Frasi, citazioni e aforismi sull’orchidea

Annunci

In Oriente l’orchidea rappresenta perfezione (per la simmetria dei suoi petali con lo stelo) e purezza, mentre in Occidente è correlata all’amore, per la sua capacità di crescere ovunque, in ogni continente, a esclusione dell’Antartide e del deserto. Grazie a numerosissime specie esistenti l’orchidea ha assunto diverse sfumature di significato: l’orchidea rosa è simbolo di affetto e amore e viene spesso regalata al 14° anniversario di matrimonio, mentre quella gialla o color crema è adatta per il 28°.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’orchidea. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui fiori e Frasi, citazioni e aforismi sulle rose.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’orchidea

Orchidea

Le orchidee: esseri prodigiosi, inverosimili, figlie della terra sacra, dell’aria impalpabile e della calda luce.
(Guy de Maupassant)

Mi piacciono le orchidee: hanno colori d’acqua, fuoco, terra e luna.
(Fabrizio Caramagna)

L’orchidea è simbolo di lusso, voluttà, mistero e passione. Questo fiore fantasmagorico, simbolo della bellezza assoluta, incarna il mito della donna ideale. L’orchidea è il fiore perfetto per dichiarare un amore segreto.
(Anonimo)

Quando una donna riceve un’orchidea, be’… si sente come se fluttuasse su una nuvola di infinite possibilità.
(Dal film The Perfect Man)

Orchidea selvaggia,
bella da morire,
carnose labbra.
Pelle ambrata,
al tatto ti chiudi, vellutata
penetri con le radici il tronco
come solo tu sai fare
e non lo lasci andare
succhiando l’anima
di chi ti viene incontro.
(Anna De Santis)

La sensualità che emana dai petali e i colori che sanno di mistero.
E all’improvviso è l’orchidea.
(Fabrizio Caramagna)

Mentre contemplavo un’orchidea, questa all’improvviso mi ha fatto la lingua.
(Fabrizio Caramagna)

Le orchidee affascinano per i loro fiori e la loro vita vegetativa: possono crescere sia sul terreno che sugli alberi. Ve ne sono alcune che assumono, attraverso le radici, acqua e nutrimento dall’aria umida.
(Frank Röllke)

Da tanto avevo sentito parlare di un’Orchidea prima di trovarne una, quando ero bambina, ma il primo contatto con lo stelo è vivido ora, come lo Stagno che l’aveva prodotta.
(Emily Dickinson)

Ieri colsi un’orchidea per mettermela all’occhiello; era una mirabile cosa, tutta macchiata, efficace come i sette peccati mortali
(Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray)

Oggi sono indeciso tra la purezza di un giglio bianco e l’eresia di una orchidea dai mille colori.
(Fabrizio Caramagna)

Queste inverosimili orchidee dell’India. Piante mostruose dalle esfoliazioni inattese e dalle inconcepibili fioriture, aventi una forma di via organica quasi animale, delle attitudini oscene o dei colori minacciosi.
(Léon Bloy)

Noi siamo Orchidee – dicono da sole-, nulla ci può essere contrapposto capace di occultarci; né occorre che spendiate molte delle vostre fatiche, o signori floricoltori, perché noi si mostri le nostre virtù, non ci occorre terra, non ci necessita superficie, inutili le vostre premure, lasciateci quassù a cavallo di questo ospitale pezzo di legno morto, lasciate che le nostre radici penzolino nell’aria, lasciateci in gran pace, non desideriamo altro che acqua dalle vostre mani, visto che ci avete tolte dalle nostre patrie dove il cielo ci assisteva come ci conveniva; limitatevi a gustarci se avete occhi per vedere, narici per percepire, animo per sentire.
(Onorato Masera)

L’amore è un’orchidea che vive principalmente di aria calda.
(Myrtle Reed)

Cammino con Truffaut sul bordo dei marciapiedi
e sono un’orchidea che sa scegliere le sue albe
(Lucía Rivadeneyra)

Per chi serba il cuore di un’orchidea
– Le paludi sono rosa a giugno.
(Emily Dickinson).

Fior diabolico ― disse Donna Elena Muti, prendendo il vaso di vetro e osservando da vicino l’orchidea sanguigna e difforme.
(Gabriele D’Annunzio)

Mostruoso fiore fatto di carne, nato dal limo in putrefazione, cresciuto in atmosfera da tropico.
(Augusto De Angelis)

L’orchidea mostruosa che appende
Nell’aria il suo pensile giardino
Leopardo diabolico!
(Sylvia Plath)

La farfalla bagna
le ali, nel profumo
dell’orchidea.
(Ian Fleming)

Il profumo dell’orchidea
penetra come incenso
le ali di una farfalla.
(Matsuo Basho)

A certe domande risponde solo l’orchidea.
(Fabrizio Caramagna)

Sento una maggiore affinità con la tribù delle orchidee: sovversive del mondo vegetale, piante aggrappate alla vita ovunque possano, penetranti e insidiose. Le rose sono così ordinarie, con quei verticilli di un rosa chewing gum nauseabondo, il profumo insinuante, le foglie malsane, le piccole spine scaltre che si conficcano nel cuore… O rosa, tu sei malata…Ma non lo siamo tutti?
(Joanne Harris)

Il nostro matrimonio non è stato un giardino di rose, botanicamente parlando tu sei più un’orchidea carnivora.
(Woody Allen)

Il gatto è imprevedibile ed ammaliante come un’orchidea selvaggia.
(Stanislao Nievo)

Generale Sternwood: Ama le orchidee?
Marlowe: Non particolarmente.
Generale Sternwood: Sono orribili. La loro carne assomiglia troppo a quella umana e il profumo ha la putrida dolcezza della corruzione.
(Dal film Il grande sonno)

Quando due amici si comprendono completamente le parole sono soavi e forti come profumo di orchidee.
(Confucio)

Nella vita tutto, tranne la coltura delle orchidee, deve avere uno scopo.
(Rex Stout)

L’orchidea più venduta è un genere di orchidea assai particolare. Non la Cattleya di Proust, che ha fatto il suo tempo. Dalle esclusive boutique milanesi di via Montenapoleone ai megastore di Tokyo o di Los Angeles, tutti ci chiedono la bellissima Phalaenopsis bianca.
(Giancarlo Pozzi, La Stampa 2009)

La forma sensuale del fiore ricordava l’organo sessuale femminile e alimentava un gran voyeurismo. Il “messaggio” adesso è cambiato e la pianta con la sua linea essenziale e aristocratica ben si inserisce in un ambiente postmoderno, stilizzato. Non perde foglie, esige poca acqua, vuole luce ma non troppa. Ma va bene per chi la mattina si chiude la porta alle spalle e rientra alla sera.
(Rossella Sleiter, La Stampa 2009)

Le orchidee non necessitano di terra, ma di un substrato apposito molto poroso che consenta il passaggio dell’acqua. In genere si utilizza corteccia di pino finemente frantumata, fibra di Osmunda e sfagno. Un altro elemento indispensabile è la luce: hanno bisogno di elevata luminosità, ma si deve fare attenzione che non siano esposte ai raggi solari diretti: potrebbero bruciare la vegetazione. Si deve evitare la corrente d’aria e la vicinanza dei termosifoni. Posizione ideale: finestra a sud riparata da tenda che permetta passaggio della luce. La temperatura non deve mai scendere sotto i 20°C
(Mario Vietti, La Stampa 2015)

Annunci