Frasi, citazioni e aforismi sulla salvia

Salvia - Aforisticamente
Salvia - Aforisticamente
Annunci

Per secoli la salvia è stata considerata una panacea in grado di guarire diversi disturbi e malattie.
Per i romani era una pianta sacra. E un vecchio proverbio dice “Chi ha la Salvia nell’orto ha la salute nel corpo”.

La salvia è nota per le sue proprietà antisettiche e antibatteriche. È usata come decotto per stimolare la digestione, per la bronchite, per la depressione e la stanchezza; sotto forma di gargarismi viene usata per le tonsilliti e le infiammazioni della gola.

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla salvia. Tra i temi correlati Frasi, citazioni e aforismi sul basilico, Frasi, citazioni e aforismi sul rosmarino e Frasi, citazioni e aforismi sul prezzemolo.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla salvia

Chi ha la Salvia nell’orto ha la salute nel corpo.
(Proverbio)

Ci vorrebbe qualcosa di semplice come innamorarsi del profumo della salvia e del rosmarino.
(Michela Rabino)

Adesso sto attraversando l’orto incolto: ai lati ci sono cespugli di salvia e rosmarino che sfidano il tempo, piante antiche, misteriose, sempre presenti nelle case di campagna e usate per insaporire i cibi. Anche il loro profumo mi ricorda tanti particolari della mia vita di ragazzo.
(Romano Battaglia)

Pensa alla nostra storia, così dolce.
quante corone di viole
e di rose e di salvia ti ponevi
sul capo.
(Saffo)

Il profumo del limone, l’aroma della salvia, il chiodo di garofano, il caffè. Un piccolo mondo di piaceri.
(Michaela1968, Twitter)

Profumo di timo, salvia e rosmarino sulle dita e che la primavera abbia inizio
(iBlulady, Twitter)

Ditemi, non sarebbe splendido ricevere un piccolo bouquet di rosmarino, timo e salvia e un abbraccio.
(Fabrizio Caramagna)

Salvia, sale, pepe, aglio e prezzemolo fanno un buon condimento se non si sbaglia a combinarli.
(Scuola salernitana)

In serra seminate la salvia blu e le ninfee. Mettete a dimora dalie e iris palustri
(Claude Monet)

La cucina: il vero regno di mia madre, l’antro caldo della strega buona sprofondato nella terra desolata della solitudine, con pentole piene di dolci intingoli che ribollivano sul fuoco, una caverna d’erbe magiche, rosmarino e timo e salvia e origano, balsami di loto che recavano sanità ai lunatici, pace ai tormentati, letizia ai disperati.
(John Fante)

Salvia
Pianta arbustacea della famiglia delle Labiate, che cresce perlopiù in ambiente domestico,
in terreni antiaderenti, tra i tortellini e il burro.
(postofisso2012, Twitter)

Arriva poi il momento della saggezza in cui inizi a preferire la salvia al basilico.
(suonalancora, Twitter)

Gli anni facciano ciò che vogliono;
l’età è una decisione.
Io resto sempre quella che si toglie le scarpe
appena scorge il mare,
quella che ha nelle tasche la menta e la salvia,
quella che canta le sue canzoni,
anche quando nessuno la sente.
(Carolina Turroni)

L’ orto ti salvia la vita.
(Plumbeer89, Twitter)

Ragione e sentimento salvia fritta e prosecco.
(LiviaFanfulli, Twitter)

Questo è l’odore che mi piace. Questo è il trifoglio appena tagliato, la salvia calpestata quando uno cavalca dietro un armento, il fumo della legna e delle foglie che bruciano d’autunno. È l’odore della nostalgia.
(Ernest Hemingway)

In abruzzese c’è una parola molto bella che è picundrìa. È un incrocio di pigrizia, languore, malinconia dolce, spossatezza buona (quella cattiva è la disbraccia), profumo di salvia, rumore di trattori al rientro, latrato stanco dei cani, l’eco delle volpi da lontano, rosagiallo.
(Roberta Scorranese)

La salvia rafforza i nervi, toglie il tremore delle mani e per suo intervento la febbre alta se ne va.
(Scuola Salernitana)

Mi è stato detto che ho gli occhi color salvia e sto ancora qui a pensare che colore abbia la salvia.
(Anonimo)

Era in quella parte del giardino, dove Pasquino e la Simona andati se ne erano, un grandissimo e bel cesto di salvia; a piè della quale postisi a sedere e gran pezza sollazzatosi insieme, e molto avendo ragionato d’una merenda che in quello orto ad animo riposato intendevan di fare, Pasquino dal gran cesto della salvia rivolto, di quella colse una foglia e con essa s’incominciò a stropicciare i denti e le gengie, dicendo che la salvia molto bene gli nettava d’ogni cosa che sopr’essi rimasa fosse dopo l’aver mangiato.
(Giovanni Boccaccio, Decamerone)

E poi che così alquanto fregati gli ebbe, ritornò in sul ragionamento della merenda, della qual prima diceva. Né guari di spazio perseguì ragionando, che s’incominciò tutto nel viso a cambiare, e appresso il cambiamento non istette guari che egli perdè la vista e la parola, e in brieve egli si morì.
(Giovanni Boccaccio, Decamerone)

E la salvia finezza sull’orlo degli orli
dei monti, dove odora?
Dove i fiori scolorano al desco della luna?
(Andrea Zanzotto)

Annunci