Frasi, citazioni e aforismi sulle foglie

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulle foglie. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui fiori e Frasi, citazioni e aforismi sugli alberi.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulle foglie

foglie_leaves

La foglia di un albero è lo sforzo senza fine della terra di comunicare con il cielo.
(Rabindranath Tagore)

Le foglie sono forse le sole a conoscere a fondo i segreti del cielo.
(Fabrizio Caramagna)

Quelle che sembrano differenti verità in realtà sono come le innumerevoli foglie di uno stesso albero
(Mahatma Gandhi)

Nulla al mondo è delicato come una foglia che cade.
(Anselmo Bucci)

Le foglie guardano il sole, si rivolgono sicuramente a lui; esse non hanno pensieri che le fuorviino; ecco perché la natura è così bella.
(Mario Tobino)

La foglia è la forma più bella dell’apertura: si apre al sole, alla pioggia, al vento, alle stagioni, al cambiamento.
E’ la vita capace di essere attraversata dagli scossoni e dalle cadute senza esserne distrutta.
Pronta a rinascere ogni volta.
(Fabrizio Caramagna)

I passeri volano via dal fogliame del tiglio come le parole dalla bocca di un saggio.
(Christian Bobin)

Non posso guardare la foglia di un albero senza sentirmi schiacciato dall’universo.
(Victor Hugo)

Giorni da radice, altri da foglia. La vita, a volte albero, a volte vento.
(esercizinvolo, Twitter)

E’ mite il ghirigoro
d’aria e di luce
che accompagna
al suolo
la resa delle foglie
sui viali lungo il fiume.
(Mario Luzi)

Cadono le foglie – disse Cyrano con una strana intonazione nella voce – Come vengono giù dolcemente! Nel loro breve viaggio dal ramo alla terra pare che vogliano creare un ultimo attimo di bellezza, e pure nel terrore di marcire al suolo danno alla loro caduta la leggera grazia del volo.
(Edmond Rostand)

Cade una foglia che
par tinta di sole, che nel cadere ha
l’iridescenza di una farfalla.
(Ada Negri)

Delle foglie mi piace la costanza dei preparativi per un volo di pochi secondi.
(orporick, Twitter)

Io tra tutte le foglie dell’autunno so riconoscere l’unica che, invece di cadere, ha provato a volare.
E so anche innamorarmene.
(Fabrizio Caramagna)

Oh foglia autunnale. Perfetta nel non chiedere più nulla e tornare in disparte. Perfetta perché le cose ormai le lasci andare e non cerchi di restare in questo cielo di autunno. Perfetta perché un po’ assomigli alla bellezza delle stelle che si ritirano all’alba e non hanno rimpianti.
(Fabrizio Caramagna)

Se le foglie degli alberi non si muovessero, gli alberi sarebbero infinitamente tristi e la loro tristezza sarebbe la nostra.
(Edgar Degas)

Ognuno dovrebbe trovare il tempo per sedersi e guardare la caduta delle foglie.
(Elizabeth Lawrence)

I fiori sono parole, le foglie silenzio… tutto raccolto attorno ad essi.
(Rabindranath Tagore)

C’è più Dio in una foglia che in tutte le Sacre Scritture.
(Roberto Gervaso)

Chi ha paura delle foglie non deve avvicinarsi alla foresta.
(Proverbio inglese)

Tu il ramo, io la foglia,
senza sapere però in quale stagione:
se staccarmi da te in silenzio
o lentamente verde crescere
vibrante nel vento.
(Enrico Testa)

L’uomo è come un albero e in ogni suo inverno levita la primavera che reca nuove foglie e nuovo vigore.
(Vasco Pratolini)

La foglia, a chiunque si avvicini, racconta questo e quel segreto. Eppure un giorno si seccherà, e ci sarà qualcuno che penserà che non ha mai detto niente.
(Fabrizio Caramagna)

I fiori di primavera sono fiabe, le foglie d’autunno sono drammi tragici.
(Mehmet Murat ildan)

La libertà della foglia che abbandona il ramo è la responsabilità di tornare ogni primavera
(Fabrizio Caramagna)

Di che reggimento siete
fratelli?
Parola tremante
nella notte
Foglia appena nata
Nell’aria spasimante
involontaria rivolta
dell’uomo presente alla sua
fragilità
(Giuseppe Ungaretti)

La maggior parte degli uomini sono come una foglia secca, che si libra nell’aria e scende ondeggiando al suolo. Ma altri pochi sono, come stelle fisse, che vanno per un loro corso preciso, e non c’è vento che li tocchi, hanno in se stessi la loro legge e il loro cammino.
(Hermann Hesse)

Se la poesia non nasce con la stessa naturalezza delle foglie sugli alberi, è meglio che non nasca neppure.
(John Keats)

Le foglie stanno volando via dal mondo e sopra c’erano dei messaggi e degli enigmi che non abbiamo decifrato. Anche le mani: lette poco, troppo poco; anche le rughe, i lobi… Non abbiamo letto che dei libri.
(Guido Ceronetti)

Il mondo: una foglia appesa all’albero dell’universo.
(Fabrizio Caramagna)

Oh, vorrei che la mia mente potesse lasciar cadere le sue idee morte, come l’albero fa con sue foglie secche!
(André Gide)

Una foglia ha venature ben evidenti e la superficie è di vari colori. Una parte conserva il verde della giovinezza, poi ci sono zone marroni della maturità, infine le chiazze gialle della vecchiaia.
(Romano Battaglia)

Alcuni uomini, i più coraggiosi, raggiungono il limite della foglia.
Altri ancora, dal margine della foglia, guardano con coraggiosa calma il precipizio e dicono: “Mi piace!”.
(Nikos Kazantzakis)

Ancora risento quel melo
stormire e nell’aria di giugno
la tua allegria funesta
nascere dietro una foglia.
(Leonardo Sinisgalli)

Il gatto rincorre le foglie
secche sul marciapiede.
Le contende (vive le crede)
alla scopa che le raccoglie.
Quelle che da rami alti
scendono rosse e gialle
sono certo farfalle
che sfidano i suoi salti.
(Gianni Rodari)

Mi piacerebbe avere la sensibilità di un cervo nella foresta. Sentire come ogni foglia respira diversamente dalle altre.
(Fabrizio Caramagna)

Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l’incartocciarsi della foglia riarsa…
(Eugenio Montale)

Ci sono molti libri di foglia perenne… e molti libri di foglia caduca.
(Manuel Neila)

D’inverno, quando non serve l’ombra, l’albero perde le foglie.
(Proverbio cinese)

Avevano modo così delicato di
lasciare l’albero. Lo lasciavano piano
piano, alla chetichella, quasi
direi in punta di piedi.
(Carlo Linati)

Credo che gli uomini siano foglie che non rispettano i tronchi.
(Albert Einstein)

In questo mondo l’uomo è come un bruco su una foglia: vede la foglia, ma non l’albero
(Boris Ostanin)

La frase deve avere la durezza della pietra e il tremolio delle foglie.
(Nicolás Gómez Dávila)

Le parole sono come le foglie: dove abbondano è raro che sotto vi si trovi molto frutto.
(Alexander Pope)

Se non ci fossero le foglie e le nuvole,
con chi giocherebbe l’aria durante il giorno?
(Fabrizio Caramagna)

L’amore impossibile del vento per una foglia che non ne vuole sapere di cadere.
Essa resta sull’albero tutto l’autunno.
E quando cade, il vento è ormai da un’altra parte.
(Fabrizio Caramagna)

Foglia
La guardiamo mentre cresce verde e rigogliosa, mentre si scurisce nell’estate e quando volteggia secca verso il suolo. Con la nostra sensibilità esclusivamente umana cogliamo sempre solo il lato poetico della morte degli altri esseri, sordi a tutte le loro sofferenze.
(Riccardo Urbani)

Tal e quale la stirpe delle foglie è la stirpe degli uomini.
(Omero, Iliade)

Non è l’uomo invecchiato, sfiorito, non è egli come una foglia staccata, che non ritrova più il suo albero e che ora viene sbattuta qua e là dai venti, finché la sabbia non lo seppellisce?
(Friedrich Hölderlin)

L’autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore.
(Albert Camus)

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie.
(Giuseppe Ungaretti)

Lascia che il vento soffi, foglia, e non restare attaccata al tuo ramo. Tu sei solo la veste, non il corpo.
(Hans Urs von Balthasar)

In autunno, il rumore di una foglia che cade è assordante perché con lei precipita un anno.
(Tonino Guerra)

Un libro di poesie
è un autunno morto:
i versi son le foglie
nere sulla bianca terra, |e la voce che li legge
è il soffio del vento
che li affonda nei cuori
intime distanze.
(Federico Garcia Lorca)

Talora mi viene da pensare che le stesse foglie non siano che la stessa cosa: un passaggio verso qualcosa, piuttosto che un oggetto concluso in se stesso.
(Walt Whitman)

State cadendo? Scrivete qualcosa sull’ultima foglia!
(Fabrizio Caramagna)

Domani, continuerò ad essere. Ma dovrai essere molto attento per vedermi. Sarò un fiore o una foglia. Sarò in quelle forme e ti manderò un saluto. Se sarai abbastanza consapevole, mi riconoscerai, e potrai sorridermi. Ne sarò molto felice.”
(Thich Nhat Hanh)