Le frasi più belle di Jeff Bezos

Jeffrey Bezos (Albuquerque, 12 gennaio 1964), è il fondatore e amministratore delegato di Amazon, la più grande società di commercio elettronico al mondo. Inoltre è fondatore di Blue Origin, società di start up per voli spaziali, e proprietario del The Washington Post.

Presento una raccolta delle frasi più belle di Jeff Bezos. Tra i temi correlati si veda Le frasi più celebri di di Bill Gates, Le frasi più belle di Steve Jobs e Le più belle frasi motivazionali.

**

Le frasi più belle di Jeff Bezos

Quello che è pericoloso è non evolvere.
[What’s dangerous is not to evolve.]

Sapevo che se avessi fallito non me ne sarei pentito, ma sapevo che me ne sarei pentito se non avessi almeno provato.
[I knew that if I failed I wouldn’t regret that, but I knew the one thing I might regret is not trying.]

Credo che tu debba essere disposto a essere frainteso se hai intenzione di innovare.
[You have to be willing to be misunderstood if you’re going to innovate.]

La vita è troppo breve per uscire con persone che non sono intraprendenti.
[Life’s too short to hang out with people who aren’t resourceful.]

Se non puoi tollerare le critiche non fare nulla di nuovo o interessante.

La tua reputazione è quello che gli altri dicono di te quando non sei nella stanza

I clienti ci saranno fedeli fino al minuto secondo in cui un concorrente offrirà un servizio migliore. Un po’ di paura fa bene.

Abbiamo avuto tre grandi idee in Amazon a cui siamo rimasti fedeli per 18 anni, e sono la ragione per cui abbiamo successo: mettere il cliente al primo posto. Inventare. Ed essere paziente.

Pazienza, perseveranza e attenzione maniacale per i dettagli.

Le persone hanno un appetito vorace di cose nuove, e il “wow” di ieri diventa rapidamente “l’ordinario” di oggi.

Un marchio per un’azienda è come la reputazione per una persona. Ci si guadagna una reputazione cercando di fare bene le cose difficili.

Se non capisci i dettagli dei tuoi affari sei destinato a fallire.

Sapevo che se avessi fallito non me ne sarei pentito, ma sapevo anche che l’unica cosa di cui avrei potuto pentirmi era non provare

La domanda più comune che viene fatta nel mondo degli affari è “perché?”. Questa è una buona domanda, ma una domanda altrettanto valida è “perché no?”

Esistono due tipi di società, quelle che lavorano per provare a far pagare di più e quelle che lavorano per far pagare di meno. Noi siamo la seconda.

Vediamo i nostri clienti come ospiti invitati a una festa, e noi siamo i padroni di casa. Il nostro lavoro è migliorare ogni giorno ogni aspetto della customer experience.

La cosa più importante è concentrarsi ossessivamente sul cliente. Il nostro obiettivo è essere la società più orientata al cliente.

Un punto molto importante, che mi preme sottolineare: noi umani ci evolviamo assieme ai nostri strumenti. Cambiamo gli strumenti e gli strumenti cambiano noi: è un ciclo che si ripete.

Se costruisci una grande esperienza, i consumatori parleranno tra loro di quello. Il passaparola è molto potente.

Amiamo le storie e la narrativa; amiamo perderci nel mondo di un autore. Questo non scomparirà mai, e continuerà a crescere. Ma il libro fisico ha 500 anni di vita. È probabilmente la tecnologia che ha avuto più successo nella storia. È difficile pensare a un prodotto con vita più lunga. Se Gutenberg fosse vivo, oggi, saprebbe riconoscere esattamente un libro e saprebbe come utilizzarlo, immediatamente. Soggetto anch’esso, come naturale, ai cambiamenti del tempo, il libro ha mantenuto una forma stabile per moltissimi anni. Ma nessuna tecnologia, nemmeno quella così elegante di un libro, dura per sempre.

Il miglior customer service è se il cliente non ha bisogno di chiamarti, non ha bisogno di parlare con te. Funziona bene.

Se rendi i clienti insoddisfatti nel mondo fisico, lo racconteranno a sei amici. Se rendi insoddisfatti i clienti su Internet, lo racconteranno a seimila amici

Se sei concentrato sui concorrenti devi aspettare fino a che un concorrente fa qualcosa. Essere concentrati sul consumatore ti permette di essere pioniere.

Non possiamo stare in modalità sopravvivenza. Dobbiamo stare in modalità di crescita.

Nel vecchio mondo, dedicavi il 30% del tuo tempo a costruire un grande servizio e il 70% a gridarlo in giro. Nel nuovo mondo, questo rapporto è invertito.

Se tutto ciò che fai ha bisogno di realizzarsi su un orizzonte temporale di tre anni, allora stai ingaggiando un confronto con molti concorrenti. Ma se sei disposto a investire su un orizzonte temporale di sette anni, stai competendo contro una frazione molto più ridotta di quelle persone, perché pochissime aziende sono disposte a farlo. Solo allungando l’orizzonte temporale, puoi impegnarti in attività che altrimenti non potresti mai perseguire. In Amazon ci piace che le cose funzionino tra cinque e sette anni. Siamo disposti a piantare semi, lasciarli crescere e siamo molto testardi.

Quello che il consumismo è davvero, al suo peggio, è portare le persone a comprare cose che non migliorano davvero la loro vita.

La mia unica visione è che ogni azienda ha bisogno di una visione a lungo termine.

L’email ha la capacità magica di disattivare il gene della cortesia in un essere umano.

La lamentela non è una strategia. Devi lavorare con il mondo come lo trovi, non come vorresti che fosse.

Il tuo margine è la mia opportunità.

La cosa che mi motiva è una forma di motivazione molto comune. Ed è che, con altre persone che contano su di me, è davvero facile essere motivati.

Leggi la Dichiarazione d’Indipendenza ai tuoi figli come tradizione ogni Quattro di Luglio. Accertati che capiscano perché la parola ‘ricerca’ precede la parola ‘felicità’.

Non voglio usare la mia energia creativa nell’interfaccia utente di qualcun altro.

È difficile trovare cose che non si possono vendere online.

Lavora duro, divertiti e fai la storia.