Frasi, citazioni e aforismi sulla periferia

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla periferia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sul centro, Frasi, citazioni e aforismi sulla città, Frasi, citazioni e aforismi sul viaggio, i viaggiatori e il viaggiare e Frasi, citazioni e aforismi sull’architettura e gli architetti.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla periferia

Periferia

Amo la periferia più della città. Amo tutte le cose che stanno ai margini.
(Carlo Cassola)

Dobbiamo smettere di costruire periferie. Ormai le nostre città sono piene di questi luoghi dove il centro non è più centro, e la campagna non è ancora campagna. Invece di continuare ad espanderli così, dobbiamo intensificare i nostri centri urbani, fecondando e fertilizzando le periferie. Ovunque ci sono grandi buchi neri da recuperare e trasformare, in modo che questi sobborghi diventino luoghi di civiltà, e non solo posti dove si va a dormire.
(Renzo Piano)

La periferia è una fabbrica di idee, è la città del futuro.
(Renzo Piano)

Più di un miliardo di persone nel mondo vive nelle periferie delle metropoli.
(Robert Neuwirth)

Le periferie sono il posto in cui i problemi che si dibattono sul piano nazionale sono reali: la disoccupazione, le tensioni tra le diverse comunità religiose, la lontananza dalle istituzioni (anche europee). Ma proprio perché sono posti difficili, sono posti vivi. La lotta per risolvere queste difficoltà genera anche molta energia creativa. Tanto più che moltissimi creativi decidono poi di trasferirsi in quelle zone per seguirne il battito.
(Marc Augé)

Troppo spesso si confonde la periferia con un concetto geografico: qualcosa che sta fuori dalle città. Come se le città fossero circondate da una corona di povertà. Ma la realtà è più complessa: le periferie non sono un concetto geografico ma sociale. Ci sono quartieri centralissimi a Parigi, ma anche altrove, le cui dinamiche sono periferiche, degradate. Penso ad alcune aree del 19emo arrondissement ad esempio.
(Marc Augé)

Quello di periferia intesa come luogo spazialmente distante dal centro è oggi un concetto superato. Associare la lontananza dal centro a un’idea di disagio è ormai sviante: ci sono aree degradate vicino al centro e aree di ricchezza lontane.
(Stefano Boeri)

Nato ai bordi di periferia
dove i tram non vanno avanti più
dove l’aria è popolare
è più facile sognare
che guardare in faccia la realtà
quanta gente giovane va via
a cercare più di quel che ha
forse perché i pugni presi
a nessuno li ha mai resi
e dentro fanno male ancor di più
(Eros Ramazzotti)

Della periferia mi piace il suo cercare di trattenere la campagna.
Passando in auto, all’improvviso vedi occhieggiare, dietro ai moderni condomini, pezze di campo, brandelli di casolari abbandonati.
(Fabrizio Caramagna)

Ti offro strade difficili, tramonti disperati,
la luna di squallide periferie.
Ti offro le amarezze di un uomo
che ha guardato a lungo la triste luna
(Jorge Luis Borges)

Abitare la periferia, è vivere in strada.
(Bertrand Vac)

È molto più carina da vicino. È bella addirittura. Ha occhi nocciola chiaro, malinconici, che forse hanno visto troppa periferia e raccontano di cose desiderate e mai avute.
(Giorgio Faletti)

Abito talmente in periferia che il postino mi spedisce la posta
(Henny Youngman)

Nascono potenze e nobiltà,
feroci, nei mucchi di tuguri,
nei luoghi sconfinati dove credi
che la città finisca, e dove invece
ricomincia, nemica, ricomincia
per migliaia di volte, con ponti
e labirinti, cantieri e sterri,
dietro mareggiate di grattacieli,
che coprono interi orizzonti.
(Pier Paolo Pasolini)

Dio sceglie l’ultimo posto perché nessuno rimanga fuori. Sceglie la periferia, perché nessuno sia lontano.
(Don Dino Pirri)

Quella periferia tagliata in lotti
tutti uguali, assorbiti dal sole
troppo caldo, tra cave abbandonate,
rotti argini, tuguri, fabbrichette…
(Pier Paolo Pasolini)

E, non lontano, tra casette
abusive ai margini del monte, o in mezzo. .
a palazzi, quasi a mondi , dei ragazzi
leggeri come stracci giocano alla brezza
non più fredda, primaverile
(Pier Paolo Pasolini)

In periferia, è soprattutto con i tram che la vita arriva al mattino.
(Louis-Ferdinand Céline)

Facciamo visita al poeta
Presso la sua casetta nella smorta periferia.
(Czeslaw Milosz)

Eccolo lì, parcheggiato in una periferia del mondo, aggrappato a birra e sigarette. Eccolo lì, ancora lì, a chiedere spiegazioni al destino.
(serafinobandini, Twitter)

Dicono che in periferia
l’aria è più buona, che si vive meglio.
E verranno a strapparne straccetti,
a butterarla di sbarre.
(Marina Cvetaeva)

Per anni ho creduto essere cresciuto in una periferia di Buenos Aires, periferia di strade avventurose e di tramonti visibili. In realtà sono cresciuto in un giardino, dietro le lance di una cancellata, e in una biblioteca di infiniti volumi inglesi.
(Jorge Luis Borges)

La periferia di Roma è un set cinematografico naturale. Ho imparato ad apprezzarla sin da piccolo, quando vedevo i film di Pasolini come Accattone e Mamma Roma, prima ancora di girarci come attore. Ho capito che quelle realtà sono il cuore pulsante della città, non luoghi da tenere ai margini.
(Pierfrancesco Favino)

E poi ci sono quelli che si credono al centro del mondo.
Ecco perché amo la periferia!
(Dbitterstock, Twitter)

Non è una questione di periferia, ma di interessi. Quelli italiani non sono gli stessi del Nord Europa. L’Inghilterra sta fuori e non è periferica. Ritiene invece che gli affari della Germania sono diversi dai suoi. L’economia italiana è così poco periferica che sta creando guai in tutto il mondo.
(Edward Luttwak)

Questa terra non è periferia, è il cuore dell’Europa. Se non geografico, spirituale.
(Matteo Renzi)

I «centri storici», studiati per sedurre i visitatori venuti da lontano e i telespettatori, non sono più abitati che da una élite internazionale. I sobborghi si infittiscono, compaiono città satelliti. A volte, come a Brasilia, la suddivisione è straordinaria: si può distinguere la città iniziale, dove si trovano gli uffici e vivono le classi superiori, le città satelliti, dove risiedono le classi medie, e la zona intermedia, la zona delle bidonvilles e degli insediamenti precari progressivamente occupata dalle classi povere. L’urbanizzazione esprime dunque tutte le contraddizioni del sistema della globalizzazione.
(Marc Augé)

Al polo nord, al polo sud, all’equatore, l’uomo si acclimata dovunque. Solo nelle banlieue non si acclimata mai.
(Jean-Marie Gourio)

Le trince fortificate e i bunker destinati a separare e tenere lontani gli estranei, sbarrando loro l’accesso, stanno diventando rapidamente uno dei tratti più visibili delle città contemporanee.
(Zygmunt Bauman)

PERIFERIE – Tremende nelle rivoluzioni.
(Gustave Flaubert)

I buoni leader fanno sentire alle persone di essere nel cuore delle cose, non alla periferia.
(Warren G. Bennis)

Gli occhi, guardate gli occhi di una persona: il resto è periferia.
(Roberto Renga)

Si esce dal labirinto allontanandosi dal suo centro, andando verso la periferia.
(Stefano Lanuzza)

Sono la periferia di una città inesistente, il commento prolisso a un libro non scritto. Non sono nessuno, nessuno. Non so sentire, non so pensare, non so volere.
(Fernando Pessoa)

[E del centro, cosa ne sarà in futuro?]
È difficile dirlo, proprio perché la realtà non è così dicotomica come spesso la descriviamo. Già oggi ci guardiamo continuamente intorno in cerca di un centro. Ma in realtà il centro dov’è? Non lo sappiamo più.
(Marc Augè)

Nessuno detti la vostra agenda tranne i poveri, gli ultimi, i sofferenti. Non ingrossate le fila di quanti corrono a raccontare quella parte di realtà che è già illuminata dai riflettori del mondo. Partite dalle periferie, consapevoli che non sono la fine, ma l’inizio della città.
(Papa Francesco)

Annunci