Gheorghe Grigurcu è nato nel 1936 a Soroca (Bessarabia e Romania). Si è laureato presso la Facoltà di Filologia dell'Università di Cluj, è diventato dottore in scienze filologiche presso l'Università di Bucarest ed è membro dell'Unione degli Scrittori della Romania. E' stato a lungo emarginato e perseguitato dal regime comunista tanto che tra il 1974 e il 1990 non ha avuto la possibilità di essere assunto per un lavoro né di frequentare centri e associazioni culturali. E’ stato redattore presso diverse riviste tra cui: "Familia", "Contemporanul-ideea europeană", "Viaţa Românească" nonché direttore della rivista "Columna" e "Acolada".

[caption id="attachment_4782" align="aligncenter" width="300"]Gheorghe Gricurcu (Foto per gentile concessione dell'autore) Gheorghe Gricurcu (Foto per gentile concessione dell'autore)[/caption]

Secondo Ana Blandiana: “Gheorghe Grigurcu è e rimarrà, certamente, uno dei migliori scrittori di aforismi della letteratura romena (...) Gheorge Grigurcu non è un critico letterario che scrive poesia o un poeta che scrive anche critica letteraria, egli è nella stessa misura un poeta di prima classe e uno dei importanti critici letterari di questo periodo di transizione tra i due secoli”.

Gheorghe Grigurcu ha pubblicato più di cinquanta volumi di poesia, critica letteraria, saggi politici e aforismi. Il suo libro di aforismi si intitola Carte de aforisme: Jurnalul lui Alceste (2005, casa editrice Limes). Presento una selezione di aforismi dell'autore. Ringrazio Alina Breje per la traduzione:

Sorin Cerin nasce nel 1963 a Baia Mare in Romania con il nome di Hodorogea Sorin. A partire dal 1987, dopo aver sposato Mariana Cerin, sceglie di cambiare il suo cognome con quello di Cerin, motivando la sua decisione con il fatto che era figliastro. Dopo un breve periodo si separa e nel 2000 si sposa con Dana Cristina Gorincioiu.

[caption id="attachment_4545" align="aligncenter" width="291"] Sorin Cerin (Foto per gentile concessione dell'autore)[/caption]

Sorin Cerin partecipa attivamente alla rivoluzione del dicembre 1989 in Romania, essendo tra i primi che riesce ad entrare nell'edificio del Comitato Centrale del Partito Comunista. Dopo la rivolta dei minatori abbandona la Romania e sceglie di stabilirsi negli Stati Uniti. Dopo alcuni anni torna in Romania, dove diventa giornalista corrispondente per l'Australia. A partire dal 2003 Sorin Cerin pubblica testi di poesia, narrativa e filosofia (in questo ambito ha stabilito i principi del "coaxialismo"). Nel 2009, presso la casa editrice Eminescu pubblica la sua intera opera di aforismi sapienziali, comprendente tutti i volumi già editi nonché quelli ancora inediti. L'opera si intitola Antologia di saggezza e comprende 7012 aforismi, che sono raccolti in sei sezioni tematiche (Il libro della saggezza, Il libro della passione, Il libro della illusione e realtà, Il libro delle rivelazioni, Il libro della morte e Il libro dell'immortalità). Tutta l'opera aforistica di Sorin Cerin è stata tradotta e pubblicata in lingua inglese nel 2012 con la traduzione di Alina Stan.

Come scrive l'accademico Gheorghe Vladutescu, gli aforismi di Sorin Cerin vanno inquadrati all'interno del filone della letteratura sapienzale, che ha un origine antica come la stessa scrittura e ha i suoi modelli in Oriente, ma anche nell'antica Grecia. Si tratta di sentenze facilmente memorabili che costituiscono insegnamenti di sapienza e saggezza per l'anima. Sorin Cerin affronta, in una chiave poetica e al tempo stesso filosofica, tematiche ambiziose come Dio e l'immortalità, l'effimero e l'eternità, il nulla e la vita, la fede, Dio e l'illusione di esistere. I suoi sono aforismi, massime, proverbi, enigmi che contengono echi di una esperienza vissuta senza però l'arroganza di enunciare verità assolute: "Credere in ciò che non conosci è altrettanto vero come credere in quello che conosci finché la tua vita è un'illusione" scrive Sorin Cerin in uno dei suoi aforismi.

Presento al pubblico italiano una selezione di aforismi di Sorin Cerin tratta da Il libro della saggezza ("La saggezza è prima di tutto sentimento e solo in seguito conoscenza" recita un aforisma). Ringrazio Alina Breje per avermi aiutato nella traduzione: