Frasi, citazioni e aforismi sulla cupidigia

Cupidigia - Aforisticamente
Cupidigia - Aforisticamente

Presento una raccolta di frasi, citazioni e aforismi sulla cupidigia. Tra i temi correlati si veda Frasi, citazioni e aforismi sull’avidità, Frasi, citazioni e aforismi sull’avarizia e Frasi, citazioni e aforismi sul denaro e i soldi.

**

Frasi, citazioni e aforismi sulla cupidigia

Immagina che non ci siano ricchezze, né avidità né cupidigia.
(John Lennon)

La cieca cupidigia che v’ammalia.
(Dante Alighieri, Paradiso, canto XXX)

Se la mala cupidigia altro vi grida,
uomini siate, e non pecore matte,
si che ‘l Giudeo di voi tra voi non rida!
(Dante Alighieri, Paradiso, canto V)

Questo pianeta non ci appartiene, ha soltanto degli inquilini. Siamo tutti accecati dalla cupidigia e mossi dalla paura, anche degli altri. E questo proprio mentre dovremmo cercare di collaborare più che mai.
(Anuna de Wever e Kyra Gantois, Il clima siamo noi)

Nella lotta tra gli istinti, è difficile dire se avranno il sopravvento l’avarizia o la cupidigia.
(Norman Fitzroy Maclean)

Quattro cupidigie rendono infelici la maggior parte degli uomini: la cupidigia di aver molto, di saper molto, di viver molto, e di divenir grande.
(Proverbio)

La cupidigia è radice di tutti i mali – Radix enim omnium malorum est cupiditas.
(San Paolo)

L’amore è la radice di tutti i beni. La cupidigia è la radice di tutti i mali. La cupidigia tormenta sempre poiché non si sazia di rubare.
(San Fulgenzio)

La cupidigia, l’avere come orizzonte della propria vita l’arricchimento e l’accumulazione di beni o la soddisfazione di bisogni artificiali si risolve facilmente in angoscia e in nevrosi.
(Luciano Pedro Mendes de Almeida)

Nel XIX secolo Dehli era infestata dai cobra. Venne offerta una ricompensa per ogni serpente ucciso. In molti cominciarono ad allevare i cobra. La ricompensa fu revocata. I cobra allevati, ormai inutili, vennero liberati per le strade. La soluzione divenne il problema.
(Gianrico Carofiglio)

Il male ha sempre la stessa radice, qualsiasi male: la cupidigia, la vanità e l’orgoglio
(Papa Francesco)

Tenetevi lontano da ogni cupidigia! Perché la cupidigia va avanti, va avanti, va avanti… E’ uno scalino, apre la porta: poi viene la vanità – credersi importanti, credersi potenti.. – e, alla fine, l’orgoglio. E da lì tutti i vizi, tutti. Sono scalini, ma il primo è questo: la cupidigia, la voglia di accumulare ricchezze.
(Papa Francesco)

La cupidigia. Vivere attaccati al dio denaro.
(Papa Francesco)

La cupidigia è l’idolatria dell’avere e dell’apparire.
(Papa Benedetto XVI)

La mela dell’Eden è cupidigia e comprensione. Immortalità e morte. Dolce polpa con semi di cianuro. È una botta in testa che fa nascere intere scienze. Una deliziosa discordia dorata, È Il primo e peggior crimine, ma una manna propizia caduta dal cielo.
(R. Powers)

La cupidigia di ricchezze, se non trova un limite nella sazietà, è molto più tormentosa della estrema povertà: perché quanto più grandi sono i nostri desideri, tanto maggiori sono i bisogni che noi sentiamo.
(Democrito)

La differenza fra l’avarizia e la cupidigia è questa: la cupidigia consiste nel bramare quello che non si ha e l’avarizia sta nel tenere e serbare quello che si ha, senza giusta necessità
(Geoffrey Chaucer)

Tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede.
(Gesù di Nazaret, Vangelo secondo Matteo)

Da tre cose l’uomo superiore deve guardarsi: quando è giovane e la sua vitalità è in fermento deve guardarsi dalla lussuria; quando è adulto e la sua vitalità è robusta deve guardarsi dall’irascibilità; quando è anziano e la sua vitalità è indebolita, deve guardarsi dalla cupidigia.
(Confucio)

E’ incredibile fino a che punto la cupidigia, l’invidia, la petulanza, la volgarità, l’avidità e, in generale, tutto quell’insieme di attributi che formano la condizione umana, si possano notare su un volto, in un modo di camminare, in uno sguardo.
(Ernesto Sabato)

Radice d’ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio
(Sant’Innocenzo)

Un uomo senza fede è uno storpio spirituale e morale. Può vivere solo grazie agli adattamenti artificiali: i divertimenti, l’arte, la libidine, l’ambizione, la cupidigia, la curiosità, la scienza.
(Lev Tolstoj)

Tutta la vita l’empio indulge alla cupidigia,
mentre il giusto dona senza risparmiare.
(Libro dei Proverbi, Antico Testamento)

La cupidigia mera e cruda fu lo spirito motore della civiltà dal suo primo giorno a oggi; ricchezza, e sempre ricchezza, poi ancora ricchezza.
(Friedrich Engels)

Se non vi fosse cupidigia, non vi sarebbe motivo di armamenti.
(Mahatma Gandhi)

Una cieca cupidigia ci spinge verso cose che ci nuoceranno e, in ogni caso, non ci appagheranno mai. E non comprendiamo che, se qualche cosa avesse la capacità di appagarci, già l’avremmo trovata; né pensiamo quanto sia meglio non chiedere niente, quale segno di superiorità sia dichiararsi soddisfatti e non dipendere dalla fortuna.
(Lucio Anneo Seneca)

Chiunque pensa sempre di ottenere qualcosa dimentica ciò che ha già ottenuto. Il peggiore male della cupidigia sta nella sua ingratitudine.
(Lucio Anneo Seneca)

Esplodeva il nuovo anno: un caos di fango e di neve attraversato da mille carrozze, scintillante di giocattoli e di dolci, brulicante di cupidigia e di disperazione, la grande città nel suo delirio ufficiale, fatto apposta per sconvolgere il cervello anche al più renitente dei solitari.
(Charles Baudelaire)

Dov’è cupidità, non è carità.
(Proverbio)

L’uomo è più cupido di acquistare il denaro altrui, che di conservare il proprio.
(Proverbio)

Ira e cupidigia non lasciare mai che siano tuoi compagni
(Proverbio portoghese)

L’occhio dell’avaro non si accontenta di una parte, l’insana cupidigia inaridisce l’anima sua.
(Siracide, Antico Testamento)

Oh cieca cupidigia e ira folle,
che sì ci sproni ne la vita corta,
e ne l’etterna poi sì mal c’immolle!
(Dante Alighieri, Inferno, canto XII)

E con il vento vennero quattro vizi:
La menzogna, l’ipocrisia, la crudeltà, e la pulsione del corpo.
E con il fuoco giunsero quattro diverse pene
la cupidigia, l’orgoglio, l’avarizia e l’invidia.
(Yunus Emre)