coda che porta lo scoiattolo?
(Fabrizio Caramagna)

Gli scoiattoli hanno il colore degli alberi e dello zucchero bruciato. Con quelle loro orecchie appuntite devono sentire e ascoltare ogni cosa, anche le strisce di sole che si spostano nel parco.
Quando si avvicinano hanno sempre quell’aria vibrante, guardano davanti e dietro e ai lati, e tremano come se ci fosse il vento dentro il loro corpo.
Tutto quello che fanno lo fanno con un silenzio soprannaturale sprovvisto di qualsiasi peso e quando mangiano una nocciola hanno un movimento rapido e la nocciola sparisce in un istante. Come se non ci fosse mai stata.
(Fabrizio Caramagna)

Quando è lassù sull’albero, lo scoiattolo si accorge di aver dimenticato qualcosa in basso. E quando è in basso, si accorge di aver dimenticato qualcosa lassù in alto. Così, da mattino a sera, lo scoiattolo sale e scende veloce dall’albero, senza mai ricordare davvero che cosa ha dimenticato.
(Fabrizio Caramagna)

Gli scoiattoli hanno parecchi nidi, per dormire e giocare, meglio del Barone rampante di Calvino che non per nulla era detto “lo scoiattolo della penna”. Scendono a terra solo ogni tanto aiutandosi con le unghie affilate, per raccogliere cibo. Gli scoiattoli devono sfangarsela anche d’inverno, perché pur appartenendo alla stessa famiglia delle marmotte non vanno in letargo
(Carlo Grande)

Natura è tutto ciò che noi vediamo:
il colle, il pomeriggio, lo scoiattolo,
l’eclissi, il calabrone.
(Emily Dickinson)

Gli scoiattoli, si dice, ammassano il cibo in nascondigli che poi non riescono più a trovare. Una simile dimenticanza mi sembra luminosa e misteriosamente saggia.
(Christian Bobin)

Le virtù dell’oblio.
Milioni di alberi sono casualmente piantati da scoiattoli che sotterrano le ghiande, e poi dimenticano dove le hanno nascoste.
(Fabrizio Caramagna)

Conoscete la differenza tra uno scoiattolo e un santo? Non c’è. Entrambi fanno scorta di una luce che subito dimenticano.
(Christian Bobin)

Hai visto lo scoiattolo
col pelo fulvo e fino
rimbalza come un ciottolo
sgattaiola sul pino.
Hai visto lo scoiattolo
circonda il tronco
a trottola percorre tutto il viottolo
saltella e si appallottola.
(Chiara Carminati)

Ridiamo per un nonnulla
e quando ti sfioro i seni
perfino gli scoiattoli
restano
abbacinati.
(Raymond Carver)

Tutti i miei amici sanno che sono titubante,
ma lo scoiattolo lo è due volte tante.
Si muove con tremolante indecisione,
come le strisce attraverso la televisione.
È come l’ombra di una nuvola veloce,
o Emily Dickinson letta ad alta voce.
(Ogden Nash)

Venticinque centimetri di lunghezza per circa trecento grammi di muscoli, lo scoiattolo rosso, che è la nostra specie indigena, è un acrobata capace di fulminee arrampicate e di salti vertiginosi dai rami più alti della terra. E quando discende in volata distende la coda e le zampe a simulare quel fantastico effetto paracadute.
(Isabella Lattes Coifmann)

Quando mangiano si siedono su di un ramo e con quelle zampette anteriori che sembrano abili manine sbucciano i frutti e se li portano alla bocca uno per volta. Poi, al termine del pasto si puliscono la bocca sfregandola contro il tronco, come personcine bene educate.
(Isabella Lattes Coifmann)

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio,
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell’al di là.
(Nazım Hikmet)

Ho visto la primavera. E’ verde come una mela selvatica, è allegra come la coda di uno scoiattolo.
(Anonimo, poesia finlandese)

Una rondine non fa primavera, ma due upupe innamorate, due leprotti in un cespuglio, una cutrettola che corre sulla strada, due scoiattoli che si arrampicano tra i rami di un abete, sì.
(Mario Rigoni Stern)

Lo scoiattolo è piccolo, ma non è schiavo dell’elefante.
(Proverbio africano)

Il nome latino del nostro scoiattolo è Sciurus, arrivato dal greco “skiurus”, che vuol dire “coda ombrosa”
(Caterina Gromis di Trana)

La coda a punto di domanda gli dà un bel tocco di fascino rispetto a un topo: lo scoiattolo sta seduto ritto alla sua ombra, come se volesse pavoneggiarsi, guardandosi intorno attento con i suoi occhi neri, vivaci e grandi
(Caterina Gromis di Trana)

La coda è asta di equilibrio, contrappeso, timone e anche linguaggio, che sa trasmettere messaggi di aggressività o di amicizia, gondiandosi e sventolando. In più c’è qualcosa da “omino del bosco” nello stare eretto, indaffarato e allegro, e nel sapere usare con sapienza le mani. Sarà pure antroporfismo, ma la simpatia è così: attrazione egocentrica verso qualcosa di simile, da proteggere se è indifeso.
(Caterina Gromis di Trana)

Le femmine sono fertili solo per tre-sei ore in un solo giorno dell’anno. Quindi non c’è assolutamente tempo da perdere. Il periodo fertile è così breve che nessuno può permettersi il lusso di sprecare tempo prezioso in cerimonie inutili. Il giorno delle nozze si avvicina. Una controllata alla tana dello sposo. E immediatamente la coppia di scoiattoli entra nella camera nuziale dove non sono ammessi gli estranei.
(Isabella Lattes Coifmann)

Ho incontrato pochi scoiattoli nella mia vita, né posso sperare di incontrarne più tanti. Ne ho visto qualcuno nei boschi, che saltava da un ramo all’altro servendosi della coda come di un timone o di uno stabilizzatore; altri, meno impauriti e più mercenari, nei parchi di Ginevra e di Zurigo, che vengono a prendere il cibo dalla mano e sembra quasi che ti ringrazino. Altri ne ho visti in prigionia, ma non apparivano meno vivaci né meno allegri dei loro colleghi della foresta.
(Primo Levi)

Da skíuros è stato ricavato il nome scientifico Sciurus, ma i latini del volgo, a cui l’accostamento iu non piaceva (ma piaceva loro, cosa abominevole, la carne della bestiola, che pure non pesa più di tre o quattrocento grammi), ne hanno trasformato il nome in scurius. Da qui a scoiattolo il passo è breve: ci si arriva grazie ad un doppio diminutivo, ed in verità sono pochi gli animaletti a cui meglio si addica il diminutivo: lo scoiattolo è un diminutivo vivente.
(Primo Levi)

Un Piattino regge una Tazza
Nella sordida Vita umana
Ma nella prospettiva di uno Scoiattolo
Un Piattino regge una Pagnotta –
La Tavola di un Albero
Esige il piccolo Re
E ogni Brezza che soffia accanto
La sua Sala da Pranzo fa oscillare –

I Coltelli – tiene
Fra le Labbra Rossicce –
Vederli lampeggiare mentre pranza
Eclissa Birmingham –

Giudicati – fossimo
Per le nostre Minuzie
Il minuscolo Cittadino che vola
Sarebbe più genuino di noi –
(Emily Dickinson)

Allo zoo di Londra, su di una gabbia, vi è una targhetta che dichiara semplicemente: “Questo animale è sconosciuto alla scienza”. Nella gabbia vi è un piccolo scoiattolo con le zampe nere, proveniente dall’Africa. Prima d’ora in questo continente non era mai stato trovato uno scoiattolo con le gambe nere. Di questo animale non si sa nulla. Non ha nome. Per lo zoologo esso costituisce una sfida immediata. Che cosa c’è nel suo modo di vivere che lo ha reso unico? In che cosa differisce dalle trecentosessantasei specie viventi di scoiattoli già note e descritte?
(Desmond Morris)

Nella competizione, in diverse aree italiane, tra scoiattoli rossi (autoctoni) e grigi (nordamericani), in ballo c’è la sopravvivenza di una specie e la salvaguardia della biodiversità. Le due specie sono in competizione prima di tutto dal punto di vista alimentare, visto che gli scoiattoli grigi mangiano molte più ghiande rispetto agli scoiattoli rossi e riescono a trovare e consumare parte delle riserve di semi accumulate da questi ultimi. Questo fa sì che lo scoiattolo rosso si riproduca con maggiore difficoltà, che i giovani di tale specie crescano meno ed abbiano più probabilità di morire nel primo anno di vita.
(Veronica Ulivieri)

Il problema è che Ciop, lo scoiattolo grigio, si dà troppo da fare: scaccia quello rosso, più mingherlino, ormai specie a rischio di estinzione. L’”americano” gli ruba le noccioline e le more, spoglia le cortecce dei pioppi, porta malattie, si riproduce con grande facilità.
(Carlo Grande)

Uno scoiattolo non è altro che un topo travestito.
(Dalla serie tv Sex and the City)

E che cosa è dopo tutto, uno scoiattolo? Un topo con una buona agenzia di stampa. Niente di più. Toglietegli la sua lunga coda folta e resta un topo peloso.
(Katherine Pancol)

In Valtellina le foto di gruppo di matrimonio non si riesce mai a farle perché c’è sempre uno che vede uno scoiattolo e allora tutti si girano guardare e vengono presi di schiena.
(Gene Gnocchi)

– Dave: Alviiinnn!
– Alvin: Nessuno urla il mio nome meglio di lui…
(Dal cartone animato Alvin superstar 2)

Lo scoiattolo ha perso il lavoro per essere stato sorpreso a dormire dentro un albero in orari d’ufficio. È stato licenziato in tronco.
(egyzia, Twitter)

Due scoiattoli, uno si occupa di spedizioni, l’altro di acquisti. Ship e Shop
(arcobalengo, Twitter)

Sgranocchiava in disparte, mentre gli altri scoiattoli celebravano cantando la primavera. La solita noce fuori dal coro.
(robyragazzo, Twitter)

– Non ho paura di nulla: anni di esercizio mi hanno reso simile a uno scoiattolo.
. Agile?
– No, ghiotto di noci!
(Rat-man contro il ragno)

Il vento inseguiva il piccolo Cespuglio
e sparpagliava le Foglie
lasciate da novembre – poi si arrampicava
e si dimenava nelle Grondaie –
Nemmeno uno scoiattolo si avventurava fuori.
(Emily Dickinson)

Annunci