Le frasi più belle del film Il Corvo – The Crow

Il corvo - The Crow - Aforisticamente
Il corvo - The Crow - Aforisticamente

Il corvo – The Crow è un film del 1994 diretto da Alex Proyas e divenuto un successo mondiale per l’intensa storia d’amore capace di sconfiggere persino la morte, ma anche per via della triste vicenda accaduta al suo protagonista Brandon Lee, rimasto ferito gravemente sul set e morto prima della fine delle riprese.

Il film è basato sul fumetto di James O’Barr “Il corvo”, e racconta la storia di Eric Draven, un musicista rock che viene resuscitato per vendicare la propria morte e lo stupro e l’omicidio della sua fidanzata.

Presento una raccolta delle frasi più belle del film Il Corvo – The Crow. Tra i temi correlati si veda Le frasi e citazioni più belle del film Il Gladiatore e Le 100 migliori frasi e citazioni di film

**

Le frasi più belle del film Il Corvo – The Crow

Un tempo la gente era convinta che quando qualcuno moriva, un corvo portava la sua anima nella terra dei morti. A volte però accadevano cose talmente orribili, tristi e dolorose, che l’anima non poteva riposare. Così a volte, ma solo a volte, il corvo riportava indietro l’anima, perché rimettesse le cose a posto.
[People once believed that, when someone dies, a crow carries their soul to the land of the dead. But sometimes, something so bad happens that a terrible sadness is carried with it and the soul can’t rest. Then sometimes, just sometimes, the crow can bring that soul back to put the wrong things right]
(Sarah Mohr, incipit del film)

Un palazzo viene dato alle fiamme, tutto ciò che rimane è cenere. Prima pensavo che valesse per ogni cosa: famiglia, amici, sentimenti. Ora so, che se l’amore è amore nessuno potrà dividere due persone fatte per stare insieme.
(Sarah Mohr)

Non può piovere per sempre.
[in lingua originale “It can’t rain all the time]
(Eric Draven)

Sono tutti morti… Solo che ancora non lo sanno.
(Eric Draven)

Tutto il potere del mondo è contenuto negli occhi amico mio, e a volte essi sono più utili delle persone cui appartengono.
(Top Dollar)

Se le persone che amiamo ci vengono portate via, perché continuino a vivere non dobbiamo mai smettere di amarle. Le case bruciano, le persone muoiono… ma il vero amore è per sempre!
[If the people we love are stolen from us, the way to have them live on is to never stop loving them. Buildings burn, people die, but real love is forever]
(Sarah Mohr, frase finale del film)

Ti amerò per sempre…
– Solo per sempre?
(Eric Draven e Shelly Webster)

Mio padre diceva sempre che ognuno ha un diavolo dentro… e non ha pace finché non lo trova…
(Top Dollar)

Io credo che da qualche parte vaghino le anime irrequiete, che portano il peso della loro disperazione, aspettano l’occasione per far tornare giuste le cose sbagliate. Solo allora potranno stare con le persone che amano. Qualche volta un corvo indica loro la strada, perché qualche volta… l’amore è più forte della morte.
(Sarah Mohr)

Vittime… Non lo siamo tutti?
(Eric Draven)

Voglio che dici a quei bastardi che la morte farà loro visita, stanotte. E dì loro che Eric Draven gli manda i suoi saluti.
(Eric Draven)

T-Bird: Uno dei miei è stato trovato leggermente stecchito.
Top Dollar: Ah sì? E chi sarebbe?
T-Bird: Tin Tin. Qualcuno gli ha piantato i suoi coltelli nei principali organi vitali in ordine alfabetico.

Madre è l’altro nome di Dio sulle labbra e sui cuori di tutti i nostri figli. Capisci quello che dico? Questa roba finirà per ucciderti.
(Eric Draven)

Non si torna dal mondo dei morti! Questo è il mondo dei vivi, non si torna dal mondo dei morti!
(T-Bird)

Io ti conosco! Sapevo di conoscerti, sapevo di conoscerti, sapevo… Ma non puoi essere tu, ti abbiamo buttato dalla finestra…
(T-Bird)

Sbalordito il diavolo rimase quando comprese quanto osceno fosse il Bene e vide la virtù nello splendore delle sue forme sinuose.
(T-Bird)

Devi stare attento a ciò che desideri, potresti ottenerlo.
(Top dollar)

Ho qualcosa da regalarti, qualcosa che non voglio più… Trenta ore di sofferenze! Tutte insieme! Tutte per te!
(Eric Draven)

So una storiella su Gesù Cristo. Fermami se già la conosci. GesùCristo entra in una locanda. Consegna tre chiodi al locandiere e gli dice: puoi sistemarmi per la notte?
(Eric Draven)

L’infanzia finisce quando scopri che un giorno morirai.
(Top dollar)

A un uomo viene un’idea. L’idea conquista altri, altri come lui. L’idea si diffonde l’idea si trasforma in istituzione. Ma quale è l’idea? È questa la domanda che mi ha tormentato! Posso solo dirvi che quando ho capito, un sorriso mi si è stampato sul volto. Vedete signori: l’avidità è una cosa da dilettanti; il disordine, il caos, l’anarchia, là è la la vera grandezza.
(Top dollar)