Frasi, citazioni e aforismi sul selvaggio

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sul selvaggio. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla libertà, Frasi, citazioni e aforismi sul mistero, Frasi, citazioni e aforismi sui barbari, Frasi, citazioni e aforismi sulla civiltà e Frasi, citazioni e aforismi sull’istinto.

**

Frasi, citazioni e aforismi sul selvaggio

L’universo è selvaggio e colmo di meraviglie.
(Dylan Thomas)

Vivi al sole, nuota nel mare, bevi l’aria selvaggia.
[Live in the sunshine, swim the sea, drink the wild air.]
(Ralph Waldo Emerson)

Per non essere più avvelenato dalla civiltà, lui fugge! Cammina solo sulla terra per perdersi, nella natura selvaggia!
(Dal Film Into the Wild – Nelle terre selvagge)

Sei stato selvaggio, un tempo. Non lasciarti addomesticare.
(Isadora Duncan)

Amo ciò che è selvaggio non meno di ciò che è buono.
(Henry David Thoreau)

Balliamo sotto il sole, indossando fiori selvatici nei nostri capelli…
(Susan Polis Shutz)

Certe donne non sono fatte per essere domate, forse hanno bisogno di restare libere finché non trovano qualcuno altrettanto selvaggio con cui correre.
(Carrie Bradshaw in Sex and the City)

Eravamo amanti imperfetti
noi due,
troppo selvaggi per domarci,
troppo rari per lasciarci andare.
(Atticus)

Lei era l’anima selvaggia che amavo.
Era il buio tra le stelle.
Non potevo farne a meno.
(Atticus)

Ti amo selvaggiamente, follemente, infinitamente.
(Boris Pasternak, Il dottor Živago)

Il cuore nasce libero, selvaggio.
Non puoi ammaestrarlo, sarebbe come farlo vivere in gabbia, privato delle sue ali. Non potrà mai volare.
(CannovaV, Twitter)

Non si può dare il proprio cuore ad una creatura selvatica.
Più le si vuole bene più diventa ribelle: finché un giorno se ne scappa nelle praterie e poi in cima a un albero, e poi su un albero più alto.
(Audrey Hepburn)

In un selvaggio momento di felicità abbiamo rotto la catena che ci lega alla terra e, unendo le mani ai venti, ci siamo sentiti divini.
(Helen Keller)

Siamo papaveri selvaggi, quelli che restano ai margini e crescono nei posti più impensati.
Quelli che non fanno numero, che non vanno nei giardini curati e ordinati, che amano le erbacce e le loro storie complicate.
(Fabrizio Caramagna)

La poesia deve avere in sé qualcosa che è barbaro, immenso e selvaggio.
(Denis Diderot)

Se io dipingo un cavallo selvaggio, magari non vedrete il cavallo ma senz’altro vedrete il selvaggio.
(Pablo Picasso)

Io volli per me la tua chioma.
E di tutti i doni della mia patria
solo scelsi il tuo cuore selvaggio.
(Pablo Neruda)

Vedere il mondo in un granello di sabbia. E un paradiso in un fiore selvaggio, Tenere nel palmo della mano l’infinito. E l’eternità in un’ora.
(William Blake)

L’amore è una forza selvaggia. Quando tentiamo di controllarlo, ci distrugge. Quando tentiamo di imprigionarlo, ci rende schiavi. Quando tentiamo di capirlo, ci lascia smarriti e confusi.
(Paulo Coelho)

In me stesso trovavo, e trovo, un istinto verso una vita più alta, o, come si dice, spirituale (come succede a molti uomini), e per un altro verso una vita selvaggia, primitiva ed esuberante: io le accettavo reverentemente ambedue
(Henry David Thoreau)

L’amore è così… nessuno ne è indenne. È selvaggio, infiammato come una ferita aperta esposta all’acqua salata del mare
(Cecilia Ahern)

Un bacio.
Un solo bacio.
Purché sia elegante, selvaggio e da scarnificarti.
(vinkweb, Twitter)

Vivere in fretta, morire giovane, essere selvaggio e divertirsi.
(Lana Del Rey)

Sono una donna selvaggia.
Ci vorrebbe un guerriero per soffocare il mio spirito.
(Nikki Rowe)

L’innamorato è il semiologo selvaggio allo stato puro! Passa il proprio tempo a leggere segni. Fa solo questo: segni di felicità, segni di infelicità. Sul viso dell’altro, nei suoi comportamenti. È veramente in preda ai segni
(Roland Barthes)

Sia un bene o un male, non si può negare la presenza del cavallo selvaggio dentro di noi; andare sfrenatamente al galoppo; lasciarsi cadere esausti sulla sabbia; sentire la terra girare vorticosamente; provare veramente un impeto – di amicizia per le pietre, l’erba, come se l’umanità si fosse estinta.
(Virginia Woolf)

C’era in lui una strana elettricità: quella presenza estremamente selvaggia e pesante che vedi solo in una persona che ha abbandonato ogni speranza di comportarsi più normalmente.
(Hunter Stockton Thompson)

I fiori selvatici crescono dove vogliono.
(Rachel Lambert Mellon)

Un ragazzo è, di tutte le bestie selvagge, la più difficile da trattare.
(Platone)

Ho adorato la forza irta e selvaggia
che fa le mie ginocchia avide al balzo;
la forza ignota e vergine, che tende
me come un arco nella corsa certa.
(Antonia Pozzi)

Ma la luce ha reso il mio deserto
ancora più selvaggio.
(Emily Dickinson)

Niente di più selvaggio e maleducato di quello sguardo. Più che occhi, erano mani. Mani che ti strappavano letteralmente i vestiti di dosso.
(Mhethcliff, Twitter)

Le parole debbono essere un po’ selvagge perché sono l’assalto del pensiero sull’impensato.
(John Maynard Keynes)

Se non fosse stata inventata la società, l’uomo sarebbe rimasto un animale selvaggio, o, che è poi lo stesso, un santo.
(Michail Bakunin)

È bellissimo, misterioso e selvaggio spingersi oltre ogni limite. Ma è saggio capire dove arrivano i propri.
(Vinkweb, Twitter)

Viviamo nella mente, nelle idee, nei frammenti. Non assorbiamo più la selvaggia musica esterna delle strade, ricordiamo soltanto.
(Henry Miller)

Questo è ciò che fanno le persone quando trovano un posto speciale, selvaggio e pieno di vita, lo calpestano a morte.
(Carl Hiaasen)

La folla non è soltanto impulsiva e mutevole. Come il selvaggio, essa non ammette ostacolo tra il suo desiderio e l’avverarsi di questo desiderio.
(Cormac McCarthy)

La donna sana assomiglia molto al lupo: robusta, piena di energia, di grande forza vitale, capace di dare la vita, pronta a difendere il territorio, inventiva, leale, errante. Eppure la separazione dalla natura selvaggia fa sì che la personalità della donna diventi povera, sottile, pallida, spettrale.
(Clarissa Pinkola Estés)

Anche la più repressa delle donne ha una vita segreta, con pensieri segreti e sentimenti segreti che sono lussureggianti e selvaggi, ovvero naturali. Anche la più prigioniera delle donne custodisce il posto dell’io selvaggio, perché intuitivamente sa che un giorno ci sarà una feritoia, un’apertura, una possibilità, e vi si butterà per fuggire.
(Clarissa Pinkola Estés)

E a un tratto incrociare nella sera un profumo selvaggio di fiori e muschio, che se ne va per le vie tutte solo, senza nessuna donna dentro
(Fabrizio Caramagna)

Arthur Rimbaud fu un mistico allo ‘stato selvaggio’, una sorgente perduta che scaturisce da un suolo saturo.
(Paul Claudel)

Quando sono in scena, il selvaggio che è in me torna in libertà. Amo tornare a essere un uomo delle caverne. Ci vogliono sei ore per calmarmi dopo un concerto.
(Angus Young)

Mi chinai per darle il bacio della buonanotte, ma d’un tratto il bacio si fece selvaggio, un incendio, un uragano. Non potevo fermarmi.
(Yves Montand su Marilyn Monroe)

Tu ti consideri uno spirito libero, un essere selvaggio e temi che qualcuno voglia rinchiuderti in una gabbia. E sai che ti dico? Che la gabbia te la sei già costruita con le tue mani ed è una gabbia dalla quale non uscirai, in qualunque parte del mondo tu cerchi di fuggire, perché non importa dove tu corra, finirai sempre per imbatterti in te stessa.
(Dal film Colazione da Tiffany, 1961)

Il coraggio privo di coscienza è una bestia selvaggia.
(Robert Green Ingersoll)

Ci sono tre principali gruppi di uomini: selvaggi, barbari inciviliti, europei.
(Friedrich Nietzsche)

L’uomo è in fondo un animale selvaggio e feroce. Noi lo conosciamo solo in quello stato di ammansamento e di domesticità che è detto civiltà: perciò ci spaventano le rare esplosioni della sua vera natura. Ma fate che vengano tolte le catene dell’ordine legale, e nell’anarchia l’uomo si mostrerà quale esso è.
(Arthur Schopenhauer)

In natura non esiste nulla di così perfido, selvaggio e crudele come la gente normale.
(Hermann Hesse)

Sono così stanco di sentirmi dire che voglio che il genere umano torni alle condizioni dei selvaggi. Come se le persone delle città moderne non fossero le più crude, primitive, grossolane e selvagge scimmie che siano mai esistite, per quanto riguarda i rapporti tra uomo e donna. Tutto quello che vedo nella nostra tanto decantata civiltà sono uomini e donne che si fanno vicendevolmente a pezzi emotivamente e fisicamente, e tutto ciò che chiedo è che si fermino a riflettere.
(David Herbert Lawrence)

Ci sono molte cose divertenti al mondo: una di queste è l’idea concepita dall’uomo bianco di essere meno selvaggio degli altri selvaggi.
(Mark Twain)

“Avete mangiato qualcosa che v’ha fatto male?” indagò Bernard. Il Selvaggio fece cenno di sì. “Ho mangiato la civiltà.”
(Aldous Huxley)

Meglio l’esuberanza che il gusto, il deserto che il marciapiede, e un selvaggio che un parrucchiere!
(Gustave Flaubert)

La parola che gli mancava, che nessuno si era curato di insegnargli, il bisogno della parola, premeva nel suo sguardo con urgenza esplosiva: era uno sguardo selvaggio e umano ad un tempo, anzi maturo e giudice, che nessuno fra noi sapeva sostenere, tanto era carico di forza e di pena.
(Primo Levi)

Un uomo senza etica è una bestia selvaggia lasciata libera in questo mondo.
(Albert Camus)

Il selvaggio difficilmente concepisce la distinzione comunemente tracciata dai popoli civili tra il naturale e il soprannaturale. Per lui, il mondo è in gran parte determinato da agenti soprannaturali, ossia da esseri personali che agiscono per impulsi e motivi simili ai suoi, e passibili quanto lui di essere influenzati da appelli alla loro pietà, alle loro speranze, ai loro timori.
(James Frazer)

Per qualsiasi scienziato la vera sfida non è rimanere all’interno del giardino sicuro del noto ma avventurarsi nel selvaggio dell’ignoto.
(Marcus du Sautoy)

Le storie sono, fra tutte le cose, le più selvagge. Le storie inseguono, predano e mordono.
(Patrick Ness)

Il gatto è imprevedibile ed ammaliante come un’orchidea selvaggia.
(Stanislao Nievo)

Oh tu selvaggio vento dell’Ovest, respiro dell’essenza dell’autunno,
tu, dalla cui invisibile presenza le foglie morte
sono trascinate, come spettri in fuga da un incantatore.
(Percy Bysshe Shelley)

Annunci