133 Scioglilingua: i più difficili e famosi in italiano

Gli scioglilingua sono giochi di parole, estremamente difficili da pronunciare. A volte possono essere un vero incubo, ma, allo stesso tempo, sono una pratica utile per aumentare dimestichezza con la lingue e per sviluppare velocità e chiarezza nella pronuncia.

Presento una raccolta di 133 Scioglilingua: i più difficili e famosi in italiano. Tra i temi correlati si veda 151 palindromi, le frasi palindrome più belle e famose, 70 scioglilingua in inglese con traduzione in italianoI colmi più belli e divertenti.

**

133 (centotrentatre) Scioglilingua: i più difficili e famosi in italiano

Trentatré trentini entrarono in Trento, tutti e trentatré trotterellando.

Li vuoi quei kiwi? E se non vuoi quei kiwi che kiwi vuoi?

Apelle, figlio di Apollo, fece una palla di pelle di pollo. Tutti i pesci vennero a galla per vedere la palla di pelle di pollo fatta da Apelle, figlio di Apollo.

A quest’ora il questore in questura non c’è.

Sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa.

Tre tigri contro tre tigri.

Tigre intriga tigre.

Lascia l’ascia e accetta l’accetta.

Una rara rana nera sulla rena errò una sera, una rara rana bianca sulla rena errò un po’ stanca.

Una platessa lessa lesse la esse di Lassie su un calesse fesso.

Se oggi seren non è, doman seren sarà, se non sarà seren si rasserenerà.

Caro conte chi ti canta tanto canta che t’incanta.

Tre vecchiette stanche su tre panchine bianche. Tre tacchini neri con tre becchi fieri. Tre pesche per tre bambini tre lische per tre gattini.

Chi troppo in alto sal cade sovente precipitevolissimevolmente.

La biscia striscia sull’asse liscia, poscia alza la coscia e piscia.

Eva dava l’uva ad Ava, Ava dava l’uova ad Eva, ora Eva è priva d’uva, mentre Ava è priva d’uova.

Treno troppo stretto e troppo stracco stracca troppi storpi e stroppia troppo

Sessantasei assassini andarono ad Assisi tutti e sessantasei assassinandosi.

Dietro il palazzo c’è un povero cane pazzo, date un pezzo di pane al povero pazzo cane.

Il pretore e il primo prelato preparan presto un panpepato per prendere un premio.

Tito, tu m’hai ritinto il tetto, ma non t’intendi tanto di tetti ritinti.

Tre trentenni trend, tre trepidanti tresche, tre tremendi tremacuori, senza tregua, né tremori.

C’era una cinciribiricoccola che cinciribiricoccolava.

Stanno stretti sotto i letti sette spettri a denti stretti.

Sette zucche secche e storte stanno strette dentro al sacco.

Sopra quattro rossi sassi quattro grossi gatti rossi.

Sul tagliere l’aglio taglia, non tagliare la tovaglia; la tovaglia non è aglio, se la tagli fai uno sbaglio.

Dalla doccia una chiocciola sgocciola come una gocciola.

Chi ama chiama chi ama, chiamami tu che chi ami chiami. Chi amo chiamerò se tu non chiami.

Sa chi sa se sa chi sa che se sa non sa se sa, sol chi sa che nulla sa ne sa più di chi ne sa.

Porta aperta per chi porta, per chi non porta parta pur, che non importa aprir la porta.

Figlia, sfoglia la foglia sfoglia la foglia, figlia.

L’aspiraspore sparaspire.

Filastrocca sciogligrovigli con la lingua ti ci impigli ma poi te la sgrovigli basta che non te la pigli!

Nove navi nuove navigavano.

Se sei gnomi magnano sei gnocchi con gli occhi, con gli occhi quanti gnocchi magna ogni gnomo?

Se ti specchi allo specchio e lo specchio si spacca, che spacchio ti specchi a fare nello specchio spaccato?

Una zuppa e una zappa rovesciano la zuppa su di una zecca.

Il Papa pesa e pesta il pepe a Pisa, Pisa pesa e pesta il pepe al Papa.

Essere competenti per poter competere.

Oh che orrore, oh che orrore, ho visto un ramarro verde su un muro marrone.

O postino che porti la posta, dimmi postino che posta portasti.

Stiamo bocconi cogliendo cotoni, stiamo sedendo cotoni cogliendo

Quel pazzo ha rubato un pizzo prezioso con un pezzo di pizza in un pozzo.

Quanti rami di rovere roderebbe un roditore se un roditore potesse rodere rami di rovere?

Ti ci stizzisci? E stizziscitici pure!

In un pentolino piccolo, poca pappa ci sta.

Non pensare come pensi che pensi uno che non pensa; meglio pensare come pensi che pensi uno che pensa.

Scopo la casa, la scopa si sciupa; ma, se non scopo sciupando la scopa, la mia casetta con cosa la scopo?

Qua qua: l’acqua sciacqua l’oca, qua qua: l’acqua non è poca, qua qua: l’acqua è proprio tanta, qua qua: l’oca all’acqua canta.

Date del pane al cane pazzo, date del cane al pazzo cane.

Se la serva non ti serve, a che serve che ti serva di una serva che non serve? Serviti di una serva che serve, e se questa non ti serve, serviti dei miei servi.

Chi troppo in alto sal cade sovente precipitevolissimevolmente.

Andavo a Lione cogliendo cotone, tornavo correndo cotone cogliendo.

Tre fiaschi stretti stan dentro tre stretti fiaschi, ed ogni fiasco stretto sta dentro lo stretto fiasco.

Lascia la lumaca Luca.

Lascia l’ascia e la liscia.

Nell’anfratto della grotta trentatré gretti gatti si grattano.

Nel pozzo di San Patrizio c’è una pazza che lava una pezza. Arriva un pazzo, con un pezzo di pizza e chiede alla pazza se ne vuole un pezzo. La pazza rifiuta. Allora il pazzo prende la pazza, la pezza e la pizza e li butta nel pozzo di San Patrizio, protettore dei pazzi.

E’ passato lo stracciatoppe e non m’ha stracciatoppato. Quando ripasserà mi stracciatopperà.

Tre stecchi secchi in tre strette tasche stanno.

Nel muro c’è un buco e un bruco nel buco scaccia il bruco e tura il buco.

Regna il ragno dentro al buco, nella mela regna il bruco. Dentro al buco il ragno regna, nella mela il bruco regna

In una conca nuotano a rilento tre trote, cinque triglie e tinche cento.

In un piatto poco cupo poco pepe cape

Ciò che è, è; ciò che non è, non è; ciò che è, non è ciò che non è; ciò che non è, non è ciò che è.

Se l’arcivescovo di Costantinopoli si disarcivescoviscostantinopolizzasse, vi disarcivescoviscostantinopolizzereste voi come si è disarcivescoviscostantinopolizzato l’Arcivescovo di Costantinopoli?

Tu cogli germogli tra gli scogli? Non credo, mi imbrogli.

In un pozzo poco cupo si specchiò una volta un lupo, che nel poco cupo pozzo andò a battere di cozzo con un cupo tonfo fioco da smaltire a poco a poco ; e credette di azzannare un feroce suo compare; ma rimase brutto e cupo il feroce sciocco lupo”

Sotto un cespo di rose scarlatte offre il rospo té caldo con latte. Sotto un cespo di rose paonazze tocca al rospo sciacquare le tazze.

La rana in Spagna gracida in campagna.

Un empio imperator di un ampio impero scoppiar fece una guerra per un pero; credeva conquistare il mondo intero l’imperator, ma perse l’ampio impero.

Guglielmo coglie ghiaia dagli scogli scagliandola oltre gli scogli tra mille gorgogli.

Verso maggio con un paggio vo in viaggio. Non vaneggio, nè motteggio; forse è peggio!

Se mi seggo, più non reggo: mangio o leggo. Se non fuggo qui mi struggo, ma se fuggo vado al poggio e un alloggio là mi foggio, sotto un faggio, con coraggio.

Pure Pelè partì per il Perù però perì per il purè.

Sette scettici sceicchi sciocchi con la sciatica a Shanghai.

Sono senza sesto senso.

La marmotta, quando annotta, nella grotta già borbotta, che la pappa non è cotta! Quando è cotta riborbotta, perché è scotta!

Due dadi Dado ha avuto in dono, ma Ida e Ada gelose sono.

Nel giardin di don Andrea don Anton cogliea coton, nel giardin di don Anton don Andrea coton cogliea.

Il cuoco cuoce in cucina e dice che la cuoca giace e tace perché sua cugina non dica che le piace cuocere in cucina col cuoco.

Se il coniglio gli agli ti piglia,togligli gli agli e tagliagli gli artigli.

Te che ta tachet i tac, tachem a me i me tac. Chi, me, tacàt i to tac a te? Tachet te i to tac, te che ta tachet i tac.
Tu che attacchi i tacchi, attaccami i miei tacchi. Chi, io, attaccarti i tuoi tacchi? Attaccati tu i tuoi tacchi, tu che attacchi i tacchi.
(Scioglilingua lombardo)

S’ai vgnès Ulèss ch’vlèss clòss con cl’ass less d’nus ch’lus, daiel.
Se venisse Ulisse che volesse quella porta con l’asse liscio di noce che riluce, daglielo.
(Scioglilingua emiliano)

A ccuoppo cupo poco pepe cape; e ppoco pepe capo a ccuoppo cupo.
In cartoccio stretto può entrare poco pepe; e poco pepe può entrare in un cartoccio stretto.
(Scioglilingua napoletano)

O uoi o uouo?
Lo vuoi l’uovo?
(Scioglilingua ciociaro)

M. de Coutufon dit à Mme de Foncoutu: il n’y a pas plus loin de Coutufon à Foncoutu que de Foncoutu à Coutufon.
Il signor de Coutufon dice alla signora de Foncoutu: non c’è maggior distanza da Coutufon a Foncoutu che da Foncoutu a Coutufon.
(Scioglilingua francese)

Le ver vert va vers le verre vert.
Il verme verde va verso il bicchiere verde.
(Scioglilingua francese)

Tres tristes tigres trillaron trigo en un trigal.
Tre tigri tristi trebbiarono il grano in un campo di grano.
(Scioglilingua spagnolo)

Cuando cuentes cuentos, cuenta cuántos cuentos cuentas, porque cuando cuentas cuentos, nunca sabes cuántos cuentos cuentas.
Quando racconti storie, conta quante storie racconti, perché quando racconti storie non sai mai quante storie racconti.
(Scioglilingua spagnolo)

Can you can a can as a canner can can a can?
Sai inscatolare un barattolo come un fabbricante di barattoli sa inscatolare un barattolo?
(Scioglilingua inglese)

How much wood would a woodchuck chuck, If a woodchuck could chuck wood? A woodchuck would chuck how much a woodchuck would chuck if a woodchuck would chuck wood.
Quanto legno potrebbe sgranocchiare una marmotta se una marmotta potesse sgranocchiare legno? Una marmotta potrebbe sgranocchiare tutto quello che una marmotta può sgranocchiare se una marmotta potesse sgranocchiare legno!
(Scioglilingua inglese)

She sees cheese.
Lei vede il formaggio.
(Scioglilingua inglese)

From two to two to two past two.
Dalle 13.58 alle 2.02.
(Scioglilingua inglese)

Nie pieprz wieprza pieprzem.
Non pepare il maiale con il pepe.
(Scioglilingua Polacco)

O Tite tute Tati tibi tanta tyranne tulisti.
O Tito Tazio, tiranno, tu stesso ti attirasti atrocità tanto tremende.
(Quinto Ennio, scioglilingua in latino)

**

Le parole italiane più difficili da pronunciare

Accomiatare

Acido Desossiribonucleico.

Aeroplano

Apoditticamente

Chiacchiericcio

Cinquecentocinquantacinque

Entomologia

Epitalamio

Fenilalanina

Gaglioffo

Ineleggibilità

Intelligibile

Interpretare

Irrefragabile

Istituzionalizzazione

Lapalissiano

Luculliano

Meteorologia

Omogenitorialità

Onomatopea

Pot pourri

Precipitevolissimevolmente

Prestidigitazione

Preterintenzionale

Prodromo

Retrogrado

Solipsista

Sternocleidomastoideo

Subitaneamente

Supercalifragilistichespiralidoso.

**

Frasi e battute divertenti sugli scioglilingua

Scioglilingua. — Il valore di alcuni uomini e libri consiste solo nella proprietà di costringere ciascuno a esprimere quanto ha di più intimo e nascosto: sono scioglilingua e leve per i denti più serrati.
(Friedrich Nietzsche)

Chi ha legata la lingua, dica gli scioglilingua! La pronuncia acquisterà chiara e sciolta a volontà.
(Anonimo)

La classifica delle 5 parole più difficili da pronunciare:
1. Prestidigitazione.
2. Ineleggibilità.
3. Fenilalanina.
4. Desossiribonucleico.
5. Scusa.
(Anonimo)

– Ma ce la fai una volta a dire “Ti amo”?
– E tu riesci a dire: “Andavo a Lione cogliendo cotone. Tornavo correndo, cotone cogliendo.
(Anonimo)

Oggi la figlia di una cliente mi ha chiesto:
“Ciao, mi dici uno scioglilingua?”
Le ho risposto “acido muriatico”.
Risate altisonanti.
(oleandrobianco_, Twitter)

Tutti a dire “li vuoi quei kiwi?” mentre lo scioglilingua migliore resta una qualsiasi parola stroncata da un bacio.
(IBlulady, Twitter)

-Mi insegni uno scioglilingua ?
-Certo, baciami…
(00dr3am, Twitter)

Con 34 trentini lo scioglilingua mica diventa più facile
(IdeeXscrittori, Twitter)

Sopra la gente lo stato campa.
Sotto lo stato la gente crepa.
Scioglilingua politico.
(ArmaSogna, Twitter)

Sotto la barba la panza campa, sopra la barba la capa crepa.
Scioglilingua per malinconici.
(Anonimo)

Cosa costa la casa della Casta
Scioglilingua politico.
(Anonimo)

Quando il tuo tutto viene considerato niente, non è poco il tuo tutto, ma è niente chi lo considera poco. “Scioglimente” più che scioglilingua.
(Mic_mic75, Twitter)

Azerbaijan è lo scioglilingua dei paesi
(NotGiuliaV, Twitter)

La capitale del Burkina Fasu, Ouagadougou.
Uno scioglilingua!
(Luca Parmitano)

Il vino è uno scioglilingua.
(Twilla_Ria, Twitter)

Certi sciogli lingua sono dei veri e propri scogli per la lingua.
(Fabrizio Caramagna)