Frasi, citazioni e aforismi sulla vittima

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla vittima. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sulla guerra, Frasi, citazioni e aforismi sulla violenza, Frasi, citazioni e aforismi contro il bullismo, Frasi, citazioni e aforismi sulla truffa e l’imbroglio e Frasi, citazioni e aforismi sull’uccidere.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla vittima

Vittima

L’uomo è vittima di un ambiente che non tiene conto della sua anima.
(Charles Bukowski)

Metà vittime, metà complici, come tutto il mondo.
(Jean-Paul Sartre)

Sii l’eroe della tua vita, non la vittima.
(Nora Ephron)

Posso scegliere di essere una vittima del mondo o un avventuriero alla ricerca del tesoro. È tutta una questione di come vedo la mia vita .
(Paulo Coelho)

Prendi posizione. La neutralità favorisce sempre l’oppressore, non la vittima. Il silenzio incoraggia sempre il torturatore, mai il torturato.
(Elie Wiesel)

Non essere vittima di bullismo in silenzio. Non permettere che facciano di te una vittima. Non accettare la definizione di nessuno sulla tua vita, definisci te stesso
(Harvey Fierstein)

Ogni violenza ha, come fine ultimo, far balbettare la vittima, spezzare la sua sintassi
(Armando Gonzalez Torres)

Per non arrossire davanti ala propria vittima, colui che ha cominciato a ferirla la uccide.
(Honoré de Balzac)

Ci sarebbero meno bambini martiri se ci fossero meno animali torturati, meno vagoni piombati che trasportano alla morte le vittime di qualsiasi dittatura, se non avessimo fatto l’abitudine ai furgoni dove le bestie agonizzano senza cibo e senz’acqua dirette al macello.
(Marguerite Yourcenar)

La vittima muore di fronte all’assassino. L’assassino, lui muore di fronte al mondo intero.
(Victoria Thérame)

Vittime: non lo siamo tutti?
(Dal film: Il corvo)

Le prime vittime sono sempre gli innocenti.
(J.K. Rowling, dal film Harry Potter e la pietra filosofale)

I desideri, i rimpianti, le delusioni, le nostalgie, le recriminazioni, le lagnanze che sono in noi formano un coro antico che cerca una vittima, possibilmente esterna, da linciare.
(Pascal Quignard)

Il fascismo non è definito dal numero delle sue vittime, ma dal modo con cui le uccide.
(Jean-Paul Sartre)

È il carnefice che chiede la riconciliazione, mai la vittima. La vittima chiede memoria.
(Michela Murgia)

È antica osservazione che in ogni gruppo umano esiste una vittima predestinata: uno che porta pena, che tutti deridono, su cui nascono dicerie insulse e malevole, su cui, con misteriosa concordia, tutti scaricano i loro mali umori e il loro desiderio di nuocere.
(Primo Levi)

Non era semplice la rete dei rapporti umani all’interno dei Lager: non era riconducibile ai due blocchi delle vittime e dei persecutori. (…) L’ingresso in Lager era invece un urto per la sorpresa che portava con sé. Il mondo in cui ci si sentiva precipitati era sì terribile, ma anche indecifrabile: non era conforme ad alcun modello, il nemico era intorno ma anche dentro, il «noi» perdeva i suoi confini.
(Primo Levi)

Abele fu il primo a scoprire che le vittime morte non protestano.
(Stanislaw Jerzy Lec)

Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice.
(George Orwell)

In guerra, la verità è la prima vittima.
(Eschilo)

La guerra è opera degli uomini. Donne e bambini possono partecipare solo come vittime
(Tomislav Markovic)

Nessuno sa chi è il vincitore in questa guerra. Si stanno ancora contando le vittime.
(Srba Pavolovic)

Ho descritto donne sole, disperate e umiliate, spesso vittime di uomini, e quasi sempre alla ricerca di una catarsi dei sentimenti che non arriva. Questo è il mio territorio, un territorio che conosco bene per un’esperienza acquisita a caro prezzo.
(Edna O’Brien)

Se ho mai amato una donna, più amavo, più volevo farle del male. Frida Kahlo è stata solo la vittima più evidente di questo disgustoso tratto.
(Diego Rivera)

Mi è capitato in una strada buia, di prendere il cellulare dalla borsa e fingere: “Sì, sto arrivando”. Ci si sente sempre un po’ prede, vittime potenziali, per il solo fatto di essere donne.
(Miriam Leone)

[Sul femminicidio] Mi hanno sempre colpito le vittime che non denunciano all’inizio atti violenti pensando che una scenata di gelosia sia amore. Poi diventa troppo tardi.
(Myrta Merlino)

[Su Marilyn Monroe] Non è stata Hollywood a distruggerla. Fu vittima dei suoi amici.
(Joe DiMaggio)

La dipendenza affettiva è un duetto inconsapevole e complice, che finisce per fare sempre due vittime.
(Enrico Maria Secci)

Si prova una vergogna tremenda ad essere vittima di bullismo, perché ad un certo punto cominci a pensare che ci sia un motivo per cui sei stato preso di mira.
(Matt Reves)

Pochi uomini sopporterebbero la propria vita se non si sentissero vittime della sorte.
(Nicolás Gómez Dávila)

Quasi ogni ego ha perlomeno un elemento di quello che possiamo chiamare «identità di vittima». Alcune persone hanno di sé un’immagine di vittima così forte che diviene il centro del loro ego. Risentimento e lamentela formano una parte essenziale del loro senso del sé. Anche se le vostre lamentele sono totalmente giustificate, avete costruito per voi stessi un’identità che è proprio come una prigione.
(Eckhart Tolle)

L’odore dolciastro e repellente del vittimismo di chi si sente perpetuamente inferiore.
(Lidia Ravera)

Il vittimismo è il rumore della dignità che si sbriciola
(CleX71, Twitter)

E’ dietro al muro del vittimismo che si nascondono i peggiori tiranni.
(FrankVirzi, Twitter)

Non c’è mai nulla di glorioso nell’esecuzione di un tiranno. La vendetta resta una pulsione orribile anche quando si gonfia di ragioni. Ci vogliono Sofocle e Shakespeare, non gli scatti sfocati di un telefonino, per sublimarla in catarsi. Gli sputi, i calci e gli oltraggi a una vittima inerme ‐ sia essa Gesù o Gheddafi ‐ degradano chi li compie a un rango subumano.
(Massimo Gramellini)

Tutti saremo messi tra gli assassini e i persecutori, anche le vittime, solo per essere vissuti in questo secolo.
(Guido Ceronetti)

La storia non è altro che una compilazione delle deposizioni fatte dagli assassini circa le loro vittime e sé stessi.
(Simone Weil)

Si cospargeva il capo con la cenere delle sue vittime.
(Stanislaw Jerzy Lec)

A due tipi di uomini si spara: criminali e vittime. Quale dei due sei?
(Dal film Cowboys & Aliens)

Max California: Nella vita ci sono tre regole: 1. C’è sempre una vittima. 2. L’importante è che non sia tu.
Tom Welles: E la terza?
Max California: Me la sono dimenticata.
(Dal film 8mm – Delitto a luci rosse)

La vita non è altro che una lotta tra l’essere il criminale piuttosto che la vittima.
(Bertrand Russell)

I cannoni tuonano… membra volano in tutte le direzioni… si possono sentire i lamenti delle vittime e gli ululati di quelli che effettuano il sacrificio… è l’Umanità in cerca di felicità.
(Charles Baudelaire)

Quando uno ha la casa devastata dai ladri e sa che i ladri non saranno puniti, quando ha un parente che è stato investito da una macchina pirata e sa che il colpevole se la caverà con poco o niente, allora la vittima prova un senso di abbandono e di angoscia. Penso che questa società, indebolendo la certezza della pena, tolga alla giustizia una delle sue funzioni più importanti cioè quella di deterrente: molte persone sicure dell’impunità commettono reati.
(Giuseppe Pontiggia)

Ti auguro di vivere senza lasciarti comprare dal denaro. Ti auguro di vivere senza marca, senza etichetta, senza distinzione, senza altro nome che quello di uomo. Ti auguro di vivere senza rendere nessuno tua vittima. Ti auguro di vivere senza sospettare o condannare nemmeno a fior di labbra. Ti auguro di vivere in un mondo dove ognuno abbia il diritto di diventare tuo fratello e farsi tuo prossimo.
(Jean Debruynne)

La tristezza è un ricatto è il delictum perfecto
che fa vittime più della peste e non desta sospetto.
(Jovanotti)

Chi siete allora? Un’infelice vittima d’una passione senza speranza.
(Aleksandr Puskin)

Il senso di colpa è un fenomeno assurdo: non sono mai i colpevoli a soffrirne. Spesso sono le vittime a farsene carico, solo perché occorre che qualcuno se ne faccia carico.
(Amélie Nothomb)

Ancora una volta sono rimasto vittima di me stesso: non importa! Verrà il giorno in cui i ruoli si ribalteranno…
(Amedeo Ansaldi)

Alle Olimpiadi di vittimismo non ho vinto solo perché c’era un complotto contro di me.
(sivabendaiciao, Twitter)

La vittima più facile per una truffa siamo noi stessi.
(Lord Lytton)

Tutti, schiavi e vittime dell’amor proprio, non vivono per vivere, ma per far credere di aver vissuto.
(Jean Jacques Rousseau)

La mente è sempre vittima del cuore.
(François de La Rochefoucauld)

Raramente riconosciamo tutti i treni di pensiero che hanno distrutto e causato vittime nella vita reale.
(Richard Krause)

L’amore è molto simile a una tortura o a una operazione chirurgica. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due sarà sempre più calmo o meno invasato dell’altro. Quello, o quella, è l’operatore, ovvero il carnefice; l’altro, o l’altra, l’assoggettato, la vittima.
(Charles Baudelaire)

E così il mondo sarebbe finito, credo, vittima dell’amore più che dell’odio. Perché l’amore è da sempre la più distruttiva delle armi.
(Stephen King)

Gli uomini condannano l’ingiustizia perché temono di poterne essere vittime, non perché aborrano di commetterla.
(Platone)

Molti si lasciano compatire atteggiandosi spesso a vittime per essere con più buona coscienza carnefici.
(Emilio Rega)

Come ci rende fieri l’essere vittime di una grave ingiustizia! Da oggi in avanti ci sentiamo in credito.
(Francesco Burdin)

Odio le vittime che rispettano i loro giustizieri.
(Jean-Paul Sartre)

Le vittime sono anch’esse colpevoli, se non altro dei nostri rimorsi.
(Antonio Fogazzaro)

L’uomo è l’unico animale che può rimanere in rapporti amichevoli con le vittime che intende mangiare fino a che non li mangia.
(Samuel Butler)

Solo chi non sa che anche la propria vittima è una creatura come lui può uccidere senza colpa.
(Konrad Lorenz)

Noi non abbiamo due cuori − uno per gli animali, l’altro per gli umani. Nella crudeltà verso gli uni e gli altri, l’unica differenza è la vittima.
(Alphonse de Lamartine)

Per comprendere certi delitti basta conoscere le vittime.
(Oscar Wilde)

Non credo nei demoni. L’indifferenza e il malinteso possono creare situazioni malvagie. Il più delle volte le persone che sembrano impersonare il male sono in realtà vittime delle azioni del male.
(Max von Sydow)

Tutti dovrebbero guardare con rispetto come un popolo venga liberato dall’umiliazione di infliggere la sofferenza; come la vittima sia riscattata dal suo tormento e l’aguzzino dalla maledizione, che è peggio di qualsiasi tormento.
(Joseph Roth)

Alle ore sedici di domenica ventiquattro agosto, io ho ucciso la signora Augusta Terzi con fredda determinazione. Ho una sola attenuante: la vittima si prendeva sistematicamente gioco di me. Ho lasciato indizi dappertutto, non per fuorviare le indagini, ma per provare, per provare… per provare la mia insospettabilità. Tuttavia, quando hai fatto condannare al tuo posto un innocente, la tua insospettabilità non è provata.
(Dal film Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto)

Oggi il consumatore è la vittima del produttore, che gli rovescia addosso una massa di prodotti ai quali deve trovar posto nella sua anima.
(Mary McCarthy)

La globalizzazione culturale è una forma di totalitarismo; la tv è totalitarismo, le persone che stanno quattro ore al giorno davanti la tv sono vittime del totalitarismo.
(Jean-Luc Godard)

Chi non impiega fin da giovanissimo gran parte delle proprie energie per contrapporsi alla follia della massa, diventa inevitabilmente vittima dell’idiozia.
(Thomas Bernhard)

L’assassino, la vittima, il testimone, ciascuno di noi pensa che il proprio ruolo sia quello del protagonista.
(Chuck Palahniuk)

Una giuria è un gruppo di dodici persone d’ignoranza media, riunite attraverso sorteggio per decidere chi, dell’accusato o della vittima, abbia il migliore avvocato.
(Robert Frost)

Il solo crimine perfetto è il suicidio. Perché è unico e senza appello, al contrario dell’omicidio che deve ripetersi senza fine. Poiché realizza la confusione ideale tra il carnefice e la vittima.
(Jean Baudrillard)

Che cos’è un suicida? Il proprio carnefice o la propria vittima?
(Valeriu Butulescu)

Se tu penserai e giudicherai da buon borghese
li condannerai a cinquemila anni più le spese.
Ma se capirai, se li cercherai fino in fondo
se non sono gigli son pur sempre figli,
vittime di questo mondo.
(Fabrizio De André)

Può un vero cristiano amare il capitalismo? Perché se è vero che da un lato è stato possibile quantificare le vittime del comunismo, le vittime del capitalismo, invece non vengono quantificate da nessuno.
(Andrea Camilleri)

[Dopo aver detto agli alunni di strappare le pagine del libro di testo] Questa è una battaglia, una guerra e le vittime sarebbero i vostri cuori e le vostre anime. […] Armate di accademici, che avanzano misurando la poesia, no, non lo permetteremo, basta con i J. Evans Prichard. E ora, miei adorati, imparerete di nuovo a pensare con la vostra testa, imparerete ad assaporare parole e linguaggio. Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.
(Dal film L’attimo fuggente)

C’è solo una cosa peggiore dell’essere vittima di pettegolezzi. Ed è non essere vittima di pettegolezzi.
(Oscar Wilde)

Il pallone riposa su una luna di calce (luna due volte piena), un fischio impartisce l’ordine e il carnefice aggredisce la sua vittima. Non è così: la leggenda mente. L’ordine è quello di una fucilazione, ma il tiro ha l’inconveniente di poter finire fuori bersaglio.
(Jorge Valdano sul calcio di rigore)

Uno strillone cammina per la via centrale della città urlando la seguente frase: “Truffa senzazionaleee, 53 vittime!” Un passante incuriosito si ferma, acquista il giornale, lo legge attentamente senza pero’ trovare traccia della notizia annunciata. Subito dopo lo strillone riprende: “Sensazionaleee truffa, 54 vittime!”.
(Anonimo)

Riguardo a sacrificio e a spirito di sacrificio le vittime la pensano diversamente dagli spettatori; ma da tempo immemorabile non si è mai data loro la possibilità di dirlo.
(Friedrich Nietzsche)

Se il male davvero esiste Dio ne è la prima vittima
(Maurice Zundel)