100 Aforismi brevi

Aforismi Brevi - Aforisticamente
Aforismi Brevi - Aforisticamente

Gli aforismi brevi sono facilmente memorizzabili e possono essere usati per uno status social o per una battuta ad effetto.

Questa raccolta di aforismi brevi e ironici racchiude idee potenti in poche parole. Hanno avuto un profondo impatto positivo nella mia vita e sono sicuro che lo avranno anche nella tua.

Presento una raccolta di 100 Aforismi brevi. Tra i temi correlati I 100 aforismi più belli di sempre , 200 Frasi celebri breviFrasi bellissime, le 200 più significative.

**

100 Aforismi brevi

Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio.
(Oscar Wilde)

L’esperienza è il tipo di insegnante più difficile. Prima ti fa l’esame, poi ti spiega la lezione.
(Oscar Wilde)

Per essere perfetta le mancava solo un difetto.
(Karl Kraus)

Un libro deve frugare nelle ferite, anzi deve provocarle. Un libro deve essere un pericolo.
(E.M. Cioran)

La letteratura, come tutta l’arte, è la confessione che la vita non basta.
(Fernando Pessoa)

Nessuno è abbastanza intelligente per dimostrare a un cretino che è un cretino.
(Roberto Gervaso)

Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno.
(Oscar Wilde)

Non sono uno che impara, sono uno che evita.
– Ma cosa eviti?
– Di diventare come gli altri.
(Charles Bukowski)

La società perdona spesso il delinquente, non perdona mai il sognatore.
(Oscar Wilde)

Ciò che non mi uccide, mi rende più forte.
(Friedrich Nietzsche)

Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona impressione la prima volta.
(Oscar Wilde)

E quelli che ballavano erano considerati pazzi da coloro che non potevano udire la musica.
(Friedrich Nietzsche)

Non piangere perché è finito, ma sorridi perché è successo.
(Dr. Seuss)

Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare.
(José Ortega y Gasset)

L’amicizia di una sola persona intelligente vale più di quella di tutti gli altri messi insieme.
(Democrito)

In tre parole posso riassumere tutto quello che ho imparato sulla vita: si va avanti.
(Robert Lee Frost)

L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi.
(Oscar Wilde)

La miglior vendetta? La felicità.
Non c’è niente che faccia più impazzire la gente che vederti felice.
(Alda Merini)

Colui che genera un figlio non è ancora un padre, un padre è colui che genera un figlio e se ne rende degno.
(Fëdor Dostoevskij)

Prendi la direzione opposta all’abitudine e quasi sempre farai bene.
(Jean Jacques Rousseau)

Abbi cura dei tuoi ricordi, perché non puoi viverli di nuovo.
(Bob Dylan)

Mi domando se le stelle sono illuminate perché ognuno possa un giorno trovare la sua.
(Antoine de Saint-Exupéry)

Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.
(Eleanor Roosevelt)

Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
(Bertolt Brecht )

Rifletti, prima di pensare!
(Stanisław Jerzy Lec)

Lo psichiatra è un tizio che vi fa un sacco di domande costose che vostra moglie vi fa gratis.
(Woody Allen)

Se vuoi sapere com’è un uomo, guarda bene come tratta i suoi inferiori, non i suoi pari.
(JK Rowling)

Gli onesti non sono incorruttibili. Solo, costano di più!
(Dino Risi)

Quando un pensiero ti domina lo ritrovi espresso dappertutto, lo annusi perfino nel vento.
(Thomas Mann)

La cosa più importante nella comunicazione, è ascoltare ciò che non viene detto.
(Peter Drucker)

Ogni cosa in più che possiedi è solo l’ennesima cosa che un giorno perderai.
(Chuck Palahniuk)

Coloro che possono farvi credere assurdità, possono farvi commettere atrocità.
(Voltaire)

Nella solitudine il solitario divora se stesso. Nella moltitudine lo divorano i molti. Ora scegli.
(Friedrich Nietzsche)

La più grande prigione in cui le persone vivono è la paura di ciò che pensano gli altri.
(David Icke)

Vi giuro signori che l’esser troppo consapevoli è una malattia, un’autentica, assoluta malattia.
(Fedor Dostoevskij

Se potessimo vederci con gli occhi degli altri, scompariremmo all’istante.
(E.M. Cioran)

La stupidità degli altri mi affascina ma preferisco la mia.
(Ennio Flaiano)

Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l’aspetto di giganti.
(Karl Kraus)

La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti.
(Albert Einstein)

Non è perché le cose sono difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili.
(Lucio Anneo Seneca)

Il dolore peggiore che un uomo può soffrire: avere comprensione su molte cose e potere su nessuna.
(Erodoto)

Ci saranno sempre degli Esquimesi pronti a dettar le norme su come devono comportarsi i Congolesi durante la calura.
(Stanisław Jerzy Lec)

L’aforisma non coincide mai con la verità: o è una mezza verità o è una verità e mezzo.
(Karl Kraus)

È chiaro come il sole che Dio era una soluzione e che non ne troveremo mai una altrettanto soddisfacente.
(E.M. Cioran)

La verità è che la verità cambia.
(Friedrich Nietzsche)

Tutti abbiamo tre vite. Una pubblica, una privata e una segreta.
(Gabriel García Márquez)

Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rimangano in silenzio.
(Edmund Burke)

Quando riuscirai a capire come la penso, avrò già cambiato idea. È la vita, cosa ci vuoi fare?
(Marilyn Monroe)

Molte persone credono di pensare ma in realtà stanno solo riorganizzando i loro pregiudizi.
(William James)

Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo.
(Isabel Allende)

Le rughe dovrebbero semplicemente indicare il posto dove erano i sorrisi.
(Mark Twain)

La vita mi è sempre parsa enigmatica e insignificante, profonda e irreale; un nulla che invita allo stupore.
(E.M. Cioran)

Il potere non cambia le persone, mostra come sono veramente.
(José Mujica)

La tecnologia corre, mentre il senso civico, il rispetto, il buonsenso degli uomini camminano. A volte pure all’indietro.
(Anonimo)

Non è mai esistito, né potrà mai esistere, un governo dove opportunisti e stupidi non siano in maggioranza.
(John Dryden)

L’esperienza insegna che gli uomini dall’esperienza non hanno mai imparato nulla.
(George Bernard Shaw)

Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.
(Bertolt Brecht)

Le violente antipatie sono sempre ambigue e tradiscono una segreta affinità.
(William Hazlitt)

È facile essere coraggiosi a distanza di sicurezza.
(Esopo)

Fate attenzione alla tristezza. E’ un vizio.
(Gustave Flaubert)

La differenza tra l’amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca.
(Woody Allen)

Chiedetevi se siete felici e cesserete di esserlo.
(John Stuart Mill)

Tutti vogliono il nostro bene.
Non facciamocelo portare via.
(Stanislaw Jerzy Lec)

Alle donne piacciono gli uomini taciturni. Credono che ascoltino.
(Marcel Achard)

Credere che l’amicizia esista è come credere che i mobili abbiano un’anima.
(Marcel Proust)

Se mi freghi una volta devi vergognarti tu, ma se mi freghi due volte devo vergognarmi io.
(Abraham Lincoln)

L’uomo è la sola creatura che si rifiuta di essere ciò che è.
(Albert Camus)

L’uomo si innamora del corpo di una donna, e poi scopre che c’è di più.
La donna si innamora della mente dell’uomo, e poi scopre che c’è di meno.
L’amore è la storia di due incomprensioni.
(Fabrizio Caramagna)

Io sono per la chirurgia etica: bisogna rifarsi il senno.
(Alessandro Bergonzoni)

Che l’Amore è tutto è tutto ciò che sappiamo dell’Amore.
(Emily Dickinson)

Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara.
(Dalai Lama)

Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, ecco tutto.
(Oscar Wilde)

L’educazione è l’arma più potente che puoi usare per cambiare il mondo.
(Nelson Mandela)

Abbiamo la libertà di pensiero. Ora abbiamo solo bisogno dei pensieri.
(Karl Kraus)

La televisione mi fa dormire e mi lascia sempre insoddisfatto, come i veri sonniferi.
(Ennio Flaiano)

Il pessimista si lamenta del vento. L’ottimista aspetta che cambi. Il realista aggiusta le vele.
(William Arthur Ward)

Il senso della vita è quello di trovare il vostro dono. Lo scopo della vita è quello di regalarlo.
(Pablo Picasso)

Ognun vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei
(Niccolò Machiavelli)

Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce.
(Lao Tzu)

E’ meglio essere odiati per ciò che si è che essere amati per ciò che non si è.
(Andrè Gide)

Aveva la coscienza pulita. Mai usata.
(Stanisław Jerzy Lec)

I giovani hanno quasi tutti il coraggio delle opinioni altrui.
(Ennio Flaiano)

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.
(Friedrich Nietzsche)

La semplicità è la suprema sofisticazione.
(Leonardo Da Vinci)

La vita non è trovare te stesso. La vita è creare te stesso.
(George Bernard Shaw)

La vita non è un problema da risolvere. È un mistero da vivere.
(Soren Kierkegaard)

Ricordati sempre che sei assolutamente unico. Proprio come tutti gli altri.
(Margaret Mead)

L’odio ha causato molti problemi nel mondo, ma non ne ha ancora risolto uno.
(Maya Angelou)

Non ho fallito. Ho solo trovato 10.000 modi che non funzionano.
(Thomas A. Edison)

Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce.
(Blaise Pascal)

L’amore è cieco, ma il matrimonio ristabilisce la vista.
(Georg Christoph Lichtenberg)

Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui.
(François de La Rochefoucauld)

È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.
(Albert Einstein)

Dio è l’unico essere che, per governare, non ha nemmeno bisogno di esistere.
(Charles Baudelaire)

Se parli a Dio, stai pregando. Se Dio parla a te, sei psicopatico.
(Thomas Szasz)

Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini.
(Karl Kraus)

Tutti abbiamo forza sufficiente per sopportare i mali altrui.
(François de La Rochefoucauld)

Per quante scoperte si siano fatte nel territorio dell’amor proprio, vi sono ancora molte terre sconosciute.
(François de La Rochefoucauld)

Come si sa, funzione propria del genio è fornire idee ai cretini vent’anni dopo.
(Louis Aragon)

Ci sono certi scrittori che riescono ad esprimere già in venti pagine cose per cui talvolta mi ci vogliono addirittura due righe.
(Karl Kraus)

Scegli un lavoro che ami e non dovrai mai lavorare un giorno della tua vita.
(Confucio)

Il paradiso lo scelgo per il clima e l’inferno per la compagnia.
(Mark Twain)

L’uomo è un condannato a morte che ha la fortuna di non conoscere la data della propria esecuzione.
(Roberto Gervaso)

I cimiteri sono pieni di persone insostituibili, che sono state tutte sostituite.
(Georges Clemenceau)

I giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.
(Ennio Flaiano)