Frasi, citazioni e aforismi sulla civetteria

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla civetteria. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla femminilità, Frasi, citazioni e aforismi su seduzione, corteggiamento e attrazione, Frasi, citazioni e aforismi sul flirt e il flirtare e Frasi, citazioni e aforismi sull’apparenza e l’apparire.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla civetteria

Rinfacciare alle donne la loro civetteria è come rinfacciare alle rose il loro incanto.
(Hypolite de Livry)

La civetteria è l’aperitivo dell’amore.
(Jean Louis Auguste Commerson)

La civetteria è una capacità ludica che fa parte della natura umana, è tutto ciò che non è economico: un sorriso che allenta i muscoli del viso, l’uso delle mani che si sciolgono in una carezza o della parola per apparire più gradevole, per convincere l’altro al proprio sentire; è un momento di felicità gratuita.
(Joyce Lussu)

Lo sguardo è la grande arma della civetteria virtuosa, si può dire tutto con uno sguardo, e tuttavia uno sguardo può sempre esser negato.
(Stendhal)

La civetta, più che amata, vuol esser ammirata.
(Roberto Gervaso)

L’arte sottile della civetteria.
Più di un’occhiata, ma meno di uno sguardo.
(Fabrizio Caramagna)

La donna che s’imbelletta è sempre un po’ civetta.
(Proverbio)

La donna innamorata dice sempre di sì; la capricciosa di sì e no. La civetta né sì né no.
(Valéry Bernard)

Essere civetta è promettersi a molti uomini e donarsi a nessuno.
(Honoré de Balzac)

La civetta, colei che ama essere affascinante, non dà nulla, ma lascia sperare tutto.
(Charles de Bernard)

Fedele nei secoli, civetta nei giorni.
(Dino Basili)

La civetteria è nelle donne il desiderio di piacere a molti uomini: osservate una civetta in mezzo a un gruppo di giovani uomini, essa sorride a uno, parla all’orecchio dell’altro, prende per il braccio un terzo, e fa segno a tutto gli altri di seguirla.
(Chauvot de Beauchêne)

Una civetta bella e splendida ama più il suo specchio che il suo amante.
(Alfred Auguste Pilavoine)

La civette preferiscono passare per amabili che essere effettivamente amate. Pensano meno a gioire delle loro conquiste che a farne di nuove.
(Chauvot de Beauchêne)

La civetteria, per molte donne, è un sesto senso più attivo degli altri cinque.
(Charles de Bernard)

Le donne possono dominare più facilmente la passione che la civetteria.
(François de La Rochefoucauld)

La civetteria non si perde con l’età. Si è civette a vent’anni come a sessanta.
(Chauvot de Beauchêne)

La civetteria piace a colui che ne è l’oggetto, e ferisce coloro che ne sono i testimoni.
(Sosthène de La Rochefoucauld-Doudeauville)

Le donne giudicano una civetta molto più severamente che gli uomini.
(Sosthène de La Rochefoucauld-Doudeauville)

La storia della civetteria è essenzialmente umana, perché è legata alla coscienza. Essa oltrepassa il semplice istinto di seduzione per lo sfoggio, l’intimidazione per la prestanza, e risulta da una scelta ben precisa di modificare la propria apparenza in vista di uno scopo ben preciso.
(Jean Claude Bologne)

La civetteria è puro talento.
(Karl Kraus)

La civetteria è un passatempo per le donne che pretendono di restare fedeli. Esse fanno nascere un sentimento per avere il piacere di combatterlo, ma poi cadono sovente nella trappola che hanno teso.
(Chauvot de Beauchêne)

Che cos’è la civetteria? Si potrebbe dire che è un comportamento che mira a suggerire la possibilità di un’intimità sessuale, senza che questa possibilità appaia mai come certezza.
(Milan Kundera)

Civetteria è una promessa di coito non garantita.
(Milan Kundera)

La civetteria è la femminilità che gioca a rimpiattino.
(Roberto Gervaso)

Dopo una certa età, la civetteria è patetica, la galanteria ridicola.
(Roberto Gervaso)

La civetteria è un vizio che non si riesce mai a moderare.
(Gabriel Garcia Marquez)

È un cattivo affare per una donna l’esser civetta. È raro che donne siffatte ispirino grandi passioni; non già a cagione della loro leggerezza, come si crede generalmente, ma proprio perché nessuno ci tiene a rimaner minchionato. Se la virtù ci fa disprezzare ciò che è falso, l’amor proprio ce lo fa odiare.
(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

La civetteria delle donne, il libertinaggio degli uomini, allontanano dalle grandi passioni.
(François-Rodolphe Weiss)

La civetteria che vuole inspirare dei sentimenti che non prova affatto è un vizio orribile e detestabile.
(Ernest Legouvé)

È una forma di civetteria far notare che se ne è immuni.
(François de La Rochefoucauld)

Aveva imparato a conoscere la civetteria maschile, più perfida e pericolosa di quella delle donne.
(Irène Némirovsky)

L’invidia è distrutta dalla vera amicizia, e la civetteria dal vero amore.
(François de La Rochefoucauld)

La civetteria è la base dell’indole femminile. Ma non tutte la mettono in pratica, perché in alcune la civetteria è frenata dal timore o dalla ragione.
(François de La Rochefoucauld)

Abbigliamento e civetteria sono forme di comunicazione.
(George Simmel)

Le signorine perbene non sposano mai gli uomini con cui hanno fatto le civette. Non la considerano una cosa perbene.
(Oscar Wilde)

Civetta. Dicesi di ragazza vanesia, sciocca e imprevidente che, dopo averci tenuto in prova a lungo, finisce con lo scegliere un altro.
(Ambrose Bierce)

Le donne credono spesso di amare anche quando non amano più. L’occupazione di un intrigo, l’emozione intellettuale che dà l’avventura galante, la naturale inclinazione al piacere di essere amate e la sofferenza di rifiutare le persuadono di nutrire una passione, mentre si tratta solo di civetteria.
(François de La Rochefoucauld)

Civettuolo, persino nel registrare la tua civetteria.
(Dag Hammarskjöld)

Camminando le donne possono tutto: mostrare o non fare vedere niente. Togliete la gonna a una donna, addio civetteria, niente più passione.
(Honoré De Balzac)

C’è una certa civetteria nel far finta di essere un novantenne, quando lo si è.
(Carlo Gragnani)

Il parafulmine sta al fulmine come la civetteria sta agli uomini, li attira.
(Adolphe d’Houdetot)

La galantieria e la civetteria sono sorelle dello stesso letto.
(Simon de Bignicourt)

La galanteria è debolezza di cuore, o forse un difetto di temperamento: la civetteria è uno sconcerto dello spirito. La galante desta timore, la civetta odio.
(Jean de la Bruyere)

La nebbia è la civetteria del sole.
(Xavier Forneret)

La campagna è una bella donna senza civetteria.
(Malesherbes)

Il fatto di non usare il computer non è una civetteria… devo sentire la musica della frase nella mano.
(Claudio Magris)

Poiché non son capace di adulare, di ostentare un amabile contegno, di sorridere in faccia, di lisciare, d’ingannare, imbrogliare, civettare … debbo esser perciò considerato un astioso nemico?
(William Shakespeare, Riccardo III)

Se le donne non temono la morte, ciò deve essere dovuto alla loro civetteria. Forse esse immaginano che facendo l’occhiolino al diavolo, questi fornirà loro un lasciapassare per il purgatorio.
(Paul Legendre)

Il femminismo non ha mai saputo bene cosa fare della civetteria femminile.
(Nancy Huston)

Le donne non conoscono tutta la loro civetteria.
(François de La Rochefoucauld)

Senza la civetteria, che fa nascere la prima speranza, l’amore non si sveglia affatto presso la maggior parte degli uomini.
(André Maurois)

Una delle conseguenze positive dell’amore è la civetteria. Tutti gli sforzi che si fa per attirare l’atttenzione degli altri ci migliorano.
(Charles Dantzig)

E tutta hai rivestita
di fascini la tua malinconia,
e di civetteria la santità
(Umberto Saba)