Frasi, citazioni e aforismi di Henry Louis Mencken su politica, religione e società

Annunci

Henry Louis Mencken ( 12 settembre 1880 – 29 gennaio 1956 ), di solito designato semplicemente H.L. Mencken, è stato un giornalista, aforista e libero pensatore del ventesimo secolo, conosciuto anche come “Saggio di Baltimora” e ” Nietzsche americano” . Henry Louis Mencken è considerato uno dei più influenti scrittori americani degli inizi del XX secolo.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi di Henry Louis Mencken su politica, religione e società. Tra i temi correlati Frasi, citazioni e aforismi di Mark Twain, Gli aforismi più belli di Ambrose Bierce, Frasi, citazioni e aforismi di George Bernard Shaw e Le frasi più belle di Friedrich Nietzsche.

**

Frasi, citazioni e aforismi di Henry Louis Mencken su politica, religione e società

Qualsiasi uomo che affligge la razza umana con delle idee deve essere preparato a vederle fraintese.
[Any man who afflicts the human race with ideas must be prepared to see them misunderstood.]

Se mai mi dovessi sposare, sarebbe d’impulso. Come quando un uomo si spara alla testa.

Un cinico è uno che, quando sente profumo di fiori, si guarda in giro per vedere dov’è la bara.

I cinici hanno ragione nove volte su dieci.

Indiscutibilmente, c’è progresso. L’Americano medio ora paga due volte tanto in tasse quanto prima guadagnava formalmente in salari.

Il lato più triste della vita non è che sia tragica, ma noiosa.

Io sono sospettoso di tutte le cose in cui crede l’opinione pubblica.

La coscienza è una suocera le cui visite non finiscono mai.

Le sole persone davvero felici sono le donne sposate e gli uomini scapoli.

La cura per i mali della democrazia è più democrazia.

Ogni uomo onesto si vergogna del Governo del suo Paese.
[Every decent man is ashamed of the government he lives under.]

Se l’uomo medio è fatto a immagine di Dio, allora un uomo come Beethoven o Aristotele è chiaramente superiore a Dio.

È difficile credere che un uomo dica la verità quando sai bene che al suo posto tu mentiresti.

La capacità degli esseri umani di annoiarsi l’un l’altro sembra essere enormemente maggiore che quella di ogni altro animale.

La democrazia è la forma di governo che dà ad ogni uomo il diritto di essere il proprio oppressore.

Morire per un’idea; è indiscutibilmente nobile. Ma quanto più nobile sarebbe se gli uomini morissero per idee che fossero vere!

Una buona risata a crepapelle vale un migliaio di sillogismi.

Non lasciare mai che i tuoi inferiori ti facciano un favore. Sarà estremamente costoso.

Il Dio in cui crede un cane è il suo padrone e quel Dio esiste davvero.

Non importa quanto sia felicemente sposata una donna, le fa sempre piacere scoprire che c’è un bell’uomo che si augura che lei non lo sia.

C’è sempre una soluzione facile per ogni problema: chiara, verosimile e sbagliata.

Immagina il Creatore come un comico di bassa leva e subito il mondo diventa spiegabile.

Un uomo perde il senso dell’orientamento dopo quattro drink; una donna dopo quattro baci.

La maledizione di tutte le arti è il fatto che sono costantemente invase da persone che non hanno assolutamente nulla da dire.

Ogni uomo normale deve essere tentato, a volte, di sputarsi sulle mani, issare la bandiera nera e mettersi a tagliare gole.

Più invecchio, più diffido del detto popolare che l’età porta saggezza.

Gli scapoli conoscono le donne meglio degli uomini sposati. Se non fosse così, sarebbero sposati anche loro.

La democrazia è una forma di religione. È l’adorazione degli sciacalli da parte dei somari.

È solo il dubbio che crea. È solo la minoranza che conta.

Il periodo della scuola credo sia il più infelice dell’intero arco dell’esistenza umana. E’ pieno di compiti noiosi e incomprensibili, avvisi nuovi e spiacevoli, violazioni brutali del buon senso e della comune decenza.

L’obiezione ai puritani non è che provano a farci pensare come fanno, ma che cercano di farci fare come pensano.

Ricchezza. Qualsiasi reddito con almeno 100 dollari in più all’anno rispetto al reddito del marito della sorella di tua moglie.

La metafisica è quasi sempre il tentativo di dimostrare l’incredibile facendo ricorso all’incomprensibile.

Ogni volta che una donna inizia a parlare di qualcosa, sta parlando a, di o con un uomo.

La felicità è il negozio di cristalli; l’amore è l’elefante.

La moralità è fare ciò che è giusto indipendentemente da ciò che ti viene detto.
L’obbedienza è fare ciò che viene detto indipendentemente da ciò che è giusto.

Il male è ciò che si suppone degli altri. E’ un peccato ritenere gli altri malvagi, ma è raro che sia un errore.

L’unico obbligo che riconosco in questo mondo è il mio dovere verso la mia famiglia.

Non esistono argomenti noiosi. Solo scrittori noiosi.

L’amore è il trionfo dell’immaginazione sull’intelligenza.

Gli uomini hanno a disposizione molto più tempo per gli svaghi rispetto alle donne. Da un lato si sposano tardi, e dall’altro muoiono prima.

La democrazia è la patetica fiducia nella saggezza collettiva di una ignoranza individuale.

Un filosofo è un uomo cieco, in una stanza buia, che cerca un gatto nero che non c’è. Un teologo è l’uomo che riesce a trovare quel gatto.

Quando sento la folla applaudire un uomo, provo sempre per lui una fitta di compassione. Per sentire i fischi non dovrà fare altro che vivere abbastanza a lungo.

L’urgenza di salvare l’umanità è quasi sempre il dito dietro cui si nasconde l’urgenza di dominare l’umanità.

La maledizione dell’uomo e la causa di quasi tutti i suoi guai è la sua stupenda capacità di credere all’incredibile.

Se l’esperienza ci insegna qualcosa, ci insegna questo: che un buon politico, in democrazia, è tanto impensabile quanto un ladro onesto.

Ci sono degli uomini politici, che sarebbe bene chiamare politicanti, i quali, se avessero come elettori dei cannibali, prometterebbero loro missionari per cena.

Dite quello che volete dei dieci comandamenti, alla fin fine si deve sempre tornare al gradevole fatto che sono solo dieci.

L’uomo medio non vuole essere libero. Vuole essere sicuro.

Ricorda sempre questo: se non partecipi ai funerali dei tuoi amici, sicuramente loro non parteciperanno ai tuoi.

L’amore è come la guerra: facile da iniziare, ma difficile da fermare.

Alcuni ragazzi vanno al college e alla fine riescono a uscire. Altri vanno al college e non riescono mai a uscire. Questi ultimi si chiamano professori.

In democrazia, un partito dedica sempre il grosso delle proprie energie a cercare di dimostrare che l’altro partito è inadatto a governare; e in genere tutti e due ci riescono, e hanno ragione.

Non è il materialismo la principale maledizione del mondo, come vorrebbero insegnare i pastori, ma l’idealismo. Gli uomini si mettono nei guai prendendo troppo sul serio le loro visioni e allucinazioni.

L’idea che l’unico scopo della pena sia prevenire il crimine è ovviamente fondata sulla teoria secondo cui il crimine può essere prevenuto, il che è quasi dubbio quanto l’idea che la povertà possa essere prevenuta.

Ciò che gli uomini stimano a questo mondo non sono i diritti, ma i privilegi.

La maggior parte delle persone vuole la sicurezza in questo mondo, non la libertà.

La vera funzione dell’arte è modificare la natura e renderla coerente e adorabile. L’artista è una sorta di appassionato correttore di bozze, che segna in blu la cattiva ortografia di Dio.

Ogni elezione è una sorta di vendita all’asta anticipata di beni rubati.

È impossibile immaginare l’universo retto da un Dio saggio, giusto e onnipotente, ma è molto facile immaginarlo retto da un comitato di dei.

Le donne hanno gusti semplici. Possono trovare piacere dalla conversazione di bambini in braccio e di uomini innamorati.

La mente del credente è impermeabile a qualsiasi tipo di prova. Il massimo che si può ottenere è indurla a sostituire un delirio con un altro.

Esistono due tipi di libri: quelli che nessuno legge e quelli che nessuno dovrebbe leggere.

La più costosa di tutte le follie è credere fermamente in quello che palesemente non è vero. È l’occupazione principale del genere umano.

Fa caldo in fabbrica? Le ore sono lunghe? Quindici dollari al giorno non bastano? Beh, la fuga è molto semplice. Piantate il lavoro, sputatevi sulle mani e scrivete un altro best seller.

Gli studiosi sono di rado bella gente, e in molti casi il loro aspetto è tale da scoraggiare l’amore allo studio nei giovani.

Non ci vuole una maggioranza per fare una ribellione; ci vogliono solo pochi leader determinati e una solida causa.

Gran parte del nostro altruismo, anche di quello più genuino, si basa sul fatto che ci dà fastidio vedere della gente bisognosa intorno a noi.

In guerra ci sono sempre dieci eroi per ogni soldato.

Credo in una sola cosa: la libertà; ma non credo nella libertà a tal punto da volerla imporre a qualcuno.

L’indipendenza economica è il fondamento dell’unico tipo di libertà degna di nota.

La religione è lo sforzo presuntuoso di negare le realtà più ovvie.

L’ingiustizia è relativamente facile da sopportare; quella che proprio brucia è la giustizia.

È lo stupido quello che è sempre sicuro, e l’uomo sicuro quello che è sempre stupido.

La fede si può succintamente definire come una credenza assurda nell’eventualità dell’improbabile.

Ci sono persone che leggono troppo. Conosco certi che sono perpetuamente ubriachi di libri, come altri di whisky o di religione.

Tutto il governo, nella sua essenza, è una cospirazione contro l’uomo superiore: il suo unico obiettivo permanente è opprimerlo e azzopparlo.

L’uomo più pericoloso per qualsiasi governo è l’uomo in grado di pensare da se stesso, senza riguardo per le prevalenti superstizioni e tabù. Quasi inevitabilmente questi giunge alla conclusione che il governo sotto cui vive è disonesto, folle e intollerabile.

Lo scopo dell’istruzione pubblica non è quello di diffondere l’illuminazione a tutti, ma è semplicemente quello di ridurre il maggior numero di persone possibile allo stesso livello di sicurezza, per allevare e addestrare una cittadinanza standardizzata, per reprimere il dissenso e l’originalità.

Il governo consiste di un gruppo di persone esattamente come te e me. Essi non hanno, presi l’uno per l’altro, nessun talento speciale per le questioni di governo, hanno solo il talento di prendere e mantenere la carica.

Gli uomini diventano civilizzati, non in proporzione alla loro volontà di credere, ma in proporzione alla loro prontezza nel dubitare.

L’intero scopo della pratica politica è di tenere in allarme la popolazione (per poi condurla clamorosamente alla salvezza) tramite la minaccia di una serie infinita di mali indefiniti, tutti quanti immaginari.

Il luogo comune secondo cui il crimine è causato dalla povertà è una specie di calunnia nei confronti dei poveri.

Le donne in generale mi sembrano essere sensibilmente più intelligenti degli uomini. Una gran parte di loro soffre in silenzio per l’imbecillità dei loro mariti.

È impossibile immaginare Goethe o Beethoven giocare bene a biliardo o a golf.

L’uomo piange nel pensare che morirà così presto; la donna nel pensare che è nata così tanto tempo fa.

È il mestiere del politico ottenere e tenersi il suo posto a tutti i costi. Se può trattenerlo mentendo, lo tratterrà con la menzogna; se la menzogna svanisce, egli cercherà di trattenerlo abbracciando nuove verità.

Il principale valore del denaro sta nel fatto che viviamo in un mondo in cui è sopravvalutato.

Quanto poco basta a rendere la vita insopportabile… Un sassolino nella scarpa, uno scarafaggio negli spaghetti, la risata di una donna.

In democrazia, l’uomo più popolare non è il più democratico, ma il più dispotico. La gente comune gode delle vessazioni di un tale uomo. E’ deliziata che lui sia il boss. Il passo naturale della gente è il passo dell’oca.

Un politico di professione è un uomo professionalmente disonorevole. Per arrivare da qualche parte vicino alle alte cariche deve scendere a così tanti compromessi e sottomettersi a così tante umiliazioni che diventa indistinguibile da una prostituta.

Almeno per un aspetto, uomini e donne sono d’accordo: entrambi diffidano delle donne.

Di tutte le qualità umane, quella che ammiro di più è la competenza. Un sarto che è davvero capace di tagliare e adattare un soprabito mi da l’idea di essere un uomo davvero ammirevole, per lo stesso motivo un professore universitario che sa poco o niente delle cose che presume di insegnare mi dà l’idea di essere un imbroglione e un mascalzone.

Impiccare un farabutto, a quanto pare, non funziona come deterrente per il prossimo. Bene, e allora? Almeno uno lo abbiamo liquidato.

La fretta è del diavolo. La lentezza è di Dio.

Tutto ciò che è inutile è sempre rispettabile, per esempio la religione, i vestiti alla moda, la conoscenza della grammatica latina.

Nessun uomo merita una fiducia illimitata – nei casi migliori, il suo tradimento è solo posposto nell’attesa di una tentazione sufficiente.

Nessun uomo sposato è davvero felice se deve bere del whisky peggiore di quello che era solito bere da scapolo.

Ogni uomo vede nei propri parenti, e specialmente nei cugini, una serie di grottesche caricature di se stesso.

Quando le donne si baciano vengono sempre in mente i lottatori professionisti che si stringono la mano.

Kant era probabilmente il peggior scrittore mai visto sulla terra prima di Carlo Marx. Alcune delle sue idee erano davvero molto semplici, ma egli fece sempre in modo di farle sembrare incomprensibili. Spero che sia all’inferno.

Un professore deve avere una teoria come un cane ha le pulci.

La critica è il pregiudizio reso plausibile.

L’opera in inglese è, nel suo complesso, sensata quanto il baseball in italiano.

Gli uomini lavorano semplicemente per sfuggire all’agonia deprimente della vita contemplativa.

Dio è l’eterno rifugio dell’incompetente, del disperato, del miserabile. Costoro trovano nelle Sue braccia non solo rifugio, ma anche una sorta di superiorità che blandisce i loro ego macerati. Dio li mette al di sopra di chi è meglio di loro.

La mia ipotesi è che ben oltre l’ottanta per cento della razza umana passi attraverso la vita senza mai avere un solo pensiero originale. Vale a dire, non pensa mai nulla che non sia stato pensato prima, e da migliaia di altri.

Dobbiamo rispettare la religione dell’altro, ma solo nel senso e nella misura in cui rispettiamo la sua teoria che sua moglie sia bella e i suoi figli intelligenti.

La democrazia si basa su un complesso di bugie così infantili che debbono essere protette da un rigido sistema di tabù, se no anche i cretini riuscirebbero a farle a pezzi. La sua prima preoccupazione deve quindi essere penalizzare la libera circolazione delle idee.

I grandi artisti non sono mai puritani, e di rado anche rispettabili nel senso normale della parola. Nessun uomo virtuoso – vale a dire, nel senso cattolico del termine – ha mai dipinto un quadro degno di essere visto, o scritto una sinfonia degna di essere ascoltata, o un libro degno di essere letto.

Il governo viene inteso, non come un comitato di cittadini scelti per portare avanti gli affari comuni dell’intera popolazione, ma come una corporazione separata ed autonoma, dedicata principalmente allo sfruttamento della popolazione a beneficio dei suoi stessi membri.

Gli uomini che il popolo americano ammira più esageratamente sono i bugiardi più audaci, gli uomini che detestano più violentemente sono quelli che cercano di dire la verità.

Un uomo ricorda sempre il suo primo amore. Dopo inizia ad ammassarli.

Quando viene derubato un privato cittadino, un uomo degno viene privato dei frutti della sua operosità e parsimonia; quando viene derubato il governo, il peggio che accade è che certi mascalzoni e indolenti hanno meno denaro da sprecare di quanto ne abbiano avuto prima.

Il peggior governo è quello più morale. Un governo composto da cinici è spesso molto tollerante e umano. Ma quando i fanatici sono al vertice, non c’è limite all’oppressione.

Il sindacalismo raramente, se mai, usa il potere che ha per assicurare un lavoro migliore; quasi sempre dedica una gran parte del suo potere a salvaguardare il cattivo lavoro.

Io odio tutti gli sport in modo rabbioso come la persona che ama lo sport odia il buon senso.

**

Un libro burlesco (A Book of Burlesques, 1916)

Adulterio. La democrazia applicata all’amore.

Amore. L’illusione che una donna sia differente da un’altra.

Arcivescovo: Un ecclesiastico cristiano di grado superiore a quello ottenuto da Cristo.

Brevità. La qualità che rende sigarette, discorsi, storie d’amore e traversate oceaniche sopportabili.

Celebrità. Uno che è noto a molte persone che è felice di non conoscere.

Coscienza. La voce interiore che ci avverte che qualcuno potrebbe vederci.

Demagogo. Uno che predica dottrine che sa essere false a uomini che sa essere idioti.

Esperienza: Una serie di fallimenti. Ogni fallimento insegna a un uomo qualcosa di saggio, cioè che egli probabilmente fallirà di nuovo la prossima volta.

Genio: la capacità di prolungare la propria infanzia.

Idealista. Uno che, notando che una rosa odora meglio d’un cavolo, ne conclude che se ne possa cavare una minestra migliore.

Immortalità. La condizione di un uomo morto che non crede di essere morto.

Misogino: un uomo che odia le donne quanto le donne si odiano l’una con l’altra.

Moralità. La teoria secondo la quale ogni atto umano deve essere giusto o sbagliato, e che il 99% di essi sia sbagliato.

Puritano. Una persona che ha una tremenda paura che qualcuno, da qualche parte, possa essere felice.

Speranza. Credenza patologica nell’accadimento dell’impossibile.

Storico. Un romanziere senza successo.

Teologia. Il tentativo di spiegare l’inconoscibile nei termini di ciò che non vale la pena conoscere.

Tribunale: Un posto dove Gesù Cristo e Giuda Iscariota sarebbero uguali, con scommesse a favore di Giuda.

Verità: qualcosa che in qualche modo si può portare a discredito di qualcuno.

**

Trattato sugli dèi (Treatise On The Gods, 1930)

Vedo poche prove in questo mondo sulla cosiddetta bontà di Dio. Al contrario, mi sembra che, sulla base delle sue azioni quotidiane, Dio debba essere considerato stupido, crudele e malvagio.

Che l’uomo moderno abbia ancora bisogno di simili consolazioni prova soltanto che l’emancipazione della sua mente è appena cominciata, che egli è ancora molto più vicino alla scimmia che al cherubino.

Ci vuol tempo per strappare alla fede ed educare nello scetticismo; tempo, e non poco sforzo e lavoro.

Il fatto che le minacce dell’inferno abbiano la loro utilità sociale non è un argomento a sostegno della verità della religione; è semplicemente un argomento a sfavore della specie umana.

Il valore d’un sacrificio non è provato dalla causa che vi sta dietro. Migliaia di persone hanno rinunciato alla propria vita con altrettanto coraggio di Gesù, per cause infinitamente meno elevate e luminose.

La teologia cristiana – come ogni altra teologia – non è soltanto contraria allo spirito scientifico, lo è anche ad ogni altro tentativo di pensiero razionale.

L’unico vero modo per conciliare scienza e religione è di istituire qualcosa che non sia scienza e qualcosa che non sia religione.

La vera patria delle apocalissi e delle escatologie è l’India. Si sono inventati più paradisi e inferni qui, che in tutto il resto del mondo.

Si deve certamente ammettere che la religione è una delle più grandi invenzioni che mai si siano avute sulla terra.

Annunci