Frasi, citazioni e aforismi sul ramo

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul ramo. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sugli alberi, Frasi, citazioni e aforismi sulle foglie e Frasi, citazioni e aforismi sulle radici.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul ramo

Le mani dell’albero hanno le unghie sporche di azzurro a furia di scavare dentro il cielo
(Fabrizio Caramagna)

Che gran paternità quella degli alberi, che sanno dare a ciascuno dei loro rami un cammino verso la luce.
(Lorenzo Oliván)

Verdi rami si inchinano volentieri sopra a chi sogna.
(Georg Trakl)

La continuità ci dà le radici; il cambiamento ci regala i rami, lasciando a noi la volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze.
(Pauline R. Kezer)

L’apparizione di questi volti nella folla:
Petali su un ramo umido e scuro.
(Ezra Pound)

Alice, chi lo avrebbe mai detto che sarebbe bastato arrampicarsi su un albero e sedersi su un ramo per guardare il mondo con occhi diversi.
(AlbertHofman72, Twitter)

Se l’asse cede, se la
voce affonda,
c’è qui
nell’aria, la
parola-ramo
che ci tiene.
(Elisa Biagini)

Tu il ramo, io la foglia,
senza sapere però in quale stagione:
se staccarmi da te in silenzio
o lentamente verde crescere
vibrante nel vento.
(Enrico Testa)

Tra i rami dei grandi alberi mi sono arrampicato per guardare il cielo…con la loro frutta mi sono sfamato, con il loro legno mi sono riscaldato: a loro devo la mia
vita…
(Mario Rigoni Stern)

Sul tronco tagliato ieri, un ramo ingenuo continua la sua fioritura.
(Valeriu Butulescu)

Sei come una nube intravista tra i rami… Le parole
che dici non hanno riscontro con la scabra tristezza
di questo cielo. Tu non sei che una nube dolcissima,
bianca, impigliata una notte tra i rami antichi.
(Cesare Pavese)

L’albero che mi osserva dalla finestra forse si chiederà perché ho rami così corti, perchè non li alzo mai verso il cielo, perché ci sono giorni in cui nessun uccello canta su di essi
(Fabrizio Caramagna)

I rami muoion d’amore.
Nuda canta la notte
sopra i ponti di marzo.
(Federico García Lorca)

L’albero è un individuo? Si può pensarlo. Nel vedere un certo albero distendere i suoi rami, con le irregolarità della loro forma che lo rendono diverso da tutti gli altri, si avverte assai fortemente il senso della sua unicità, si sente ciò che ha d’assoluto la particolarità di un’esistenza, per quanto precaria ed effimera essa sia.
(Yves Bonnefoy)

Se riuscirai a mantenere vivo un ramo verde nel tuo cuore nell’ora dell’oscurità,
allora il Signore verrà e manderà un uccello a cantare da quel ramo all’alba del giorno.
(Benedizione Irlandese)

Cerca invano chi vuole il ramo e dimentica la radice
(Mahatma Gandhi)

Tutte le religioni, le arti e le scienze sono rami dello stesso albero.
(Albert Einstein)

Nessun uomo può dire di non essere stato crocifisso almeno una volta a quel ramo di ulivo che è la donna.
(Alda Merini)

Se ciò che io dico risuona in te, è semplicemente perché siamo entrambi rami di uno stesso albero.
(William Butler Yeats)

Siate come l’uccello posato per un attimo su rami troppo fragili, che sente la fronda piegarsi e canta, tuttavia, sapendo di avere le ali.
(Victor Hugo)

Dove si è involata la primavera che insieme conoscemmo?
Spogli sono i rami dello scorso anno
(William Faulkner)

I tronchi degli alberi sono separati, ma le radici si tengono strette le une alle altre e i rami in alto si intrecciano. Sono uniti a livello profondo ed a quello più elevato. Gli uomini dovrebbero essere come un’immensa foresta.
(Romano Battaglia)

La libertà della foglia che abbandona il ramo è la responsabilità di tornare ogni primavera
(Fabrizio Caramagna)

Quale dolce mela che su alto
ramo rosseggia, alta sul più
alto; la dimenticarono i coglitori;
no, non fu dimenticata: invano
tentarono raggiungerla.
(Saffo)

Sogno un mondo all’incontrario dove il vento raccolga le foglie per posarle sui rami.
(orporick, Twitter)

Mi sento come quegli alberi che fanno cadere solo foglie mentre vorrebbero disfarsi dei rami.
(Wzgore, Twitter)

Se una cosa non va,
tagliatela come il ramo secco di una pianta,
così ricomincerete a vivere, e magari anche a rifiorire..
(stellamary71, Twitter)

A rimanere attaccati a una storia ormai finita ci si inaridisce e prosciuga, come rami secchi.
È dai tagli che si rinasce.
(anna_salvaje, Twitter)

Il segreto è tagliare i rami prima che siano secchi: quando cominciano a pesare talmente tanto che non vedi più la bellezza, ma il pericolo.
(ChiaraBottini, Twitter)

Tolti i rami secchi si vede di nuovo il cielo.
(CleX71, Twitter)

Tagliare i rami secchi, si sa, fortifica. Ma dipende come tagli. Perché anche un ramo secco, se è tagliato male, può seccare la pianta.
(guidofruscoloni, Twitter)

Decidere
dal lat. [de-cídere] tagliare via.
Perché a volte sono così le decisioni che rinforzano. Una pulizia di rami secchi.
(guidofruscoloni, Twitter)

Gli affetti del cuore sono come i rami del cedro;
se l’albero perde un ramo robusto, soffre, ma non muore.
Riversa tutta la vitalità nel ramo accanto, perchè possa crescere e riempire il posto vuoto
(Khalil Gibran)

Nel mio giardino ti ho piantato,
nel mio giardino segreto, il mio cuore.
Intricati son divenuti i tuoi rami
e profonde in me le tue radici.
E dall’alba alla notte
non tace, non si placa il giardino
perché ci sei tu, tu
con i mille uccelli del tuo canto.
(Rachel Bluwstein)

Ci sono giornate che torneresti piccolo solo per poterti di nuovo arrampicare su un albero e sedere su un ramo a guardare il cielo.
(AlbertHofman72, Twitter)

Il ramo più alto, la cima, quello che non si raggiunge mai: l’umiltà.
(Ramón Andrés)

L’uomo è un albero tragico: egli vuole il frutto quando il ramo non è ancora fiorito e vuole il fiore quando il frutto è già caduto.
(Vytautas Karalius)

Non permettere che la tristezza costruisca il suo nido nella tua anima.
Scuoti i tuoi rami e falla volare via.
(Edvania Paes)

Tu sai citare i classici a memoria ma non distingui il ramo da una foglia.
(Ivan Graziani)

Un’idea è come un uccello raro che non possiamo vedere. Ciò che vediamo è il ramo tremolante dal quale ha appena spiccato il volo.
(Lawrence Durrell)

Le parole mi ricordano i Tucani, favolosi uccelli tropicali che volano di Ramo in Ramo senza mai posarsi al Suolo
(Roberto Morpurgo)

I frutti che nelle tue aspettative immagini di cogliere sono su rami che non esistono.
(Fabrizio Caramagna)

Su un ramo spoglio
si posa un corvo
nel crepuscolo d’autunno.
(Matsuo Basho)

Legava palloncini colorati ai rami dei salici perché detestava vederli piangere.
(AlbertHofman72, Twitter)

Oggi sembra che il vento voglia suonare i rami sfiorandone le foglie.
(LapostrofoAura, Twitter)

Eccolo, il tempo.
È quell’albero stanco che sorregge, rugoso, i suoi rami pesanti.
Poi, nelle notti cielo terso, sorride fiero alle stelle.
(ilcontenudo, Twitter)

È una gioia vedere tanti rami
verdissimi nel vento e tanti fiori
prepotenti, sboccianti, è una gran gioia
perché nel sangue pure è primavera.
(Cesare Pavese)

Il canto delle gemme che erompono dal ramo. Il tenero timpano del cuore di un giovane pettirosso. Primavera.
(Diane Frolow)

Ci sono vizi che si radicano in noi solo appoggiandosi ad altri e che, se si taglia il tronco, se ne vengono come dei rami
(Blaise Pascal)

Vivere non è accettare tutto, ma scegliere, sfrondare, sacrificare. La linfa dell’albero sale solo quando i rami sono stati potati.
(Ludovic Giraud)

La solitudine è una tempesta silenziosa che spezza tutti i nostri rami morti; e tuttavia spinge le nostre radici viventi più a fondo nel cuore vivente della terra vivente
(Khalil Gibran)

Non amare il florido ramo, non mettere nel tuo cuore la
sua immagine sola, essa avvizzisce.
Ama l’albero intero, cosi amerai il florido
ramo, la foglia tenera e la foglia morta,
il timido bocciolo ed il fiore aperto, il petalo caduto e la cima
ondeggiante, lo splendido riflesso dell’amore pieno.
Ama la vita nella sua pienezza, essa non conosce decadimento.
(Jiddu Krishnamurti)

Lascia che il vento soffi, foglia, e non restare attaccata al tuo ramo. Tu sei solo la veste, non il corpo.
(Hans Urs Von Balthasar)

eravamo sullo stesso ramo insieme
eravamo sullo stesso ramo
caduti dallo stesso ramo ci siamo separati e tra noi il tempo è di cent’anni
di cent’anni la strada
e da cent’anni nella penombra
corro dietro a te.
(Nazim Hikmet)

Il ramo, quando una mano si approssima per staccarne un fiore freme e sembra nel medesimo tempo voler sfuggire a volersi offrire. Il corpo umano ha un simile fremito quando arriva l’istante in cui le dita misteriose della morte vogliono cogliere l’anima.
(Victor Hugo)

Dal tronco spuntano i rami; da questi, i ramoscelli. Cosí, da un tema fertile, i capitoli.
(Hermann Melville, Moby Dick)

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte.
(Alessandro Manzoni)

Quel rago del lamo di Co…
Quel lago del ramo di Crom…
Quel lamo del rago d….
Ehi a me il lago non piace, preferisco il mare!
(Sil_assenzio, Twitter)

– Quindi sei laureato in lettere?
– Si.
– Ah, e in che ramo sei specializzato?
– Quello del lago di Como.
(P_episcopo, Twitter)

Le descrizioni mi danno fastidio; anche le più belle. Per attraversare «quel ramo del lago di Como» ci ho impiegato dieci anni.
(Libero Bovio)

S’io comandassi, vorrei, che tutti gli uomini infedeli portassero un ramo d’albero in mano, e so che tutte le città diventerebbero boschi.
(Carlo Goldoni)

Un ramo di pazzia abbellisce l’albero della saggezza.
(Alessandro Morandotti)

Tutta la metafisica è un ramo della letteratura fantastica.
(George Steiner)

Lo spirito vola di sciocchezza in sciocchezza. Come l’uccello di ramo in ramo. L’essenziale è di non sentirsi fermo su nessuno
(Paul Valery)

Uno qualsiasi è come un ramo per chi annega.
(Simone Weil)