Frasi, citazioni e aforismi sul basket

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul basket e la pallacanestro. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul calcio, Frasi, citazioni e aforismi sulla pallavolo e il volley e Frasi, citazioni e aforismi sullo sport e gli sportivi.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul basket e la pallacanestro

Basket

Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri. Ho perso quasi 300 partite. Per 36 volte i miei compagni si sono affidati a me per il tiro decisivo… e l’ho sbagliato. Ho fallito tante e tante e tante volte nella mia vita. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.
(Michael Jordan)

Non chiederti cosa i tuoi compagni di squadra possono fare per te. Chiediti cosa tu puoi fare per i tuoi compagni di squadra.
(Magic Johnson)

La prima volta che ho tirato un gancio ero in quarta elementare, ed ero alto circa 1 metro e 20. Ho tirato la palla in alto e mi sono sentito totalmente a mio agio col tiro. Ero completamente fiducioso che sarebbe entrata e ho continuato a tirare sin da allora.
(Kareem Abdul-Jabbar)

Il basket è l’unico sport che tende al cielo. Per questo è una rivoluzione per chi è abituato a guardare sempre a terra.
(Bill Russell)

Vorrei che tutti i giocatori potessero avere la possibilità di giocare per il titolo, coi Lakers o i Celtics di quegli anni. Allora capirebbero… allora capirebbero che cos’è veramente il basket.
(Magic Johnson)

Alla vigilia di quella finale, i giornali dicevano “Magic contro Bird”, “Bird contro Magic”… la gente in strada non parlava d’altro. C’era una tale elettricità nell’aria… era tutto così intenso, così vivo… non ho mai più provato sensazioni simili.
(Magic Johnson)

Quando ciò che fai sul campo fa sentire speciale anche l’ultimo spettatore laggiù in quindicesima fila, vuol dire che hai fatto bene il tuo lavoro.
(Isiah Thomas)

Abbiamo 44 tipi diversi di difesa per fermare Nate “Tiny” Archibald, ma lui ha 45 modi per andare a canestro.
(Al Attles)

Se non credi in te stesso, nessuno lo farà per te.
(Kobe Bryant)

Quando perdi e sei sicuro di averci messo il cuore, hai già vinto…lo dice uno a cui perdere non piace affatto…
(Kobe Bryant)

Sbagliare una schiacciata è un momento imbarazzante… ci si sente soli al mondo. O almeno, così mi hanno detto…
(Julius Erving)

Non sono un esempio. Non mi pagano per essere un esempio, mi pagano per fare sconquassi su un campo da basket. I genitori dovrebbero essere degli esempi, non i giocatori.
(Charles Barkley)

Dare un pallone da basket a Magic Johnson è come dare un’arma a Hitler, una banda a Jesse James, un cavallo a Genis Khan. Devastazione. Rovina
(Jim Murray)

Non basta voler vincere: bisogna rifiutarsi di perdere.
(Larry Bird)

Chi avrà il coraggio di prendere delle decisioni, diventerà un giocatore…chi saprà prendere quelle giuste, rimarrà leggenda.
(Kobe Bryant)

È difficile da descrivere. Ti senti improvvisamente pieno di fiducia in te stesso, ti senti forte sulle gambe, con una buona visione del canestro e inizi a segnare. Dopo un po’ ti convinci che qualsiasi tiro sia destinato al canestro. Anche quelli che sbagli.
(Kobe Bryant)

Annunci

Non ho mai creduto di poter giocare una partita del genere, i tiri da fuori non sono la mia specialità. Ma ne ho segnato uno e ho detto: Vediamo se va dentro anche il secondo. E così via, finché non ne ho contati dodici…
(Kobe Bryant)

Non ho mai badato alle conseguenze dello sbagliare un tiro importante. Perché? Perché, quando pensi alle conseguenze pensi sempre ad un risultato negativo.
(Michael Jordan)

Per i rimbalzi non esiste una tecnica. Bisogna solo prendere quella maledetta palla!
(Charles Barkley)

Posso accettare la sconfitta, ma non la resa.
(Michael Jordan)

C’è una sola cosa che porta sfortuna: essere in svantaggio alla fine della partita.
(Bill Russell)

Agli Europei, prima della finale contro la Spagna, De Pol stava facendo le parole incrociate. Si trovò di fronte questa definizione: “Può essere anche massiccio”. Oro, no?
(Andrea Meneghin)

In vita mia non ho mai ascoltato un time-out. Me lo faccio poi raccontare dai miei compagni.
(Gianmarco Pozzecco)

Nel basket la schiacciata sta come un incidente nell’automobilismo. E’ quello che la gente viene a vedere.
(Sue Wicks)

Il talento è come una gamba più corta dell’altra: si vede lontano tre chilometri
(Bogdan Tanjevic)

Ciò che distingue un grande giocatore è la sua presenza. Quando va al campo, la sua presenza domina l’atmosfera.
(Bill Russell)

La cosa più difficile che essere un arbitro di pallacanestro è essere felicemente sposati.
(Skip Caray)

Sono alto 2,10 e il mio compleanno dura tre giorni.
(Darryl Dawkins)

Non avrei mai pensato di diventare il rimbalzista numero 1 nella Nba. Ma i miei compagni mi hanno aiutato un sacco. Non ne prendevano uno.
(Moses Malone)

Devo ammetterlo, il Madison Square Garden ha sempre un effetto speciale sul mio rendimento. Sì, è il mio stadio favorito. L’ultima volta che ero venuto qua non avevo giocato tanto bene. Stavolta volevo riscattarmi. Tutte quelle celebrità in prima fila, il calore del pubblico, l’intensità della partita. Se potessi, giocherei sempre dentro al magnifico Madison.
(Michael Jordan)

Quando Michael va su dice, “Bene, forse resto sospeso qui in aria per un po’, potete star seduti intanto”. Poi all’improvviso dice, “Bene, forse faccio un 360 gradi. No ho cambiato idea. Vado su dall’altro lato.” È semplicemente incredibile.
(Magic Johnson)

Pallacanestro è condividere.
(Phill Jackson)

La pallacanestro è un sport in cui il successo, simbolizzato nella vittoria del campionato, richiede che l’obiettivo comune prevalga sugli istinti egoisti dei singoli. Quanto minori sono i conflitti nello spogliatoio, si riducono al minimo le frizioni inevitabili durante le partite. Le squadre danno il massimo quando i talenti e le personalità si integrano al meglio gli uni con gli altri.
(Bill Bradley)

Dicono che Elvis è morto. Egli non è morto. Ha solo un colore diverso. È alto due metri e tre centimetri, pesa 102 chili, gioca a basket, ed è nero.
(Dennis Rodman)

Il basket è la mia storia, mio padre, mia madre, il mio fratello maggiore, la mia casa… il mio primo maestro di vita, il mio sole, la mia passione, la mia bella canzone, il mio sudore, la mia felicità, la mia forza, la mia guerra, la mia pace, la mia anima, la mia grinta, la mia fiducia, la mia droga, la mia partenza, il mio viaggio, il mio traguardo, il mio ossigeno, il mio sogno, la mia realtà, il mio spazio, il mio infinito, il mio cielo, il mio affetto, la mia sicurezza, le mie urla, le mie lacrime, il mio dolore… ed il mio grande, grande amore.
(Kevin Garnett)

Il passaggio è la vostra migliore arma contro la difesa a uomo. La penetrazione è la vostra migliore arma contro la difesa a zona.
(Bob Knight)

I giocatori europei sono molto più tecnici degli americani, in Europa insegnano a giocare a pallacanestro sin da piccoli, hanno più tecnica. È qualcosa che qui in America dobbiamo sistemare, dobbiamo insegnare ai più piccoli a giocare.
(Kobe Bryant)

La pallacanestro è un gioco di percentuali ed il modo migliore per vincere una partita è che la squadra avversaria faccia cattive percentuali. Come si riesce a raggiungere questo obiettivo?. Dunque, molto semplice: attraverso una buona difesa ed un migliore controllo dei rimbalzi.
(Herb Brown)

Un buon basket inizia sempre con una buona difesa!
(Bob Knight)

La difesa, contrariamente all’attacco, deve essere fatta dal blocco omogeneo di tutta la squadra e non è indispensabile la ricerca della perfezione tecnica individuale. La parte più importante di una buona difesa è la motivazione, la costruzione di un gruppo compatto e una mentalità tra i giocatori che li aiuti a condividere lo stesso obiettivo.
(Ettore Messina)

La mia filosofia di difesa è quello di mantenere la pressione su un avversario fino ad arrivare alle sue emozioni.
(John Wooden)

Il basket è un gioco bellissimo quando i cinque giocatori in campo giocano con un unico battito cardiaco.
(Dean Smith)

Sii veloce senza fretta.
(John Wooden)

Ci vogliono tre cose per essere un giocatore ‘speciale’: il talento, il carattere e il fuoco competitivo.
(Kevin Eastman)

Ho una teoria che se si dà il 100 per cento per tutto il tempo, in qualche modo le cose alla fine funzioneranno.
(Larry Bird)

Mi dissero che dovevo usare i cinque giocatori migliori ma mi trovai a vincere con i cinque che entravano dalla panchina e mi convinsi che questa è la cosa migliore.
(Rete Auerbach, allenatore dei Boston Celtics che vinse otto campionati consecutivi NBA a partire dal 1959 fino al 1966)

L’arte del passaggio è probabilmente la meno apprezzata tra le doti di un giocatore ma per me è la più importante; un buon passatore è tanto importante come un buon segretario di produzione, poiché un buon passaggio è sinonimo di un canestro quasi certo.
(Bozidar Maljkovich)

Nel basket l’attacco non significa pari opportunità per tutti i giocatori. Alcuni giocatori che sono dei buoni passatori, in partita eseguono molti passaggi. È importante che ogni giocatore conosca i propri limiti in attacco. È anche importante che un giocatore sappia chi è il migliore tiratore della squadra. Quando un giocatore ha l’opzione di passaggio per due compagni, spero che decida sempre di dare la palla al migliore tiratore. Fermo sempre l’allenamento e domando ai giocatori chi è il migliore tiratore, così spero che essi lo imparino a memoria. È importante che lui passi la palla al tiratore migliore.
(Bobby Knight)

Il mio 40% ai tiri liberi è il modo che Dio ha trovato per dire che nessuno è perfetto.
(Shaquille O’Neal)

Un uomo può essere un ingrediente fondamentale in una squadra, ma un solo uomo non può fare una squadra.
(Kareem Abdul-Jabbar)

Se hai un figlio che è alto più di due metri, non tagliargli via la testa o le gambe. Compragli un letto più grande e spera che giochi a basket.
(Robert Altman)

La pallacanestro è come una guerra in cui si sviluppano prima le armi offensive, poi ci vuole sempre un po’ di tempo perché la difesa si organizzi.
(Red Auerbach)

Io non credo nelle statistiche. Ci sono troppi fattori che non possono essere misurati. Non si può misurare il cuore di un giocatore di pallacanestro.
(Red Auerbach)

Caro basket, dal momento in cui ho cominciato ad arrotolare i calzini di mio padre e a lanciare immaginari tiri della vittoria nel Great Western Forum ho saputo che una cosa era reale: mi ero innamorato di te.
Ho corso su e giù per ogni parquet dietro ad ogni palla persa per te. Hai chiesto il mio impegno ti ho dato il mio cuore perché c’era tanto altro dietro.
Ho giocato nonostante il sudore e il dolore non per vincere una sfida ma perché TU mi avevi chiamato. Ho fatto tutto per TE perché è quello che fai quando qualcuno ti fa sentire vivo come tu mi hai fatto sentire.
(Kobe Bryant, lettera di addio al basket)

Hai fatto vivere a un bambino di 6 anni il suo sogno di essere un Laker e per questo ti amerò per sempre. Ma non posso amarti più con la stessa ossessione. Questa stagione è tutto quello che mi resta. Il mio cuore può sopportare la battaglia la mia mente può gestire la fatica ma il mio corpo sa che è ora di dire addio.
(Kobe Bryant, lettera di addio al basket)

Il successo non è lo stessa cosa del talento. Il mondo è pieno di gente incredibilmente di talento che non è riuscita a fare nulla.
(Tim Grover)

Ai bambini dico sempre di inseguire il sogno di giocare a basket, ma dico anche di non lasciare che sia il loro unico sogno.
(Kareem Abdul-Jabbar)

I limiti, come le paure, sono spesso solo un’illusione.
(Michael Jordan)

Pallacanestro
L’intreccio delle braccia
ricama l’aria
divaria
in salti silenziosi.
Il pavimento
geme
e i passi
sono tonfi di sassi in acqua.
L’applauso scoppia.
Occhi,
sui denti, di fuoco.
Azzurri e bianchi
i colori del gioco.
(Antonio Bartolini)

Annunci