Frasi, citazioni e aforismi sul mito

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul mito e la mitologia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla favola e la fiaba, 200 Frasi, citazioni e aforismi sulla religione, Frasi, citazioni e aforismi su Dio e Frasi, citazioni e aforismi sulla scienza.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul mito e la mitologia

Mito

La tendenza al mito è innata nella razza umana. È la protesta romantica contro la banalità della vita quotidiana.
(William Somerset Maugham)

Create miti su voi stessi, anche gli dei hanno cominciato così.
(Stanisław Jerzy Lec)

Quando perdiamo i nostri miti perdiamo il nostro posto nell’universo.
(Madeleine L’Engle)

Un mito è un modo per dare un senso a un mondo senza senso. I miti sono modelli narrativi che danno un significato alla nostra esistenza.
(Rollo May)

La mitologia non è una bugia, la mitologia è poesia, è metafora. E’ stato giustamente detto che la mitologia è la penultima verità – penultima perché l’ultima non può essere espressa con delle parole. E’ oltre le parole.
(Joseph Campbell)

Credo in ogni cosa fino a quando non si dimostra il contrario. Quindi credo nelle fate, nei miti, nei draghi. Tutto esiste, anche se è nella nostra mente. Chi ci dice che i sogni e gli incubi non sono reali come il qui e ora?
(John Lennon)

In quegli anni senza tempo tra l’infanzia e, diciamo, i sette anni i bambini abitano il regno del mito.
(Margaret Atwood)

Anche se non si volesse credere alla verità che nascondono, è impossibile non credere alla loro incomparabile potenza simbolica. Nonostante la loro consunzione moderna, i miti restano, al pari della metafisica, un ponte gettato verso la trascendenza.
(Ernst Jünger)

Un mito è la metafora di un mistero che va oltre la comprensione umana. Si tratta di una storia che ci aiuta a capire, per analogia, alcuni aspetti misteriosi di noi stessi. Secondo questa concezione, un mito non è una falsità, ma un modo di raggiungere una profonda verità.
(Christopher Vogler)

I miti mi piacevano. Non erano storie da adulti e non erano storie per bambini. Erano molto meglio. Erano, e basta.
(Neil Gaiman)

I miti sono storie che esprimono un senso, una morale e una causa. Se sono vere o no, è irrilevante.
(Michael Shermer)

Dopo tutto io credo che i miti e le leggende siano in gran parte fatti di ‘verità’, e in realtà presentino aspetti della verità che possono essere recepiti solamente sotto questa forma; e certe verità furono scoperte molto tempo fa e ritornano sempre.
(JRR Tolkien)

I miti sono fatti perché l’immaginazione li animi.
(Albert Camus)

Ho toccato il cielo con un mito
(9elsol, Twitter)

Il mito è il fondamento della vita, lo schema senza tempo, la formula secondo cui la vita si esprime quando fugge al di fuori dell’inconscio.
(Thomas Mann)

Il mito del re Edipo, che uccise suo padre e sposò sua madre, rivela, con una piccola modificazione, il desiderio infantile, che più tardi viene rifiutato dalla lotta contro l’incesto.
(Sigmund Freud)

E’ interessante notare come molte grandi scoperte scientifiche comincino dai miti.
(Rollo May)

Se ci interessiamo al mito e al folklore e a tutte quelle cose che parlano di simboli, possiamo interpretarli in così tanti modi che, anche se l’immagine reale è abbastanza chiara, l’interpretazione è infinitamente offuscata, una sorta di enorme arcobaleno con tutti i colori possibili e immaginabili.
(Diana Wynne Jones)

Questa specie di presenza umana nelle cose: ecco che cos’è la mitologia per me. Quel che fa sì che io non consideri un sasso, una roccia, come cose morte. In fondo, quel che dipingo io è soprattutto questa mitologia.
(Joan Miró)

Il mito è una leggenda sopravvissuta nel tempo.
(John Boorman)

Il cinema deve essere spettacolo, è questo che il pubblico vuole. E per me lo spettacolo più bello è quello del mito. Il cinema è mito.
(Sergio Leone)

Non bisognerebbe mai incontrare i propri miti. Visti da vicino ti accorgi che hanno i foruncoli. Rischi di scoprire che le grandi opere che ti hanno fatto sognare tanto le hanno pensate stando seduti sul cesso, aspettando una scarica di diarrea.
(Gérard Depardieu)

I miti a cui si crede tendono a diventare veri.
(George Orwell)

La mitologia delle varie popolazioni è un formidabile aiuto per la comprensione dei meccanismi psichici che muovono gli individui e le stesse collettività; per noi europei è molto importante la mitologia dei greci, un complesso sistema di miti, favole e tragedie nelle quali sono evocati i principali nodi della psicologia e degli affetti umani.
(Corrado Augias)

Con Talete il pensiero umano passa dal mito al logos. Non si fa più riferimento a rappresentazioni desunte dalla immaginazione, non più a raffigurazioni fantastico-poetiche: si passa a motivazioni di pura ragione. E in questo modo è nata la filosofia.
(Giovanni Reale)

Con la nascita della filosofia il divenire della mente non si lascia arrestare dagli «orrendi mostri» del mito e della fede, ma li travolge.
(Emanuele Severino)

Il grande nemico della verità molto spesso non è la menzogna: deliberata, creata ad arte e disonesta; quanto il mito: persistente, persuasivo ed irrealistico.
(John Fitzgerald Kennedy)

Vi è un certo non so che di fiacco e un po’ spregevole in un uomo che non sa affrontare i pericoli della vita senza l’aiuto di miti consolatori
(Bertrand Russel)

Ciascuna religione, con l’aiuto di più o meno un mito che viene preso più o meno seriamente, propone un qualche metodo per fortificare l’animo umano e metterlo in grado di andare in pace col suo destino.
(George Santayana)

Un mito è una religione in cui nessuno crede più.
(James K. Feibleman)

Oggi il mito del consumo illimitato sostituisce la fede nella vita eterna.
(Ivan Illich)

Penso invece che i teologi e gli intellettuali che praticano oggi con tanto zelo la demitologizzazione assomiglino a un esercito di formiche entrate in una pingue cucina: divorano e distruggono tutte le leccornie che vi trovano, ma non smettono di raccontarsi quanto sono squisite.
(Ernst Jünger)

I miti sono sogni pubblici, i sogni sono miti privati.
(Daniel Goleman)

I simboli e miti artistici escono fuori dal primordiale e preconscio regno della mente che è potente e caotico. Sia il simbolo che il mito sono modi di portare un ordine e una forma all’interno del caos.
(Rollo May)

La cosa più importante che il mito ci insegna è di andare oltre ciò che noi percepiamo essere i limiti delle nostre possibilità.
(Robert Walter)

Il mito è molto più importante e vero della storia. La storia è solo giornalismo e uno sa quanto sia affidabile.
(Joseph Campbell)

Non importa che il mito perisca se ricostruiamo l’universo di cui è linguaggio. Muoiano pure gli dèi, ma non quello stormire di fronde che li origina.
(Nicolás Gómez Dávila)

Non ci può essere più forte prova dell’impoverimento della nostra cultura contemporanea che la popolare – anche se profondamente errata – definizione del mito come menzogna.
(Rollo May)

Il cuore del cristianesimo è un mito che è anche un fatto, una realtà. L’antico mito del Dio che muore, senza cessare di essere mito, scende dal cielo della leggenda e dell’immaginazione, sulla terra della storia.
(Cs Lewis)

Desidero dimostrare, non come gli uomini considerano il mito, ma come il mito opera nella mente dell’uomo senza che lui ne sia cosciente.
(Claude Lévi-Strauss)

Chi è privo di un mito è un uomo che non ha radici.
(Carl Gustav Jung)

A differenza delle idee che pensiamo, i miti sono idee che ci possiedono e ci governano con mezzi che non sono logici, ma psicologici, e quindi radicati nel fondo della nostra anima, dove anche la luce della ragione fatica a far giungere il suo raggio.
(Umberto Galimberti)

Che cosa noi siamo per la nostra visione interiore, e cosa l’uomo sembra essere sub specie aeternitatis, può essere espresso solo con un mito. Il mito è più individuale, rappresenta la vita con più precisione della scienza. La scienza si serve di concetti troppo generali per poter soddisfare alla ricchezza soggettiva della vita singola.
(Carl Gustav Jung)

Ciò che nei miti si presenta inverosimile, è proprio quel che ci apre la via alla verità. Infatti, quanto più paradossale e straordinario è l’enigma, tanto più pare ammonirci a non affidarci alla nuda parola, ma ad affaticarci intorno alla verità riposta.
(Imperatore Giuliano l’Apostata)

– Sai… nella mitologia indiana il pavone bianco è il simbolo di tutte le anime disperse nel mondo.
– Non potrebbe essere il simbolo di una carenza di melanina o di pigmentazione delle cellule?
(I origins)

Nel migliore dei casi la filosofia è solo una buona mitologia.
(Mario Andrea Rigoni)

Tutti i miti sono storie, ma non tutte le storie sono miti. Tra le storie, i miti occupano un posto speciale.
(Margaret Atwood)

Che cosa noi siamo per la nostra visione interiore, e cosa l’uomo sembra essere sub specie aeternitatis, può essere espresso solo con un mito. Il mito è più individuale, rappresenta la vita con più precisione della scienza. La scienza si serve di concetti troppo generali per poter soddisfare alla ricchezza soggettiva della vita singola.
(Carl Gustav Jung)

Gli eroi dei miti antichi erano seminudi, quelli dei miti odierni lo sono del tutto.
(Stanisław Jerzy Lec)

Una civiltà esordisce col mito e termina nel dubbio.
(EM Cioran)

La psicanalisi è un mito tenuto in vita dall’industria dei divani.
(Woody Allen)

OK, sfatiamo un mito. Le dimensioni contano, eccome. Quelle del cervello, soprattutto!
(Anonimo)

Gli europei hanno perso la facoltà di creare miti e dogmi, e, per soddisfare questo bisogno umano, devono ricorrere al retaggio del passato. La mente dell’africano, invece, si muove con facilità e naturalezza per quei sentieri profondi e oscuri.
(Karen Blixen)

Il mito, al pari dell’aforisma e della massima, è caratteristico di una cultura orale. Giacché, fino a quando l’uso della parola scritta non ha privato il linguaggio della sua risonanza multidimensionale, ogni parola è un mondo poetico a sé, una “divinità momentanea”, una rivelazione, come dovette sembrare agli uomini non-letterati.
(Marshall McLuhan)

Per Barthes, il mito, o per lo meno quello moderno (quello di cui egli si occupa), “è una parola”: quindi “può essere mito tutto ciò che subisce le leggi di un discorso”, ma d’altra parte “non è qualsiasi parola”.
(Massimo Corsale)

Il mito è il linguaggio della percezione mediata, ossia di quella che intuisce il trascendente nel sensibile.
(Nicolás Gómez Dávila)

La felicità è un mito inventato dal diavolo per farci disperare.
(Gustave Flaubert)

Nella scienza non bisogna tollerare né miti né leggende. Li si lasci ai poeti, che sono chiamati a trattarne per il bene e la gioia del mondo. L’uomo della scienza si limiti al presente più chiaro e vicino.
(Johann Wolfgang Goethe)

La scienza deve iniziare con i miti e con la critica dei miti.
(Karl Popper)

Nel modo più inatteso, è proprio il dialogo con la scienza ciò che rende nuovamente attuale il pensiero mitico.
(Claude Lévi-Strauss)

Tema di un’opera d’arte non può essere una verità, un concetto, un documento ecc., ma sempre soltanto un mito. Dal mito direttamente alla poesia, senza passare attraverso la teoria o l’azione.
(Cesare Pavese)

I pettegolezzi, quando invecchiano, diventano miti.
(Stanisław Jerzy Lec)