Poesie per il matrimonio

Il matrimonio, uno dei momenti più importanti della nostra vita, va celebrato in modo da rendere la giornata indimenticabile e unica. Per aggiungere un tocco di romanticismo alla cerimonia trovate qui di seguito alcune delle più belle poesie e preghiere per il matrimonio, che possono anche essere inserite in un libretto (alcune poesie per il matrimonio potrebbero non adattarsi alla funzione religiosa e prima di essere lette andrebbero concordate con chi celebra la funzione).

Presento la più ampia raccolta di poesie per il matrimonio. Tra i temi correlati si veda Frasi e biglietti di ringraziamento per i testimoni e gli invitati al matrimonio e Le più belle frasi di auguri per il matrimonio da dedicare agli sposi.

**

Poesie per il matrimonio

Poesie per il matrimonio

**

Ho scelto te

Nel silenzio della notte
io ho scelto te.
Nello splendore del firmamento,
io ho scelto te.
Nell’incanto dell’aurora,
io ho scelto te.
Nelle bufere più tormentose,
io ho scelto te.
Nell’arsura più arida,
io ho scelto te.
Nella buona e nella cattiva sorte,
io ho scelto te.
Nella gìoia e nel dolore,
io ho scelto te.
Nel cuore del mio cuore,
io ho scelto te.

(S. Lawrence)

**

Sonetto 116

Amore non è Amore
se muta quando scopre un mutamento
o tende a svanire quando l’altro s’allontana.
Oh no! Amore è un faro sempre fisso
che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
è la stella-guida di ogni sperduta barca,
il cui valore è sconosciuto, benché nota la distanza.
Amore non è soggetto al Tempo, pur se rosee labbra e gote
dovran cadere sotto la sua curva lama;
Amore non muta in poche ore o settimane,
ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio:
se questo è errore e mi sarà provato,
io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato.

(William Shakespeare)

**

Amanti

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell’erba,
lascian camminando due ombre che s’uniscono,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.
Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s’uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E’ la felicità una torre trasparente.
L’aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.
Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l’eternità della natura.

(Pablo Neruda)

**

Il giorno più bello? Oggi
L’ostacolo più grande? La paura
La cosa più facile? Sbagliarsi
L’errore più grande Rinunciare
La radice di tutti i mali? L’egoismo
La distrazione migliore? Il lavoro
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento
I migliori professionisti? I bambini
Il primo bisogno? Comunicare
La felicità più grande? Essere utili agli altri
Il mistero più grande? La morte
Il difetto peggiore? Il malumore
La persona più pericolosa? Quella che mente
Il sentimento più brutto? Il rancore
Il regalo più bello? Il perdono
Quello indispensabile? La famiglia
La rotta migliore? La via giusta
La sensazione più piacevole? La pace interiore
L’accoglienza migliore? Il sorriso
La miglior medicina? L’ottimismo
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto
La forza più grande? La fede
La cosa più bella del mondo? L’amore.

(Madre Teresa di Calcutta)

**

Da questo giorno in avanti,
Non si deve più camminare da soli.
Il mio cuore sarà il tuo rifugio,
E le mie braccia saranno la tua casa.

(Marianne Williamson)

**

L’arte del matrimonio

La felicità nel matrimonio non è qualcosa che semplicemente accade
un buon matrimonio deve essere creato.
In un matrimonio le piccole cose sono le più grandi …
e non si è mai troppo vecchi per tenersi mano nella mano.
E’ ricordarsi di dire “ti amo” almeno una volta al giorno.
Non è mai andare a dormire arrabbiati.
E’ mai darsi per scontati l’un l’altra;
perché le attenzioni non finiscano con la luna di miele,
ma continuino giorno dopo giorno, negli anni.
E’ avere in comune valori e obiettivi.
E’ stare in piedi insieme di fronte al mondo.
E formare un cerchio d’amore che accoglie in tutta la famiglia.
E’ fare le cose l’uno per l’altro, non per dovere o sacrificio,
ma con spirito di gioia autentica.
E’ apprezzare con le parole, dire grazie con modi premurosi.
Non è alla ricerca della perfezione nell’altro.
E’ coltivare la flessibilità, la pazienza,
la comprensione e l’ironia.
E’avere la capacità di perdonare e dimenticare
e creare un ambiente in cui ciascuno può crescere.
E’ trovare spazio per le cose dello spirito
e della ricerca comune del bene e del bello.
E’ stabilire un rapporto dove l’indipendenza,
la dipendenza, e l’obbligo sono alla pari.
Non è solo sposare la persona giusta, è essere la persona giusta.
E’ scoprire cio’ che il matrimonio può essere, nel meglio

(Wilferd A. Peterson)

**

Possa la strada venirvi incontro
possa il vento sospingervi dolcemente
Possa il mare lambire la vostra terra
e il cielo coprirvi di benedizioni.
Possa il sole illuminare il vostro volto
e la pioggia scendere lieve sul vostro campo.
Possa Iddio tenervi sul palmo della Sua mano
fino al vostro prossimo incontro
Possa la sua leggerezza largamente benedirvi

(Antica benedizione celtica)

**

Io non ti conoscevo

Non ti pare meraviglioso?
Io non ti conoscevo,
tu ignoravi la mia esistenza.
Pensa; e se le strade della vita
sulle quali noi camminiamo
non si fossero mai incontrate?
Una inezia, un ostacolo qualunque,
e noi saremmo rimasti lontani,
non ci saremmo conosciuti mai.
Sono talmente convinto
che era necessario che noi ci incontrassimo
che questo pensiero mi fa paura.
Dovevamo incontrarci,
perché Qualcuno ci guidava.

(Pieter Van Der Meer)

**

Continui a chiedermi la data della mia nascita
prendi nota dunque
ciò che tu non sai,
la data del tuo amore:
quella è per me la data della mia nascita.

(Nizar Qabbani)

**

Cos’è l’amore

Quando ti chiedi cos’è l’amore,
immagina due mani ardenti
che si incontrano,
due sguardi perduti l’uno nell’altro,
due cuori che tremano
di fronte all’immensità di un sentimento,
e poche parole
per rendere eterno un istante.

(Alan Douar)

**

Il matrimonio unisce due persone nel cerchio del suo amore

Il matrimonio è un impegno a vita,
il meglio che due persone possono trovare e portare alla luce nell’altro.
Offre opportunità per condividere e crescere
che nessuna altra relazione può eguagliare.
È un’unione fisica e di sentimenti
che viene promessa per tutta una vita.
Nel cerchio del suo amore,
il matrimonio racchiude tutte le relazioni più importanti nella vita.
Una moglie e un marito sono l’una per l’altro il migliore amico,
il confidente, l’amante, l’insegnante, colui che ascolta e il critico.
E ci possono essere momenti in cui uno dei due soffre o è in crisi,
e l’amore dell’altro può assomigliare alla cura di un genitore per un figlio.
Il matrimonio approfondisce e arricchisce ogni aspetto della vita.
La felicità è più piena, i ricordi sono più freschi, l’impegno è più forte,
anche la rabbia si sente più forte, e passa via più velocemente.
Il matrimonio capisce e perdona gli errori che la vita non riesce a evitare.
Incoraggia e cresce nuova vita, nuove esperienze,
e nuovi modi di esprimere un amore che è più profondo della vita.
Quando due persone impegnano il loro amore e affetto per l’altro nel matrimonio,
creano un unico spirito che li lega più strettamente che ogni possibile parola.
Il matrimonio è una promessa, un potenziale nel cuore di due persone
che si amano vicendevolmente e che impiegherà una vita per compiers

(Edmund O’Neill)

**

Che v’ha di più grande quaggiù,
per due anime umane,
del sentirsi unite per la vita,
per sorreggersi in tutte le fatiche,
e riposare l’una sull’altra in tutti i dolori,
e condividere tutte le gioie,
e confondersi l’una coll’altra
in silenziosi e indescrivibili ricordi?

(George Eliot)

**

Augurio agli sposi

Che nessuna famiglia cominci per caso
che nessuna famiglia finisca per mancanza d’amore
che gli sposi siano l’uno per l’altra con il corpo e con la mente
e che nessuno al mondo separi una coppia che sogna.
Che nessuna famiglia si ripari sotto i ponti
che nessuno si intrometta nella vita dei due sposi
che nessuno li obblighi a vivere senza orizzonti
e che vivano del passato nel presente in funzione del futuro.
Che la famiglia cominci e finisca seguendo la sua strada
e che l’uomo abbia la grazia di essere padre
che la sposa sia un cielo di tenerezza, di accoglienza e di calore
e che i figli conoscano la forza che nasce dall’amore.
Che il marito e la moglie abbiano la forza di amare senza misura
e che nessuno si addormenti senza aver chiesto perdono
e senza averlo dato.
Che il marito e la moglie non si tradiscano
e non tradiscano i figli,
che la gelosia non uccida la certezza dell’amore tra i due sposi,
che nel firmamento la stella più luminosa
sia la speranza di un cielo qui adesso e dopo.

Adesso la pioggia non vi bagnerà più,
perché sarete riparo uno per l’altro.
Adesso non sentite più il freddo,
perché vi riscalderete un l’altro.
Adesso non vi sentite mai più soli,
perché sarete compagnia l’un l’altro.
Adesso siete due persone, però ci sono tre vite davanti a voi,
la vita di (nome sposa, di (nome sposo) e di voi due.
Adesso andate nella vostra casa
e iniziate la vostra vita insieme.
Che bellezza vi circondi nel viaggio davanti e per il futuro,
Che allegria diventi il vostro compagno
fino al posto dove il fiume
incontra il cielo,
E che vostri giorni insieme
siano buoni e lunghi su questa terra.

(Anonimo)

**

Il più bello dei mari

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.

(Nazim Hikmet)

**

Sul matrimonio (da “Il profeta”)

Voi siete nati insieme e insieme starete per sempre.
Sarete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.
E insieme nella silenziosa memoria di dio.
Ma vi sia spazio nella vostra unione,
E tra voi danzino i venti dei cieli.
Amatevi l’un l’altro, ma non fatene una prigione d’amore:
Piuttosto vi sia un moto di mare tra le sponde delle vostre anime.
Riempitevi l’un l’altro le coppe, ma non bevete da un’unica coppa.
Datevi sostentamento reciproco, ma non mangiate dello stesso pane.
Cantate e danzate insieme e state allegri, ma ognuno di voi sia solo,
Come sole sono le corde del liuto, benché vibrino di musica uguale.
Donatevi il cuore, ma l’uno non sia di rifugio all’altro,
Poiché solo la mano della vita può contenere i vostri cuori.
E siate uniti, ma non troppo vicini;
Le colonne del tempio si ergono distanti,
E la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.

(Kahlil Gibran)

**

Cosa è l’amore

Prima o poi iniziamo a capire che l’amore
è più che versi sui biglietti e romanticismo da film.
Iniziamo a sapere che l’amore è qui e ora, vero e reale,
la cosa più importante nelle nostre vite.
L’amore è il motore dei nostri ricordi preferiti
e le fondamenta dei nostri sogni più cari.
L’amore è una promessa che è sempre mantenuta,
una fortuna che non verrà mai dilapidata,
un seme che può fiorire anche nel posto più improbabile.
E questa radiosità che mai si smorzerà,
questa misteriosa e magica gioia,
è il più grande tesoro di tutti,
conosciuto solo da chi ama.

(Anonimo)

**

La vita in due

Grazie, Signore,
perché ci hai dato l’amore
capace di cambiare
la sostanza delle cose.
Quando un uomo e una donna
diventano uno nel matrimonio
non appaiono più come creature terrestri
ma sono l’immagine stessa di Dio.
Così uniti non hanno paura di niente.
Con la concordia, l’amore e la pace
l’uomo e la donna sono padroni
di tutte le bellezze del mondo.
Possono vivere tranquilli,
protetti dal bene che si vogliono
secondo quanto Dio ha stabilito.
Grazie, Signore,
per l’amore che ci hai regalato.

(San Giovanni Crisostomo)

**

Due

Quando saremo due saremo veglia e sonno,
affonderemo nella stessa polpa
come il dente di latte e il suo secondo,
saremo due come sono le acque, le dolci e le salate,
come i cieli, del giorno e della notte,
due come sono i piedi, gli occhi, i reni,
come i tempi del battito
i colpi del respiro.
Quando saremo due non avremo metà
Saremo un due che non si può dividere con niente.
Quando saremo due, nessuno sarà uno,
uno sarà l’uguale di nessuno
e l’unità consisterà nel due.
Quando saremo due
cambierà nome pure l’universo
diventerà diverso.

(Erri De Luca)

**

Per te

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perchè il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perchè il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.,
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.

(E. E. Cummings)

**

Ama e fa’ ciò che vuoi

Ama
e fa’ ciò che vuoi;
se taci,
taci per amore;
se correggi,
correggi per amore;
se perdoni,
perdona per amore;
abbi sempre in fondo al cuore
la radice dell’amore;
da questa radice
non possono che sorgere
cose buone.

(Sant’Agostino, commento alla prima lettera di Giovanni 7,7-8)

**

Chi ama è paziente
È premuroso
Chi ama non è geloso
Non si vanta
Non si gonfia di orgoglio.
Chi ama è rispettoso
Non va in cerca del proprio interesse
Non conosce la collera
Dimentica i torti.
Chi ama rifiuta l’ingiustizia:
la verità è la sua gioia.
Chi ama scusa tutto
Di tutti ha fiducia
Tutto sopporta
Non perde la speranza.
L’amore mai tramonterà!

(Paolo di Tarso)

**

Preghiera dei coniugi

Condividiamo la stessa speranza,
lo stesso ideale,
lo stesso modo di vivere,
lo stesso atteggiamento di servizio.
Ambedue fratelli e servi dello stesso Signore,
senza divisione nella carne e nello spirito,
insieme preghiamo,
insieme ci inginocchiamo
e insieme facciamo digiuno.
Istruiamoci l’un l’altro,
l’un l’altro esortiamoci,
sosteniamoci a vicenda.
Insieme stiamo nella santa assemblea,
insieme alla mensa del Signore,
insieme nella prova,
nella persecuzione, nella gioia.
Nulla nascondiamo l’un l’altro,
non ci evitiamo l’un l’altro,
l’un l’altro non siamo di peso.
Volentieri facciamo visita agli ammalati,
volentieri assistiamo i bisognosi,
senza malavoglia facciamo elemosina
senza fretta partecipiamo al sacrificio,
senza sosta assolviamo ogni giorno i nostri impegni.
Ignoriamo i segni di croce furtivi,
rendiamo grazie senza reticenze,
benediciamo senza vergogna nella voce.
Salmi e inni recitiamo
A voci alternate
Ed insieme gareggiamo
Nel cantare le lodi al nostro Dio.
Vedendo e sentendo questo,
Cristo gioisce e ci manda la sua pace.
Là dove sono i due sposi,
ivi è anche Cristo.

(Tertulliano, Alla moglie)

**

Sul matrimonio

Il matrimonio è più del vostro amore reciproco.
ha maggiore dignità e maggior potere.
Finché siete solo voi ad amarvi, il vostro sguardo
si limita nel riquadro isolato della vostra coppia.
Entrando nel matrimonio siete invece un anello
della catena di generazioni che Dio fa andare e venire
e chiama al suo regno.
Nel vostro sentimento godete solo il cielo privato della vostra felicità.
Nel matrimonio, invece, venite collocati attivamente nel mondo e ne divenite responsabili.
Il sentimento del vostro amore appartiene a voi soli.
Il matrimonio, invece, è un’investitura e un ufficio.
Per fare un re non basta che lui ne abbia voglia,
occorre che gli riconoscano l’incarico di regnare.
Così non è la voglia di amarvi, che vi stabilisce come strumento della vita.
E’ il matrimonio che ve ne rende atti.
Non è il vostro amore che sostiene il matrimonio:
è il matrimonio che d’ora in poi,
porta sulle spalle il vostro amore.
Dio vi unisce in matrimonio: non lo fate voi, è Dio che lo fa.
Dio protegge la vostra unità indissolubile di fronte
ad ogni pericolo che la minaccia dall’interno e dall’esterno.
Dio è il garante dell’indissolubilità.
E’ una gioiosa certezza sapere che nessuna potenza terrena,
nessuna tentazione, nessuna debolezza
potranno sciogliere ciò che Dio ha unito.

(Dietrich Bonhoeffer , lettera a due sposi, maggio 1943)

**

L’Amore (da “Il Profeta”)

Quando l’Amore vi chiama, seguitelo,
Benché le sue vie siano ardue e ripide.
E quando le sue ali vi avvolgono, abbandonatevi a lui,
Anche se la spada nascosta tra le sue penne può ferirvi.
E quando vi parla, credetegli,
Anche se la sua voce può infrangere i vostri sogni come il
Vento del nord quando devasta il vostro giardino.

Poiché come l’amore vi incorona, così vi crocifigge. E’ pronto sia
a farvi fiorire che a potarvi.
Ascende fino alla cima ad accarezzare i rami più teneri
che tremolano al sole,
e discenderà fino alle vostre radici e le scuoterà là dove più
sono abbarbicate alla terra.
Come covoni di grano vi accoglie in sé.
Vi scuote per rendervi spogli.
Vi staccia per liberarvi dalle reste.
Vi macina fino all’estrema bianchezza.
Vi impasta finché non siate cedevoli;
Ed infine vi assegna al suo sacro fuoco perché diventiate
Pane sacro per la mensa di Dio.
Tutte queste cose saprà compiere l’amore per voi, di modo
che voi possiate conoscere i segreti del vostro cuore e in
questa conoscenza farvi frammento del cuore della Vita.
Ma se, nel vostro timore voleste cercare dell’amore la pace e
il piacere ,
Allora meglio sarebbe per voi coprire la vostra nudità e uscir
fuori dall’aia dell’amore,
nel mondo senza stagioni, dove riderete, ma non tutto il vostro riso;
e piangerete, ma non tutte le vostre lacrime.
L’amore non dona che se stesso e nulla prende se non da se stesso.
L’amore non possiede né vorrebbe esser posseduto;
poiché l’amore basta all’amore.
Quando amate non dovreste dire: “Dio è nel mio cuore”, ma piuttosto
“Io sono nel cuore di Dio”.
E non pensate di poter voi condurre l’amore, poiché è l’amore che,
se vi trova degni, condurrà voi.
L’amore non ha altro desiderio che di consumarsi.
Ma se amate e, dunque, ardete, siano questi i vostri desideri:
Dissolversi ed essere come un ruscello che scorre e canta la sua melodia
alla notte.
Conoscere la pena che dà l’eccesso di tenerezza.
Esser feriti dalla stessa comprensione d’amore.
Destarsi all’alba con un cuore alato e rendere grazie per un nuovo giorno d’amore
Riposarsi nel meriggio e meditare sull’estasi che dà l’amore;
Rientrare a casa, la sera, pieni di gratitudine e
Addormentarsi con una preghiera per l’amato nel cuore e un canto di lode sulle labbra.

(Khalil Gibran)

**

Tacendo ti amai

Il nostro amore è nato quando
tacendo ci siamo accorti di parlare
la stessa lingua.
ci siamo guardati l’uno nell’altro,
come in uno specchio fedele.
e ciascuno ha visto sorgere nell’altra anima
l’immagine di se stesso.
e solo quel giorno in cui tu eri me e io ero te,
noi due eravamo una cosa sola,
fusa nei ricordi del nostro amore.
come la fiamma nata dalla terra,
questa cosa nostra,
fatta della nostra carne
e più ancora del nostro spirito,
tendeva verso l’alto.

(Nino Salvaneschi)

Commenti:

  • Emy

    vorrei aggiungere la mia poesia
    “GIORNO DEL MATRIMONIO”
    E’ l’alba amore,
    è una bellissima tenue alba d’estate
    amore ti amo amore mi ami.
    Tutto sembra calmo ma il risveglio è improvviso,
    i nostri cuori già parlano
    di noi due, di felicità,
    di oggi, del nostro giorno,
    di inebriante fragranza di fiori d’arancio ,
    di inconfondibile profumo delicato di velo da sposa
    e quello dolce e romantico dei confetti.
    Mille note di musica, mille battiti di cuore
    ma il più forte è quando ti vedo,
    come sono bella per lui, come sono bello per lei.
    Insieme ci incamminiamo verso la nostra unione più totale
    Amore ti amo, amore mi ami ? SI
    Amore ti amo, amore mi ami ? SI
    Un luccichio dorato scende dai nostri occhi
    alle nostre dita, ormai io ho il nome tuo e tu il nome mio.
    Al mondo intero gridiamo con gioia: siamo SPOSI !
    Esplode la felicità si lanciano in aria risi e sorrisi.
    Amore ti amo, amore mi ami,
    amore mi ami, amore ti amo.
    (Emy Giacomello)

    giugno 27, 2017

Sorry, the comment form is closed at this time.