Le frasi più belle di Reid Hoffman, co-fondatore di Linkedin

Reid Hofmann - Aforisticamente
Reid Hofmann - Aforisticamente

Reid Hoffman è il co-fondatore di Linkedin, nonché un investitore influente in società tecnologiche.

Laureato in filosofia a Oxford, Reid Hoffman fonda Linkedin nel 2002, insieme a due colleghi di SocialNet, e la lancia al pubblico nel marzo 2003.

Presento una raccolta delle frasi più belle di Reid Hoffman, nelle quali è racchiusa un po’ anche l’essenza del Linkedin-pensiero

Tra i temi correlati si veda Le frasi più celebri di Bill Gate, fondatore di Microsoft, Le frasi più belle di Steve Jobs, fondatore di Apple e Le frasi più belle di Jeff Bezos, fondatore di Amazon.

**

Le frasi più belle di Reid Hoffman, co-fondatore di Linkedin

Un imprenditore è qualcuno che salta in un burrone e costruisce un aereo mentre cade giù.
[An entrepreneur is someone who jumps off a cliff, and builds a plane on his way down.]

Devi costantemente reinventare te stesso e investire sul tuo futuro.
[You have to be constantly reinventing yourself and investing in the future.]

Il mio credo e il mio obiettivo è che ogni professionista dovrebbe stare su una piattaforma come LinkedIn.
[My belief and goal is that every professional in the world should be on a service liked LinkedIn.]

Non importa quanto sia brillante la tua mente o la tua strategia, se stai giocando una partita da solo e sei contro una squadra, perderai sempre.
[No matter how brilliant your mind or strategy, if you’re playing a solo game, you’ll always lose out to a team.]

Silicon Valley è uno stato della mente, non un luogo.
[Silicon Valley is a mindset, not a location.]

1. Il profitto non è tutto.
2. L’investimento più intelligente è la tua squadra.
3. Non sottovalutare il potere dell’interazione umana.

Qual è una ricetta per raggiungere una vasta scala?
Tre cose: sii una piattaforma. Costruisci un circolo virtuoso in cui tutti vincono e ne uscirai vincitore anche tu.

I social network danno il loro meglio quando li puoi catalogare in uno dei sette peccati capitali. Facebook è l’egoismo, Zynga è l’ignavia, LinkedIn è l’avarizia.

Se non ti vergogni della prima versione del tuo prodotto significa che l’hai lanciato troppo tardi.

Tutto nella vita implica un rischio e quello che bisogna imparare, in realtà, è come riuscire ad affrontarlo.

Assumi una mentalità beta permanente. Non considerarti mai un prodotto finito, sii aperto ai cambiamenti.

Il modo più veloce per cambiare te stesso è frequentare persone che sono già come vorresti essere.
[The fastest way to change yourself is to hang out with people who are already the way you want to be.]

I tuoi clienti sono sempre un pozzo infinito di sorprese.
[Your customers are always a bottomless well of surprises.]

La volontà di creare è codificata nel DNA umano.

LinkedIn consente ai professionisti, compresa la classe media, di investire su se stessi per trovare il lavori giusto.
[LinkedIn allows professionals, including the middle class, to invest in themselves in order to find the right jobs.]

Aiuta le persone che sono nel tuo network e lascia che ti aiutino.

Mi interessa un’idea solo quando ha un effetto su milioni di utenti. Questa è la scala su cui cerco sempre di confrontarmi.

Devi essere flessibile e persistente.

La società prospera quando le persone pensano in modo imprenditoriale.

Le relazioni ti aiutano a trovare opportunità.

Le idee migliori ti fanno venire voglia di dire “sì” e “no” nello stesso respiro.

MySpace è come un bar, Facebook è come un Barbeque che fai nel giardino di casa con famiglia e amici. LinkedIn è l’ufficio, dove ti aggiorni e risolvi i problemi di lavoro.

PayPal è stata dirompente. Ha dato potere a milioni e milioni di individui e ha ridotto il controllo monopolistico di nazioni, banche e altre grandi società.

Più Silicon Valley ci sono e più il mondo sta meglio.

È importante partire dalla propria vocazione, ma se si scopre che quella non è la strada giusta bisogna essere pronti a cambiare rotta.

Mi rendevo conto dell’enorme potere di Internet nell’accelerare il business delle imprese, ma anche dei tanti individui che si trovavano in Rete. Mi chiedevo come ognuno di essi potesse dare una svolta alla propria carriera, al proprio “brand”. Quando ho lasciato PayPal tutte queste idee si sono trasformate in LinkedIn. Che è decollato cosi rapidamente perché avevo un network di amici da coinvolgere.

Resteresti sorpreso di scoprire quanto valgono le tue qualità agli occhi di chi non ce l’ha.

In un mondo che cambia, essere prudente è la cosa più rischiosa che puoi fare.

Un’azienda che non sta investendo nelle opportunità e nelle tecnologie di domani – beh, è ​​già un’azienda in procinto di morire.

Negli ultimi 20 anni, ho lavorato o investito in molte aziende che hanno raggiunto 100 milioni di utenti e anche più. Ma è questo il punto: non inizi con 100 milioni di utenti. Inizi con alcuni utenti. Quindi, smetti di pensare in grande e inizia a pensare in piccolo.

Una startup, in una certa misura, è un insieme di sfide accomunate da questo denominatore “Se non risolvi questo problema, sei morto”.

Tutti gli esseri umani sono imprenditori.

Dobbiamo investire in tecnologie che amplificano la capacità umana e non la sostituiscono.

Ci troviamo all’inizio di una nuova rivoluzione. Quelle passate hanno avuto un lungo periodo di incubazione che veniva concesso dalla società in cui nascevano. Ora, quando parliamo ad esempio di Intelligenza Artificiale, il tempo concesso alla tecnologia e all’innovazione è molto più ristretto.

La distribuzione del prodotto conta di più di quello che è il prodotto reale.

Se non stai crescendo, ti stai contraendo.

Se fondare la tua società senza capitali significa finire senza un tetto sulla testa, allora è meglio non farlo. Bisogna sempre avere un piano di salvataggio, una soluzione di riserva che ti permetta di accollarti i rischi che ti stai prendendo».

La persona che ha la passione per ciò che sta facendo lavorerà e sopravviverà al ragazzo motivato esclusivamente a fare soldi.

Quando mi sono laureato a Stanford volevo diventare un professore universitario e un intellettuale di fama. Poi ho realizzato che gli accademici scrivono libri letti da 50, 60 persone al massimo e ho capito che la mia strada era un’altra. Dovevo avere un maggiore impatto sulla società.

Sono molto disciplinato per quanto riguarda l’uso dello smartphone, controllo la mia mail 2 o 3 volte al giorno. Devo concentrarmi su una cosa alla volta, di più non posso. Quello che mi interessa e a cui voglio dedicare la mia attenzione è la qualità.

Il futuro arriva subito ed più strano di quanto pensi.
[The future is sooner and stranger than you think.]