Frasi, citazioni e aforismi sull’informatica

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sull’informatica. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul computer, Frasi, citazioni e aforismi sulla tecnologia, Frasi, aforismi e battute divertenti su ingegneri e ingegneria e Frasi, aforismi e battute divertenti sullo smarphone.

**

Frasi, citazioni e aforismi sull’informatica

L’informatica non riguarda i computer più di quanto l’astronomia riguardi i telescopi – Computer Science is no more about computers than astronomy is about telescopes.
(Edsger Dijkstra)

L’informatica non riguarda più i computer. Riguarda la vita.
(Nicholas Negroponte)

L’informatica è l’intersezione di persone, informazioni e tecnologie.
(David Penniman)

L’autostrada informatica trasformerà la nostra cultura tanto drasticamente quanto l’invenzione della stampa di Gutenberg ha trasformato quella del Medio Evo.
(Bill Gates)

Se il settore dell’automobile si fosse sviluppato come l’industria informatica, oggi avremmo veicoli che costano 25 dollari e fanno 500 Km con un litro.
(Bill Gates)

La rivoluzione informatica ha fatto guadagnare un sacco di tempo libero agli uomini. Il problema è che gli uomini lo passano con il computer
(Anonimo)

Mai un esperto informatico quando server.
(bon1z, Twitter)

– Salve, sono qui per il posto di ingegnere informatico
+ Salve. Generi una password in codice binario
– CiufCiuf
+ Grazie, le faremo sapere
(mauro_jfp, Twitter)

Noi figli dell’era informatica ogni sera ci spegniamo sperando, al riavvio, di funzionare meglio.
(godzyperplesso, Twitter)

Sono convinto che l’informatica abbia molto in comune con la fisica. Entrambe si occupano di come funziona il mondo a un livello abbastanza fondamentale. La differenza, naturalmente, è che mentre in fisica devi capire come è fatto il mondo, in informatica sei tu a crearlo. Dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli – almeno potenzialmente – tutto ciò che vi succede. Se sei abbastanza bravo, puoi essere un dio. Su piccola scala.
(Linus Torvalds)

Il software è come il sesso, è meglio quando è libero – Software is like sex: it’s better when it’s free.
(Linus Torvalds)

Non provare mai a spiegare l’informatica ad un profano. È più facile spiegare il sesso ad una vergine.
(Robert A. Heinlen)

Come funzionerebbe un automobile se fosse progettata come un computer? Ogni tanto un’operazione la farebbe fermare e guastarsi, ti toccherebbe reistallare il motore, e prima di spegnersi l’airbag ti chiederebbe: “Ne sei sicuro?”
(Katie Hafner)

Scrissi il mio primo programma di software all’età di tredici anni. Serviva per giocare a tris. Il computer che usavo era grosso, ingombrante, lento e assolutamente irresistibile.
(Bill Gates)

Programmare linguaggi informatici ti permette di riflettere sulla capacità di pensare.
(Nicholas Negroponte)

La funzione del buon software è di rendere semplice il complesso.
(Grady Booch)

Il problema con i programmatori è che non puoi mai dire cosa sta facendo un programmatore finché non è troppo tardi.
(Seymour Cray)

Un bravo operatore del tornio vale diverse volte il salario di un medio operatore di tornio, ma un bravo programmatore di codice software vale 10.000 volte il prezzo di un medio programmatore di software.
(Bill Gates)

Per la maggior parte delle persone, la casa è rappresentata da quattro pareti e un tetto. Non per Noa. Preferiva una scheda madre a una madre, una tastiera alle chiavi di casa. Niente era più confortevole del rumore di un disco rigido.
(Michelle Gagnon)

Ti lascio perché sei troppo preciso: sembri un ingegnere! – Edile, meccanico, biomedico, informatico o chimico?
(andreasaccomani, Twitter)

Mi fido del mio consulente informatico.
È uno che ci mette sempre l’interfaccia.
(mauro_jfp, Twitter)

“Verranno tagliati 10.000 posti di lavoro per rendere più profittevole la società informatica” ha dichiarato l’addetto stampa che subito dopo è stato licenziato e sostituito da un algoritmo.
(Fragmentarius)

Le parti del sistema che si possono colpire con un martello (sconsigliato) sono chiamate hardware; quei codici di programma che si possono soltanto maledire sono chiamati software.
(Anonimo)

L’informatica è la scienza della rappresentazione e dell’elaborazione dell’informazione.
(Anonimo)

La rivoluzione informatica ha messo ogni soggetto nella condizione di far valere la propria autorità, aprendo la strada a un mondo basato sulla reciprocità tra infinite comunità di vario genere e dimensione.
(Elido Fazi)

La programmazione, oggi, è una gara tra gli ingegneri informatici, che si sforzano di creare programmi migliori a prova d’idiota, e l’Universo, che cerca di produrre idioti migliori. Per ora, sta vincendo l’Universo.
(Rick Cook)

Informatica: alleanza tra una scienza inesatta e una attività umana fallibile.
(Luc Fayard)

Per me, la matematica, l’informatica e le arti sono correlate. Sono tutte espressioni creative.
(Sebastian Thrun)

L’informatica è diversa dalla fisica in quanto non è una scienza. Non studia oggetti naturali. Né è, come si potrebbe pensare, simile alla matematica; anche se utilizza abbastanza ampiamente il ragionamento matematico. Piuttosto, l’informatica è come l’ingegneria; il suo obiettivo è fare qualcosa piuttosto che trattare con delle astrazioni.
(Richard Feynman)

L’informatica è una disciplina empirica. Ogni nuova macchina costruita è un esperimento. La costruzione della macchina pone una domanda alla natura; e si ascolta la risposta osservando la macchina in funzione e analizzandola con tutti i mezzi di analisi e di misura disponibili. Ogni nuovo programma che è stato costruito è un esperimento. Pone una domanda alla natura, e il suo comportamento offre indizi per una risposta.
(Allen Newell)

Un tempo esistevano domande per le quali non c’erano risposte. Oggi, all’epoca dei computer, ci sono molte risposte per le quali non abbiamo ancora pensato alle domande.
(Peter Ustinov)

Così come lo specchio obbedisce alle leggi dell’ottica, il computer obbedisce a quelle dell’informatica.
Ciò che il computer sa fare è rispondere alle domande che l’uomo gli pone attraverso dei programmi scritti dall’uomo stesso. Un compito che potremmo svolgere anche noi, e che il computer sa fare molto più velocemente di noi.
(Marco Malvaldi)

L’automazione informatica ci facilita la vita, rende il nostro lavoro meno faticoso. Siamo spesso in grado di portare a termine di più in meno tempo, o di fare cose che prima semplicemente non avremmo potuto fare. L’automazione, però, ha anche effetti più profondi e nascosti. Come hanno imparato i piloti, non tutti sono positivi. L’automazione può mettere un’ipoteca sul nostro lavoro, sul nostro talento, sulle nostre vite. Può restringere le nostre prospettive e limitarci nelle scelte. Può renderci vulnerabili alla sorveglianza e alla manipolazione
(Nicholas Carr)

Hardware: quando le persone della sezione software della vostra azienda vi dirà che quello è il problema. Software: quando le persone della sezione hardware della vostra azienda vi dirà che quello il problema.
(Dave Barry)

1. Qualsiasi programma, quando funziona, è obsoleto. 2. Qualsiasi programma costa di più e ci mette di più. 3. Se un programma è utile, dovrà essere cambiato. 4. Se un programma è inutile, dovrà essere documentato. 5. Ogni programma si espanderà fino a occupare tutta la memoria disponibile. 6. Il valore di un programma è proporzionale all’ingombro del suo output. 7. La complessità di un programma si arresta dopo aver oltrepassato le capacità del programmatore.
(Arthur Bloch, Leggi per i programmatori di computer, La legge di Murphy)

Prima regola dell’informatica: spegni e riaccendi (il modem, il router, il PC, il telefono, il frigorifero o qualsiasi altra cosa).
(postofisso2012, Twitter)

Oggi ogni ramo della scienza sembra ci voglia dimostrare che il mondo si regge su entità sottilissime: come i messaggi del Dna, gli impulsi dei neuroni, i quarks, i neutrini vaganti nello spazio dall’inizio dei tempi… Poi, l’informatica. È vero che il software non potrebbe esercitare i poteri della sua leggerezza se non mediante la pesantezza del hardware; ma è il software che comanda, che agisce sul mondo esterno e sulle macchine, le quali esistono solo in funzione del software, si evolvono in modo d’elaborare programmi sempre più complessi.
(Italo Calvino, Lezioni americane)

La seconda rivoluzione industriale non si presenta come la prima con immagini schiaccianti quali presse di laminatoi o colate d’acciaio, ma come i bits d’un flusso d’informazione che corre sui circuiti sotto forma d’impulsi elettronici. Le macchine di ferro ci sono sempre, ma obbediscono ai bits senza peso.
(Italo Calvino, Lezioni americane)

Sembra che abbiamo raggiunto i limiti di ciò che è possibile ottenere con la tecnologia informatica, anche se bisogna stare attenti nel fare tali affermazioni, perché tendono a suonare abbastanza sciocche nell’arco di 5 anni.
(John Von Neumann, 1949)

L’informatica è in continua evoluzione. I limiti che solo fino a pochi anni fa sembravano irraggiungibili sono già stati ampiamente superati e nel futuro – anche a breve termine – innovative tecnologie soppianteranno quelle attualmente in uso.
(Fabio Fracas)

Sorry, the comment form is closed at this time.