Frasi, citazioni e aforismi sulla borghesia

Annunci

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla borghesia e i borghesi. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sugli operai, Frasi, citazioni e aforismi sulla nobiltà e Frasi, citazioni e aforismi sulla società.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla borghesia

Borghesia

Borghesia è qualunque insieme di individui scontenti di ciò che hanno e soddisfatti di ciò che sono.
(Nicolás Gómez Dávila)

Chiamo borghese chiunque rinunci a se stesso, alla lotta e all’amore in cambio della sicurezza.
(Leon Paul Fargue)

L’artista forma il mondo in conformità alle sue idee, il borghese forma le sue idee in conformità al mondo.
(Jan Greshoff)

E comunque ormai la borghesia si è imborghesita, il clero si è sclerotizzato, la nobiltà si è snobilitata e il popolo è impopolare.
(Svagaia)

Chiedi della serenità a un borghese e ti dirà che è fatta di soldi e possesso.
Chiedi della serenità a un saggio e ti domanderà cosa sei disposto a rinunciare.
(Fabrizio Caramagna)

La serietà è la qualità di coloro che non ne hanno altre: è uno dei canoni di condotta, anzi, il primo canone, della piccola borghesia.
(Pier Paolo Pasolini)

Il borghese invece che ossessione divina raccoglie tranquillità di spirito, invece che piacere agio, invece che libertà comodità, invece che calore mortale una temperatura gradevole.
(Hermann Hesse)

Non puoi essere vagabondo e artista e contemporaneamente borghese e uomo sano e decoroso.
(Hermann Hesse)

In fondo il borghese pensa che il migliore dei mondi possibili è quello dove i benestanti possano finalmente godersi il loro “più” senza troppi ostacoli e i poveri decidano di accontentarsi del loro “meno” senza troppe storie.
(Fabrizio Caramagna)

La borghesia dà, storicamente, alla famiglia il carattere della famiglia borghese, dove l’elemento connettivo è la noia e il denaro.
(Karl Marx)

Il senso dell’economia è tipicamente borghese. E’ un sesto senso, che domina gli altri cinque sensi, ed è fatto soltanto di più e di meno.
(Fabrizio Caramagna)

È un borghese: sogna intensamente soltanto le cose possibili.
(Maria Luisa Spaziani)

Il borghese non ha altro sogno che il possesso, mentre l’artista non ha altro possesso che il sogno.
(Manu Larcenet)

La società borghese manca di eroismo.
(Karl Marx)

Sulla piazza suddivisa in striminzite aiuole,
Dove tutto è corretto, gli alberi e i fiori,
Gli asmatici borghesi soffocati dall’afa,
Portano, il giovedì sera, le loro stupide invidie.
(Arthur Rimbaud)

Molti credono di avere un gusto classico e hanno soltanto un gusto borghese.
(Paul Claudel)

Era il simbolo di un mondo plebeo, notturno, gaio, vizioso, scelleratamente intrepido e sicuro di sé che fermentava di insaziabile vita intorno alla noia e alla rispettabilità dei borghesi.
(Dino Buzzati)

È così stupendamente borghese l’amore per la donna massaia e riposante, per la donna che rattoppa le calze e attende tranquilla, a casa, il suo unico amore.
(Mario Mariani)

Chiamo borghese tutto ciò che pensa bassamente.
(Gustave Flaubert)

I borghesi vanno in chiesa a differenza degli anarchici. Adottano la divisa di Goethe: «Curiosità per il conoscibile, riverenza per l’inconoscibile».
(Sergio Ricossa)

Il borghese ha fede in Dio, il Dio creatore, ma gli sfugge una dimensione del cristianesimo. Non può ammettere che il mondo terreno sia nulla, e l’altro mondo sia tutto.
(Sergio Ricossa)

Il lavoro muscolare di un borghese che per tutto il giorno attende tranquillo alle proprie occupazioni, è notevolmente maggiore di quello di un atleta che una volta al giorno sollevi un peso enorme.
(Robert Musil)

Vivere nella realtà significa per la società borghese avere soltanto piaceri limitati e differenti ed ottenere sicurezza in cambio d’infelicità e di continue inibizioni.
(Herbert Marcuse)

Un artista di circo che si lascia applaudire, è già un borghese.
(Jean Genet)

Ogni dì più la società si divide in due grandi campi opposti, in due classi nemiche: la Borghesia ed il Proletariato.
(Karl Marx)

Borghese vuole dire ciò che l’operaio diventa appena gli si offre la minima opportunità
(Ezra Pound)

Sono nuovamente colpito dal fatto che un operaio, non appena fa carriera nei sindacati o si interessa alla politica laburista, diventa, lo voglia o no, un borghese. È così: combattendo la borghesia, ne assume l’aspetto.
(George Orwell)

Il moralista borghese è l’uomo della lettera anonima
(Mario Mariani)

A torto si è voluto fare della borghesia una classe. La borghesia è semplicemente la parte soddisfatta del popolo. Il borghese è l’uomo seduto. Una sedia non è una casta.
(Victor Hugo)

Non portare più la cravatta è un atto di indipendenza dai vincoli borghesi.
(Leo Longanesi)

La borghesia vive in uno stato di guerra perpetua; prima contro l’aristocrazia, poi contro questa categoria della borghesia i cui interessi entrano in contraddizione col progresso dell’industria, ed infine contro la borghesia dei paesi stranieri.
(Karl Marx)

Gridano agitati e agitatori contro la borghesia, e non sanno che, nel caso migliore, il loro agitarsi si concluderà nella creazione di una nuova borghesia.
(Alberto Savinio)

Esiste una borghesia di sinistra e una borghesia di destra. Non c’è invece un popolo di sinistra e un popolo di destra, c’è un popolo solo.
(Georges Bernanos)

La piccola borghesia ha gli stessi pregiudizi, le stesse servitù della grande, se non di più. Il ritualismo del modo di parlare, del regalo, delle feste, ecc., vi fiorisce. Così pure, quello di «la gente direbbe…» Gli spiriti emancipati, non li trovi che lateralmente, in margine.
(Arrigo Cajumi)

I borghesi sono gli altri.
(Jules Renard)

L’orrore per i borghesi è un atteggiamento borghese.
(Jules Renard)

Criticare il borghese ci gratifica di un doppio plauso: quello del marxista, che ci ritiene intelligenti perché avvaloriamo i suoi pregiudizi; quello del borghese, che ci giudica nel giusto perché pensa al suo vicino.
(Nicolás Gómez Dávila)

L’adesione al comunismo è il rito che permette all’intellettuale borghese di esorcizzare la sua cattiva coscienza senza abiurare il suo essere borghese.
(Nicolás Gómez Dávila)

Un borghese è l’oceano del niente.
(Edmond et Jules de Goncourt)

E’ più facile per un buon operaio diventare un buon borghese che per un buon borghese diventare un buon operaio.
(Georges Wolinski)

Buone maniere e cattivi costumi: un grande borghese.
(Françoise Chandernagor)

Lo Stato è l’organizzazione economico-politica della classe borghese. Lo Stato è la classe borghese nella sua concreta forza attuale.
(Antonio Gramsci)

Quel che contraddistingue il comunismo non è l’abolizione della proprietà in generale, bensì l’abolizione della proprietà borghese.
(Karl Marx)

La comunità politica migliore è formata da cittadini della classe media.
(Aristotele)

I borghesi, sempre sotto accusa, non sono santi, come non lo sono i proletari. La società non è la mela di Biancaneve: metà marcia e metà sana. I ceti medi hanno le loro colpe ma anche i loro meriti. Hanno perso tante battaglie che potevano vincere. Il capitalismo, con i suoi errori e i suoi abusi, ma anche con la sua foga pionieristica e il suo spirito di intrapresa, ha stigmate borghesi. Se l’Italia, nonostante la cronica instabilità, non è più quella di Franceschiello, lo si deve soprattutto alle classi medie, pilastri di una società economicamente e civilmente evoluta.
(Roberto Gervaso)

Più si vedono da vicino i fenomeni storici, meglio si scorge che le rivoluzioni le hanno sempre fatte la borghesia o parte di essa. Il popolo è buono a compiere soltanto delle jacqueries, che non concludono.
(Arrigo Cajumi)

La borghesia, nonostante tutto, è stata l’unica classe sociale capace di giudicare se stessa. Tutti i critici della borghesia si nutrono di critiche borghesi.
(Nicolás Gómez Dávila)

Ogni borghese, nell’ardore della giovinezza, fosse pure per un giorno, per un attimo, s’è creduto capace di immense passioni e di straordinarie gesta. Il più incapace dei libertini ha sognato delle sultane, ogni notaio porta in sé i ruderi d’un poeta.
(Gustave Flaubert)

Senza una borghesia istruita, che a tempo perso sappia scombiccherare un sonetto, o incuriosirsi di un problema storico, a gustar la pittura o un romanzo, una nazione è squilibrata, e rischia di diventar acefala: molte delle nostre crisi sono avvenute per mancanza di quella che si definirebbe meglio classe pensante, che dirigente.
(Arrigo Cajumi)

La borghesia senza il popolo, è la testa senza il braccio. Il popolo senza la borghesia, è la forza senza la luce.
(Edgar Quinet)

Chi dubiterebbe ancora del tramonto del mondo borghese? … La causa della borghesia appare sicuramente come una causa persa, più di qualunque altra. Anche coloro che per principi morali, condotta di vita e attitudine mentale sarebbero da annoverare fra gli appartenenti alla borghesia, non vi si riconoscono, e la rinnegano adeguandosi a una moda che ormai ripudia tutto. Voci contrarie non ce ne sono. Insomma, la borghesia non ha più nessuno che la difenda.
Forse è venuto il momento di ripensare a che cosa significhi davvero la forma di vita borghese.
(Joachim Fest)

La parola borghese è oggi considerata dai più come indicante una categoria di persone, una classe sociale a cui ci si vergogna quasi di appartenere. Borghese è sinonimo di persona gretta, attaccata al suo stato sociale, alle comodità della vita. Pochi dicono di sé: sono un borghese. Dicono di sé di essere imprenditori, di essere dei moderati in politica, di avere delle buone abitudini ecc. Così per molto tempo, in fondo, ho pensato anch’io, finché un giorno mi è venuto di accostare, Dio sa come, due persone a me care, mio padre e san Francesco e ho cominciato a capire che probabilmente io, come loro, sono un borghese e che non me ne devo vergognare. (…)
La verità è che spesso, almeno di sicuro san Francesco e mio padre, quando il borghese decide di fare il bene, non lo fa per fare un salto sociale, ma solo perché crede di doverlo fare, perché gli è stato dato un compito da eseguire. San Francesco doveva ricostruire la Chiesa, mio padre, e tanti come lui, solo, più semplicemente, l’Italia distrutta dal Dopoguerra (…) “Fare il bene non dovuto” è la grande lezione che essi mi hanno lasciato, da veri borghesi.
(Elogio folle della borghesia)

Professione borghese come forma di vita significa innanzitutto il primato dell’etica nella vita (…) La vita è dominata da ciò che sistematicamente, regolarmente si ripete, da ciò che doverosamente ritorna, da ciò che deve essere fatto senza riguardo per la voglia o non voglia di farlo.
(Joachim Fest)

La cultura e la politica in ultima istanza sono sicure e progressive solo in mani borghesi; le uniche per altro capaci anche di ironia e persino di critica.
(Joachim Fest)

Annunci