Le più belle frasi di Gesù Cristo, 75 Frasi di Gesù sulla fede, l’amore e Dio che hanno trasformato il mondo

Gesù Cristo - Aforisticamente
Gesù Cristo - Aforisticamente

Gesù di Nazaret, conosciuto come il Cristo (in greco Christós) o il Messia (in ebraico Mashìach) che significano entrambe “unto”, è nato a Betlemme intorno al 7-6 a.e.c. (sotto il regno di Erode il Grande) ed è morto a Gerusalemme nell’anno 30.

Nonostante sia nato a Betlemme, si usa spesso la denominazione “Gesù di Nazaret” perché, secondo i Vangeli, Gesù abitò in questa città della Galilea durante la sua infanzia e giovinezza.

Secondo la religione cristiana Gesù Cristo è il Salvatore del mondo e il Figlio di Dio. Su Gesù Cristo il pensatore François Mauriac scrive: “Non avessi conosciuto il Cristo, Dio sarebbe stato un vocabolo vuoto di senso… il Dio dei filosofi non avrebbe avuto alcun posto nella mia vita morale. Era necessario che Dio si immergesse nell’umanità, che in un preciso momento della storia… un essere umano, fatto di carne e di sangue, pronunciasse certe parole, compisse certi atti, perché io mi gettassi in ginocchio”.

Presento una raccolta delle più belle frasi di Gesù Cristo tratte dai Vangeli, 75 Frasi di Gesù Cristo sulla fede, l’amore e Dio che hanno trasformato il mondo.

Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni, aforismi e opinioni su Gesù Cristo, Le frasi più celebri di San Paolo di Tarso, Frasi, citazioni e aforismi su Dio e Frasi, citazioni e aforismi sul Cristianesimo.

**

Le più belle frasi di Gesù Cristo tratte dai Vangeli, 75 Frasi di Gesù sulla fede, l’amore e Dio che hanno trasformato il mondo

Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita.
(Vangelo di Giovanni)

Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno.
(Vangelo di Giovanni)

Allora Gesù disse ai suoi discepoli: Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.
(Vangelo di Matteo)

Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano. A chi ti percuote sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti leva il mantello, non rifiutare la tunica. Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo. Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro. Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete?
(Vangelo di Luca)

Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato.
(Vangelo di Luca)

Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri.
(Vangelo di Giovanni)

Nessun profeta è ben accetto in patria.
(Vangelo di Luca)

Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete.
(Vangelo di Luca)

È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli.
(Vangelo di Matteo)

Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua.
(Vangelo di Matteo)

E Pietro gli disse: “Signore, con te sono pronto ad andare in prigione e alla morte”. Gli rispose: “Pietro, io ti dico: non canterà oggi il gallo, prima che tu per tre volte avrai negato di conoscermi”.
(Vangelo di Luca)

Vi è più gioia nel dare che nel ricevere.
(Atti degli Apostoli)

Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
(Vangelo di Giovanni)

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all’esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all’esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità.
(Vangelo di Matteo)

Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c’è altro comandamento più importante di questi.
(Vangelo di Marco)

Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.
(Vangelo di Giovanni)

Gesù disse loro: Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori.
(Vangelo di Marco)

Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù.
(Vangelo di Giovanni)

Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!
(Rivolgendosi a Tommaso)

Tutto è possibile per chi crede.
(Vangelo di Marco)

In verità, in verità vi dico: chi crede ha la vita eterna.
(Vangelo di Giovanni)

Lazzaro, vieni fuori!
(Vangelo di Giovanni)

In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.
(Vangelo di Giovanni)

A chiunque ha sarà dato; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha.
(Vangelo di Luca)

Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli. E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai.
(Vangelo di Luca)

Vegliate e pregate per non entrare in tentazione; lo spirito è pronto, ma la carne è debole.
(Vangelo di Marco)

Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, onora il padre e la madre, ama il prossimo tuo come te stesso.
(Vangelo di Matteo)

In verità, in verità vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato.
(Vangelo di Giovanni)

Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite, perché a chi è come loro appartiene il regno di Dio. In verità vi dico: Chi non accoglie il regno di Dio come un bambino, non entrerà in esso.
(Vangelo di Marco)

[Sulla croce] Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno.
(Vangelo di Luca)

[Sulla croce] Gesù, ricordati di me, quando entrerai nel tuo regno!.
[Gesù rivolgendosi al ladrone pentito] In verità ti dico: Oggi stesso sarai con me in paradiso!
(Vangelo di Luca)

Seguitemi, vi farò pescatori di uomini.
(Vangelo di Matteo)

Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. Qual vantaggio infatti avrà l’uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l’uomo potrà dare in cambio della propria anima?
(Vangelo di Matteo)

Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli.
(Vangelo di Matteo)

Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo.
(Vangelo di Giovanni)

Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto.
(Vangelo di Luca)

Non affannatevi per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.
(Vangelo di Matteo)

Quale vantaggio avrà l’uomo se guadagnerà il mondo intero, e poi perderà la propria anima? O che cosa l’uomo potrà dare in cambio della propria anima?
(Vangelo di Matteo)

Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.
(Vangelo di Giovanni)

Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo? Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, mentre tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.
(Vangelo di Luca)

Chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un’ora sola alla sua vita?
(Vangelo di Matteo)

Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. Sia invece il vostro parlare sì, se è sì; no, se è no; il di più viene dal maligno.
(Vangelo di Matteo)

Il più grande tra voi sia vostro servo; chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato.
(Vangelo di Matteo)

E non chiamate nessuno “padre” sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo.
(Vangelo di Matteo)

Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa. Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me.
(Vangelo di Matteo)

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati gli afflitti, perché saranno consolati. Beati i miti, perché erediteranno la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
(Vangelo di Matteo, Discorso della montagna)

Chi è fedele nel poco lo è anche nel molto e chi è disonesto nel poco lo è anche nel molto.
(Vangelo di Luca)

Chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato.
(Vangelo di Luca)

Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite di vedere, la vostra colpa rimane.
(Vangelo di Giovanni)

Guardate i gigli, come crescono: non filano, non tessono: eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Se dunque Dio veste così l’erba del campo, che oggi c’è e domani si getta nel forno, quanto più voi, gente di poca fede?
(Vangelo di Luca)

Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatola, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: “Rallegratevi con me perché ho trovato la mia pecora che era perduta”. Così vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione.
(Vangelo di Luca)

Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato.
(Vangelo di Luca)

Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori.
(Vangelo di Matteo)

Ciò che è impossibile agli uomini, è possibile a Dio.
(Vangelo di Luca)

Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità.
(Vangelo di Giovanni)

Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi. Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti.
(Vangelo di Matteo)

Là dov’è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore.
(Vangelo di Matteo)

Non c’è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all’orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti.
(Vangelo di Giovanni)

Ma io vi dico che di ogni parola infondata gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio; poiché in base alle tue parole sarai giustificato e in base alle tue parole sarai condannato.
(Vangelo di Matteo)

Quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!
(Vangelo di Matteo)

Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, e vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. Il regno dei cieli è simile anche a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva e poi, sedutisi, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi.
(Vangelo di Matteo)

Se prendete un albero buono, anche il suo frutto sarà buono; se prendete un albero cattivo, anche il suo frutto sarà cattivo: dal frutto infatti si conosce l’albero.
(Vangelo di Matteo)

Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me.
(Vangelo di Giovanni)

Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi i primi.
(Vangelo di Marco)

Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi.
(Vangelo di Giovanni)

Il regno di Dio è come un granellino di senape che, quando viene seminato per terra, è il più piccolo di tutti semi che sono sulla terra; ma appena seminato cresce e diviene più grande di tutti gli ortaggi e fa rami tanto grandi che gli uccelli del cielo possono ripararsi alla sua ombra.
(Vangelo di Marco)

Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde.
(Vangelo di Luca)

Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa. Quanto stretta è invece la porta e angusta la via che conduce alla vita! E pochi sono coloro che la trovano!
(Vangelo di Matteo)

Quando tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
(Vangelo di Matteo)

Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà.
(Vangelo di Matteo)

Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
(Vangelo di Matteo)

[Gesù Cristo morente sulla croce] Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
(Vangelo di Marco)