Frasi, aforismi e battute divertenti sulla riapertura e la fase 2

Presento una raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sulla riapertura e la fase 2. Tra i temi correlati Frasi, aforismi e battute divertenti sul Coronavirus, Frasi, citazioni e aforismi sulla quarantena, Frasi, citazioni e aforismi sul Coronavirus e il Covid19 e Frasi, citazioni e aforismi sulla libertà.

**

Frasi, aforismi e battute divertenti sulla riapertura e la fase 2

Il 4 maggio l’Italia inizia a riaprire.
(Giuseppe Conte)

Dal 4 maggio più spostamenti, ma per la piena libertà bisognerà aspettare
(Giuseppe Conte)

Inizia la fase 2 ma dobbiamo continuare a rispettare la distanza sociale o la curva risale.
(Giuseppe Conte)

Mi piacerebbe riaprire tutto subito prima del 4 maggio, ma sarebbe irresponsabile.
(Giuseppe Conte)

Riapertura? Dobbiamo abituarci ad un nuovo mondo, le nostre vite cambieranno, ci sarà una nuova normalità, l’infezione continuerà a circolare.
(Ilaria Capua)

Riaprire potrebbe dare luogo a dei focolai da contagio e dobbiamo essere prontissimi a identificarli e a isolarli.
(Roberto Burioni)

Chiudere un paese è relativamente facile, riaprirlo è di una difficoltà mostruosa.
(Alessandro Baricco)

È arrivato la Fase 2:
AL MIO SEGNALE SCATENATE L’INTELLIGENZA, IL BUON SENSO E LA RESPONSABILITÀ.
(masse78, Twitter)

Ecco quello che possiamo fare dal 4 maggio:
-Fare attenzione.
-Usare il cervello.
-Rispettare le regole.
(masse78, Twitter)

Sono entrato in macchina dopo 2 mesi con la stessa emozione dei primi archeologi che sono entrati nella tomba di Tutankhamon nel novembre del 1922.
(Dbric511, Twitter)

La normalità, come abbracciarci e baciarci, tornerà solo quando ci sarà il vaccino. Fino ad allora, avremo accuratezza nei contatti e responsabilità che guiderà la ripresa e la riapertura delle attività.
(Pierpaolo Sileri vice ministro della Salute)

Ci sono Paesi che hanno aperto prematuramente, e poi hanno dovuto chiudere di nuovo.
(Roberto Speranza, Ministro della Salute, 7 aprile 2020)

Dobbiamo cominciare a pensare a una ripresa delle nostre vite: non possiamo pensare di stare in casa al fine di rimanere in casa per sempre. Però in questo momento la situazione è ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve.
(Roberto Burioni, 28 marzo 2020)

Che anno è, che fase è?
(Anonimo)

Come in tutte le trilogie, la fase 2 è la più deludente.
(IlBomma, Twitter)

Secondo me il 4 maggio esce pure Mina
(lu_terron_power, Twitter)

Fase 2 = “ti giuro, sono cambiato”
(sostansia, Twitter)

La fase 2 è come la fase 1, ma si rifanno vivi gli ex.
(Valemille, Twitter)

Fase 2, è la Fase 1 con asporto.
(Alemarsia, Twitter)

Sei una bellissima persona, però quello che cerco io in questo momento è qualcuno che abbia una piscina.
(saraluciani4, Twitter)

Cioè tipo sei in macchina con lei il carabiniere ti dice “salve voi cosa siete?” e lei “si dai rispondigli cosa siamo” ed il carabiniere “dovete dare un nome a questa relazione” e lei “LO DICO DA SEMPRE” senta maresciallo è già abbastanza difficile.
(Tremenoventi, Twitter)

Ok ragazzi abbiamo tipo 20 giorni per sposare qualcuno che abbia la casa al mare rimbocchiamoci le maniche.
(Tremenoventi, Twitter)

Noi ridevamo e scherzavamo ma alla fine la fase 2 si è davvero rivelata come la fase 1 ma con le maniche corte.
(jupitears, Twitter)

Allora: dal 1 maggio riaprono i musei ma non i parrucchieri. In pratica posso andare agli Uffizi per vedere il ritratto di Agnolo Doni per capire come potrei pettinarmi i capelli, visto che ormai ce li ho come i suoi…
(Arteamodino, Twitter)

Non mi interessa la riapertura delle discoteche o dei bar, mi interessa poter riabbracciare le persone che amo, anche in mezzo a un campo, ma poterle vedere e parlarci.
(Achpln, Twitter)

Assisterò alla riapertura dei bar come se fossi in Lapponia a vedere l’aurora boreale.
(paradisoa1, Twitter)

ATTENZIONE DICIAMOLO CHIARO:
IL 4 MAGGIO NON INIZIA IL CARNEVALE DI RIO.
(masse78, Twitter)

Si chiama Fase Due non famoelcazzochecipare, non uscite se non serve, fate i bravi che in due minuti ci rinchiudono in casa per tre mesi.
(CarraroFabio69, Twitter)

Ogni persona che incontri potrebbe essere un tuo parente di 6⁰ grado.
Sii gentile sempre.
(Zziagenio78, Twitter)

Sii gentile, specialmente dopo la quarantena. Non lo sai se avevano la lavastoviglie o no.
(Ester Viola)

Non vedo l’ora di vedere i miei cugini di sesto grado, per presentarci.
(Tremenoventi, Twitter)

Forse i decreti servono solo per farci capire se siamo affetti stabili o no
(Fragmentarius)

Non sono una persona stabile io, figuriamoci i miei affetti.
(jupitears, Twitter)

Alla fine è solo una questione di marketing. Ci sarebbe piaciuta di più se l’avessero chiamata Fase 1 Summer Edition.
(Marco Salvati)

L’addetto al controllo dei miei spostamenti dopo la quarantena:
“Ragazzi ma a questo lo avete avvisato che è finita?”
(Tremenoventi, Twitter)

Vorrei la data di riapertura delle estetiste per capire se devo farmi di nuovo fare la ceretta da sola, che devo prepararmi psicologicamente e respirare molto profondo, no non me li lascio crescere sono vittima del patriarcato.
(slkm, Twitter)

Mangio marmellata con i cucchiai da cocktail e porto i pantaloni del pigiama con il pezzo sopra del costume, io non lo so se sarò mai più in grado di uscire tra la gente.
(terzocassetto, Twitter)

Sono più per una riapertura mentale.
(thatsVane, Twitter)

Sono sempre stato favorevole a una riapertura graduale. In genere faccio così, prima mi apro una birra, magari continuo con un Valpolicella Ripasso e poi via via tutti i superalcolici o gli amari
(niky_lista, Twitter)

Le foto delle vostre pizze fatte in casa sono un inno alla riapertura delle pizzerie quelle vere.
(Vucciria79, Twitter)

Parrucchieri tra gli ultimi a riaprire.
Previste lunghe code.
(ilmarziano1, Twitter)

Mi manca entrare al bar e chiedere “cosa c’è dentro quello?” per ogni cacchio di cornetto del pianeta.
(Tremenoventi, Twitter)

Coronavirus, Sileri: «Dal 4 maggio si potrà tornare a correre, massimo per 40 minuti».
Io corro per 40 minuti solo se mi insegue un toro.
(DaliaAnfossi, Twitter)

Ho letto che dal 4 maggio
usciremo scaglionati, a mio avviso
c’è una vocale sbagliata.
(Rafagrodoro, Twitter)

E quelli che dicono di ripartire e quelli che dicono restiamo ancora a casa, chi dice che il virus andrà via d’estate, chi dice che tornerà in autunno, chi pensa che ci dobbiamo convivere per anni
E la fase 1, la fase 2 e la fase 3.
Non si capisce più niente.
(masse78, Twitter)

Ma come fai a ripartire se non c’è denaro, non c’è materiale protettivo, non c’è diagnostica, non c’è sicurezza, non c’è la tua bocca di fragola, non c’è il dolce miele dei tuoi capelli, non c’è che il veleno di te sul cuore, non c’è via d’uscita per questo amore.
(Zziagenio78, Twitter)

Mentre altrove riaprono le scuole, in Italia si apre una commissione per la riapertura delle scuole.
(Massimo Gramellini)

Conte ha annunciato la riapertura delle librerie. Tanto lì il rischio è quasi a zero, gli italiani non ci entrano
(Roberto Pavanello)

La riapertura delle librerie ha un chiaro valore simbolico: la cultura è considerata un bene primario, come il pane.
(Michele Serra)

Scommettiamo che quelli che ora chiedono a gran voce una rapida riapertura, nel caso di una seconda ondata del virus, saranno i primi a dire che è colpa di chi ci ha costretti a riaprire troppo presto?
(Robgere, Twitter)

Pronti per il mare.
-Ciabatte
-Pinne ed occhiali
-Telo mare
-Crema solare
-Vetril
(BrambillaLuca, Twitter)

Magari quest’anno sarà un’estate diversa, per certi aspetti anche migliore.
Senza code in autostrada, senza folla nei locali, senza gente che ti tocca mentre ti parla, e forse anche senza tormentone latinoamericano o di Baby K.
(masse78, Twitter)

Per la stagione estiva stanno pensando di distanziare un po’ di più gli ombrelloni, peccato io amavo farmi urlare nelle orecchie dal mio vicino e prendermi tutta la sabbia in faccia dei bimbi che corrono con le infradito mentre maledico la vita e sudo nervosamente
(Tremenoventi, Twitter)

Che voglia di poter uscire e inventare finalmente scuse per starmene a casa.
(dbric511, Twitter)

Se ci son già 14 persone al funerale e si presentano altri 2 si fa un quiz di conoscenza del morto e se finisce ancora pari si va ai rigori con la porta della chiesa
(Zziagenio78, Twitter)

Potranno fare il bagno al mare solo le persone che abitano dentro al mare cioè il granchio Sebastian e Ariel.
(AlbertoSorge, Twitter)

Stai a vedere che alla fine quest’anno potranno andare in vacanza solo quelli col mare dentro.
(masse78, Twitter)

Belli i tempi di quando si chiedeva “chi è l’ultimo?” solo dal dottore.
(Lux_n, Twitter)

Per sopportare la fase 2 ci vorrà il distanziamento neuronale.
(m4gny, Twitter)

Fase 2: riaprono le urla scomposte dei politici nei talk. Verranno attutite da schermi di plexiglass.
(Andrea Vianello)

Speriamo che non interroghino sulla fase 2 perché non so niente
(Tremenoventi, Twitter)

Tra fase 1 e fase 2 preferisco la fase REM: nella speranza di svegliarmi prima possibile da questo incubo ad occhi aperti.
(Anonimo)

Stai ingrassando così tanto che il governo dovrà pensare alla Fase Bue.
(iddio, Twitter)

Siamo alla fase 2: finalmente il numero degli esperti ha superato quello dei contagiati.
(Anonimo)

Secondo me qualche spiraglio di luce inizierà a vedersi con la Fase IV in cui Conte combatterà contro un pugile russo
(Ty_il_nano, Twitter)

Dopo la fase 1 e la fase 2
si va ai supplementari…
(LucaMagmo, Twitter)

Nel frattempo gli animali che s’erano ripresi i loro spazi stanno dicendo:”CHE DUE MARONI, DOBBIAM TORNARE ALLA FASE 1″
(Zziagenio78, Twitter)

Ho faticato i primi giorni ad abituarmi a questa vita lenta. Ora credo faticherò a riabituarmi alla vita precedente.
Ha senso tutto quel correre, quella vita senza respiro a caccia del superfluo?
Godersi le cose essenziali, prendersi del tempo. Non ne ricordavo il sapore…
(EmmaLuGriffin, Twitter)

Bisogna essere audaci, non solo prudenti. Audaci nell’immaginare un mondo nuovo. Terribile sarebbe non trarre nessun insegnamento da quello che è accaduto. Bisogna ricominciare ma in un altro modo.
Insomma bisognerebbe immaginare l’inimmaginabile, rendere l’impossibile possibile… Dobbiamo ripartire ma non come se nulla fosse successo.
(Massimo Recalcati)

Una reazione ad un’epidemia deve essere pronta, immediata. Se si parte tardi si perde. Per la fase 2 non possiamo permetterci di farci prendere di nuovo di sorpresa. Questa volta non sarebbe perdonabile.
(Roberto Burioni)

Comunque un giorno potremo dire la frase “Faccio parte di quella generazione che ha vissuto i giorni del Coronavirus”.
Perché prima o poi, questa frase la pronunceremo tutti.
(masse78, Twitter)