Skip to main content
Frasi Belle

Frasi, citazioni e aforismi sul parlare in pubblico

Annunci

Il public speaking è l’arte di saper parlare in pubblico, coinvolgere la platea, essere incisivi e persuasivi utilizzando la comunicazione verbale.

Secondo alcuni studi, tre persone su 4 hanno hanno la glossofobia, ossia la paura di parlare in pubblico.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul parlare in pubblico e il public speaking. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’oratore, Frasi, aforismi e battute divertenti sulla conferenza e Frasi, citazioni e aforismi sulla comunicazione e il comunicare.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul parlare in pubblico e il public speaking

Nessuno può imparare a parlare in pubblico senza parlare in pubblico, così come nessuno può imparare a nuotare senza andare in acqua.
(Dale Carnegie)

Il principale motivo per cui avete paura di parlare in pubblico è semplicemente la mancanza di abitudine a parlare in pubblico.
(Dale Carnegie)

Tutti i grandi oratori furono all’inizio pessimi parlatori
(Ralph Waldo Emerson)

Non c’è un ragno velenoso nascosto dentro il microfono. Non si corre il minimo rischio di precipitare giù dal palco e morire. Il pubblico non vi aggredirà con dei forconi. Allora perché tutta questa ansia di parlare?
Perché avete molto da perdere: non si tratta solo dell’esperienza in sé, ma della vostra reputazione a lungo termine.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Parlare in pubblico è un’abilità che può essere studiata, affinata e perfezionata. Non soltanto si può diventare bravi, si può diventare dannatamente bravi, e questo fa un’enorme differenza.
(Tom Peters)

Assicurati di aver finito di parlare prima che il tuo pubblico abbia finito di ascoltare.
(Dorothy Sarnoff)

Saper parlare in pubblico non è una competenza riservata a pochi eletti, ma è una delle capacità centrali per chi vive nel XXI secolo. È il modo più efficace per comunicare chi siete e per far conoscere le cose a cui tenete.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Per quanto il vostro discorso sia brillante, le vostre argomentazioni cristalline e la vostra logica impeccabile, se non riuscite a creare un legame con il pubblico non otterrete l’effetto sperato.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Il tuo obiettivo non è essere Winston Churchill o Nelson Mandela. Devi essere te. Se sei uno scienziato, sii uno scienziato; non cercare di essere un attivista. Se sei un artista, sii un artista; non cercare di essere un accademico. Se sei solo una persona comune, non cercare di fingere un sofisticato livello intellettuale; sii solo te stesso. Non devi far alzare in piedi una folla con un’orazione fragorosa.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Non esiste un solo modo di tenere un discorso perfetto. L’universo della conoscenza è troppo vasto, e la varietà di oratori, uditori e situazioni troppo ampia. Qualsiasi tentativo di applicare un modello valido per tutte le situazioni rischia di diventare un’arma a doppio taglio.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Secondo la maggior parte degli studi, la paura numero uno delle persone è parlare in pubblico. La numero due è la morte. La morte è la numero due. Avete capito? Questo significa che, in media, se persona, se va a un funerale, preferisce stare nella bara piuttosto che fare l’elogio funebre.
(Jerry Seinfeld)

Non siamo nati per scrivere, siamo nati per parlare. Siamo, letteralmente, “fatti di discorsi”. Ma i nostri discorsi non sono tutti uguali. Ci sono discorsi che si concentrano sul “come”, altri che raccontano il “quando”. Ma è solo focalizzandosi sul “perché” che diventano efficaci.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Quando penso a presentazioni avvincenti, penso a come portare il pubblico in viaggio. Un discorso di successo è un piccolo miracolo: le persone vedono il mondo in modo diverso dopo.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Se ben fatto, un discorso può elettrizzare una platea e cambiarne la visione del mondo. Se ben fatto, un discorso ha molta più forza di qualsiasi testo scritto.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Quando vi presentate al vostro uditorio per prendere la parola, fatelo assumendo l’aria di chi pregusta quel momento, e non come se steste salendo al patibolo. Se salirete sulla tribuna con passo sicuro e spedito, darete al pubblico la sensazione che avete qualcosa da dire, e che non vedete l’ora di dirla.
(Dale Carnegie)

La prima regola per parlare in pubblico: inizia sempre con una battuta.
(Jon Stewart)

Una volta che fai ridere le persone, stanno ascoltando e puoi dire loro quasi tutto.
(Herbert Gardner)

Se fin dall’inizio fate ridere il pubblico, quello che state implicitamente comunicando è: Seguitemi, ragazzi. Vedrete che ci sarà da divertirsi.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Il primo obiettivo di un discorso è entrare in sintonia con il pubblico e conquistarlo. Sì: siete una guida che vale la pena seguire. Se saltate questo passaggio, l’intera impresa può arenarsi prima ancora di cominciare.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Ci sono tre cose a cui mirare quando si parla in pubblico: in primo luogo, entrare nell’argomento, poi far entrare l’argomento in se stessi e, infine, portare l’argomento nel cuore del pubblico.
(Alexander Gregg)

Se stai pensando a cosa il pubblico sta pensando di te NON sarai mai concentrato sul tuo discorso.
(Massimiliano Cavallo)

Se non puoi esprimere il tuo punto di vista in otto parole, non hai un punto di vista.
(Seth Godin)

Di solito impiego più di 3 settimane a prepararmi per un buon discorso improvvisato.
(Mark Twain)

Ci vuole un’ora di preparazione per ogni minuto di presentazione.
(Wayne Burgraff)

Nessuna parola è tanto efficace quanto una pausa fatta nel tempo giusto.
(Mark Twain)

Che il vostro limite sia di due minuti, di diciotto o di un’ora, partiamo da questo presupposto: dovete parlare solo di ciò che potete approfondire a sufficienza per interessare il pubblico.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

La gente non segue un’idea o non compra un prodotto, quello che fate; compra il motivo per cui lo fate. E se parlate di ciò in cui credete, attrarrete coloro che credono in ciò in cui credete voi.
(Simon Sinek)

Siate accoglienti. Siate autentici. Siate voi stessi. In questo modo si apriranno le porte della fiducia e della simpatia e il pubblico potrà condividere la vostra passione.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Chi prende la parola deve imporsi di essere solo uno strumento: deve mettere in secondo piano l’atavica paura di una figuraccia, e lasciare che a salire sul palco sia un’idea in grado di essere d’ispirazione agli altri.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Imparare a parlare in pubblico è un metodo affatto naturale per superare la timidezza e l’impaccio sviluppando coraggio e fiducia in se stessi. Perché? Perché parlando in pubblico siamo costretti ad affrontare le nostre paure.
(Dale Carnegie)

La rivoluzione del public speaking è qualcosa a cui tutti possiamo partecipare. Se possiamo trovare il modo di ascoltarci davvero l’un l’altro e imparare gli uni dagli altri, il futuro si colorerà di una nuova speranza.
(Chris Anderson, curatore dei Ted Talks)

Ho fatto più volte il giro del mondo, ma conosco poche cose capaci di dare un piacere più grande del saper tenere un uditorio con il potere della parola. Si prova un senso di forza, di potenza.
(Dale Carnegie)

Se tornassi di nuovo al college, mi concentrerei su due aree: imparare a scrivere e a parlare davanti a un pubblico. Niente nella vita è più importante della capacità di comunicare in modo efficace.
(Gerald R. Ford)

Parlando in pubblico, riuscirete a generare passione e interesse in misura direttamente proporzionale alla passione che metterete nelle vostre parole. Non reprimete i vostri sentimenti più sinceri; non mettete la sordina al vostro entusiasmo. Lasciate vedere ai vostri ascoltatori quanto l’argomento vi appassiona, e avrete la loro attenzione.
(Dale Carnegie)

Gli oratori che parlano di ciò che la vita ha insegnato loro non mancano mai di tenere viva l’attenzione dei loro ascoltatori.
(Dale Carnegie)

Una comunicazione efficace è per il 20% ciò che sai e per l’80% come ti senti rispetto a ciò che sai.
(Jim Rohn)

Quando parli in pubblico, il tuo messaggio, per quanto importante, non sarà efficace o memorabile se non hai una struttura chiara.
(Patricia Fripp)

Se qualcosa viene dal tuo cuore, raggiungerà il cuore del tuo pubblico.
(Fawzia Koofi)

Il modo migliore per provocare l’ostilità del pubblico è mostrargli che vi considerate superiore. Quando parlate, siete come in vetrina, gli ascoltatori possono cogliere ogni sfaccettatura della vostra personalità. La più lieve sfumatura di millanteria è fatale. Per contro, la modestia ispira fiducia e buona volontà.
(Dale Carnegie)

Progettare una presentazione senza un pubblico in mente è come scrivere una lettera d’amore e indirizzarla: “A chiunque”.
(Ken Haemer)

L’obiettivo di una comunicazione efficace dovrebbe essere che gli ascoltatori dicano “Anch’io!” invece che “E allora?”
(Jim Rohn)

Un pubblic speaking è un’opportunità di condivisione, non un esame orale.
(MF Fensholt)

Più che parlare in pubblico bisogna parlare al pubblico.
(Fabrizio Caramagna)

A un gruppo di studenti che mi invitano a fare una conferenza rispondo che «perdo ogni facoltà davanti alla faccia umana». Parlare in pubblico mi sembra inconcepibile; d’altronde non ne sono affatto capace. Si tratta di un’incapacità patologica. Appena sono davanti a molta gente (anche degli intimi, in un salotto), smetto di articolare parola, mi sento come una bestia muta, improvvisamente ricongiunto a un universo anteriore al linguaggio. Spesso ho pensato a La Rochefoucauld, che si rifiutò di entrare all’Accademia per paura di dover fare il discorso di rito.
(Emil Cioran)

La paura ti paralizza: paura di volare, paura del futuro, paura di un matrimonio, paura di parlare in pubblico o qualunque cosa sia.
(Annie Lennox)

Parlare in pubblico è l’arte di diluire in un’idea da due minuti un vocabolario di due ore.
(Evan Esar)

Chi parla da solo in pubblico a lungo, senza adulare gli ascoltatori, suscita antipatia.
(Johann Wolfgang Goethe)

È un punto che ripeto più e più volte nell’insegnare a parlare in pubblico: non è tanto quello che dici, quanto il tono e il modo in cui lo dici a lasciare un’impressione duratura.
(Napoleon Hill)

Quando mi preparo a parlare alla gente, passo due terzi del tempo a pensare a ciò che vogliono sentire e un terzo a pensare a ciò che voglio dire.
(Abraham Lincoln)

Alcuni parlano bene ma non scrivono bene. Il fatto è che il luogo e il pubblico li scaldano e sollecitano dalla loro anima più di quanto, senza questo calore, vi troverebbero.
(Blaise Pascal)

Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti!
(dal film Palombella rossa)

Il cervello umano comincia a lavorare quando si nasce e non si ferma mai, a meno che ci si alzi per parlare in pubblico.
(Sir George Jessel)

-Ho l’ansia perché dovrò parlare in pubblico
•Immagina che la prima fila sia in mutande
-Non funzionerà
•Perché?
-E’ un convegno di nudisti
(darioloca81, Twitter)

Ho sconfitto la mia paura di parlare in pubblico da quando tutti guardano il loro smartphone senza ascoltare.
(Anonimo)

A me piace parlare in pubblico.
Ma senza persone davanti.
(IlGemelloRaro, Twitter)

Se non riesci a comunicare e parlare con altre persone e a trasmettere le tue idee, stai rinunciando al tuo potenziale.
(Warren Buffet)

Le parole fanno due cose importanti: forniscono cibo per la mente e creano luce per la comprensione e la consapevolezza.
(Jim Rohn)