Skip to main content
FamigliaFrasi Belle

Frasi, citazioni e aforismi sugli avi e gli antenati

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sugli avi e gli antenati. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulle generazioni, Frasi, citazioni e aforismi sull’eredità, Frasi, citazioni e aforismi sulla nobiltà, Frasi, aforismi e battute divertenti sui parenti e Frasi, citazioni e aforismi sulla famiglia.

**

Frasi, citazioni e aforismi sugli avi e gli antenati

Antenati

Noi non ereditiamo la Terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
(Proverbio dei nativi indiani d’America)

Dimenticare i propri antenati significa essere un ruscello senza sorgente, un albero senza radici.
(Proverbio cinese)

Le stelle sono i nostri antenati; noi siamo polvere di stelle: è una grande scoperta dell’astronomia contemporanea.
(Trinh Xuan Thuan)

I nostri antenati sono andati a caccia d’immenso. Così ingrandivano la vita. Perciò l’astronomia è stata la prima scienza delle civiltà.
(Erri De Luca)

I miei antenati non erano analfabeti. Sapevano leggere le stelle.
(Vasile Ghica)

Ogni re deriva da una stirpe di schiavi ed ogni schiavo ha dei re tra i suoi antenati.
(Platone)

L’esempio degli antenati è come una bisaccia per il giovane viandante.
(Proverbio africano)

Ogni nascita è la rinascita di un antenato.
(Proverbio africano)

Coloro che non hanno riguardo per i propri antenati non possono averne per i propri posteri.
(Edmund Burke)

Senza la libertà che i nostri antenati conquistarono per noi dopo dure lotte, non ci sarebbe stato alcuno Shakespeare, o Goethe, o Newton, o Faraday, o Pasteur o Lister.
(Albert Einstein)

Se guardi profondamente nel palmo della tua mano, vedrai i tuoi genitori e tutte le generazioni dei tuoi antenati. Tutti loro sono vivi in ​​questo momento. Ognuno è presente nel tuo corpo. Tu sei la continuazione di ciascuna di queste persone.
(Thich Nhat Hanh)

L’uomo saggio deve ricordarsi che è un discendente del passato ma anche un genitore del futuro.
(Herbert Spencer)

Ogni uomo è una citazione tratta da tutti i suoi antenati.
(Ralph Waldo Emerson)

Sono quella che sono.
Un caso inconcepibile
come ogni caso.
In fondo avrei potuto avere
altri antenati;
e così avrei preso il volo
da un altro nido.
(Wislawa Szymborska)

Puoi evitare di fare figli. Ma non esiste una pillola per evitare certi antenati.
(Millor Fernandes)

Quel misto di sorpresa, di tenerezza e di imbarazzo che si prova quando si vedono affiorare in un bimbo, o in chiunque, lo stesso sorriso, lo stesso pianto, lo stesso gesto involontario di qualche suo antenato. Nel nostro sangue si trascina una folla di vite trascorse: di alcune conosciamo qualcosa, delle più non sapremo mai niente.
(Mario Andrea Rigoni)

A partire da una certa età, la vecchiaia ci dona i tratti di tutti i nostri antenati messi insieme.
(Kamel Daoud)

Quando nelle lunghe notti gelate levava il muso alle stelle gettando lunghi ululati nello stile dei lupi, erano i suoi antenati morti e ridotti in polvere, che levavano il muso alle stelle e ululavano nei secoli attraverso di lui.
(Jack London)

La gente prova reverenza per gli antenati, e talora ne fa oggetto di culto: e fa bene, poiché sono i concreti progenitori, e non gli dèi soprannaturali, a possedere la chiave di comprensione della vita.
(Richard Dawkins)

Se vogliamo progredire, non dobbiamo ripetere la storia, ma fare storia. nuova. Dobbiamo accrescere l’eredità lasciataci dai nostri avi.
(Mahatma Gandhi)

L’uomo trascorre la metà della vita a liberarsi delle errate convinzioni dei propri antenati e l’altra metà a trasmettere persuasioni sbagliate ai propri figli.
(Winston Churchill)

I nostri antenati ci hanno tramandato il desiderio di volare guardando con invidia gli uccelli librarsi liberi nell’aria infinita del cielo.
(Wilbur Wright)

I nostri avi erano poveri e affaticati, ma non avevano il rantolo perpetuo dell’opulenza.
(Beno Fignon)

II progresso: i nostri antenati giravano in pelli di animali, noi ci sentiamo ormai a disagio in quella umana.
(Stanisław Jerzy Lec)

Viviamo più a lungo dei nostri antenati; ma soffriamo di migliaia di ansie e preoccupazioni artificiali. Gli antenati affaticavano solo i muscoli, noi esauriamo la forza del più sottile dei nervi.
(Edward George Bulwer-Lytton)

Noi discendiamo da una lunga serie di antenati umani e animali, per un’innumerevole successione di eventi casuali, incontri fortuiti, brutali catture, fughe riuscite, tentativi ostinati, migrazioni, sopravvivenze da guerre e da malattie. Per produrre ognuno di noi fu necessaria un’improbabile e complessa catena di eventi, una storia immensa che dà ad ogni individuo la sacralità della sequoia a ogni bambino il capriccio del segreto.
(Enzo Soresi)

Che non si vanti de’ grand’avi suoi
chi poi non gli somiglia.
(Luigi Fiacchi)

Gli snob parlano come se avessero generato i loro antenati.
(Herbert Agar)

Si contano i propri antenati quando non si conta più.
(François-René de Chateaubriand)

Bisogna avere la virtù degli avi per ereditare la loro gloria.
(Proverbio)

Dagli antenati viene il nostro nome,
dalle virtù il nostro onore.
(Anonimo)

Il mulo dice sempre che i suoi antenati erano nobili destrieri.
(Proverbio)

Quella piccola lucertola triste mi disse che era un brontosauro per parte di madre. Io non risi; le persone che si vantano degli antenati spesso hanno ben poco d’altro cui appoggiarsi. Assecondarle non costa niente e accresce la felicità in un mondo dove la felicità scarseggia sempre.
(Robert Anson Heinlein)

I nobili non hanno altro valore che quello dei loro antenati; sono come le patate, di cui il poco che c’è di buono è tutto sotto terra.
(Jonathan Swift)

La stirpe non fa le singulari persone nobili,
ma le singulari persone fanno nobile la stirpe.
(Dante Alighieri)

Dei miei antenati Galli ho gli occhi di uno scialbo azzurro, il cervello stretto, e la goffaggine nella lotta.
(Arthur Rimbaud)

Non sapere che cosa sia accaduto prima della tua nascita, sarebbe per te come restare per sempre un bambino. A cosa serve la vita umana, se non è intessuta con la vita dei nostri antenati tramite i registri della storia?
(Cicerone)

I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano.
(Alessandro Morandotti)

Si è sempre per natura ostili ai propri genitori e in simpatia coi propri antenati. I genitori ci stanno troppo addosso, ci impacciano, si ha bisogno di essere soli.
(Gertrude Stein)

C’è qualcosa di più bello per un popolo che la lingua dei suoi avi?
(Johann Gottfried von Herder)

L’antenato è circonfuso dalla stessa aureola delle antichità. Spesso senz’altro merito del tempo che nobilita.
(Alessandro Morandotti)

Il mulo è uno che non vanta antenati e non ha speranza di posteri.
(John Garland Pollard)

Ogni uomo è un omnibus in cui viaggiano i suoi antenati.
(Oliver Wendell Holmes)

Come credere nell’uomo quando tiene i suoi antenati in una gabbia e i suoi discendenti nell’incertezza?
(Brana Crnčević)

La convinzione che la vostra famiglia è meglio morta che viva, si chiama culto degli antenati.
(Leonard Louis Levinson)

Quando vai in battaglia, ricordati dei tuoi antenati e dei tuoi discendenti.
(Publio Cornelio Tacito)

Ciascuno ha il diritto di attribuirsi l’ascendenza che gli conviene, e che lo spiega ai propri occhi. Quante volte non ho cambiato antenati!
(EM Cioran)

Genealogia. Lista dei discendenti di qualcuno, a partire da un lontano antenato a cui non gliene importava niente di stabilire la sua.
(Ambrose Bierce)

Perché pagare soldi per avere il tuo albero genealogico; vai in politica e il tuo avversario lo farà per te.
(Anonimo)

Mi sono fatto fare l’albero genealogico e ho scoperto di avere degli antenati famosissimi: Adamo ed Eva
(arcobalengo, Twitter)

Probabilmente il mio albero genealogico è una pianta grassa.
(manuela_reich, Twitter)

“Le persone con gli occhi azzurri discendono da un unico antenato”. Quindi ho 600 milioni di parenti!
(NicolaBrunialti, Twitter)

I nostri antenati amavano donne che portavano sei paia di mutande e destavano passioni che oggi non suscitano più.
(Eugenio Montale)

Ciò che avete ereditato dai vostri antenati bisogna che lo meritiate, altrimenti non sarà mai vostro.
(Johann Wolfgang von Goethe)

Le gesta gloriose degli antenati coprono di vergogna i nipoti degeneri.
(Édouard Alexandre Henri Delessert)

Gli avari sono dei contemporanei antipatici, ma dei graditissimi antenati.
(Victor de Kowa)

In memoria dei nostri antenati, dobbiamo conservare, per quanto possiamo, le case ch’essi hanno posseduto e amato: infatti, dalla cura che ne hanno avuto, dalle spese che hanno sostenuto per costruirle e abbellirle, si può verosimilmente ritenere che fosse loro intenzione trasmetterle ai propri discendenti.
(Charles-Louis de Montesquieu)

I nostri antenati non mi sembrano qualcosa di cui vantarsi granché. Basta guardare lo stato in cui ci hanno lasciati, con le guerre e il pianeta in rovina. È evidente che non gli importava di quello che sarebbe successo a chi sarebbe venuto dopo di loro.
(Suzanne Collins)

I nostri antenati sono certo brava gente, ma sono l’ultimo genere di persone che vorrei essere costretto a visitare.
(Richard Brinsley Sheridan)

Chiunque ha degli antenati; il solo problema è andare abbastanza indietro nel tempo per trovarne uno buono.
(Howard Kenneth Nixon)

Dobbiamo credere perché i nostri antenati remoti hanno creduto. Ma questi nostri avi erano di gran lunga più ignoranti di noi, hanno creduto cose che oggi ci sarebbe impossibile accettare.
(Sigmund Freud)

Come reagirebbero i nostri antenati se presentassimo loro un computer moderno? Probabilmente cercherebbero di farlo funzionare a colpi di pietra. Sono molto meno gloriosi di quanto pensiamo.
(Dave Barry)

I figli perdonano ai loro padri e i loro padri ai loro antenati e così via fino ad arrivare alla scimmia.
(Armando Gonzalez Torres)

Il futuro è un rifugio dalla feroce competizione con i nostri antenati.
(GK Chesterton)

Yabba-Dabba-Doo!
(Flinstones – Gli antenati)

La nostra storia inizia prima della nostra nascita. Noi rappresentiamo le influenze ereditarie della nostra razza, ed i nostri antenati vivono in noi.
(James Nasmyth)

I bravi nipoti nobilitano gli avi.
(Proverbio)

Dobbiamo sforzarci di diventare buoni antenati.
(Ralph Nader)