Frasi, citazioni e aforismi sul soffione

Annunci

Il nome soffione deriva dalla particolare caratteristica che lo contraddistingue: dopo la sfioritura, infatti, i semi si raccolgono in una sfera piumosa simile a un pon pon, pronti a disperdersi al primo soffio di vento. Simili a paracaduti, volano nell’aria attaccati a piccoli ombrellini.

Tutti, almeno una volta nella vita,abbiamo soffiato su questo fiore, magari nella speranza che si realizzasse un nostro desiderio.

Il soffione è chiamato anche tarassaco, o dente di leone, per la forma seghettata e dentellata delle sue foglie, o anche piscialetto per le sue proprietà diuretiche.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul soffione. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui fiori, Frasi, citazioni e aforismi sul seme, Frasi, citazioni e aforismi sul vento e Frasi, citazioni e aforismi sul desiderio.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul soffione

Quando soffi su un soffione, sparpagli la sua luce per i campi, i fiumi, le colline fino alle cime, alle costellazioni, ai mondi più lontani.
(Fabrizio Caramagna)

Per strada è pieno di telefoni che portano in giro persone. E nessuno guarda più il cielo, nessuno guarda più il mondo. Io, se devo farmi portare da qualcuno, vorrei che fosse un soffione o una nuvola.
(Fabrizio Caramagna)

Prendi un soffione nelle tue mani, chiudi gli occhi e soffia via le spore. Esprimi un desiderio e vedrai che domani si avvererà – Cusp a dandelion in your hands, close your eyes and blow the seeds away. Make a wish and believe it will grow someday.
(Anonimo)

Se puoi sognare puoi farlo.
Apri le tue ali e vola come un soffione.
(Anonimo)

Guarda il soffione. Pare un ordigno da stringere nella mano. A ogni soffio è un fragore di luce, un esplosione di desideri che investono il cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Tutti noi pensiamo ad un soffione come al fiore più fragile che dura poco ed è strappato dal vento eppure nella sua fragilità la forza della vita lo spinge a nascere a crescere e a fiorire: noi dovremmo osservare e imparare!
(Enzo Bianchi)

Quando soffi su un soffione non distruggi nulla. Liberi i suoi semi.
E’ un trapasso di forme da una vita all’altra. Concerto in cui cambia solo l’orchestra.
(Fabrizio Caramagna)

Ho soffiato così tanti soffioni esprimendo desideri e facendo i conti con la mia volontà di realizzarli che ne restano ormai pochi nei campi di fine primavera.
(Andrea Marcolongo)

I denti di leone sono solo delle piccole erbacce gentili che vogliono essere amate come i fiori.
(Heather Babcock)

Libera come il cielo, leggera come un soffio.
Testarda come un soffione che decide lui quando volare.
(egyzia, Twitter)

Il soffione rappresenta la metafora della vita: per fiorire bisogna intraprendere un lungo viaggio.
(Fabrizio Caramagna)

Un fiore selvaggio non dovrebbe dire a una rosa che è la più bella e un soffione non dovrebbe scusarsi con gli alberi se al primo colpo di vento ha perso la sua corolla.
Fioriamo tutti in modo unico e originale.
(Fabrizio Caramagna)

Se non raccogli almeno un soffione quando passeggi per campi e sentieri, sei una persona triste.
(rattodisabina, Twitter)

A volte penso che staremmo meglio se fossimo semi di soffione: niente famiglia, niente storia, liberi di volare nel mondo, ciascuno nel proprio batuffolo di lanugine.
(Sophie Kinsella)

Come quando credevo che, sussurrando un desiderio a un fiore di soffione, una volta liberato, sarebbe volato via a realizzarlo.
(iblulady, Twitter)

Chi getta semi al vento
farà fiorire il cielo
(Ivan Tresoldi)

Cielo azzurro e il sole che sorride all’orizzonte.
Oggi la vita non pesa più della lanugine del soffione.
(Fabrizio Caramagna)

La vera difficoltà dell’uomo non è di godere i lampioni o i panorami, non di godere i denti-di-leone o le braciole, ma di godere il godimento, di mantenersi capace di farsi piacere ciò che gli piace.
(G.K. Chesterton)

Le stelle cadenti, le candeline dei compleanni, le fontane in cui ho gettato le monetine, i soffioni che ho soffiato: chissà cosa succederebbe se adesso quei desideri si avverassero tutti in un colpo!
(Fabrizio Caramagna)

Soffiare sul fiore maturo, quando ha l’aspetto di una palla di lanugine, era ritenuto quasi come sfogliare la margherita: se si riesce a far volar via tutti i semi in un soffio solo, allora la persona che amiamo ci ama a sua volta. Prima di soffiare si può anche esprimere un desiderio, che il vento porterà lontano e che avrà più possibilità di avverarsi quanta meno lanugine rimarrà sullo stelo.
(Giuseppe Maffeis)

Regalami un anello
fatto, con un gambo di soffione.
(Anonimo)

Il soffione, allegro orologio dei bambini
che fanno il gioco dei minuti e delle ore
ironici con noi.
(Vita Sackville)

Prima che tutto questo avesse inizio, i tormenti li potevi soffiare via come i fiori di tarassaco.
(l’incompiuto, Twitter)

La campagna di erba tremolina si ricopre,
l’estate, accende il taràssaco e lo spenge.
(Ingeborg Bachmann)

Soffi e il soffione svanisce. Diventa dapprima un ciuffetto di lanugine, poi appena un velame, poi più niente. La sua corolla è ancora da qualche parte, nel magico andare dei venti. Non sapremo mai dove.
(Fabrizio Caramagna)

Il mio cuore somiglia al cuore giallo del tarassaco. Questo fiore, infatti, più comunemente conosciuto come soffione, è semplice e robusto, non è invadente, quasi non lo si nota, cresce in ogni luogo ed è curativo. Non si trova mai da solo, ma sempre assieme ad altri. La sua inflorescenza ha la forma di una palla e sai come fa a riprodursi? È il vento, quel vento che apparentemente lo “distrugge”, lo scompone in realtà in tanti piccoli semi che si diffondono e portano frutto anche molto lontano.
(Alessandra Augelli)

Se i denti di leone fossero rari e fragili, le persone si butterebbero a pagarli $ 14,95 a pianta, li coltiverebbero in serre moderne, formerebbero società di tarassaco e così via. Ma essi sono ovunque e non hanno bisogno di noi e fanno quello che vogliono. Così li chiamiamo erbacce e li uccidiamo in ogni occasione.
(Robert Fulghum)

Ho perso il mio sorriso, ma non preoccuparti. Ce l’ha il dente di leone
(Nhat Hanh)

La morbida peluria dei capelli bianchi che giocano delicatamente attorno alla tua testa come un dente di leone soffiato a metà. Tante volte, Bruno, sono stato tentato di soffiarci sopra e di esprimere un desiderio.
(Nicole Krauss)

Le radici del dente di leone affondano nel mistero.
(Fabrice Hadjadj)

Questo grigio globetto
di lanugine, eretto
sullo stelo si chiama
cosi: fior di bugia.
Guarda, è piu bello nella
sua fragile ironia
dei fiori di lillà
come una tua bugia
è piu dolce e piu bella
d’una mia verità.
(Marino Moretti)

Oh, non chiedere al fiore
eretto sullo stelo
il colore del cielo,
dei sogni, delle fedi:
esso ha il colore, vedi,
che non è piu colore.
Ecco, osserva soltanto
la sua meticolosa
bellezza e non pensare
al geranio, alla rosa,
al fior del calicanto
e delle piante rare;
osserva com’è lieve
in sua peluria e tondo,
garbato, delicato,
e pensa come deve
temere nel fossato
la brezza del tramonto.
(Marino Moretti)

Studia senza toccarlo
il suo globetto quando
con accento più blando
t’ammonisco o ti parlo
e di me, de’ miei fidi
ragionamenti ridi.
E poi, dolcezza mia,
(oh Dio, t’insegno un gioco
che non ti piacerà)
prova a soffiare un poco
sul fiore di bugia:
saprai la verità.
(Marino Moretti)

I soffioni sono lì, vaporosi, a decine, aspettando solo che tu li colga e, sbuffandoci sopra, disperda nei campi le leggerissime minuscole piume.
(ippolita Avanzini)

Gli parlo di tutto ciò che vuole:
delle formiche morenti d’amore
sotto la costellazione del soffione.
Gli giuro che una rosa bianca,
se viene spruzzata di vino, canta.
(Wislawa Szymborska)

Il soffione è un globulo di stelle che sognano addormentate. A ogni soffio, le stelle si liberano, nella gioia di tornare nel cosmo.
(Fabrizio Caramagna)

Quando il soffione è nel periodo della fioritura, lo stelo si mantiene eretto e s’allunga tanto da sollevare il fiore alla maggiore altezza possibile rispetto alle altre erbe; ma quando la fecondazione è avvenuta ed è finita la necessità di richiamare gli insetti, allora lo stelo si piega verso terra per celare tra le foglie i semi in via di sviluppo, al sicuro dalla falce dell’agricoltore e dall’acuto dente delle vacche e delle pecore.
(Anonimo)

L’unico leone che non mi fa paura è il dente di leone.
(Dalla serie tv The Knick)

A volte gli sembrava che la sua vita fosse delicata come un soffione. Un piccolo sbuffo da qualsiasi direzione, e sarebbe saltata in aria.
(Katherine Paterson)

Quello di cui ho bisogno è il dente di leone che fiorisce a primavera. Il giallo brillante che significa rinascita anziché distruzione. La promessa di una vita che continua, per quanto gravi siano le perdite che abbiamo subito. Di una vita che può essere ancora bella.
(Suzanne Collins)

Semplice, fresco, gentile emergendo sul finir dell’inverno,
quasi mai non vi fossero stati artifici di moda, affari, politica,
dall’angolo solatio, annidato nell’erba – dorato, innocente, come l’alba tranquillo,
il dente di leone, il primo di questa primavera, ci mostra il suo volto fidente.
(Walt Whitman)

Il pisciacane è un fiore che fa una vita triste.
Cresce nelle crepe delle strade, non ha la terra buona e i cani gli pisciano in testa, eppure lui fiorisce e splende come un maledetto, perché questa è la risposta alla sfiga: fiorire nonostante tutto.
Sii un pisciacane.
(iddio, Twitter)

Il pallido Gambo del Dente di Leone
stupisce l’Erba –
e l’Inverno d’un tratto diventa
un infinito Ahimè –
sul gambo si leva un’inusitata Gemma
e poi un chiassoso Fiore –
il Proclama dei Soli
che la sepoltura è finita.
(Emily Dickinson)

Forse la felicità è fluttuare nel cielo ancorati a un soffione, ma anche quattro piedi intrecciati nel buio hanno qualcosa da dire.
(Fabrizio Caramagna)

Annunci