Frasi, citazioni e aforismi sul panda

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul panda. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’estinzione, Frasi, citazioni e aforismi sul morbido e la morbidezza e Frasi, citazioni e aforismi sugli animali.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul panda

Ho due occhiaie che se incontro un panda per caso, parte il rituale di accoppiamento.
(Malafatta, Twitter)

Il razzismo è stupido. Io sono bianco, nero e asiatico. Eppure tutti mi amano.
(Un panda)

Quando mi chiedono a cosa sto pensando io dico ‘a niente’ ma in realtà penso a quanto sono belli i panda, quelli paffuti ancora di più.
(Albertosorge, Twitter)

– dimmi qualcosa di carino
– cucciolo di panda
(pellescura, Twitter)

Per tacitare la propria coscienza, a un certo punto gli uomini cominciarono a prodigarsi per salvare dall’estinzione i pochi esemplari rimasti di specie che loro stessi avevano messo in pericolo. Successe per esempio con il panda gigante, che in Cina era stato ridotto a poche decine di esemplari perché l’agricoltura aveva distrutto il suo habitat. E successe alla tigre siberiana. Ma che cos’altro erano, i panda e le tigri, se non autentici morti viventi, visto che non si provvedeva al ripristino e alla tutela dei loro habitat naturali?
(Mario Tozzi)

Nessuno aveva mai visto insieme il giorno e la notte. Dove c’era uno non c’era l’altra. Ma una volta si incontrarono e dal loro amore nacquero gli scacchi, il pianoforte, il simbolo del Tao e il panda.
(Fabrizio Caramagna)

C’era una volta un orsetto candido come la neve che aveva fatto amicizia con una pastorella. Un brutto giorno un leopardo delle nevi stava per assalire il piccolo panda. La pastorella accorse in suo aiuto e nel tentativo di salvarlo fu uccisa. Grande fu il dolore dei panda che andarono tutti insieme al funerale della pastorella. In segno di lutto i candidi orsetti indossarono guanti e calze nere. Ma poi in lacrime si stropicciarono gli occhi e le orecchie non ricordandosi dei guantini neri e si macchiarono in maniera indelebile. Un potente tuono dal cielo avvertì il popolo della foresta che quello d’ora in poi sarebbe stato il vestito dei panda.
(Leggenda cinese sull’origine dei panda)

I panda hanno una livrea davvero strana col suo miscuglio di bianco e di nero: nerissime le zampe, così come le macchie intorno agli occhi che sembrano bistrati, le buffe orecchie a piumino e la fascia che abbraccia trasversalmente il torace. Candido il resto della pelliccia.
(Isabella Lattes Coifmann)

La pelliccia del panda è bianca su muso, collo, addome e schiena per facilitare il mimetismo negli habitat innevati. Le zampe, invece, sono nere per confondersi con l’ombra della foresta tropicale. Questa duplice colorazione deriverebbe dall’alimentazione. Il panda, infatti, mangia solo bambù e non riesce ad accumulare abbastanza grasso per andare in letargo: ciò significa che rimane attivo tutto l’anno ed è costretto a spostarsi continuamente tra habitat molto diversi fra loro. Le macchie nere sul muso del panda avrebbero una funzione legata alla comunicazione.
(Studio dell’università della California, 2017)

Il panda è considerato un fossile vivente. Si pensa che i suoi antenati abitassero la Cina già otto milioni di anni fa.
(Rivista Nature)

Tutti amano il panda, anche la gente che non l’ha mai visto in carne ed ossa, ma lo vede riprodotto in mille immagini nella pubblicità, nei poster, sui giornali, sulle magliette, sui quaderni, dappertutto.
(Isabella Lattes Coifmann)

Il panda è diventato più popolare dei personaggi di Walt Disney anche se vive molto lontano da noi, nel cuore di inaccessibili foreste di bambù abbarbicate sulle montagne delle province di Gansu, Shanxi e Sichuan, “il paese delle nuvole”, ai margini dell’altopiano del Tibet.
(Isabella Lattes Coifmann)

Vi sono due panda. Uno è quello che esiste soltanto nella nostra fantasia, morbido, peloso, affascinante, un simpatico testone tondo e un corpo goffo che invitano alle carezze. L’altro, quello vero che vive allo stato selvatico, è rimasto sostanzialmente un mistero.
(George Schaller)

Tra tutte le specie in lotta per la sopravvivenza il Panda è uno dei più difficili da supportare: è timido e incapace di difendersi, si nutre quasi esclusivamente di germogli di bambù, le femmine maturano sessualmente a cinque o sei anni, sono fertili solo due giorni all’anno e solo un terzo delle femmine porta a termine la gravidanza, la mortalità infantile è altissima, se in natura nascono due gemelli uno è destinato a morire.
(Cesare Pierbattisti)

Si ritiene che, dal momento in cui ebbe inizio la vita su questo pianeta, vi siano state cinquanta miliardi di specie. Ciò significa che oggi ne resta solo una su mille. Quindi il 99,9 per cento delle specie che popolavano la Terra è estinto
(Michael Crichton)

Il panda fa fatica a riprodursi? Per forza! Con tutti gli ecologisti che stanno a guardare … Provate voi ad affrontare un coito con quaranta panda intorno al letto che urlano: “Forse ce la fa! Forse ce la fa!”.
(Natalino Balasso)

Le donne in discoteca parlano di: musica scarpe buco dell’ozono estinzione dei panda. Gli uomini dicono solo tre parole: “hai visto quella?”.
(Vladinho77, Twitter)

Tra tutti gli animali l’uomo è quello che corre il maggior pericolo di estinzione. Perché mentre noi ci preoccupiamo di proteggere i panda e le foche, i panda e le foche non si preoccupano di proteggere noi, anzi vivamente sperano che ci estinguiamo con tutte le nostre atomiche, pesticidi, defolianti, petroliere e villaggi vacanze.
(Stefano Benni)

Il futuro dell’uomo
a una drammatica stretta:
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
(Stefano Benni)

Il panda non adempirà mai al suo destino, né tu al tuo, se non rinuncerete all’illusione del controllo. Guarda quest’albero. Shifu: non posso farlo fiorire quando mi aggrada, né farlo fruttificare prima del suo tempo.
(Oogway, a Shifu nel cartone animato Kung Fu Panda)

Ieri è storia… domani è un mistero… oggi è un regalo ed è per questo che si chiama presente!
(Dal cartone animato Kung Fu Panda)

Una persona incontra spesso il suo destino sulla strada che ha preso per evitarlo.
(Dal cartone animato Kung Fu Panda)

– Tai Lung: Sei un panda! Che intendi fare, trippone, sederti su di me?
– Po: Non tentarmi!
(Dal cartone animato Kung Fu Panda)

La vera via della vittoria è scoprire la debolezza del tuo avversario e far sì che egli soffra per essa. Prendere la sua forza e usarla contro di lui, finché egli non cade… o molla.
(Dal cartone animato Kung Fu Panda)

Quando ti concentri sul Kung Fu… fai schifo. L’unico modo per scuoterti sono questi: ravioli al vapore.
(Dal cartone animato Kung Fu Panda)

Poi Dio creò il Panda, ma solo per la città: per i viaggi lunghi creò la Thema diesel.
Poi creò il coccodrillo, e subito dopo la maglietta. Così mise il coccodrillo sulla maglietta, e fu un grande successo.
(Giobbe Covatta)

-Io la mattina vado a lavoro con il sorriso sulla faccia, tu?
-Con le occhiaie da panda.
(Masse78, Twitter)

Tra gli esemplari in via d’estinzione, ricordiamo:
-Il Panda.
-Il gorilla.
-La Tigre siberiana.
-La gente che dice grazie e chiede scusa.
(Masse78, Twitter)

Annunci