Frasi, citazioni e aforismi sull’intestino e il colon

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’intestino e il colon. Tra i temi correlati si veda Frasi, aforismi e battute divertenti sul fegato, Frasi, citazioni e aforismi sullo stomaco e Frasi, citazioni e aforismi sulla pancia.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’intestino e il colon

L’intestino è un organo pieno di sensibilità, responsabilità e volontà di rendersi utile. Se lo trattiamo bene, lui ci ringrazia.
(Giulia Enders, L’intestino felice)

Lodiamo l’intelligenza del cervello e le emozioni del cuore, ma abbiamo dimenticato che è l’intestino a svolgere una funzione importante nella nostra vita: dare ordine e buttare via ciò che non serve.
(Fabrizio Caramagna)

Ho l’intestino pigro, ma il fegato è intraprendente, al limite del leggendario.
(Darioloc81, Twitter)

La vita è come una scatola di cioccolatini ma tu soffri di colon irritabile
(Ty_il_nano, Twitter)

Se Dio avesse saputo che avreste passato le serate guardando certi programmi tv, al posto del cervello vi avrebbe dato altri 7 metri di intestino.
(Terra2itter, Twitter)

La malvagità è come il cibo: una volta che hai iniziato è difficile fermarsi; l’intestino si è ampliato per accoglierne sempre di più.
(John Updike)

La voce della coscienza e dell’onore è ben debole quando l’intestino urla.
(Denis Diderot)

Ma non potevo somatizzare l’ansia su qualcos’altro invece che sull’intestino? Del tipo “Oh cielo, che stress, mi stanno cadendo tutte le doppie punte”.
(Anonimo)

Non ti silenzio perché mi stimoli… l’intestino.
(La_JejeJeje, Twitter)

Sii tu l’artefice del tuo intestino.
(doktoreusebio, Twitter)

Se guardi bene, alcuni uomini hanno un cervello che ha le stesse circonvoluzioni dell’intestino e infatti pensano con la pancia.
(Fabrizio Caramagna)

Esempi di collaborazione più famosi:
– Starsky & Hutch
– Holly & Benji
– Simon & Garfunkel
– Scorsese & De Niro
– Caffè & Intestino
(diegoilmaestro, Twitter)

Gli intestini sono le montagne russe dentro cui scivola il cibo.
(Fabrizio Caramagna)

Al cuor non si comanda, ma anche l’intestino non scherza
(Anonimo)

Secondo me chi ha l’intestino pigro caga da sdraiato.
(Lux_n, Twitter)

“L’intestino è un secondo cervello”.
Per qualcuno è il primo.
(Anonimo)

Il dramma non è l’intestino pigro ma la pigrizia del pensiero.
(Anonimo)

Stanotte il cuore è sceso a ubriacarsi di bile, ha preso a pugni il pancreas e cercato di impiccarsi con l’intestino. Va tutto bene grazie.
(olli_gu, Twitter)

Non vado d’accordo con il mio intestino. Figurati se posso andare d’accordo con un fidanzato.
(Anonimo)

L’intestino ci ricorda costantemente la tristezza e la volatilità della nostra condizione. A suo modo è un pensatore feroce, scomodo, morboso, ma anche estremamente vorace.
(Francisco Rodriguez Barrientos)

Il colon ha delle ragioni che la ragione non conosce.
(Anonimo)

L’ansia ti butta a terra, ti svuota e ti inquieta, sembra che una pompa invisibile ti stia aspirando l’aria che cerchi disperatamente di ingoiare. La parola “ansia” deriva dal latino angere, stringere, ed è proprio questo che fa: ti strizza le budella e ti paralizza il diaframma.
(Martola_, Twitter)

Ebbe un tremito fin nelle budella.
Segnare la carta sarebbe stato l’atto decisivo.
Con piccole goffe cifre scrisse:
4 aprile 1984.
(George Orwell)

Ti dicono di metterci il cuore. E finisci con il metterci anche le budella e un po’ di frattaglie. E tanto sangue.
(AlbertHofman72, Twitter)

Diaframma. Membrana divisoria che separa i disordini del petto da quelli dell’intestino.
(Ambrose Bierce)

“Sei bella dentro”.
Eccerto. Ho due polmoni strafighi, una milza bellissima, le ossa brillantinate e un intestino simpaticissimo.
(Anonimo)

La vita è quella roba per cui un atomo che millenni fa è servito a tenere insieme il cuore di Omero, secoli dopo magari è servito a far funzionare il cervello di Kant, e chissà, magari oggi è nel tuo colon.
(iddio, Twitter)

Chissà nella lotta titanica tra colon irritabile e cervicale infiammata, quale avrà il sopravvento?
(Anonimo)

Cervello: avrei fame
Stomaco: ehi c’è della ‘nduja in frigo!
Colon: pessima idea
(pliffo, Twitter)

Basta innamorarsi follemente e sentire il brontolio del proprio intestino, perché l’unità di corpo e anima, questa lirica illusione dell’età della scienza, svanisca di colpo
(Milan Kundera)

L’intestino tenue è lungo circa 4-5 metri, con una superficie di circa 300 metri quadrati, su per giù le dimensioni di un campo da tennis, mentre l’intero intestino (tenue più colon) misura circa 7 metri. Sembra che la sua lunghezza aumenti con l’età e vari con il sesso, perché gli uomini hanno un tenue più lungo (dell’8-12%) rispetto alle donne.
(Silvia Danese, gastroenterologo)

È’ morbido come il velluto e di un colore rosa delicato. E pulitissimo, solo nel suo ultimo metro contiene le feci, mentre il tratto precedente è spesso lindo e inodore. È il nostro «secondo cervello» per il suo incredibile numero di connessioni nervose: ha più di 100 milioni di neuroni e produce 40 molecole, fra neurotrasmettitori e ormoni, in grado di agire sul cervello modificando i nostri comportamenti.
(Camilla Ghirardato)

L’intestino è un organo sempre in movimento, infatti dobbiamo a lui i rumori imbarazzanti che ogni tanto sentiamo dentro la pancia e di cui di solito accusiamo lo stomaco!
(Camilla Ghirardato)

Si è calcolato che l’intestino umano sia colonizzato da qualcosa come 100 trilioni di batteri, una massa che sulla bilancia pesa circa due chili. Abbiamo più batteri che cellule: il rapporto tra i primi e le seconde è 10 a uno. Dal punto di vista nutrizionale alcuni microrganismi aiutano a digerire le fibre, altri permettono di assimilare grassi e carboidrati, altri ancora aiutano a sintetizzare la vitamina B e la K… In più, i batteri hanno la fondamentale funzione di tenere in continuo allenamento il nostro sistema immunitario
(Giamila Fantuzzi, biologa)

L’attività fisica fa da coach all’intestino: lo massaggia, lo stimola e lo risveglia quando batte la fiacca.
(Giamila Fantuzzi, biologa)

Poi c’è l’intestino tenue, che con i suoi sette metri di lunghezza si torce disorientato a destra e a sinistra finché non arriva all’intestino crasso. in fondo all’intestino cieco c’è l’appendice vermiforme, che non pare capace di fare altro che infiammarsi. L’intestino crasso, invece, con i suoi grossi rigonfiamenti, sembra una penosa imitazione di una collana di perle. Insomma, visto da lontano, il canale intestinale è brutto, asimmetrico e assolutamente privo di fascino.
Non è dunque il caso di mantenere le distanze: questo è infatti l’unico organo del corpo ad acquistare sempre più fascino, man mano che ci si avvicina. Più ne sai, più ti sembra bello.
(Giulia Enders, L’intestino felice)

L’intestino contiene neuroni in grado di essere autonomi: essi, cioè, possono far funzionare l’organo senza ricevere istruzioni dal cervello o dal midollo spinale.
(Michael D. Gerhson, Il secondo cervello)

Una volta che il cibo è nello stomaco, comunque, può avvenire il successivo trasporto all’intestino persino nei soggetti in stato di morte cerebrale. Il sistema nervoso centrale è quindi necessario per la deglutizione, ma dal momento in cui il cibo è deglutito, a quello in cui ciò che ne rimane è espulso dall’ano, l’intestino può regolare da solo tutte le fasi.
(Michael D. Gerhson, Il secondo cervello)

Fermati, disse la ragione …
Non posso, disse il cuore …
Ragazzi sapete dirmi dov’è il cesso, disse l’ intestino …
(Anonimo)

Ma siamo sicuri, che quello nelle mutande non sia l’intestino molle?
(IlBomma, Twitter)

Se avessi voluto essere retto sarei nato intestino.
(Anonimo)

– Ho un verme nell’intestino
– Solitario?
– Ti pare il momento di giocare a carte?
(Anonimo)

Eravamo 4 amici al bar:
– uno è vegano
– uno sta a dieta
– uno è celiaco
– l’ultimo ha la sindrome del colon irritabile.
(Anonimo)

Credo che la nostra relazione sia quasi al capolinea. Sento le farfalle nell’intestino
(arcobalengo, Twitter)

Con le budella in pace chiunque può avere delle idee.
(José Saramago)

Annunci