Frasi, citazioni e aforismi sul gelsomino

Annunci

Il gelsomino, originario dell’Asia centrale e diffuso in particolar modo in India, è insieme alla rosa il fiore dell’amore per eccellenza, simbolo di avvolgente femminilità. Nel mondo arabo rimanda all’amore divino, essendo il paradiso immaginato adorno dei suoi fiori stellati.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul gelsomino. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sui fiori, Frasi, citazioni e aforismi sul profumo e Frasi, citazioni e aforismi sull’edera.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul gelsomino

Annusare il gelsomino ad occhi chiusi, forse è anche così che si torna a fiorire.
(MichelaRabino, Twitter)

Di tanto in tanto veniva dalla strada un dolce odore di gelsomino, l’aria di primavera faceva girare la testa, e improvvisamente provai di nuovo una sensazione nota: un’intensificazione insopportabile di tutti i miei sensi, un impulso magico ad abbracciare il mondo, a cercare la presenza di qualcosa per cui valeva la pena vivere.
(Fabrizio Caramagna)

Il gelsomino mi ha svegliato stamattina
e c’era tutto aprile nel giardino.
(Fabrizio Caramagna)

Come quando, all’improvviso, senti il profumo dei gelsomini.
Vorrei vivere così, all’improvviso.
(iparchia, Twitter)

La mia casa è sulle colline. Un posto molto semplice, pietre rosa che si scaldano al sole e un orto che profuma di erbe di giorno e di gelsomino la notte.
(Generale Massimo nel film Il gladiatore)

Fra l’aria
del meriggio
ch’era uno svenimento
le ho colto
arance e gelsomini.
(Giuseppe Ungaretti)

Il gelsomino porta il suo nome a meraviglia:
emana dalle sue sillabe una luce che conquista lo sguardo.
(Fabrizio Caramagna)

Riessere giovani una notte di mezzo inverno… per cinque minuti, un minuto… Il tempo di prendere a braccetto il vento e arrampicarsi fino a una cara finestra… E qui baciare pioggia e labbra insieme, confondere un perdifiato con un batticuore, esalare le sillabe d’un nome breve entro un odore di gelsomino… Per cinque minuti, un minuto…
(Gesualdo Bufalino)

Eppure credo che un libro, il sole ed il gelsomino in fiore abbiano parecchio a che fare con la felicità.
(Fabrizio Caramagna)

Percepire una vertigine e perdermi davanti a un quadro.
Attivare una fitta trama di corrispondenze tra me, il gelsomino.
(ladoria1, Twitter)

La primavera arrivò con il profumo del gelsomino e il viola delle magnolie e l’inverno si sciolse davanti a tanta bellezza.
(e_senzaimmagini, Twitter)

Perché quando vai in un giardino guardi le erbacce?
Passa più tempo con le rose e i gelsomini.
(Rumi)

Il gelsomino è il profumo più delicato e più bello.
(Natalie Portman)

Il gelsomino è dolce e ha molti amori.
(Thomas Hood)

I gelsomini hanno quell’odore buono che si respira ogni volta che qualcosa rinasce nel tempo.
(Fabrizio Caramagna)

Il profumo del gelsomino. E le maniche corte. E la pelle arrossata dal sole. E i sorrisi. Quelli grandi. Quelli sporchi di futuro.
(Fabrizio Caramagna)

Il gelsomino. Come è possibile, mio Dio, se ne sta là stretto tra le mura dei vicini e il garage, e vede davanti a sé il tetto piatto, scuro e fangoso del garage. In mezzo a quel grigio, spento color di melma è così radioso, così incontaminato, così esuberante e così delicato come una giovane sposa temeraria che si sia persa nei bassifondi. Qualcosa di assolutamente incomprensibile.
Quel gelsomino, quel gelsomino mi fa restare senza parole. È da tempo che si trova là, ma comincia a farmi restare senza parole solo adesso.
(Hetty Hillesum)

Seducente è
il tuo profumo,
gelsomino
della notte misteriosa.
Con dolcezza di seta
accarezzi
l’aria trepida
e mite.
Dolce è
il ricordo che evochi.
Ancora più
dolce è
il sogno che provochi.
(Edwin Agustín Lozada)

Al buio, il profumo del gelsomino è una seconda pelle.
(Fabrizio Caramagna)

Il vero amore è un gelsomino notturno, un diamante nell’oscurità, il battito cardiaco che nessun cardiologo ha mai ascoltato.
(Jim Bishop)

Impossibile dissentire da Ippolito Pizzetti quando, alla voce Jasminum della sua guida Fiori e giardino (Garzanti), così esordisce: «Chi ha un giardino e non coltiva Gelsomini, non è meno da compatire di chi ha un giardino e non coltiva Rose». Ma non tutti i gelsomini sono gelsomini, non tutti i gelsomini sono bianchi, non tutti profumano né tutti hanno lo stesso profumo.
(Angela Borghesi)

Alla fine di luglio cominciò l’epoca dei gelsomini, in agosto quella delle tuberose. Entrambi i fiori avevano un profumo così squisito e fragile a un tempo che non soltanto si dovevano raccogliere prima dell’alba, ma richiedevano una lavorazione particolarissima, estremamente delicata
(Patrick Suskind)

I lillum, gli osmanthus, la gardenia, l’orchidea, le rose. E poi ancora, le violette, i giacinti, il gelsomino, il calicanthus, l’hamamelis. Oppure la magnolia, il lillà, la daphne, la lavanda, il caprifoglio. Mi fermo qui, anche se potrei continuare a lungo a stilare questa lista botanica. Di piante che hanno una peculiarità in comune: sono incredibilmente profumate, meravigliosamente profumate, ma anche pericolosamente profumate. È un pericolo che val la pena correre, non è dannoso, può creare un legame e una sorta di dipendenza olfattiva dalla quale non si torna indietro.
(David Zonta)

Il gelsomino notturno
E s’aprono i fiori notturni,
nell’ora che penso ai miei cari.
Sono apparse in mezzo ai viburni
le farfalle crepuscolari.
Da un pezzo si tacquero i gridi:
là sola una casa bisbiglia.
Sotto l’ali dormono i nidi,
come gli occhi sotto le ciglia.
Dai calici aperti si esala
l’odore di fragole rosse.
Splende un lume là nella sala.
Nasce l’erba sopra le fosse.
(Giovanni Pascoli)

Non è che mi piaccia il profumo dei gelsomini, è più che mi ci chiuderei direttamente dentro e butterei la chiave
(Saraturchina, Twitter)

Un teatro era il paese, un proscenio di pietre rosa, una festa di mirabilia. E come odorava di gelsomino sul far della sera. Non finirei mai di parlarne, di ritornare a specchiarmi in un così tenero miraggio di lontananze…
(Gesualdo Bufalino)

Non ho la percezione dello scorrere del tempo.
Mi accorgo che un anno è passato dalla fioritura del gelsomino nel mio terrazzo.
(ladoria1, Twitter)

il gelsomino di notte e il suo modo di strapparti il cuore.
(mesmeri, Twitter)

Tienimi sveglia in un balcone di gelsomini.
(NinaEin, Twitter)

Il popolo delle passiflore, dei gelsomini, delle piante arrampicate ai muri, guardava dall’alto.
(Antonio Fogazzaro)

Il genere Jasminum appartiene alla famiglia delle Oleaceae: noto in Italia fin dal Quattrocento, comprende circa duecento specie, per lo più d’origine asiatica. Tra le più note il sambac, dal grande fiore bianco finemente profumato d’arancio (Cosimo I de’ Medici, primo anche nel possederlo in Italia, si dice ne fosse gelosissimo); l’officinalis, pieno di grazia e tuttavia resistente al freddo; il mesnyi (alias primulinum), con fiori gialli solitari e semidoppi, dall’accattivante portamento pendulo; il nudiflorum, generoso e rusticissimo, che illumina l’inverno di piccole corolle gialle benché non olezzanti; il sudamericano azoricum, stellato di bianco, fragrantissimo e dal lucido fogliame pennato, persistente in climi favorevoli.
(Angela Borghesi)

È che io l’amore lo immagino come un balcone aperto da cui entra il sole e l’odore del gelsomino.
(eronelcassetto, Twitter)

Comunque per me il gelsomino, più che una pianta, é uno spirito guida
(eronelcassetto, Twitter)

Il gelsomino è bellissimo e profumato. Ma se sei una pianta sul suo cammino, ti stringe, soffoca e fa morire senza pietà.
(nonfaretardi, Twitter)

Questo è il periodo dell’anno in cui l’odore del gelsomino fiorito si mischia con il profumo del mare.
Il paradiso olfattivo.
(alemarsia, Twitter)

Il sabato mattina, i capelli che profumano di gelsomino e una lista di desideri.
(LilaSchon, Twitter)

Il mio altrove è un posto dove è sempre temporale e arcobaleno e poi ancora.
E un gelsomino che profuma tutto l’anno.
(LesFleursDuMar, Twitter)

Il profumo di gelsomino, quando mi accoglie sulla soglia di un cortile.
(IoedAnnie, Twitter)

Al crepuscolo i gelsomini brillano come lampade
folli stordite dalla propria luce.
(Adam Zagajewski)

Il gelsomino duplicò il suo stellato segreto.
(Pablo Neruda)

Dal gelsomino scorre il sangue bianco della notte.
(Darwīsh Mahmūd)

Il profumo dei fiori non va contro vento, non quello del sandalo, del tagara e del gelsomino; il profumo dei buoni va contro vento: un uomo retto pervade tutte le regioni.
(Buddha)

Ti ho ancora, amore,
come se mai
mi avessi lasciato.
Le tue mani percorrono
dolcemente il mio viso,
e sento la tua voce in un
sussurro
sfiorarmi l’orecchio.
Ti ho ancora
e penso al profumo
che di nuovo mi ferisce
sebbene il gelsomino non esista.
(Meira Delmar)

Da un tuo cortile aver guardato
le antiche stelle,
dalla panchina in ombra aver guardato
quelle luci disperse
che non so ancora chiamare per nome
né ordinare in costellazioni,
aver sentito il cerchio d’acqua
nel segreto pozzo,
l’odore del gelsomino e della madreselva,
il silenzioso uccello addormentato,
la volta dell’androne, l’umido
– forse son queste cose la poesia.
(Jorge Luis Borges)

Liguria favolosa di sapori, fico polveroso e gelsomino stordente, di buganvillea e cappero, di garofano, calendula e rose, mirto e rosmarino
(Nico Orengo)

Ogni volta l’inverno sembra bastarmi, ma poi non ha il profumo del gelsomino [fotografia di amori incompleti, che per questo non finiscono]
(e_senzaimmgini, Twitter)

Ci sono sere in cui avresti solo bisogno di un po’ di stelle e del profumo di un gelsomino fuori stagione.
(mesmeri, Twitter)

Era una magnifica notte d’agosto, una vera notte tropicale
L’aria era tiepida, dolce, elastica, imbalsamata dal soave profumo dei gelsomini.
(Emilio Salgari)

Il gelsomino è sfiorito. Ne dà il triste annuncio l’estate.
(Nonfaretardi, Twitter)

Gli uomini che cantavano
il gelsomino e la luna
mi hanno lasciato in eredità il loro dolore,
il loro amore, il loro ardore, il loro fuoco.
(Ricardo Molina)

Annunci