Frasi, aforismi e battute divertenti sulla segretaria

In occasione della Giornata della Segretaria (Secretary Day o anche Administrative Professionals Day) che si tiene in date diverse a seconda dei paesi del mondo (in America l’ultima settimana di aprile) presento una raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sulla segretaria. Tra i temi correlati si veda Frasi, aforismi e battute divertenti sul capo ufficio e Frasi, citazioni e aforismi sul lavoro.

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sulla segretaria

Segretaria

Segretaria: una donna che sa tutto di tutti e anche un po’ di più.
(Anonimo)

La chiave per essere una buona segretaria è la discrezione. Bisogna rendersi indispensabili, ma senza imporsi. Il capo deve capire che sei molto capace al primo sguardo. Portare gli occhiali è essenziale.
(Dal film Tutti pazzi per Rose)

Essere segretaria è moderno. Ti fa incontrare un sacco di gente, girare il mondo, lavorare per persone importanti.
(Dal film Tutti pazzi per Rose)

La signorina Lemon, solerte segretaria di Poirot, rispose al telefono. Mise da parte il blocco per la stenografia, alzò il ricevitore e disse senza enfasi: «Trafalgar 8137»
(Agatha Christie)

Vi ripeto ancora una volta: preferite imbarcarvi con la signora Van Hopper o venire con me a Manderley?
Volete dire che vi occorre una segretaria?
Vi sto chiedendo se volete sposarmi!
(Dal film Rebecca la prima moglie)

Il problema nel fare per la prima volta qualcosa di giusto è che nessuno apprezza quanto sia stato difficile.
(Autore sconosciuto, ma probabilmente una segretaria!)

Grazie per rendere più facile tutto ciò che sembra complesso.
(Biglietto di ringraziamento a una segretaria)

L’eccellenza di una segretaria è nel fare le cose ordinarie straordinariamente bene.
(John W. Gardner)

Il processo di selezione dei talenti è così marcio che nel Belpaese molte persone, soprattutto donne e dotate della capacità di essere manager, sono confinate al ruolo di segretaria. Mentre i posti dirigenziali sono affidati a chi è ben introdotto, anche se spesso incapace. Per questo in Italia ci sono le migliori segretarie e i peggiori manager.
(Beppe Severgnini)

Un buon manager? Quello che sa scegliere un’ ottima segretaria. Superefficienti, onnipresenti, provvidenziali e persino “materne”. Quando sono davvero in gamba queste signore degli archivi, queste virtuose della tastiera, queste maghe che, usando semplicemente un telefono, sanno far apparire e sparire il “capo” proprio quando occorre, diventano insostituibili. Un lavoro duro, che regala soddisfazioni soltanto a chi non si risparmia. Uno dei pochi mestieri contro cui l’ avvento delle tecnologie può ben poco. Anzi, lungi dal poter essere sostituite da una macchina, le segretarie hanno “piegato” computer, fax e stampanti alle proprie esigenze, acquisendo sul campo una competenza che è un punto di forza.
(Antonella Baccaro)

E’ sempre stato e sempre sarà così in tutto il mondo: il cavallo fa il lavoro e il cocchiere se ne sta pigramente seduto.
(Anonimo)

In Italia il valore degli incarichi non corrisponde sempre alla realtà. Molto spesso il piantone conta più del colonnello, l’usciere ne sa più del ministro, il segretario può quello che il cardinale non osa, e così via.
(Giuseppe Prezzolini)

Amo l’eleganza disinvolta di certe segretarie. Al contrario delle manager, obbligate al tailleur, mostrano più creatività e anche un po’ spettinate fanno sempre bella figura.
(Giorgio Armani)

Le lettere d’amore andrebbero sempre dettate alla segretaria.
(Anonimo)

LA SEGRETARIA PERFETTA.
Il ruolo della segretaria implica l’accettazione senza condizione del presente regolamento:
1) Una segretaria è un essere delizioso che dedica anima e corpo al suo padrone.
2) Allorché le idee di una segretaria siano geniali, diventano subito le idee del padrone.
3) Quando il padrone ha cattive idee, la colpa è della segretaria.
4) Quando il padrone ha “delle idee” la sua segretaria deve in ogni caso trovarle buone.
5) La segretaria si farà vanto di restare più a lungo in ufficio e di arrivare al mattino fin dall’alba.
6) La segretaria deve saper dire con tono convincente: il signore è in riunione.
7) Inutile presentarsi al lavoro senza:
– il necessario per cucire (la moglie del padrone non ha tempo di fare tutto)
– un piccolo pronto soccorso.
– l’atlante geografico in 10 volumi
– Una linea diretta con l’accademia italiana per correggere gli errori del padrone
– Un sorriso radioso, un trucco perfetto, un buon carattere a prova di bomba.
8) La segretaria deve soddisfare i desideri del suo padrone prima ancora che egli abbia avuto l’idea.
9) Per evitare scenate coniugali, la segretaria deve essere disordinata nei giorni in cui la signora passa dall’ufficio a prendere il padrone.
10) Una buona segretaria non ha una vita familiare.

Il capo alla segretaria: “Signorina, ha visto la mia penna?”.
“Ce l’ha sull’orecchio”.
E il capo inferocito: “Insomma, signorina, non mi faccia perder tempo. Su quale orecchio?”.
(Anonimo)

Se a Hollywood non avesse funzionato, ero pronta a diventare la miglior segretaria del mondo.
(Bette Davis)

Nel 1944, Emmeline Snively, direttrice dell’Agenzia per Modelle Blue Book, disse all’aspirante modella Norma Jean Baker, “Sarebbe meglio che tu imparassi a fare la segretaria, oppure dovresti sposarti”. Tutti sappiamo che Norma Jean era Marilyn Monroe. E… chi era Emmeline Snively?
(Anonimo)

La mia segreteria sostiene che mi invento le cose, dice per esempio che una segretaria io non ce l’ho mai avuta.
(Comeprincipe, Twitter)