Frasi, citazioni e aforismi sulla collera e l’ira

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla collera e l’ira. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla rabbia e l’essere arrabbiati, Frasi, citazioni e aforismi sulla furia e il furoreFrasi, citazioni e aforismi sullo sfogo e lo sfogarsi e Frasi, citazioni e aforismi sull’odio.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla collera e l’ira

Collera

Contro le cose non conviene adirarsi, giacché esse non se ne curano affatto.
(Marco Aurelio)

L’ira è una follia momentanea, quindi controlla questa passione o essa controllerà te.
(Quinto Orazio Flacco)

L’ira: un acido che può provocare più danni al recipiente che lo contiene che a qualsiasi cosa su cui venga versato.
(Lucio Anneo Seneca)

L’ira non manca mai di ragioni, ma raramente ne ha una buona.
(Lord Halifax)

Di due cose l’uomo non dovrebbe mai adirarsi: di quel che non può fare e di quel che non può impedire.
(Proverbio)

La collera è la non-accettazione dell’inaccettabile.
(Marek Halter)

L’invidia e l’ira
abbreviano la vita.
(Proverbio)

Ricordati che la peggior nemica, e la più dannosa, che tu possa avere, è la collera.
(Arturo Graf)

La collera è come una valanga, che si rompe su ciò che rompe.
(Lucio Anneo Seneca)

Quando il sangue affluisce al cervello e cominciamo a tremare, in un attimo si annulla l’effetto di giorni e giorni di meditazioni.
(EM Cioran)

La paura conduce all’ira, l’ira all’odio; l’odio conduce alla sofferenza. Ah… Io sento in te molta paura.
(Maestro Yoda, Star Wars)

Amor non ha ragione e ira non ha consiglio.
(Proverbio)

Io tendo a interiorizzare, non so esprimere l’ira. È uno dei problemi che ho! Mi allevo un tumore.
(Woody Allen)

In tre occasioni l’uomo rivela la sua natura: quando la sua mente cede all’ira, quando il suo corpo è piegato dal vino e quando deve mettere mano alla borsa.
(Proverbio cinese)

Se mantieni la calma in un momento d’ira risparmierai cento giorni di dolore.
(Proverbio cinese)

La collera dell’uomo eccellente dura un momento, quella del mediocre dura due ore, quella dell’uomo volgare un giorno e una notte, quella del malvagio non cessa mai.
(Proverbio singalese)

Ciò che seminai nell’ira crebbe in una notte rigogliosamente ma la pioggia lo distrusse. Ciò che seminai con amore germinò lentamente, maturò tardi ma in benedetta abbondanza.
(Anonimo)

La collera di una madre non dura più di una notte.
(Proverbio africano)

Nell’uomo buono l’ira scompare velocemente.
(Publilio Siro)

La collera è la più inutile delle emozioni. Distruttiva per la mente e dolorosa per il cuore.
(Stephen King)

Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause.
(Marco Aurelio)

La collera è uno tra i principali ostacoli alla tranquillità dell’animo e alla salute del corpo.
(Denis Diderot)

A renderci irascibili è o l’ignoranza o l’arroganza.
(Lucio Anneo Seneca)

Con la mancanza di collera si vinca la collera; con la bontà si vinca la cattiveria. Con la generosità si vinca l’avarizia, con la verità si vinca il menzognero.
(Buddha)

Dall’impeto dell’ira, più che dal vino, sgorga la verità.
(Alessandro Morandotti)

La collera e il vino svelano l’animo dell’amico.
(Plutarco)

Nell’ira si dicono cose tremende che poi si nega d’aver pronunciate per sottrarsi alla duplice umiliazione di doverle smentire e chiedere perdono.
(Alessandro Morandotti)

L’uomo adirato, quando torna in sé, si arrabbia con sé stesso.
(Publilio Siro)

Chi s’abbandona all’ira prenota il rimorso.
(Proverbio)

La collera comincia nella follia e finisce nel pentimento.
(Proverbio orientale)

Molta gente si innervosisce o si incollerisce per il minimo contrattempo, e a questo modo spreca una quantità d’energia che potrebbe essere usata più utilmente.
(Bertrand Russell)

Mostrare la propria collera al nemico, è offrirgli la vittoria.
(Anonimo)

La collera è un odio aperto e transitorio; l’odio, è una collera trattenuta e senza sbocchi.
(Charles Pinot Duclos)

Chi tosto s’adira, tosto si placa.
(Proverbio)

Ira senza forza, subito si smorza.
(Proverbio)

L’ira è segno di debolezza, come il dolore, perché è un cedimento, da parte di chi ne è colpito.
(Marco Aurelio)

Quelle collere che vi strappano la pelle, le carni, e vi riducono come uno scheletro che trema!
(EM Cioran)

Non è decoroso né farsi coinvolgere dalla passione né dall’odio, né tanto meno dall’ira.
(Sallustio)

Abbandona l’ira, trascura l’orgoglio, passa oltre ogni vincolo: nessun dolore tocca l’uomo distaccato da nome e forma, e che non possiede nulla.
(Buddha)

Cedendo alla collera non facciamo necessariamente un torto al nostro nemico, ma in compenso danneggiamo senz’altro noi stessi.
(Dalai Lama)

Non c’è passione che sconvolga tanto l’equità dei giudizi quanto la collera.
(Michel de Montaigne)

Sai tu perché suol essere terribile la collera dei pacifici? Perché subitanea esplosione di molte collere represse.
(Arturo Graf)

Un’ira smisurata sfocia nella follia; perciò evita l’ira, per conservare non solo il dominio di te, ma la tua stessa salute.
(Lucio Anneo Seneca)

L’adirato quando è ritornato in sé, allora si adira con sé medesimo.
(Publilio Siro)

Tra l’ira funesta del Pelide Achille e l’ira di Dio dopo il peccato di Adamo, sembra che l’Occidente, che ha nella cultura greca e in quella giudaico-cristiana le sue matrici, rinvenga nell’ira, o come più frequentemente si dice nella “rabbia”, uno dei suoi segni distintivi.
(Umberto Galimberti)

Cantami, o Diva, del pelide Achille l’ira funesta che infiniti addusse lutti agli Achei
(Incipit dell’Iliade di Omero)

Facili all’ira sopra la terra siamo noi stirpi umane.
(Omero)

Anche la mosca ha la sua collera.
(Proverbio)

Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano.
(Marcello Marchesi)

Gli uomini collerici si fanno con le proprie mani un letto di ortiche.
(Samuel Richardson)

Ho appreso attraverso un’amara esperienza l’unica suprema lezione: controllare l’ira; e come il calore conservato si trasforma in energia, così la nostra ira controllata può trasformarsi in una forza capace di muovere il mondo.
(Mahatma Gandhi)

Da tre cose l’uomo superiore deve guardarsi: quando è giovane e la sua vitalità è in fermento deve guardarsi dalla lussuria; quando è adulto e la sua vitalità è robusta deve guardarsi dall’irascibilità; quando è anziano e la sua vitalità è indebolita, deve guardarsi dalla cupidigia.
(Confucio)

Chi vince la propria ira supera il più grande dei nemici.
(Publilio Siro)

L’odio è cieco, la collera sorda, e colui che vi mesce la vendetta, corre pericolo di bere una bevanda amara.
(Alexandre Dumas padre)

La ragione vuol prendere la decisione giusta, l’ira vuole che sembri giusta la decisione che ha già preso in partenza.
(Lucio Anneo Seneca)

La legge vede l’uomo irato ma l’uomo irato non vede la legge.
(Publilio Siro)

L’ira è solita dimenticare la legge.
(Publilio Siro)

Non si fa alcuna distinzione tra le forme di collera, sebbene ve ne sia una lieve e quasi innocente, che deriva dall’ardore dell’indole, e un’altra delittuosa, che invero è il furore dell’orgoglio.
(François de La Rochefoucauld)

Io so che l’odio come l’ira hanno la loro funzione nello sviluppo della società, perché l’odio dà la forza e l’ira sprona al mutamento.
(Ivo Andrić)

La collera talvolta è un pungolo proficuo.
(Henri-Frédéric Amiel)

Reprimere la collera è come schiacciare contemporaneamente il pedale dell’acceleratore e quello del freno: rovini l’auto e te stesso.
(Haim Ginott)

Niente di più autentico della collera.
È pura espressione del risveglio della coscienza. Ribellione netta e di tutto rispetto.
(Emilia974, Twitter)

L’umorismo è una collera quasi sempre mascherata.
(Stephen King)

Le tigri dell’ira sono son più sagge dei cavalli della sapienza.
(Saul Bellow)

Le collere degli amanti sono come i temporali estivi, che non fanno che rendere la campagna più verde e più bella.
(Madame Necker)

Gli irascibili passano in un attimo dalla calma alla collera.
Il confine è la bile.
(egyzia, Twitter)

La collera svuota l’anima, portandone alla luce ogni sedimento. Perciò, quando non ci si sa procurare chiarezza in altro modo, bisogna saper fare andare in collera quelli che ci attorniano, i nostri sostenitori e avversari, per venire a sapere tutto ciò che nel loro fondo accade e viene pensato contro di noi.
(Friedrich Nietzsche)

L’ira infosca la mente, ma fa trasparente il cuore.
(Niccolò Tommaseo)

L’ira è percepita come qualcosa d’altro da noi, che può impossessarsi di noi, facendoci perdere la capacità di controllo e l’uso della ragione. C’è dunque nella considerazione che abbiamo dell’ira qualcosa di significativamente immorale, nel senso che ciascuno di noi si identifica con la parte razionale e ben educata di sé e rifiuta di riconoscere come propria la parte passionale, della cui attivazione è sempre responsabile l’altro.
(Umberto Galimberti)

[Il peccato capitale] L’Ira! Se c’è uno che si incazza più di Lui, ragazzi! Dalla mattina alla sera non c’è un momento che è calmo: già all’inizio Adamo ed Eva gli presero una mela. “Eeeeh! Fuori di casa mia! Te partorirai con dolore! Te lavorerai con sudore!”. Per una mela? Te la pago, mamma mia! Un casino! No, ora io posso anche ammettere: gli hanno preso una cosa che ci teneva. Uno se la piglia, no? Ma poi ti passa… A lui non gli è ancora passata. Son duemila anni che ci fa battezzare per quella mela.
(Roberto Benigni)

La Bibbia dice che l’uomo è stato fatto a immagine di Dio – ed è vero che l’uomo e Dio si rassomigliano nella loro collera.
(Christian Bobin)

Dies Irae, dies illa solvet saeclum in favilla – Giorno dell’ira sarà quel giorno dissolverà il mondo terreno in cenere.
(Tommaso da Celano)

Il vuoto del cielo disarma la collera.
(Simone de Beauvoir)

Adirarsi è facile, ne sono tutti capaci, ma non è assolutamente facile, e soprattutto non è da tutti adirarsi con la persona giusta, nella misura giusta, nel modo giusto, nel momento giusto e per la giusta causa.
(Aristotele)

Di’ la verità, non ti abbandonare all’ira; dai, se ti è richiesto, anche se si tratta di poco: salendo questi tre scalini ti avvicinerai agli dei.
(Buddha)

L’ira è il ricordo di un odio nascosto o di un rancore.
(Giovanni Climaco)

Non ho mai conosciuto qualcuno che non valesse un fico secco e che non fosse irascibile.
(Ezra Pound)

L’ira e la fretta non fanno nulla di buono.
(Proverbio)

L’ira non sa tener la lingua a segno.
(Proverbio)

Spremendo la collera ne esce la lite.
(Libro dei Proverbi, Antico Testamento)

E se vi dicessi che la rabbia guida ciascuno dei miei pensieri, ma che la paura tace ognuna delle mie parole?
(Armando Gonzalez Torres)

Un uomo adirato è un uomo che non ha saputo dire no e che prova, per di più, il rimorso di non averlo fatto.
(Tahar Ben Jelloun)

L’ira del gatto è bella, bruciante di pura fiamma felina, pelo irto e scintille blu, occhi fiammanti e crepitanti.
(W. S. Borroughs)

Non cedete mai al primo impulso dell’ira: cedete sempre al primo impulso dell’amore.
(Arturo Graf)

È più facile che tu vinca con la prudenza che non con la collera.
(Publilio Siro)

L’ira trasforma nel suo contrario tutto ciò che è ottimo e giusto. Non consente che si ricordi di alcun dovere colui che da essa è posseduto: fa di un padre un avversario, d’un figlio un parricida, d’una madre una matrigna, d’un cittadino un nemico, d’un re un tiranno.
(Lucio Anneo Seneca)

L’ira è la peggiore consigliera.
(Proverbio)

Nella collera niente è più conveniente che il silenzio.
(Saffo)

La collera del giovane è come un fuoco di paglia; ma l’ira del vecchio è come acciaio rovente.
(Anonimo)

Fa che la tua collera tramonti col sole e non sorga con esso.
(Proverbio)

L’uomo si conosce quando la collera l’assale, quando il danaro gli manca e quando la donna lo tenta.
(Proverbio)

Quando l’ira si accende in te, non fare nulla. Semplicemente siedi in silenzio e osservala. Non avversarla, non alimentarla. Non cooperare, non reprimere. Osservala soltanto, abbi pazienza, sta’ a vedere cosa succede. Lasciala crescere. Ricorda solo una cosa: non fare nulla nel momento dell’ira, aspetta! Lasciale solo un po’ di tempo, aspetta e ti stupirai. Vedrai che, se sai aspettare abbastanza, l’ira diviene compassione.
(Osho)

Non essere in collera con la pioggia; semplicemente non sa come cadere verso l’alto.
(Vladimir Nabokov)

Un pazzo si può riconoscere da sei cose: collera senza motivo, discorsi senza senso; cambiamenti senza progresso; domande senza oggetto; fiducia a sconosciuti; confondere nemici con amici.
(Proverbio arabo)

Tutti parlano di pace, ma non si può realizzare la pace all’esterno se si coltivano nel proprio animo la collera o l’odio.
(Dalai Lama)